Gaza, bombardate donne e bambini, del resto “1000 arabi non valgono un ebreo”

gaza004_2968602b

La lista purtroppo si allunga. Dopo il giovane palestinese arso vivo e le squallide insinuazioni portate avanti da certe fonti ebraiche (si veda l’articolo: Ed ora chiedete scusa.), ci si è messa pure l’aviazione israeliana. Continuano i bombardamenti. A Khan Yunis (Gaza) è stata bombardata una casa, forse 10 i morti. Tra le macerie non si esclude la presenza di donne e bambini. Molti i feriti.

Del resto l’ex Rabbino Capo di Israele (M. Eliyahu) era stato chiaro: “La vita di un ragazzo ebreo che studia in una yeshiva vale più delle vite di 1.000 arabi”.

Non meno preciso un altro Rabbino Capo d’Israele da poco defunto (Ovadia): “I non ebrei sono nati solo per servire noi. Senza questa funzione, non hanno motivo di essere al mondo”

Continuano i bombardamenti dell’aviazione israeliana. A Khan Yunis, a sud di Gaza è stata bombardata una casa, 7 forse addirittura 10 i morti. Tra le macerie ci sarebbero anche donne e bambini. Decine i feriti. Gaza city è una città fantasma, gli uffici pubblici sono deserti e così pure le strade del centro. Cresce la paura di una massiccia operazione via terra dell’esercito israeliano – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Gaza-raid-israeliani-Tra-le-vittime-donne-e-bambini-video-10fe7f96-25a7-4d39-8ef4-3d5ac942407e.html#sthash.eZ7Z25Qe.dpuf

5 Commenti a "Gaza, bombardate donne e bambini, del resto “1000 arabi non valgono un ebreo”"

  1. #andrea   9 luglio 2014 at 8:13 pm

    Questi sono i frutti marci del tentativo di costruzione di una pace senza Cristo operata da Bergoglio! Non si può costruire la pace nel mondo offendendo Cristo nascondendo croci e simboli religiosi. E già, ma di questi tempi è più importante non offendere i nemici di Dio piuttosto che il Signore! La Chiesa al servizio di Cristo trasformata nella chiesa dell’anticristo al servizio dell’umanità atea e corrotta!

    Rispondi
  2. #andrea   9 luglio 2014 at 8:15 pm

    Dai frutti riconoscerete l’albero. Se l’albero è buono da frutti buoni ma se l’albero è cattivo i frutti sono MARCI!

    Rispondi

Rispondi