Ricostituito il califfato islamico

 

jihadisti

 

I miliziani jihadisti hanno proclamato la creazione di un “califfato islamico” che va dall’ovest dell’Iraq all’est della Siria e che comprende importanti città del Medio Oriente, da Mosul (Iraq) ai sobborghi di Aleppo (Siria), da Rutba (Iraq) alla periferia di Dayr az Zor (Siria).

Lo sceicco Abu Bakr al-Baghdadi è stato designato “califfo dei musulmani dovunque (nel mondo)”, ha dichiarato Modownloadhammad al-Adnani, portavoce dell’ISIL, sottolineando che le parole “Iraq” e “Levante” vengono tolte dalla sigla, il cui nome ufficiale diventa quindi “Stato islamico”.

 

Il califfo designa, dalla morte del profeta Maometto, il suo successore “emiro dei credenti” nel mondo musulmano. Il califfato è un regime politico islamico sparito da circa un secolo. L’Impero Ottomano è stato l’ultimo.

 

Cosa si prospetta nel futuro prossimo dell’Europa? Qualcuno correrà ai ripari? O i cattolici dovranno essere pronti a difendere la propria fede con le armi?

Nel dubbio affidiamo le nostre preghiere al Beato Marco d’Aviano.

Fonte

7 Commenti a "Ricostituito il califfato islamico"

  1. #Francesco   30 giugno 2014 at 6:18 pm

    Non ci dobbiamo preoccupare di questo nuovo califfato, la minaccia al mondo non è reale, vuol dire che al prossimo incontro tra le fedi in Vaticano ci sarà anche il capo del califfato Abu Bakr al-Baghdad, come dire “più semo e mejo stamo”.

    Ovviamente il commento è ironico.
    Francesco

  2. #rocco   30 giugno 2014 at 8:08 pm

    i cattolici non saranno nemmeno considerati italiani e dovranno difendere se stessi e i propri figli, ma gli altri “italiani” saranno tutti accoglienti e dialoganti… e perche’ no , anche convertibili. in fonodo islam fa tanto aladino e le mille e una notte…

  3. #Gret   30 giugno 2014 at 9:15 pm

    L’Europa sempre più cancellata, distrutta dal meticciato, islam e compagnia bella

  4. #doroteo77   1 luglio 2014 at 1:31 pm

    Fa specie notare come la Palestina rientra nei loro piani!

  5. #Federico Salgaro   2 luglio 2014 at 6:20 pm

    Non è una cosa da sottovalutare… Loro x la religione sono pronti a morire, noi cristiani non ci pensiamo neppure x sogno. Chi se ne frega delle religioni… Il punto, la differenza sta proprio qua. Siamo fottutamente in ritardo sul pensare a difenderci dall’islamizzazione in atto. Gli sbarchi a mio modesto avviso sono pericolosi anche x questo motivo. I loro soldati stanno già arrivando, anzi, grazie alle leggi della sinistra di merda che ci governa andiamo a prenderli noi, e poi ci spareranno addosso… Meditate gente, meditate… LEGA NORD SEMPRE!