“Improponibili in uno stato liberale”? …Grazie!

lalli

Sul portale Wired abbiamo l’onore di ricevere le attenzioni di Chiara Lalli, filosofa e giornalista, da tempo attiva nella promozione dell’aborto volontario e nella negazione dei suoi deleterii effetti (tra cui la PAS o sindrome post-aborto).

Ci piace in particolare ringraziare l’autrice del pezzo non solo per la doppia citazione del nostro sito, ma anche per averci definiti “improponibili in uno stato anche solo blandamente liberale, amanti di uno stato teocratico e brutalmente moralista”.

Sono complimenti tra i più belli che potessimo ricevere.

 

I collaboratori di Radio Spada

 

10006379_430518220417126_2587056461275187067_n