La simbologia della Medaglia che ispirò la lotta ANTIMASSONICA [CONDIVIDERE!]

Massimiliano Kolbe (1894-1941), come già descritto in uno dei precedenti post di Radio Spada, fu uno dei più fieri e attivi avversari della Massoneria, per questo molti cercano di offuscarne il ricordo, nonostante sia stato proclamato Santo.

La forza di San Massimiliano veniva dalla Medaglia Miracolosa, di cui era infaticabile Apostolo. Questa stessa Medaglia era portata al collo da non pochi Cristeros messicani (martirizzati dal regime massonico di quel Paese) e da quegli spagnoli che si organizzarono negli anni ’30 per combattere la “Crociata” contro il governo rosso (e ben gradito dalle logge) che bruciava le Chiese nel Paese iberico. Molti ancora potrebbero gli esempi di come questa Medaglia sia stata al collo di intrepidi nemici della Squadra e del Compasso.

Già nei giorni scorsi avevamo detto qualcosa sull’origine della Medaglia:

“Tutte le persone che porteranno questa Medaglia riceveranno grandi grazie, specialmente portandola al collo”

“Le grazie saranno più abbondanti per le persone che la porteranno con fiducia”.

Queste sono state le straordinarie parole pronunciate dalla Madonna in occasione delle sue manifestazioni a Santa Caterina Labouré, nel 1830.
Da allora e fino ad oggi, questo torrente di grazie che fluisce dall’eternità verso di noi, non si è mai fermato per tutti quelli che portano con fede la Medaglia Miracolosa.

MA IN COSA CONSISTE LA SIMBOLOGIA DI QUESTA MEDAGLIA FATTA CONIARE IN BASE ALLE INDICAZIONI DI MARIA STESSA?

medaglia-mir

FRONTE

La Madre di Dio con i piedi appoggiati sul globo terrestre, a significare che Ella, oltre ad essere la nostra Madre del Cielo, è anche Regina della Terra e di tutto l’Universo.

Ella è rappresentata nell’atto di schiacciare la testa al serpente, il diavolo, che di continuo tenta gli uomini per portarli alla perdizione eterna.

Il potere della Madre di Dio non è paragonabile a quello del maligno. Ella protegge i suoi figli che con fiducia si rivolgono a Lei.

È apparsa a Santa Caterina con le mani che mandavano verso il basso raggi luminosi di varia intensità.

Caterina capì che i raggi rappresentavano le grazie sparse dalla Madonna sulle anime devote.

Attorno alla Medaglia, come una cornice ovale, era stato scritto in caratteri dorati questa frase: “O Maria concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a voi”. La Madonna ha voluto che questa piccola preghiera fosse ripetuta con frequenza.

RETRO

Sulla Medaglia vi è il monogramma di Maria, la lettera “M” sormontata da una croce con la lettera “I”, monogramma di Gesù. La croce è quella di Gesù, sacrificato a causa dei nostri peccati. Ai suo piedi c’è sua Madre che patisce in unione con Lui.

La Medaglia è circondata da una corona di dodici stelle che ricordavano il passo dell’Apocalisse: “Una donna vestita di sole, con la luna sotto i piedi e una corona di dodici stelle sul capo” (Ap, 12, 1). È la corona della Madre di Dio che, come regina del Cielo e della Terra, ha il potere su tutta la creazione. Tutto ciò che Ella chiede a Dio, Ella ottiene.

Al di sotto, vi sono i Sacri Cuori di Gesù e di Maria, (cliccare sui collegamenti) il primo, circondato da una corona di spine il secondo, trafitto da una spada. Sono i nostri peccati che li fanno soffrire. Gesù è morto sulla croce per la nostra salvezza.

Rispondi