LGBTQ e Satana, quell’attrazione fatale

Red Snake and REd Apple

 

Ecco un aspetto molto interessante di una setta satanica statunitense:

Per The Satanic Temple gli unici comandamenti da seguire riguardano le campagne secolariste. Innanzitutto quella per i «diritti gay», definita da Greaves «una delle cose che ci stanno più a cuore». Su questo fronte, annuncia l’esponente satanista, «c’è stato un grande progresso, ma resta ancora molto da fare». A cominciare proprio dal Michigan, dove il governatore repubblicano Rick Snyder ancora si oppone al matrimonio gay: «Ci piacerebbe insegnare a Snyder cos’è la Costituzione (…) celebrando un matrimonio gay in Michigan. Per noi il matrimonio è un sacramento. Lo riconosciamo e pensiamo che lo Stato debba riconoscere il matrimonio sulla base della libertà religiosa. Chiunque voglia farlo può alzare la mano e avrà il suo matrimonio celebrato da Lucien Graves. Non vediamo l’ora di diffonderci in Michigan sulla questione dei diritti gay, per portarlo nel ventunesimo secolo».

 

Leggete l’articolo completo: Il satanista moderno si batte per i diritti gay e l’aborto | Tempi.it


Su RadioSpada è già stato pubblicato parecchio materiale sul tema:

* Sul sesto comandamento, sulle impurità e sulla sodomia

* La Chiesa e la condanna inesorabile della sodomia

* «Il sacramento del diavolo», recensione di Ester M. Ledda

Un commento a "LGBTQ e Satana, quell’attrazione fatale"

  1. #Paolo Macchi   16 giugno 2014 at 8:04 pm

    Satana ha un debole per i diritti dell ‘ uomo , (della donna e del bambino), cosi come Dio ha un.debole per i doveri dello.stato, (nelle galere, nelle istituzioni , nei comandamenti).

    GATTO ROSSO

    Rispondi

Rispondi