SCOOP. DOCUMENTO Santa Sede: la Gospa di Medjugorje non può essere considerata una vera apparizione

La Congregazione per la Dottrina della Fede, ha ribadito che riguardo a Medjugorje, sono da seguire le direttive già emanate negli anni ’90 dalla Conferenza Episcopale Jugoslava e che bisogna evitare lo scandalo: “NESSUN MEMBRO DEL CLERO, NESSUN RELIGIOSO, O FEDELE CHE SIA, PUO’ PARTECIPARE AD EVENTI PRESSO I QUALI LE PRESUNTE APPARIZIONI SONO DATE PER VERE”.

Immagine

Nunziatura Apostolica
Stati Uniti d’America

21 Ottobre 2013

Reverendo Monsignor Jenkins,

Scrivo come richiesto da Sua Eccellenza, il Reverendissimo Gerhard Ludwig Muller, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il quale chiede che i vescovi degli Stati Uniti siano avvisati, ancora una volta, della seguente (cf. mia lettera del 27 febbraio 2013, dello stesso numero di protocollo). Così, Sua Eccellenza desidera informare i vescovi che uno dei cosiddetti veggenti di Medjugorje, il signor Ivan Dragicevic, ha programmato di compiere visite in alcune parrocchie in giro per la nazione, durante le quali presenterà il fenomeno Medjugorje. E’ stato anticipato, inoltre, che il signor Dragicevic riceverà apparizioni durante queste visite programmate.

Come è ben consapevole, la Congregazione per la Dottrina della Fede ha in atto un processo di investigazione circa gli aspetti dottrinali e disciplinari del fenomeno Medjugorje. Per questa ragione, la Congregazione ha affermato che, a riguardo della credibilità delle “apparizioni” in questione, tutti dovrebbero accettare la dichiarazione, datata 10 Aprile 1991, dai Vescovi della ex Repubblica di Jugoslavia, che asserisce: “Sulla base delle ricerche compiute, non è possibile affermare che si tratti di apparizioni o rivelazioni sovrannaturali”. Ne segue, pertanto, che il clero e i fedeli non hanno il permesso di partecipare ad incontri, conferenze o pubbliche celebrazioni nelle quali la credibilità di tali “apparizioni” venisse considerata come garantita.

Con l’intento, pertanto, di evitare scandalo e confusione, l’Arcivescovo Muller chiede che i Vescovi siano informati sull’argomento il prima possibile.

Prendo questa opportunità per presentarvi i miei sentimenti di profonda stima, e disposizione,

Sinceramente Suo in Cristo,

+ Carlo Maria Viganò

Nunzio Apostolico

***

Da http://www.aciprensa.com/noticias/vaticano-advierte-que-medjugorje-no-puede-ser-asumida-como-verdadera-aparicion-18515/#.Unq09flSi9Q

Traduzione di Gaetano Masciullo

Pubblicazione a cura di Carlo Di Pietro (clicca qui per leggere altri studi pubblicati)

Leggi anche:

TUTTA LA VERITÀ SUL FENOMENO «SCISMATICO» O «FALSO SEDEVACANTISTA» DI MEDJUGORJE

SULLE DEVOZIONI “PSEUDO MARIANE” E SULLE “MISERICORDIE” TROPPO FACILI

MESSAGGI EVANGELICI, CREDIBILI E DIREZIONE SPIRITUALE ESEMPLARE A MEDJUGORJE?

TEMPI DI “APPARIZIONI” E DI “FENOMENI STRAORDINARI”: MEDJUGORJE

TUTTI IN PELLEGRINAGGIO NELLA CITTADINA DELLA “SIGNORA DELLA PACE”

PREGARE IL SANTO ROSARIO A MEDJUGORJE, LA GOSPA CON I PECCATORI

5 AGOSTO, BUON “COMPLEANNO” GOSPA DI MEDJUGORJE

32 Commenti a "SCOOP. DOCUMENTO Santa Sede: la Gospa di Medjugorje non può essere considerata una vera apparizione"

  1. #Matteo   7 novembre 2013 at 5:37 pm

    Molto interessante.

    Chissà se Muller è a conoscenza del fatto che un tal Fanzaga Livio annunciatore radiofonico e licenziatore di cattolici, da anni va sparando fesserie come:
    “La Madonna ha detto….” oppure ” la Madonna dice che…” e compagnia bella.

    Sarebbe bene che Muller ritenesse opportuno di spiegare al fanzaga (che spara le sue fesserie ai quattro venti per i cinque continenti) quello che riteiene opportuno spiegare a vescovi e pellegrini vari.

  2. #Fratel Marco   7 novembre 2013 at 5:55 pm

    Pace e Bene.!
    Ancora una volta, la Massoneria ecclesiastica, diabolica, la vuole fare da padrone, ma ben presto, ancora per poco tempo, Il Cuore Immacolato di Maria, Madre nostra e della chiesa, TRIONFERA’…!! sappiate che le porte degli inferi, non prevarranno sulla santa Chiesa Cattolica.!! Può anche darsi che Medjugorje, non verrà riconosciuta, ma non sarà cosi, ma ciò non ha nessun significato riguardo la S.Chiesa universale…
    S. MIchele Arcangelo ci difenderà dal maligno.!!

    • #ricciotti   7 novembre 2013 at 7:23 pm

      Pace e bene. San Michele ci protegga dalle insidie del maligno.

      PREMESSA SUPER ELEMENTARE E DI CASISTICA GENERICA:

      Quello che noto in alcuni fedeli detti “medjugorjani” è che essi non hanno cognizione di cosa possa essere il diritto ecclesiastico.

      Il diritto ecclesiastico- che molti dimostrano purtroppo di non conoscere e quindi mi obbligano a ricorrere ad un esempio elementare- è come il codice stradale.

      Se c’è un divieto di accesso (DIVIETO SU VICENDA MEDJUGORJE, RICONFERMATO DAL 1982 IN AVANTI, SINO AL MESE DI OTTOBRE 2013 E DA TUTTE LE AUTORITÀ) va rispettato, altrimenti c’è la multa del vigile (ACCUSA DI SCISMA, COME È ACCADUTO, LO SI LEGGERA’ IN BASSO).

      Se in futuro (NUOVA COMMISSIONE) si dovesse rimuovere il divieto di accesso, allora l’automobilista potrà transitare (TERMINEREBBE LO SCISMA).

      Spero di aver chiarito ogni controversia.

      PUNTI VARI DI ANALISI:

      1) sulle questioni di Medjugorje si sono pronunciati 2 Vescovi ordinari, unici ad avere giurisdizione sul discernimento del fenomeno LOCALE (cf. Documento C.d.F. Paolo VI, 1978);

      2) Dato lo scisma in atto (cit. Mons Zanic, omelia 2006) si rese necessario l’intervento detto “allargato” come previsto nel documento del 1978. Si sono pronunciate 3 Commissioni. 1 Diocesana, 1 Diocesana allargata, 1 Episcopale. Per un totale di 9 anni di indagini e di circa 20 teologi, 22 vescovi (C.E.J.) e vari medici coinvolti;

      3) Si è pronunciata ufficialmente la Santa Sede almeno 4 volte note fino al 2006;

      4) La Segreteria di Stato è intervenuta decine di volte;

      5) Il verdetto è “non constat de supernaturalitate” ( http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2012/05/29/0315/00743.html) , dato che il “constat de non …” non è più previsto dal 1978, ovvero è menzogna, non c’è soprannaturalita’, addirittura nella Commissione numero 1, a fine 83, ci sono prove di spiritismo e ipotesi di demonio, tanto che gli Atti con la Santa Sede descrivono una realtà terrificante

      … ecco un estrapolato significativo dal Protocollo ” La risposta della Santa Sede. Nel novembre 1983 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha chiesto al vescovo se la Commissione fosse arrivata a qualche conclusione. Il vescovo Žanić ha scritto una relazione circa il caso erzegovinese e medjugoriano che poi è stata inviata al cardinale Ratzinger. Nella conclusione il vescovo si interroga sulle “apparizioni” chiedendosi: Sono da Dio? – La “Madonna” di Medjugorje ha portato più disordine e discordia di quella prima! Per cui non vede come può accettare che tutto questo sia da Dio. È dal diavolo? – Accetta con difficoltà quest’ipotesi, anche se non la esclude. È forse un inganno? – Ciò che è sicuro è che sin dall’inizio i ragazzi dicono delle bugie. Qualche volta è chiaro che dicono quello che sentono dai frati, in particolare ciò che riguarda il “caso erzegovinese”. Il vescovo ha comunque deciso di aspettare la decisione della Commissione e il compimento delle “apparizioni”. Egli ha aspettato per 17 anni, ma ha avuto modo di vedere la Madonna in cielo prima, l’11 gennaio 2000, quando morì, che il termine delle “apparizioni” a Medjugorje.” ….

      6) Ci sono 4 documenti Ufficiali in cui si vieta ai “veggenti” di parlare della apparsa in chiesa, ma loro sono oggettivamente disobbedienti (DETTI SCISMATICI, DAL VESCOVO) e si recano all’estero a farlo, ed impongono sacrilegamente le mani;

      7) Tutti i pellegrinaggi sia pubblici che privati sono vietati se presuppongono la soprannaturalita’ dell’apparsa. Quindi a Medjugorje si può andare ma a fare una normale scampagnata, un Rosario, ma mai credendo che lì appaia la Vergine, poiché non è per nessun motivo luogo di pellegrinaggio o santuario;

      Concludo:

      IN ATTESA DI UN FUTURO E NUOVO EVENTUALE PRONUNCIAMENTO, I DIVIETI RESTANO E NULLA È LECITO IN QUEL POSTO. IL VESCOVO: nonostante i divieti, animati probabilmente dal diavolo e dall’inganno, c’è uno scisma in atto! Anno 2006 ( http://www.cbismo.com/index.php?menuID=37) ….

      COSA DEVE DIRE DI PIÙ LA CHIESA? Non certo può prendere a fucilate i negromanti dei Balcani.

      Ps: per ogni affermazione qui sintetizzata, posso fornire ‘ettari’ di documenti Ufficiali, tutto è protocollato qui: http://www.cbismo.com/index.php?menuID=37

      Grazie e buona giornata.

      CHIUDO.

      Quindi le varie ipotesi sui cosiddetti “medjugorjani”: a) si separano dall’Ordinario del luogo, quindi sono ipso facto scismatici, se solo sono consapevoli della loro posizione; b) negano la giurisdizione dell’Ordinario del luogo, quindi del Pontefice, quindi sono inconsapevolmente sedevacantisti (ipotesi fantasiosa).

      ***

      Estratti dall’Omelia del Vescovo di Mostar, Mons. Ratko Peric
      (del 15 giugno 2006)

      Nella sua Omelia, il Vescovo mette in chiaro i seguenti punti:

      1. Se «qualcuno a Medjugorje si confessa sinceramente e riceve devotamente la Santa Comunione», costui da tale stato di grazia «non può passare in maniera illogica alla conclusione: Io mi sono confessato, mi sento bene, ora sono convertito, dunque la Madonna appare a Medjugorje».

      2. Il Vescovo dichiara: «nella chiesa locale di Mostar-Duvno esiste qualcosa come uno scisma: un gruppo di sacerdoti, dimessi dal Governo generale dei Frati minori dell’Ordine francescano, a causa della loro disobbedienza al Santo Padre, già da anni mantiene in maniera violenta, più chiese parrocchiali ed uffici con l’inventario ecclesiastico. In tali parrocchie essi operano non solo illegalmente ma amministrano i Sacramenti sacrilegamente…». Tale prassi deve essere scioccante per tutti noi.

      3. «Medjugorje è una parrocchia cattolica… e nessuno è autorizzato ad attribuire il titolo ufficiale di “Santuario” a questo luogo».

      4. «In base alle indagini ecclesiastiche sugli avvenimenti di Medjugorje non si può affermare che si tratti di apparizioni o rivelazioni soprannaturali…».

      5. «Nessun sacerdote… è autorizzato a presentare la sua opinione privata, contraria alla posizione ufficiale della Chiesa sulle apparizioni e messaggi…».

      6. «I fedeli cattolici… devono sapere che non sono permessi i pellegrinaggi ecclesiastici, né ufficiali né privati… se presuppongono l’autenticità delle “apparizioni”… ».

      7. «… come Vescovo locale ritengo che… non è accertata, a livello ecclesiastico, nessuna “apparizione” della Madonna… il fatto che si parla di decine di migliaia di “apparizioni” non attribuisce nessuna autenticità a tali eventi… Tale alluvione delle presunte apparizioni ci convince ancora di più che in tutto questo non è accertato niente di autentico e veritiero».

      8. «Perciò invito quelli che dicono di sé di essere “veggenti” di mostrare l’obbedienza ecclesiastica e di cessare con tali pubbliche comparse e comunicati in questa parrocchia. Con ciò manifesteranno il loro dovuto senso ecclesiale non mettendo le “apparizioni” private… sopra la posizione ufficiale della Chiesa».

      9. «La fede è una cosa seria e responsabile. La Chiesa è un’istituzione seria e responsabile».

    • #Angheran   8 novembre 2013 at 8:11 am

      Non ha nessun significato sapere che da trent’anni la Madonna non è mai apparsa a Medjugorje, mentre i veggenti continuano a girare il mondo con le loro apparizioni portatili?
      E’ chiaro che per molti sarebbe uno scandalo enorme. A proposito di massoneria ecclesiastica l’unico vescovo che non sottoscrisse la dichiarazione della Conferenza Episcopale Jugoslava era un fervente sostenitore del dialogo con la muratoria.

  3. #Giuseppe   7 novembre 2013 at 9:27 pm

    La Chiesa per eccesso di prudenza non conferma le apparizioni dato che sono sempre in corso , ma queste ultime non sono dogmi di fede si può credere o meno senza essere considerati eretici. Non è la prima volta che la Chiesa prende cantonate come con P. Pio.

    • #Angheran   8 novembre 2013 at 8:24 am

      Il fatto che non ci si possa pronunciare , dato che le apparizioni sono sempre in corso, è una balla inventata dai gospisti per continuare nella disobbedienza conclamata a Roma. Non sono dogmi di fede le apparizioni riconosciute. A maggior ragione se sulla base di un’apparizione non riconosciuta si costruisce un sistema di gestione in disobbedienza alle direttive della santa sede si è di fronte a una realtà scismatica, basta leggersi gli atti sul sito della diocesi.
      Ma in Italia c’è da scommetterci che non uscirà una riga , nemmeno su quest’ultimo documento.

    • #ricciotti   8 novembre 2013 at 5:49 pm

      Lei dice: “Non è la prima volta che la Chiesa prende cantonate come con P. Pio”

      Risp: Padre Pio ubbidiva. “Non ubbidite a nessuno!” (Nemojte slušati nikoga!): con queste parole, secondo la “veggente” Vicka, il 15 aprile 1982 la Gospa si rivolgeva ai due francescani ribelli Ivica Vego e Ivan Prusina, esortandoli a disobbedire al Vescovo locale e al Vicario generale del loro ordine. Da allora nulla è cambiato! Riflettiamo. Per una vera e corretta devozione mariana consiglio lo studio degli scritti del più grande esperto di mistica mai esistito: san Giovanni della Croce, definito appunto dalla Chiesa il «Dottore mistico»; si consultino anche i testi Uniformità alla Volontà di Dio di sant’Alfonso Maria de Liguori e Trattato della vera devozione a Maria di san Luigi Maria Grignon de Montfort.

      Consiglio: visto che si fa apologeta di Medjugorje, è SUO DOVERE INFORMARSI: http://radiospada.org/2013/11/tutta-la-verita-sul-fenomeno-scismatico-o-sedevacantista-di-medjugorje/

      Negli anni 1982-2013 percorrendo la strada con un’auto incontriamo un divieto di accesso, cosa facciamo? Per evitare la multa o un tamponamento frontale rispettiamo il divieto. Ma se poi nel 2014 l’amministrazione fa rimuovere il divieto? Allora possiamo tranquillamente passare. E se, invece, negli anni 1982-2013, sapendo al bar che forse nel 2014 l’amministrazione rimuoverà quel divieto, passiamo sempre e comunque, cosa ci succede? La chiacchiera da bar secondo la quale nel 2014 il divieto sarà rimosso, annulla il divieto indietro nel tempo? No, mai, è pura fantasia. Il divieto è validissimo e noi saremmo dei pessimi automobilisti, degli scorretti, degli sfacciati, degli audaci scostumati e provocheremmo Dio. E se dovessimo salvarci e non avessimo mai incidenti frontali in tutti questi anni? Dio è grande, opera ovunque ed ama i suoi figli, specie se in buona fede, tuttavia non bisogna abusare della Sua misericordia.

      Ave Maria …

  4. #gabriella di sante   7 novembre 2013 at 10:04 pm

    le cose alle quali io ho assistito di prima persona a Medjugorje e quello che come me tante persone hanno visto la dice lunga….non dimentichiamoci mai però di come la chiesa ha trattato il Beato Padre Pio per tanti anni epoi in effetti sbagliava…..

    • #ricciotti   8 novembre 2013 at 5:48 pm

      Salve.

      Lei dice: “.non dimentichiamoci mai però di come la chiesa ha trattato il Beato Padre Pio per tanti anni epoi in effetti sbagliava”

      Risp: Padre Pio ubbidiva. “Non ubbidite a nessuno!” (Nemojte slušati nikoga!): con queste parole, secondo la “veggente” Vicka, il 15 aprile 1982 la Gospa si rivolgeva ai due francescani ribelli Ivica Vego e Ivan Prusina, esortandoli a disobbedire al Vescovo locale e al Vicario generale del loro ordine. Da allora nulla è cambiato! Riflettiamo. Per una vera e corretta devozione mariana consiglio lo studio degli scritti del più grande esperto di mistica mai esistito: san Giovanni della Croce, definito appunto dalla Chiesa il «Dottore mistico»; si consultino anche i testi Uniformità alla Volontà di Dio di sant’Alfonso Maria de Liguori e Trattato della vera devozione a Maria di san Luigi Maria Grignon de Montfort.

      Consiglio: visto che si fa apologeta di Medjugorje, è SUO DOVERE INFORMARSI: http://radiospada.org/2013/11/tutta-la-verita-sul-fenomeno-scismatico-o-sedevacantista-di-medjugorje/

      Ave Maria …

    • #unafides   12 novembre 2013 at 9:59 pm

      Signora Gabriella, mi preme ricordarLe innanzitutto che Padre Pio è Santo e non Beato. Poi potrebbe enucleare meglio la sua accusa verso la Santa Romana Chiesa? A scanso d’equivoci volevo comunque chiarire che solo alcuni uomini di Chiesa si accanirono contro il Santo di Pietrelcina, mentre la gerarchia Vaticana si è poi prodigata per dare avvio alla causa di beatificazione. Comunque Padre Pio scelse sempre e comunque l’obbedienza, cosa che non si può dire dei frati scomunicati di Medjugorje e dei presunti veggenti che continuano ad “operare” in aperto contrasto con le direttive della Diocesi di Mostar.
      Ad ogni modo mi sembra assolutamente fuori luogo paragonare San Padre Pio con gli eventi di Medjgugorje, tutti da dimostrare e per ora lontani dall’essere riconosciuti.

  5. #TIZZI   8 novembre 2013 at 9:42 am

    CARO MATTEO RISPETTO IL TUO PENSIERO MA NON LO CONDIVIDO E NON ACCETTO COME TU CHIAMI UN ” TAL LIVIO FANZAGA ” RICORDATI CHE E’ UN MINISTRO DELLA CHIESA CHIAMATO DA DIO ALLA SUA MISSIONE , SOLO PER QUESTO ABBI UN PO’ DI RISPETTO … PACE E BENE . TIZZI

    • #ricciotti   8 novembre 2013 at 5:46 pm

      Salve.

      Lei dice: “NON ACCETTO COME TU CHIAMI UN ” TAL LIVIO FANZAGA ” RICORDATI CHE E’ UN MINISTRO DELLA CHIESA CHIAMATO DA DIO ALLA SUA MISSIONE”

      Risposta: 1Cor 3 “4 La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, 5 non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, 6 non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità.”

      Quindi si dica tutto o si taccia: L’11 gennaio 2000, quando il Vescovo (emerito) morì, le “apparizioni” a Medjugorje non erano terminate e la Gospa non disse una parola. In compenso tal Slavko Barbaric, sacerdote deceduto il 24 Novembre del 2000 durante la Via Crucis sul monte Krizevac, cui attribuiscono “prodigi”, morì in disobbedienza, addirittura privato della giurisdizione confessionale dal Vescovo di Mostar-Duvno, Ratko Peric [16]. La Gospa di Medjugorje, il giorno dopo la morte del Barbaric: «Cari figli, oggi quando il Cielo vi è vicino in modo speciale vi invito alla preghiera, così che attraverso la preghiera mettiate Dio al primo posto. … Gioisco con voi e desidero dirvi che vostro fratello Slavko è nato al Cielo e che intercede per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata» [17]. Noi sappiamo bene cosa significa ed a chi spetta canonizzare [18], mentre pare che addirittura p. Fanzaga, principale promoter del «Međugorski fenomen» in Italia, se lo sia dimenticato [video in nota 19]; nello stesso contesto riconferma la sua ipotesi probabilmente «scismatica»: «… guardate quando la “madonna” vuole una cosa … non c’è Vescovo che tenga, non c’è Papa che tenga», si riferiva alla falsa canonizzazione di tal Slavko Barbaric, ovvero «… è nato al Cielo e che intercede per voi», nonostante questi morì in disobbedienza, addirittura privato della giurisdizione confessionale da un successore degli Apostoli. Video: http://www.youtube.com/watch?v=diC1ZhRyzB4

      Consiglio: visto che si fa apologeta di Medjugorje, è SUO DOVERE INFORMARSI: http://radiospada.org/2013/11/tutta-la-verita-sul-fenomeno-scismatico-o-sedevacantista-di-medjugorje/

      Ave Maria …

  6. #paolo   8 novembre 2013 at 10:30 am

    l titolo del vs. articolo è fuorviante, sembra che la Chiesa dica che le apparizioni non sono vere. Invece dovreste scrivere: “La Chiesa non si esprime sulle apparizioni della Gospa di Medjugorje”. Come riporta la Dichiarazione di Zara stessa, che dice che servono ulteriori approfondimento. Così è più corretto.

    • #ricciotti   8 novembre 2013 at 5:43 pm

      Salve.

      Lei dice: “l titolo del vs. articolo è fuorviante, sembra che la Chiesa dica che le apparizioni non sono vere. “.
      Risp: Condanne e Misure disciplinari su Medjugorje. Tutti i documenti di condanna e tutti i divieti sono pubblicati qui: http://www.cbismo.com/index.php?menuID=37 , sin dal 1982 fino all’ultima condanna e divieto del 21 Ottobre 2013 [10], che ovviamente conferma. Si sappia che non si è arrivati a certe decisioni per caso o per superficialità bensì con criterio, tanto impegno e devozione alla Vergine Maria. Si sono espressi 2 Vescovi Ordinari, i Vescovi della Conferenza Episcopale Jugoslava (1 solo contrario), medici specializzati e numerosi teologi; la Prima commissione ecclesiastica (1982-1984), la Seconda Commissione allargata (1984 – 1986), la Terza commissione (1987 –1990) voluta dalla Conferenza Episcopale della Jugoslavia e numerose volte si ricordano interventi della Santa Sede [11] che smentisce anche le falsità sul conto di Giovanni Paolo II e Medjugorje (“Frei erfunden” del Card. Ratzinger). Cosa ha sempre detto la Chiesa sul «Međugorski fenomen»: fantasie, falso misticismo, false vocazioni, menzogne, speculazione, casi di spiritismo, falsi carismi, imposizioni delle mani abusive, millenarismi, ignoranza, alcuni messaggi eretici, altri prossimi all’eresia, altri teologicamente sbagliati, altri infantili, altri anti-liturgici. tutto è leggibile qui e qui. E’ così grave la situazione a Medjugorje che il padre spirituale dei “veggenti”, oggi laico per azioni conta sestum ed eresia, ovvero colui che dichiarava «i veggenti non devono fare dichiarazioni senza che noi ne siamo informati» (Cronaca del 12 aprile 1984), così lo ricorda il Vescovo: «Nessuna meraviglia che l’anno scorso la Congregazione gli abbia intimato di frequentare il corso elementare di teologia e pronunziare la professione della fede, previa approvazione della Santa Sede!» per via di numerosi errori che divulgava dettando i messaggi ai “veggenti”,immortalato nell’anno 1983 dal fotografo tedesco Walter Furhoff. Non c’è inoltre povertà nei “veggenti”, come dimostra questo dossier e come le cronache locali riferiscono.
      Non constat de supernaturalitate. Tempo fa su «Vatican Insider» si parlava proprio di questo [12] ma credo con faziosità. La verità è che le ultime «Norme sul discernimento nelle presunte rivelazioni o apparizioni» [13] disponibili pubblicate dalla Congregazione per la Dottrina della Fede nel 1978, frutto di una decisione dell’ex Sant’Uffizio e attuate per volere di Paolo VI, contemplano soltanto le due formule: «constat de supernaturalitate» (risposta affermativa) oppure «non constat de supernaturalitate» (risposta negativa). Il documento di natura ecclesiastica riforma eventuali altri atti precedenti (come quello del 18 luglio 1951 sul caso di Heroldsbach in Germania). Medjugojre: «non constat de supernaturalitate». Quello che riporto io lo dice la Chiesa e nello stesso tempo smentisce «Vatican Insider», ecco perché parlavo di probabile faziosità.

      Consiglio: visto che si fa apologeta di Medjugorje, è SUO DOVERE INFORMARSI: http://radiospada.org/2013/11/tutta-la-verita-sul-fenomeno-scismatico-o-sedevacantista-di-medjugorje/

      Ave Maria …

  7. #piero   8 novembre 2013 at 4:23 pm

    Quanta rabbia, quante discussioni inutili e prive di sostanza, di contenuto … ma cos’è che vi rende suscettibili? Cos’è che non riuscite a digerire.. forse i milioni di casi di conversione? i continui pellegrinaggi? le interminabili file per le confessioni? le eucaristie distribuite nella gioia ad un flusso sempre più crescente di devoti pellegrini? Forse vi disturbano le continue testimonianze, le guarigioni, i pianti liberatori di tanta gente che è riuscita proprio in quel luogo a ritrovare la pace e la serenità nella preghiera…. sinceramente non capisco alcuni di voi, non capisco come la mente umana si sia fatta ormai corrompere e disorientare da una cattiveria dilagante … vuol dire che pregheremo un pò di più per voi e soprattutto quando saremo proprio lì a Medjugorje.
    Ave Maria …

    • #ricciotti   8 novembre 2013 at 5:40 pm

      Salve.

      – Lei dice: “Quanta rabbia, quante discussioni inutili e prive di sostanza, di contenuto … ma cos’è che vi rende suscettibili?”
      Risp: … in verità solo DIO LEGGE NEI CUORI. Credo che la sua pretesa lettura dei cuori sia peccato.

      – Lei dice: “Cos’è che non riuscite a digerire.. forse i milioni di casi di conversione? i continui pellegrinaggi? le interminabili file per le confessioni? le eucaristie distribuite nella gioia ad un flusso sempre più crescente di devoti pellegrini? Forse vi disturbano le continue testimonianze, le guarigioni, i pianti liberatori di tanta gente che è riuscita proprio in quel luogo a ritrovare la pace e la serenità nella preghiera”
      Risp: … affatto, anzi, noi condividiamo appieno la decisione della Chiesa sulle conversioni: «Nonostante le decine di migliaia di visitatori che vengono a Medjugorje “per motivi religiosi ed altri”, come dice la Dichiarazione della Conferenza Episcopale, e sebbene tra quelli vi siano religiosi, sacerdoti e persino Vescovi, curiosi e forse desiderosi di guarigioni fisiche e conversioni spirituali; nonostante le decine di libri e opuscoli a favore delle cosiddette apparizioni di Medjugorje, scritti da rinomati scrittori del mondo; nonostante le probabili decine e centinaia di migliaia di confessioni e comunioni, il che viene rilevato dai sostenitori dei fenomeni di Medjugorje: “non è possibile affermare che si tratti di apparizioni e rivelazioni soprannaturali” della Madonna. Ma, se questi fenomeni sono veramente e autenticamente cristiani, sono comprensibili nel quadro dell’ordinaria azione della grazia di Dio per mezzo della fede e dei santi sacramenti nella Chiesa Cattolica. Per non parlare dei frutti negativi».

      -Lei dice: “sinceramente non capisco alcuni di voi, non capisco come la mente umana si sia fatta ormai corrompere e disorientare da una cattiveria dilagante … vuol dire che pregheremo un pò di più per voi e soprattutto quando saremo proprio lì a Medjugorje”
      Risp: … se lei non capisce, come dice, come si permette di pretendere la lettura dei nostri cuori, che per altro spetta solo a Dio? Visto che si fa apologeta di Medjugorje, è SUO DOVERE, informarsi. Ecco qui:
      http://radiospada.org/2013/11/tutta-la-verita-sul-fenomeno-scismatico-o-sedevacantista-di-medjugorje/

      Ave Maria ….

      • #piero   8 novembre 2013 at 7:43 pm

        …adesso capisco ancora di più perchè vivere il Vangelo è molto complesso….. perchè è basato sulla semplicità e noi ci complichiamo la vita con pensieri complessi, contorti. Che Dio illumi il ns cammino, ci custodisca e ci mantenga sopratutto piccoli, umili …
        Una cosa è certa che queste discussioni non danno sicuramente pace, e questo non è saper leggere dentro i cuori, ma è il risultato di quanto lei riesca a trasmettere alla gente. Pace !!

  8. #ricciotti   8 novembre 2013 at 10:54 pm

    Gentile sign. Piero,
    non deve dirlo a noi.
    dovrebbe dirlo a chi fa della disobbedienza all’Ordinario una ragione di vita.
    Buona notte.

  9. #Davide   9 novembre 2013 at 2:28 pm

    Io non capisco proprio tutto questo livore… e non è leggendo il cuore di chi scrive che si nota rabbia ma leggendo i fiumi di parole che da quel cuore escono che si percepisce accanimento al fine di convincere della propria idea (se pur in buona fede). Io non credo fermamente alle apparizioni di Medjugorje, nel senso che, non essendoci mai stato, non ho incontrato i veggenti, proprio per questo sarei più prudente nel giudicarli come millantatori, sarebbe accusa di calunnia quella a cui si sottoporebbe chi lo fa, soprattutto (se in futuro verranno riconosciute le apparizioni) nei confronti di fratelli nella fede.

    Trovo in questi commenti di ferventi oppositori delle apparizioni le stesse (se non peggiori) caratteristiche di quelli dei protestanti che non sopportano i dogmi della Santa Chiesa Cattolica e se ne fanno di propri autonomamente… e questo mi insospettisce enormemente.

    Mi sembra che il solo sventolar dell’ipotesi di veridicità di queste apparizioni sgretolerebbe i dogmi delle proprie idee, ed è questo quello che più irrita gli “oppositori”. … tra l’altro il titolo utilizzando la parola verità mi ricorda vagamente quei baracchini dei testimoni di Geova.

    Cordialmente

    • #Angheran   10 novembre 2013 at 7:51 pm

      Certo la verità è un problema , meglio il sentimentalismo, d’altra parte questo insegna il Vangelo..
      I medjugorjani bontà loro riescono a leggere nei cuori ma non riescono a leggere i documenti della diocesi e del vaticano, chissà perchè. E gli altri sarebbero i protestanti…

    • #Pascali   3 agosto 2014 at 12:26 am

      Io credo fermamente nei messaggi di medjugorie, ma se dovessero non avverarsi, vuol dire che il demonio si è giocato una carta importante facendo credere di essere la Gospa e alla fine se così dovesse essere, provochera’ la confusione di molti fedeli.

  10. #Simone Petrus Basileus   9 novembre 2013 at 9:16 pm

    ma livio fanzaga lo sa???? no perchè adesso Gnocchi e Palmaro scriveranno:” questo papa ci piace un mondo”, Livio Fanzaga dirà dai microfoni di Radio Maria:” questo papa non mi garba”….e sarà espelluto (ossia espulso) da Radio Maria…e dopo l’attentato dell’ 11 settembre che demolì i ripetitori di Radio Maria sulle Torri Gemelle, Bergoglio demolirà ogni radiostation della Radio Medjugoriana.citando i fioretti di Santo Francesco….a Laude di Jesu Christo Signor Nostro!

  11. #Mattia Rossi   11 novembre 2013 at 5:41 pm

    Ma perchè non andate Medjugorje prima di parlare e con tanta durezza? Io non ho mai sperimentato l’amore di Dio come a Medjugorje. C’è chi preferisce le chiese semivuote alle folle di Medjugorje. Boh!

  12. #Mattia Rossi   11 novembre 2013 at 5:47 pm

    Ma questi si sono accorti che la Chiesa in Italia si poggia in buona misura su Radio Maria e su Medjugorje? e nel nord Europa Medjugorje pesa ancora di più. E riguardo al Vaticano, l’atteggiamento è sostanzialmente benevolo. Le parole di Papa Wojtyla su Medjugorje se le ricordano? Ma lo sanno quanti Vescovi sono favorevoli a Medjugorje? è vero, il Vescovo locale è strenuamente contrario, ma c’entrano anche “beghe” ecclesiastiche locali.
    Mah. Non capisco quale bene superiore muova chi combatte Medjugorje, dove si converte gente a frotte. Difficile capire gli uomini.

    • #Andrea   11 novembre 2013 at 7:42 pm

      L’affermazione assolutamente falsa, che conferma pienamente come il fenomeno di Medjugorie nuoce alla lucidità delle persone che si fanno abbindolare da quel luogo… La Chiesa in Italia ha per fortuna ben altre fondamentà di solidità e validità, per fortuna non è condannata a dipendere da Medjugorie. La Chiesa in Italia ha la ricchezza delle radici secolari di storia, tradizioni religiose, collegate sapientemente con la ricchezza dei movimenti postconciliari. Per quanto riguarda paesi del nord Europa, proveniendo proprio da uno di questi paesi posso dire che avendo da noi la ricchezza della sana tradizione mariana dei nostri santuari, della presa in giro come Medjugorie non se ne avverte proprio bisogno…

  13. #francesco   11 novembre 2013 at 9:15 pm

    Sono senza parole. Condivido a pieno il pensiero del Sig. Ricciotti che, supportato dalla Parola di Dio, e sotto l’ala della dovuta Obbedienza, non fa una piega. E’ in assoluta buona fede, così come coloro che continueranno nei pellegrinaggi, e, proprio grazie alla loro altrettanta buona fede, non vedranno l’ira di Dio nel giorno del Suo giudizio. Poi, è bello chiamare le cose col loro nome, quello corretto: qui si tratta di disobbedienza all’autorità ecclesiastica, è semplice, no? Lo capirebbe anche un bambino ! Quindi, nonostante ciò voi volete continuare a venerare ciò che la Chiesa ha definito «non constat de supernaturalitate» ? Fate pure ! Ma nemmeno potete pretendere che chi ha un’idea diversa dalla vostra debba tacere ! Principio laico: la libertà di ognuno finisce dove comincia quella dell’altro. E poi, al Sig. Ricciotti non interessa quello che dite voi: qualora (non credo proprio) stia sbagliando, quando si troverà al cospetto dell’Altissimo, se il suo cuore è puro, Lui lo accarezzerà. Qualcuno ha dubbi a tal proposito ? Intendo dire, a proposito della Misericordia di Dio ? Vi prego, non rispondete ! E’ una domanda retorica ! 😉
    In Dio, noi crediamo. Ave Maria…

  14. #Porfilio Traficanti   11 novembre 2013 at 11:12 pm

    L’unico miracolo di Medjugorje sono le conversioni. Si torna diversi, nuovi, recuperati da una mano che sempre ci ha cercati e amati; il Signore e la sua Madre.

  15. #Enrico Armando   13 novembre 2013 at 11:53 am

    Ma i veggenti dicono di essere stati accompagnati a vedere Inferno, Purgatorio, Paradiso e di aver visto ” angeli che volavano”, Ma le ali non servino solo per volare nell’atmosfera terrestre ? Armando Enrico

  16. #Caterina   21 novembre 2013 at 10:46 pm

    Da molti anni mi reco a Medjugorje,posso dire , che secondo me e’ tutto vero , ho incontrato i veggenti in varie occasioni e mai mi è sfiorata l’ idea che potessero mentire. Sono persone molto semplici, veri, che trasmettano amore , trascorrere qualche giorno li vivere la s messa l’adorazione eucaristica ,salire sul monte della croce, senti tanta pace! Dentro di te cambia qualche cosa ,ritorni a casa diversa ,più’ propensa al bene. La Madonna nei messaggi dice di pregare , ha ragione! Perché’ se lo facciamo col cuore e confermo! La vita diventa migliore ,specialmente in questi periodi di crisi. W W MEDJUGORJE!!

  17. #angela   10 giugno 2015 at 2:41 pm

    Se penso a Padre Pio e a tanti veggenti che hanno fatto soffrire questi uomini indegni, che dall’alto delle loro toghe si permettono di dare sentenze, quando invece non avendo lo Spirito dovrebbero umilmente rifiutarsi di dare giudizi… Come possiamo credere e ubbidire a quello che decidono?

  18. #Francesco Lacquaniti   4 novembre 2016 at 8:15 pm

    A tutti coloro i quali sostengono che Medjugorje tutto è falso, io vorrei dire : ma non sarebbe preferibile dotarsi di una coroncina del S. Rosario e pregare, pregare, pregare, giusto come ci scongiura la Madonna per poter salvare questo mondo, ormai sull’orlo della catastrofe ? Che vale perdere tempo prezioso per conoscere la verità ? Non abbiamo avuto Lourdes, Fatima, La Salette e mille altre apparizioni riconosciute dalla Santa Sede, e forse il mondo ha ascoltato le parole della Santa Vergine ? Percio’ umiliamoci in ginocchio e con la faccia per terra e chiediamo misericordia e pietà al nostro Dio, che non tralasciamo nulla per offenderlo. E poi pretendiamo di andare in Paradiso ??? Buona serata…