Crepet: “Il Crocefisso ti fa venire l’angoscia, è come uno sulla sedia elettrica”

crocifisso_07

 

“Sono padovano di vergogna, non di nascita. Ho fatto a Padova tutta la scuola e l’università e c’è da vergognarsi ad avere un sindaco come Massimo Bitonci”. Lo dice lo psichiatra Paolo Crepet a La Zanzara su Radio 24. “Mi vergogno – dice Crepet all’emittente, che ha diffuso una nota – che quella meravigliosa città che fu anche di Galilei debba passare questi momenti così tristi. È una cosa tremenda che abbiano eletto un sindaco simile. Se la maggioranza lo vuole si arrangino”.

“Leggo quello che vuole fare e che dice – rileva Crepet -. Una vergogna; sembra la cosa di Treviso di 20 anni fa con Gentilini che toglieva le panchine per non far sedere i poveri lavoratori di colore. Uno schifo terribile. Umanamente la trovo una schifezza, una roba detestabile”. Poi sul crocefisso obbligatorio nei locali pubblici rileva “ma invece di mettere il crocefisso perché non mettono un Bambin Gesù che ride? Il crocefisso è un torturato a morte. Perchè mettere l’immagine di un torturato a morte? Nella Chiesa cattolica c’è anche il bambino che sorride. Visto che devi stare anche 5 ore in un liceo con tutti i ragazzi che lo guardano, il crocefisso ti fa venire l’angoscia. È come mettere uno sulla sedia elettrica”.

 

Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini,

anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; 

chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini,

anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli

[Mt 10, 32-33]

 

Fonte

12 Commenti a "Crepet: “Il Crocefisso ti fa venire l’angoscia, è come uno sulla sedia elettrica”"

  1. #Hector Hammond   8 luglio 2014 at 1:33 pm

    L’angoscia la fa venire saper che certuni sono adibiti a curare la mente delle persone 🙁 .

  2. #Matteo   8 luglio 2014 at 3:57 pm

    Che costui fosse un venditore di chiacchiere dovrebbe essere cosa nota, li chiamano infatti opinionisti a volte, psicologi altre, esperti insomma…. è gente che dovrebbe essere messa a lavorare per il bene di tutti, ed in primis per il loro vero bene… invece nisba.

    Ad ogni modo con le opinioni di simili “professionisti” della psiche a me invece dell’angoscia viene da ridere: è gente complessata, non si può negare, però sono buffi.

  3. #Fabio   8 luglio 2014 at 9:54 pm

    E pensare che con la Penitenza molti sono stati salvati a differenza dei tanti che la psichiatria ha interesse a mantenere malati latenti. Si sa, i Preti assolvevano gli psichiatri monetizzano.

    • #Giovanni   8 luglio 2014 at 10:28 pm

      Crepet continui a fare lo psichiatra/cologo che forse la sua opinione la può fornire (pagando) ai suoi pazienti, a noi cui gratuitamente viene data, gratuitamente rispondiamo che ci si può pulire il deretano La battaglia per la riaffermazione di questo simbolo cristiano (è questo quello universalmente riconosciuto, quello che ricorda a tutti che una persona si è sacrificata per il bene di tutti) in un paesaccio di merda dove ci si vergogna di essere padovani ma si tollera che gli islamici ci calpestino, è una giustissima e pacifica corciata. Vai Bitonci: pensala come Gandhi.

  4. #bbruno   9 luglio 2014 at 2:21 pm

    anche a Satana il Crocifisso fa venire l’orticaria, pardon, l’angoscia. Che poi faccia la stesso effetto su Crepet, dove è la meraviglia? Bel segno, e crepi pure, se vuole!!

  5. #antonio   9 luglio 2014 at 2:48 pm

    povero ignorante e rinnegato. non sa che in molte icone orientali gesù bambino è raffigurato deposto in una mangiatoia che ha la forma di una tomba. gesù ci ha salvato col suo sacrificio. di budda ne basta ( e avanza ) uno. questi rinnegato non hanno ancora assaporato le delizie dell’islam, per questo possono permettersi di dire queste bestialità, con la collaborazione di giornalisti peggiori di loro.

  6. #bbruno   9 luglio 2014 at 4:30 pm

    Lasciamo perdere questi crepet e la lor triste arte che sa tanto di morte…. E contempliamo il paradosso cristiano, e la vita scorrerà in noi…

    “Gli uomini condannarono Dio a morte. Dio, però, attraverso la sua Risurrezione condanna tutti gli uomini all’immortalità. … L’odio degli uomini non fu mai tanto, quanto nella Sua crocifissione. E Dio non mostrò mai tanto amore agli uomini, quanto nella Sua Risurrezione. Gli uomini volevano rendere Dio mortale, ma Dio attraverso la Sua Risurrezione ha reso gli uomini immortali. Risuscitò il Dio crocifisso e distrusse la morte. Ormai la morte non c’è più. L’immortalità inondò l’uomo e tutti i suoi mondi.” ( Justin Popovic )

    Una ‘condanna’ che raggiunge anche Crepet, sol che voglia accettarla!

    PS: e Crepet, da vero democratico, eccolo pronto, come d’ abitudine per questi democratici veri, a svillaneggiare la scelta popolare… Si rassegni, e sopporti pure da buon psichiatra, che NOI CI ARRANGIAMO come ci pare…Lui si arrangi come crede, ne ha facoltà, liberamente!

    • #bbruno   11 luglio 2014 at 6:26 pm

      bella analisi e bel suggerimento!

  7. #enrico falcinelli   10 luglio 2014 at 3:32 am

    Crepet mi creda: se le viene l’ansia non è per il crocifisso ma perché è sicuramente sofferente di nevrosi. Si curi e come lei, curi, come già saprà e non mi darà torto, tutti coloro in cui tale ansia si replica. E lasci il Crocifisso al muro. Mi firmo: un nevrotico.

  8. #Fran   11 luglio 2014 at 12:51 pm

    Crepet dimostra tutta la sua ignoranza religiosa riguardo a quanto il crocifisso rappresenti, che per inciso è l’amore di Dio che è morto in croce per salvare gli uomini, e il suo giudizio superficiale distorce una realtà civile che scientemente si sente autorizzata a calpestare tutto, anche i simboli sacri, per i propri fini. L’ansia avrebbe più senso se venisse espressa riguardo allo stato di questa società asservita e accecata, che non riesce più nemmeno a discernere nè i propri diritti, nè le proprie tradizioni religiose, in nome di un buonismo assurdo, lassista e privo di qualsiasi logica.
    Bitonci ha fatto benissimo e ha dimostrato una coerenza ideologica e culturale che alla maggior parte manca, a cauda di convenienze, di connivenze, di beceri servilismi, di interessi non sempre svelabili.
    Dottore, non stressi il mondo con la sua ed altrui inutile ansia,che definirei veramente assurda in questo caso.
    Cristo, mi piace ricordarglielo, è morto sulla croce anche per la sua salvezza, intendo quella della sua anima… e magari sarebbe il caso che se ne ricordasse di tanto in tanto.

  9. #Nino   17 agosto 2014 at 11:13 am

    “””IL SS.MO CROCIFISSO ANGOSCIA MOLTO ?”””
    FORSE …ANZI SI !! …TERRORIZZA MOLTISSIMO I DEMONI E I LORO FIGLIOCCI !!!

  10. #filippo   19 agosto 2014 at 10:28 am

    per le Sue piaghe noi siamo stati guariti, sulla croce Gesù ha espiato i nostri peccati, il castigo che ci da la salvezza si è abbattuto su di Lui. dalla Croce si risorge. la croce testimonia l’Amore di Dio. di Sua volontà si è caricato dei peccati dell’intera umanità per inchiodarli ed espiarli sulla Croce, Preziosissimo Sangue di Gesù sparso sulla Croce Salvaci.