Lettera aperta: abiurare la fede per avere la “pace”?

pa

 

di Patrizia Stella

Durante l’incontro interreligioso svoltosi il mese scorso a Gerusalemme si è notato che il crocifisso che Papa Francesco tiene appeso al collo con una catenella era opportunamente infilato dentro la fascia bianca perché non si notasse, e così pure quello di altri Prelati era ben nascosto dentro la camicia. Inoltre si è visto Papa Francesco prostrarsi riverente ai piedi del Rabbino al quale ha baciato la mano quasi in segno di sottomissione, ben oltre le esigenze della normale prassi, fatto che ha suscitato domande e preoccupazioni tra i fedeli, almeno tra quelli che vanno oltre alle apparenze puramente superficiali di un incontro tra i popoli e le religioni.

Domenica 8 giugno, inoltre, nello scambio delle visite qui in Italia, nei giardini del Vaticano, in un clima davvero glaciale, formale, senz’anima, le autorità del Vaticano hanno provveduto in tempo, come hanno riferito i reporter, alla rimozione di tutti i segni sacri dai luoghi di passaggio, soprattutto dei crocifissi, compresi dipinti e statue delle varie Madonne per non suscitare reazioni spiacevoli da parte dei rappresentanti delle altre religioni. Eppure Gesù nel Vangelo parla chiaro: Chi mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli e vedersi rifiutati da Dio nel giudizio finale è l’unica vera disgrazia che possa capitare all’uomo.

Infatti Gesù non ha detto agli Apostoli: “andate e dialogate”, bensì: “Andate ed evangelizzate tutte le genti battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” nella certezza che la vera pace, l’unità e la concordia sono conseguenza diretta del compimento fedele della Parola di Dio rivelatasi in Gesù Cristo e non in un Dio vago e generico che possa accontentare un po’ tutti! La grande menzogna consiste nel credere che per avere la pace, (che al massimo significa avere salva la vita perché per tutto il resto saremmo sempre schiavi dei nemici di Cristo), sia necessario abiurare la nostra fede cattolica, detronizzando Cristo e la vera Chiesa! A che serve la pace se per ottenerla dobbiamo seppellire, assieme alle armi, anche il nostro onore, la nostra fede, la nostra cultura, le nostre tradizioni, i nostri affetti compresa la nostra famiglia?

Ma il colmo dello sconcerto sta proprio nella scelta del giorno per tali incontri, che è la Pentecoste, giorno solenne per il cristiano perché ricorda l’effusione per eccellenza dello Spirito Santo con la nascita della Chiesa, dopo l’Ascensione di Gesù al cielo. Organizzare tale incontro di pace a livello mondiale proprio in una delle feste più solenni per la Chiesa cattolica significa eliminare o per lo meno emarginare la Liturgia della Chiesa come “Azione di Cristo” per ridurla ad “azione degli uomini”. Infatti si è iniziato col trasformare il Giovedì Santo, giorno dell’istituzione dell’Eucarestia e del Sacerdozio nel giorno “della lavanda dei piedi ai poveri”, dove tutto il resto diventa secondario, e adesso la festa di Pentecoste rischia di passare alla storia, non più come il giorno dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente, bensì come il giorno “dell’incontro interreligioso per la pace”. E infatti come risultato abbiamo le bombe atomiche russe e americane che minacciano l’umanità, in barba a tutti gli incontri interreligiosi del mondo!

Quale pace crediamo di raggiungere, quale prospettiva di benessere economico e sociale pensiamo di realizzare senza il nostro Gesù, Via, Verità e Vita, vero Dio e vero uomo? Quel Gesù che è l’Alfa e l’Omega, l’inizio e la fine dell’universo intero, davanti al quale si inginocchiano gli Angeli e i potenti della terra, quel Gesù che ci rende liberi e ci ama personalmente fino a dare la sua vita in croce, che ci perdona e accoglie sempre, che ci ha donato, assieme al Padre e allo Spirito Santo, un mondo stupendo da godere qui in terra assieme alla partecipazione alla sua vita divina, preludio della Vita Eterna! Cosa crediamo di realizzare senza Maria, la sua Santissima Madre, l’unica che ha il potere di calpestare Satana e le sue insidie?

Il nostro silenzio su fatti così gravi potrebbe essere colpevole, perché rischiamo di diventare “complici del maligno” in quanto convalidiamo, anche se inconsapevolmente, le strategie proposte dal “Nuovo Ordine Mondiale” che ha deciso di intronizzare il principe delle tenebre, Lucifero, il quale ci porterà dritti all’inferno dove “sarà pianto e stridore di denti”. E con la vita eterna non si scherza!

Ma allora che fare? Viene da chiedersi con seria preoccupazione, vista la realtà di totale rifiuto di Cristo e di progressiva persecuzione che è sotto i nostri occhi! Quando nei vari periodi della storia dell’umanità si prospettano tempi bui dove si tocca con mano la nostra impotenza, noi cristiani dobbiamo vivere le virtù eroiche nella consapevolezza di avere sempre “un asso vincente nella manica” che è la fiducia nel Signore Gesù, al quale dobbiamo ripetere molte volte durante il giorno “Gesù, confido in te, vieni presto a liberarci, noi vogliamo essere fedeli alla tua Chiesa, quella di sempre, quella dei martiri, quella che non tradisce. Gesù, Giuseppe e Maria salvate Chiesa e Italia, così sia!

30 Commenti a "Lettera aperta: abiurare la fede per avere la “pace”?"

  1. #andrea   10 giugno 2014 at 7:25 pm

    Non si può costruire la pace vergognandosi di Cristo, vergognarsi di lui equivale a rinnegarlo! Ci sarà invece guerra come castigo a causa di questi gesti infami di questo falso pastore!

  2. #Giorgio Ghergon M. Locatelli   10 giugno 2014 at 7:33 pm

    La vera Pace è quella di Cristo, la conversione e l’innesto in Lui.

  3. #andrea   10 giugno 2014 at 7:50 pm

    Dio ha già mostrato a Bergoglio il futuro di guerra a cui stiamo andando incontro con i suoi atteggiamenti anticristiani: le colombe attaccate dal gabbiano e dal corvo!

  4. #Rita   10 giugno 2014 at 7:58 pm

    No,è troppo!!!Ditemi che non è vero….che siamo solo troppo sospettosi!!!

    • #andrea   10 giugno 2014 at 9:32 pm

      Per affermare che non è vero bisognerebbe prima affondare la testa nella sabbia come gli struzzi!

      • #bbruno   10 giugno 2014 at 10:37 pm

        davvero, non avevo notato: questo horror di ‘papa’ farebbe bene a togliersi lui dalla nostra vista invece chetoglierci la vista della croce ( e perché dalla croce di ferro – la viltà del metallo invece che amore della povertà non vorrà dire disprezzo della croce? -non passa al PENTALFA – come già fece il suo degno predecessore Paolo Sesto, prossimo da lui beatificando – o alla STELLA di DAVIDE o Siglillo di Salomone, come già osato dal suo papa-dirimpettaio dall’ alto della sua mitra??? Eviterebbe quel gesto meschino e blasfemo!- Dalla Croce nascosta noi dovremmo aspettarci la pace! che Dio lo perdoni e abbia di noi misericordia!

  5. #Ariel   10 giugno 2014 at 8:19 pm

    E’ stata la prima riunione ufficiale della chiesa universale massonica con la preghiera al GADU (e con gli oranti che rivolgevano le spalle alla basilica di San Pietro).
    Bastava ricordare al “vescovo di Roma” che Gesù aveva detto: “nessuno giunge al Padre se non attraverso me” e “tutto quello che voi chiederete al Padre in nome mio Egli ve lo concederà”. Forse bastava possedere ancora un briciolo di Fede in Cristo, invece di rinnegarlo nascondendo i suoi simboli. Gesù,, ricordiamolo, ha concesso i miracoli solo a chi ha professato la Fede in Lui. Le preghiere rivolte ad un Dio diverso dalla SS Trinità servono solo a procurare ulteriori disgrazie.
    Miserere nostri Domine!

  6. #bbruno   10 giugno 2014 at 10:20 pm

    “Vi lascio la pace, vi do la mia pace, non come la dà il mondo, io la do a voi” (Gv 14,27)

    “Se il Signore non costruisce la casa, invano vi faticano i costruttori. Se il Signore non custodisce la città, invano veglia il custode” (Salmo 127)

    -E questi tre Figuri in vaticano ci danno da intendere di volere la pace pregando nel vuoto!

    • #bbruno   11 giugno 2014 at 11:52 am

      la madonna di medjugorie è la più grande bufala inventata dai nemici della vera fede cattolica per sponsorizzare la loro opera di distruzione della (vera) Chiesa. La Madonna non può smentire il Figlio suo, che si è dichiarato l’Unico NOME per il quale e nel quale possiamo essere salvati. BIBBIA: Parola di DIO. Una madonna che dica il contrario è un’operazione SATANICA.

      • #bbruno   11 giugno 2014 at 11:54 am

        quanto detto sopra è per l’esimio Marco , s’intende. Da quello che afferma si capisce bene come è messa la sua fede…

  7. #Sara   10 giugno 2014 at 11:52 pm

    Concordo totalmente con quanto scritto in questo articolo. Nostro Signore Gesù Cristo viene sminuito, nascosto, offeso. Anche il t9 della tastiera scrive Dio con la lettera minuscola, e ostinatamente metto la maiuscola, ogni volta. Chi hanno pregato costoro sulla terra bagnata dal sangue dei martiri? Purtroppo sarà un crescendo di ferite inflitte a Gesù e alla Sua Chiesa. In questo momento di dolore e smarrimento ancora di più credo e spero. Prego di non tradirLo mai, che dia forza a chi Lo ama di rimanere saldo nella fede.
    Perdonaci, Padre. Sia fatta la Tua volontà.

    • #bbruno   11 giugno 2014 at 4:33 pm

      la madonna di meggiugorie ha detto che non è necessario adorare il Figlio suo… La madonna di meggiugorie ha detto che l’inferno finirà…ma la madonna di meggiugorie ci dice che bisogna mangiare pane ed acqua… La madonna di meggiugorie se non fosse una grande tragedia sarebbe la cosa più penosa del mondo: lei che i suoi veggenti la vedono in ogni dove, e l’industria delle apparizioni continua a macinare profitti…Se il termine ultimo della nostra fede è diventata la madonna di meggiugorie, siamo ben oltre la frutta…

  8. #Marco   11 giugno 2014 at 10:08 am

    La Madonna a Medjugorje ha detto che se non rispettiamo i credenti di altre religioni non siamo veri cristiani. Forse sarebbe importante imparare dall’esempio di GP II e B XVI.

    • #Matteo   11 giugno 2014 at 5:03 pm

      La Madonna a Medjugorje non ha detto niente, quello che viene citato a sproloquio lo dicono le presunte “veggenze” e sono solo ciarle finché la Chiesa non si pronuncia ufficialmente ed anche quando ciò avvenisse e fosse un pronunciamento favorevole, sarebbero sempre rivelazioni private a cui non è obbligato l’ossequio della ragione per alcun fedele che non ne sia stato diretto interessato; sottendere per Rivelazione Pubblica qualunque messaggio del genere è eresia, con buona pace di quell’eretico pubblico ed impenitente di Fanzaga quando continua a dire: Ha detto la Madonna, lo dice la Madonna, etc.. etc….
      Quello che invece deve essere osservato è quanto scritto nel Vangelo e sancito dal Magistero.
      Rispettare comunque è una cosa, abiurare la propria fede e violare il primo comandamento è un’altra. Dovremmo imparare dall’esempio di tanti santi che per millenni si sono fatti martirizzare per non nascondere nè negare davanti agli infedeli, agli eretici ed agli ebrei che erano Cristiani Cattolici Romani. Se avessero fatto così tutti i Santi Martiri a partire da Santo Stefano certamente non lo avrebbero lapidato, ma certamente non avremmo nessun Santo
      e fin troppi veggenti dei miei stivali.

    • #bbruno   11 giugno 2014 at 5:09 pm

      appunto, la madonna di meggiugorie non esiste: è una macchinazione.

    • #Ariel   11 giugno 2014 at 5:37 pm

      Caro Marco, Gesù non ha mai detto di offendere i credenti di altre fedi, ma di ammonirli (chi crederà sarà salvo, ma chi non crede è già condannato), cosa che la attuale chiesa bergogliana si guarda bene dal fare, anzi fa credere che chiunque può salvarsi seguendo la propria coscienza! Poi leggendo attentamente i Vangeli, credi che Gesù Cristo abbia mai pregato assieme ai pagani adoratori di falsi dei o ai farisei che hanno rigettato la Sua testimanianza? Ma Gesù, perchè mai avrebbe dovuto combattere contro la falsa fede fino al supremo sacrificio della crocifissione? Non sarebbe bastato dire “amatevi tutti gente di fedi diverse che andrete tutti in paradiso?” E purtroppo questa chiesa ha deposto la “spada” della Fede per impugnare la…misericordina!

  9. #Riccardo   11 giugno 2014 at 6:44 pm

    Mi stupisce come il mondo intero (ebrei, massoni, musulmani, atei e tantissimi altri) ami questo papa. Soprattutto mi stupisce perché il “mondo ama ciò che è suo”, come diceva Gesù ai suoi discepoli.
    “Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia.”.
    Sono di tremenda attualità queste parole!

    E ancora: “Ricordatevi della parola che vi ho detto: Un servo non è più grande del suo padrone. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra”. Come può il mondo perseguitare ciò che ama?”.

    Il mondo non ha amato Gesù, anzi, lo ha perseguitato fino a farlo morire in croce. Questo mondo ama papa Francesco, lo osanna, lo applaude, lo ricerca, lo venera.
    Il mondo non ha accettato Gesù, lo ha respinto con forza. Questo mondo (vedi le dichiarazioni di massoni, sionisti, atei, musulmani, e tanti altri) ha accettato papa Francesco e lo ha reso suo figlio.
    I potenti del mondo (Erode, Pilato, Roma ecc…) hanno rifiutato Gesù. I potenti di questo mondo hanno accolto papa Francesco.
    Gesù parlava chiaro, senza ambiguità, affinché chiunque potesse credere ed essere salvato, senza giri di parole. Papa Francesco parla in modo ambiguo (vedi Evangelii Gaudium e alcune sue dichiarazioni), si comporta in modo ambiguo.
    Il popolo di Dio ha bisogno solo delle Verità del Vangelo e non delle verità di questo o di quell’altro uomo, e i discorsi contorti allontanano da Dio.
    Diceva il Card. Giuseppe Siri che «La pretesa di adattare la Verità e la Legge ai propri limiti, è la maggiore assurdità che si possa concepire».

    Termino con le parole di Gesù: “molti sono i chiamati, ma pochi eletti” e per S. Agostino, queste parole «non sono una parola, ma un tuono» e l’interpreta: «certamente quelli che si salvano sono un piccolo numero».

  10. #Dario   11 giugno 2014 at 11:28 pm

    Vorrei far notare come l’autrice dell’ultimo articolo abbia evidentemente abboccato alla storiella calunnatoria diffusa in rete di Bergoglio che si nasconde la croce. Il presumibile articolo di riferimento è forse questo: http://www.novusordowatch.org/wire/francis-hides-the-cross.htm

    Come si evince dal video presente nello stesso link e dalle foto dell’incontro sparse in rete, il crocifisso è fuori quando il Papa entra e va a finire nel fascione bianco al momento di sedersi, ma scivolandovi casualmente per il movimento! Infatti quando si rialza rispunta altrettanto naturalmente fuori!

  11. #Marco   12 giugno 2014 at 12:07 pm

    Circa il modo in cui la grazia salvifica di Dio, che è sempre donata per mezzo di Cristo nello Spirito ed ha un misterioso rapporto con la Chiesa, arriva ai singoli non cristiani, il Concilio Vaticano II si limitò ad affermare che Dio la dona «attraverso vie a lui note».

    Inoltre @Ariel ricordo che nel Vangelo la scena del giudizio finale mostra che i salvati sono una folla immensa che nessuno può contare. E questo è scritto, non è frutto di rivelazione privata. Mi fa molta pena vedere come ed in specie negli ambienti tradizionalisti sembra quasi di percepire la “contentezza” di alcuni e la “speranza” della dannazione della maggior parte dell’umanità.

  12. #Ariel   12 giugno 2014 at 2:00 pm

    “La moltitudine immensa” dei salvati è narrata dall’Apocalisse di Giovanni che fa sempre parte del Nuovo Testamento, ma non dei Vangeli. Nessuno mette in dubbio che “i salvati”, in questo caso i Martiri delle persecuzioni, dato che tutti sono in possesso della palma del martirio, siano una moltitudine. Gesù invece, e queste parole sono riportate nel Vangelo, ci dice che per salvarci è necessario cercare la “porta stretta”, che si trova in cima ad una via di difficile percorrimento, in contrasto con la “larga strada” che porta alla perdizione e che molti hanno imboccato. Ognuno poi può modellarsi la fede come vuole, adattando a suo compiacimento e per scopi propri le parole della Bibbia, ma questo non è mantenere integra la Verità rivelata. Nessuno poi ha a cuore la salvezza di Tutte le anime più di chi è fedele alla Tradizione.
    Se quanto è scritto in questo sito ti dà fastidio, perchè non torni a leggere Famiglia Cristiana e non ci dai un taglio? E con questo chiudo la discussione.
    “Si quis vult post me venire abneget semet ipsum et tollat crucem suam et sequatur me”.

  13. #Marco   12 giugno 2014 at 3:14 pm

    Non leggo Famiglia Cristiana, da tempo ormai cattocomunista. Le continue accuse al Papa e compagnia bella che leggo spesso (se non addrittura insulti e calunnie) sono il passare per la porta stretta? Come si può dire di essere tradizionalisti e fare queste cose? Non che io sia un santo, nè sempre d’accordo con Bergoglio (soprattutto sui migranti e zingari), ma certamente non lancio anatemi a destra e a manca.

    • #bbruno   12 giugno 2014 at 4:06 pm

      e dimenticavo di fare osservare che qui a coprire la croce (il ‘fastidio ‘della croce) non è il fascione, ma la mano…

  14. #bbruno   12 giugno 2014 at 4:03 pm

    però non è detto che automaticamente la croce “va a finire nel fascione al momento di sedersi, scivolandovi casualmente”. Ci sono momenti che la croce è ben fuori dal fascione anche quando costui sta seduto (2.29.12, mentre scrive su quel libro; o 3.14.0… ). Quei furbi dei rabbini sopportano di buon grado anche la vista di quella croce penzolante, purché il ‘papa’ penzoli ai lor cenni: qui che si prostri alla somma liturgia olocaustica; mica come come rozzoni, incapaci di astuzia, dei mometti, che quella croce li fa imbestialire comunque , e quindi il gran conciliatore sta bene attento a non farne troppa mostra, quando è con loro….Grazie comunque del video: etremamente istruttivo ( e distruttivo)

  15. #Dario   13 giugno 2014 at 2:28 am

    Ehm…dov’è che “le autorità del Vaticano hanno provveduto in tempo, come hanno riferito i reporter, alla rimozione di tutti i segni sacri dai luoghi di passaggio, soprattutto dei crocifissi, compresi dipinti e statue delle varie Madonne per non suscitare reazioni spiacevoli da parte dei rappresentanti delle altre religioni”? Sbaglio o quello che si vede nella foto è un dipinto di Maria che sciogli i nodi, tra l’altro un culto introdotto proprio da Bergoglio quando era Arcivescovo di Buenos Aires e quindi a lui particolarmente cara. Per chi conosce il quadro, è evidente che la parte che si vede, seppur minima, non può che appartenere a esso: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1510376182514853&set=pb.1427208864164919.-2207520000.1402614242.&type=3&theater

  16. #Dario   13 giugno 2014 at 2:29 am

    E poi ditemi, avete almeno letto la preghiera e l’esortazione pronunciate dal Papa? Perché a me pare proprio che nella prima dica:

    “Padre di immensa misericordia,
    il tuo Figlio, Gesù Cristo, giudice dei vivi e dei morti,
    nell’umiltà della sua prima venuta
    ha redento l’umanità dal peccato
    e nel suo glorioso ritorno chiederà conto
    di ogni peccato.
    Concedi che i nostri progenitori, i nostri fratelli e sorelle,
    e noi, tuoi servitori, che per grazia dello Spirito Santo
    ci volgiamo a Te con pentimento sincero,
    possiamo sperimentare la tua misericordia e ricevere
    il perdono dei nostri peccati.
    Noi te lo chiediamo per mezzo di Cristo nostro Signore.
    Amen”.

    Mentre conclude la seconda affermando:

    “A Lui, nello Spirito di Gesù Cristo, io mi rivolgo, chiedendo l’intercessione della Vergine Maria, figlia della Terra Santa e Madre nostra.

    Signore Dio di pace, ascolta la nostra supplica!”

    Se volete l’audio chiedete o cercate pure. Fatto sta che la signora Stella ha preso una cantonata grossolana quanto infamante dell’autorità del Papa, che voi continuate imperterriti a mettere in discussione…da autentici e unici testimoni e difensori della Tradizione Cattolica quali evidentemente vi considerate e dimostrate. Peccato che le vostre fonti siano inattendibili e non verificate…davvero un buon modo di fare giornalismo, per di più inerente alla fede cattolica. Complimenti vivissimi! Spero che una sana e umile Confessione vi aiuti a schiarirvi le idee.

    • #bbruno   14 giugno 2014 at 2:37 pm

      ma che cosa c’ entrano i progenitori, in questa ‘preghiera’??? Adamo ed Eva?!? Ma questi sono già nella gloria del Paradiso (Dottrina della Chiesa, illustrata da Dante, Canto del Paradiso ), e quindi non più bisognosi di misericordia e di perdono. E chi sono quei fratelli e sorelle, “nostri”, che dovrebbero sperimentare insieme a “noi”, la misericordia e il perdono dei peccati??? Pare che si vogliano indicare quelli della parte rappresentata dai quei suoi due ospiti…Ma per costoro, la preghiera giusta non dovrebbe essere: ti preghiamo perchè venga rimossa dai loro occhi la cecità che impedisce loro di credere nel Figlio suo Gesù Cristo, e credendo in Lui e in Lui facendosi battezzare, sperimentino il perdono dei loro peccati??? Non era questa la preghiera e la fede della Chiesa???

      Le cantonate prima di attribuirle al prossimo, in questo caso alla signora Stella, questi zelanti chierichetti del Bergoglio, e zeloti conciliaristi, le dovrebbero scoprire in se stessi: una ‘fede’ che vede ancora bisognosi di perdono i nostri progenitori, vuol dire davvero che è messa davvero maluccio, e tanto bisognosa di schiarirsi le idee…almeno stando al parametro di una fede plurimillenaria, nel suo articolarsi mai smentita…

      Per comodità, dal Paradiso, C. 32:

      ” Colui che da sinistra le s’aggiusta 
      è il padre per lo cui ardito gusto 
      l’umana specie tanto amaro gusta;  

      “La piaga che Maria richiuse e unse, 
      quella ch’è tanto bella da’ suoi piedi 
      è colei che l’aperse e che la punse.”

      -E’ con tali parole che San Bernardo indica la disposizione di Adamo ed Eva nella Rosa Mistica del Paradiso. … E quindi, da tale disposizione, non tali da aver bisogno della nostra preghiera, ma noi della loro…. Per chiarezza di idee, ripeto, almeno, ripeto, con riferimento a quella fede suddetta…

      • #bbruno   15 giugno 2014 at 9:18 am

        nessuno che provi a spiegarmi questa ‘preghiera’ bergogliana? A me pare sempre più una grande bislaccata: che cosa si fa in acrobazie per NON OFFENDERE i fratelli e le sorelle”!!!

  17. #Emiliano   9 settembre 2014 at 10:05 pm

    Che caos! Preghiamo, preghiamo, preghiamo…. questi sono i tempi terribili della grande confusione!

  18. #Nadine   24 ottobre 2014 at 10:52 am

    Ciao ragazzi, badate che quando il Papa è in piedi la croce pettorale non arriva alla fascia, quindi è del tutto probabile, se non inevitabile, che finisca all’interno della stessa quando si siede… fate attenzione a ciò che dite per favore, parole avventate fanno danni incalcolabili.

  19. #PAOLO   18 aprile 2015 at 9:26 am

    Ve ne accorgerete se Medjugorie è una bufala quando inizieranno a verificarsi i dieci segreti promessi…