Una sana risata. Vaneggiamenti e insulti contro Radio Spada, non quereliamo per pietà cristiana e..

Dopo “Lo smarrimento di David“, lo smarrimento di Joe

circ

Ci giunge notizia di uno sproloquio trash (degno delle peggiori commedie all’italiana) contro Radio Spada, e specificamente contro l’articolo Lo smarrimento di David, pubblicato sul quotidiano Rinascita.

La firma dell’invettiva (intitolata: “Anche se con saio francescano”)è dell’autorevolissimo tenore-compositore-anarchico-scrittore-blogger-militante-storico-intellettuale-viaggiatore-animalista-studiosodiastrologia-antispecista-attivista-testimoneoculareditutto Joe Fallisi. Una garanzia insomma.

Del suo capolavoro di sì e no una facciata, colpisce la ricchezza delle fonti citate e la loro indiscutibile solidità: quattro riferimenti a piè di pagina tra cui l’inattaccabbile “http://www.yeshua.it” (un sito che sembra fatto da un dodicenne che ha imparato da 3 ore ad accendere il computer) e il monumentale “www.nostraterra.it” (siamo sui livelli del precedente). Diciamolo, materiale accademico di un certo livello.

Altra cosa che ci lascia disarmati è la raffinatezza con cui commenta l’articolo apparso su Rinascita e riportato da Radio Spada. Innanzitutto va detto che si ferma alle prime righe di un saggio di diverse pagine e lì – appena iniziato a leggere – si arena. Avremmo voluto trarre giovamento da ulteriori riflessioni – relative alle pagine successive – del Nostro Amato Tenore, ma purtroppo essendosi fermato al secondo o terzo capoverso, ce ne ha privato. Non possiamo dargli del tutto torto: tanta scienza va dispensata con prudenza.

Dicevamo, la “raffinatezza”, la padronanza della lingua, la capacità critica emergono dirompenti nel testo fallisiano. Ci apostrofa così: “Siate maledetti per l’eternità, delinquenti ignoranti sozzi ipocriti magnamagna malvagi luridi corrotti, canaglia infame, compimento, nel peggio, del vomito suprematista veterotestamentario”. Più avanti: “siete sempre gli stessi nell’intimo: mostri totalitari, pazzi fanatici, anche se con saio francescano”. Già precedentemente l’astrotenore aveva gettato la maschera affermando: “Gli ebrei avevano TUTTO IL DIRITTO di non riconoscere quel preteso Messia” augurandosi di conseguenza che cristiani ed israeliti “scompaiano insieme, una volta per tutte”.

Che dire? Non lo quereliamo – anche se avremmo gioco facilissimo – per due ragioni. La prima è la pietà cristiana che ci induce a sopportare pazientemente le persone moleste, la seconda è che una querela probabilmente lo iniberebbe e così finiremmo per essere privati di una fonte di comicità così generosa.

Grazie Joe, facce ride!

P.S.: Potevi darci direttamente notizia di questa tua pubblicazione, non è bello imparare i “complimenti” per sentito dire. Birichino!

F.to:Il comitato di gestione radiospadista-fanatico-mostruoso-corrotto-malvagio-lurido-ipocrita-ignorante-ecc.-ecc.

3 Commenti a "Una sana risata. Vaneggiamenti e insulti contro Radio Spada, non quereliamo per pietà cristiana e.."

  1. #Matteo   21 maggio 2013 at 6:50 pm

    Che dire con intellettuali di questo livello la farsa resta garantita e non possiamo certo rimpiangere d’aver immolato alla politica comici della caratura di grillo.

    Il guaio è che se uno ci riflette un pò su più che da ridere, c’è da piangere (e da pregare), perchè andiamo male forte!

    Rispondi
  2. #Luca   21 maggio 2013 at 7:22 pm

    Eh eh … Pajura vera! 🙂

    Rispondi
  3. #Angela   3 giugno 2013 at 2:35 pm

    Giuseppe Fallisi è una mina vagante, unico seguace al mondo dell’eresia ante-catara di Marcione, è smarrito da sempre, e ovunque vada porta sfiga e si comporta da infame; persino i suoi ex-amici flottillisti (flottilla per gaza) quando si presentò ai funerali di vittorio arrigoni (l’attivista pro-palestina assassinato dai salafiti mercenari del “mossad” a gaza) volevano linciarlo e venne cacciato a malo modo…perchè dopo aver insultato pubblicamente arrigoni per mesi e mesi, insieme a chiunque osasse contraddirlo, ebbe il coraggio ipocrita di presentarsi “commosso”, per incassare quella visibilità di cui si nutre una cosa initile come lui.

    Si intrufolò come una serpe anche al seguito di una ignara delegazione con destinazione Libia, dove ci riferiscono tutti i presenti, tutti, che si lasciò andare alle sue classiche ipocrite scene da checca isterica, riuscendo a litigare con ogni membro della delegazione.

    Credo che gli si stia ora dando troppa pubblicità, cosa che non merita e gli serve solo per darsi quell’importanza che diversamente non potrebbe avere, semplicemente perchè jf in vita sua, a parte rompere i maroni a tutti, non ha mai concluso nulla.
    Lui lo fa apposta: appena si accorge che si sta parlando poco di lui comincia a sparare fregnacce per suscitare reazioni e andare su google…
    JF, come l’AIDS, se lo conosci lo eviti…che porta pure sfiga…

    PS: tra le sue note particolari avete dimenticato di scrivere “bi-sex”, in quanto lui si fa vanto con chiunque affronti l’argomento “sesso” di non far differenza a far sesso contemporaneamente con ambo i sessi…più confuso e smarrito di così…

    Rispondi

Rispondi