Le Crociate ci hanno fatto male?

crociate

 

Vi furon non pochi ecclesiastici e Papi, nella storia millenaria di Santa Madre Chiesa, che vissero umili e distaccati ma Antonio Ghislieri, papa San Pio V, certo eccelse in questo. Conosceva bene le vicissitudini della sorte, egli che, apparteneva ad una famiglia nobile, ma decaduta, si era adattato anche a umili lavori. All’età di quattordici anni entrò nell’Ordine dei Frati Predicatori, negli anni di preparazione al sacerdozio, insieme a una solida formazione teologica, facilitata da un’intelligenza vivida, manifestò quell’austerità di vita che gli avrebbe meritato tanta stima negli anni successivi … e, da papa, si adoperò con abilità e decisione per dar vita alla terza Lega Santa tra Venezia, Filippo II di Spagna e le potenze italiane che condurrà al trionfo di Lepanto del 7 ottobre 1571 sulla flotta turca; e che dimostrò per sempre la superiorità navale dell’Occidente e tolse agli Ottomani ogni velleità di conquista per mare. Se S. Pio V non avesse fatto ciò, forse la basilica di San Pietro sarebbe divenuta una moschea, e, attraverso qualche laicizzazione, un museo come Santa Sofia; invece combatté e vinse, e la sua umiltà lo condusse ad attribuire il successo alla Madonna Auxilium Christianorum, che intitolò della Vittoria, e poi del Rosario, da buon domenicano. La Madonna del Rosario si celebra il 7 ottobre, vero? Certo, i combattenti di Lepanto non erano propriamente dei santi, ma eran valorosi: marinai, avventurieri, pirati…a loro dobbiamo se siamo rimasti cattolici e non siamo talebani. Anche il lungo periodo di quelle che in futuro, verranno chiamate Crociate è uno dei più contraddittori della storia del Mediterraneo, e vide di tutto, da massacri ad accordi, da tradimenti a magnificenze di cavalleria, da guerre tra cristiani a scontri di interessi a conflitti tra pretendenti a un trono perduto… com’è umano. Purtroppo ogni acquisto cristiano andò perduto entro il XIII secolo. Vero, ma per i due secoli precedenti venne arrestata l’avanzata turca e islamica su Costantinopoli e sull’Europa. E che dire dei contatti culturali e commerciali; degli effetti sociali: dapprima vennero scaricati sull’Oriente tutti i conflitti sociali europei fatti di avventurieri senza feudo (la vicenda di Boemondo d’Altavilla è emblematica) e cavalieri erranti e potenziali briganti; poi l’assenza per anni di feudatari e re lasciò molto campo libero a città e borghesi. E non mancarono grandi figure come Goffredo di Buglione e gli Ibelin e S. Luigi IX; e santi e martiri. Insomma, non si possono liquidare le Crociate con una semplificazione di violenza / non violenza, umiltà / trionfalismo, come se noi fossimo seguaci del primo pseudogandhiano di turno. Anche oggi ci sono cristiani perseguitati e uccisi. Non dico che dobbiamo per forza lanciarci in battaglie al grido “Deus Vult”; ma una parola anche per loro, una pressione sui governi… prima che facciano come nei Balcani nel XIV e XV secolo, dove i nobili si convertirono all’islam per non pagare le tasse e i poveracci si nascosero e inselvatichirono per restare cristiani. In Iraq, dopo duemila anni, a distruggere il Cristianesimo ci hanno pensato i liberatori americani. 

di Ulderico Nisticò

 

 

10006379_430518220417126_2587056461275187067_n

8 Commenti a "Le Crociate ci hanno fatto male?"

  1. #massimo trevia   8 aprile 2014 at 8:04 pm

    come ha detto m.meschini,storico del medioevo,non è stato un peccato fare le crociate,ma farle male!io aggiungo:non essere ,dopo lepanto,andati a cacciare i turchi da costantinopoli,battendo il ferro ancora caldo!!!!! pensate che botta sarebbe stata per i seguaci del più grande delinquente della storia,visto che a distanza di secoli i suoi seguaci ancora uccidono:maometto!!!!!!

    Rispondi
  2. #Ville   8 aprile 2014 at 11:44 pm

    Sí, e se Hitler avesse vinto la guerra oggi ci chiameremmo tutti Adolf e Wilhelm. La storia non si fa con i se e con i ma, anche se capisco come le ucronie siano assai in voga oggi.

    Rispondi
  3. #Angheran   9 aprile 2014 at 7:27 am

    Le crociate non ebbero mai l’intento di fare proselitismo o convertire qualcuno. Si trattò di un pellegrinaggio armato , che ebbe in varie occasioni deviazioni , eccessi, all’interno di un percorso vastissimo. Leggerle in chiave politicamente corretta è antistorico sul piano scientifico , non degno di particolare attenzione sul piano religioso. Trattandosi di pronunciamenti che non obbligano , possono essere tranquillamente ignorati.

    Rispondi
  4. #Laura Tagliaferri   13 aprile 2014 at 4:23 pm

    Sono d’ accordo con Massimo e con Angheran : certi soprusi, certe devianze, certe violenze bisogna “batterle” subito, a caldo , per non essere poi sopraffatti dal buonismo del “tanto a noi non ci tocca” o “vediamo che succede” per perdere tempo e peccare di ignavia. Faccio la mia “crociata” ogni giorno, su FB, combattendo le violenze private che ci vengono imposte ( aborti, eutanasia, cultura del gender, cambi di sesso pagati dalle ASL, eterologa , genitore 1 e genitore 2 … non ne posso più. “Combattere” è legittima difesa … ed io non mollo !

    Rispondi
  5. #Antonio   12 dicembre 2015 at 11:32 pm

    Ma in che sito sono capitato?!? Di quale “santa madre chiesa” si sta parlando?!? Quella fondata dal Signore Gesù Cristo, Re di Pace che disse a Pietro di riporre la sua spada perché “Chi di spada ferisce, di spada perisce”, o quella fondata dagli uomini che hanno sempre cercato il primato e il potere nel mondo?!? Di certo questa “chiesa” di cui parlate non è assolutamente quella d3l Figlio di Dio…! Ravvedetevi e chiedete perdono al Dio tre volte Santo di misericordia, se fosse possibile che otteniate il perdono…! Che Iddio Santo vi benedica e apra le vostre menti carnali 🙂

    Rispondi
    • #jeannedarc   13 dicembre 2015 at 12:36 am

      grazie, altrettanto.

      Rispondi
  6. #frank10   13 dicembre 2015 at 2:07 pm

    Antonio, quando verranno in casa tua a stuprare tua moglie e tua figlia, deportandole come schiave sessuali nel loro harem, e quando taglieranno la testa ai tuoi fratelli, cugini e genitori, allora ricordati di non usare la spada, non sia mai, ma da bravo falso cristiano e uomo codardo, dì loro: “scusate, gentilmente e per favore, con tutto il rispetto, potreste uscire da casa, grazie.”

    Rispondi
  7. Pingback: Triplete di Bergoglio: Migranti islamici valori preziosi. Gesù non condanna. Giudei unica famiglia dello stesso Dio | Radio Spada

Rispondi