Flop elettorale/ Perché i fatti ci hanno dato ragione su Svoboda e Pravy Sektor, galoppini USA.

212820

Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo ci hanno detto di tutto. Alcuni nostri articoli forse avevano titoli un po’ graffianti e non sono stati graditi. Quando uscì Svoboda. Ribelli ucraini, non solo pro-NATO. C’è di più e di peggio alcuni storsero il naso. Per non parlare di I ribelli ucraini sono così “nazionalisti” da aver adottato “Bella Ciao” come canto. Requiem per la destra filoribelle nostrana. , di Svoboda accusa Putin di emulare Hitler e Stalin. Neppure Veltroni o Casini arriverebbero a tanto… , di “Pravy Sektor come i salafiti” , o di Schulz (sì, quello che contestò Berlusconi) ora tratta a nome della UE con i “nazionalisti” ucraino-atlantisti di Svoboda.

La lista potrebbe allungarsi con molti altri articoli che potrete trovare qui o qui.

Abbiamo seguito i fatti riportando notizie da più fonti e sottolineando come questi movimenti di “estrema destra” fossero semplicemente garzoni – presto o tardi licenziati – nelle manovre atlantiche in Ucraina: Millennium intervista A. Giacobazzi su sionismo, estrema destra e Ucraina.

L’idea che si potesse creare una “terza posizione ucraina”, tanto sbandierata in certi ambienti ghibellin-camerateschi, era – nella migliore delle ipotesi – un abbaglio puerile. Per l’occasione ci è toccato smontare non pochi argomenti della propaganda USA-UE-NATO con alcuni pezzi a tema:

La Crimea è Russia, fatevene una ragione

Slavyansk, le truppe solidarizzano coi ribelli filorussi

Antisemitismo-bufala a Donetsk

Una Crimea ebraica?

[DA VEDERE] Cartoline da Kramatorsk

Oggi più che mai, South Stream

Russia, sanzioni economiche a rischio boomerang

Da Donetsk al downgrade: ultime disavventure ucraine

UCRAINA. Svoboda “nazionalista”? Mostrategli queste foto

Ma alla fine come è andata?

Semplice: il nuovo presidente ucraino che succederà ai golpisti dell’Euromaidan è l’oligarca Petro Oleksijovyč Porošenko.

Svoboda e Parvy Sektor? Spariti, non servono più. I candidati dell’”estrema destra” antirussa – sommati – superano di poco il 2%. Con buona pace delle terze vie.

C.V.D.