AAA interprete cercasi

bible111

 

di Massimo Micaletti

 

Interpreti qualificati cercansi.

Nelle preghiere dei fedeli siamo abituati a trovare un po’ di tutto – altro ottimo motivo per preferire il Vetus Ordo Missae al Novus, ma questa è un’altra storia – siamo abituati a trovare un po’ di tutto, dicevo, ma Domenica scorsa abbiamo avuto in dono una perla rara: eravamo infatti invitati a pregare perché il Signore ravvivasse “il dialogo tra cristiani ed ebrei, facendo sì che il popolo primogenito della antica alleanza ci aiuti a riscoprire l’importanza della Bibbia”.
Per quanto mi consta, in qualche parrocchia le intenzioni sono state modificate rispetto al testo riportato, ma nella gran parte delle Chiese il prete – o chi per lui – ha invitato i fedeli chiedere a Dio quanto sopra, ed i fedeli, avvezzi ormai a questa ed altre meraviglie, hanno compostamente risposto il loro “Ascoltaci o Signore”.

Ora, se il prendo il Catechismo di San Pio X, punti da 232 a 236, leggo che la Bibbia dei cristiani è composta dall’Antico Testamento e dal Nuovo Testamento. Pure il Nuovo Catechismo la vede così. Quel po’ che so di dottrina mi dice che il Nuovo Testamento parla della predicazione di Gesù e dei Suoi Apostoli nell’annunciare che Cristo è il Figlio di Dio, Uno e Trino. Quel pochissimo che so delle altre religioni mi dice che per gli ebrei Gesù Cristo non è Figlio di Dio, né tantomeno Messia: ergo per gli ebrei nella Bibbia non c’è il Nuovo Testamento, ossia i Quattro Vangeli, l’Apocalisse, gli Atti degli Apostoli, le Lettere. In più, c’è il Talmud, composto successivamente alla venuta di Cristo e che non può certo definirsi un testo cristiano. Mica poco, se chiediamo al Padreterno che costoro aiutino i cattolici “a riscoprire l’importanza della Bibbia”.

Non basta. Neppure sull’Antico Testamento c’è accordo. Qualcuno un po’ superficiale vorrebbe farci credere che gli ebrei – inteso sempre come esponenti di un credo religioso, non su un piano etnico, ci mancherebbe! – in definitiva, Vangelo a parte, “hanno la nostra stessa Bibbia”. Anche fosse così, anche se essi riconoscessero per veri i nostri stessi testi del Vecchio Testamento, comunque nulla avrebbero a che fare con i cattolici, perché la Rivelazione di Cristo ha dato un nuovo significato ed un pieno compimento alle Scritture preesistenti; però va rilevato che gli ebrei non hanno neppure i nostri stessi testi veterotestamentari.
Se non credete al Catechismo leggetevi almeno Wikipedia, che ci spiega che la Bibbia ebraica differisce da quella cattolica perché anche quanto alle Scritture ante Cristo non annovera i medesimi Libri che osserviamo noi cattolici (per la verità, pure gli Ortodossi aggiungono ulteriori libri all’Antico Testamento, perciò neppure con loro possiamo dire di avere comunione di Scritture; non parliamo poi dei Protestanti: questo per chiarire una volta di più che non si può parlare banalmente di “Religioni del Libro” perché il cosiddetto “Libro” non è lo stesso per tutti).

La differenza in ordine al novero dei testi compresi nelle Scritture è di capitale rilevanza se si tiene presente che per noi cattolici i Libri sono ispirati, ossia sono letteralmente Parola di Dio. Segnatamente, i punti 105 e 106 del Catechismo recitano:

105 Dio è l’Autore della Sacra Scrittura. “Le cose divinamente rivelate, che nei libri della Sacra Scrittura sono contenute e presentate, furono consegnate sotto l’ispirazione dello Spirito Santo. La Santa Madre Chiesa, per fede apostolica, ritiene sacri e canonici tutti interi i libri sia dell’Antico che del Nuovo Testamento, con tutte le loro parti, perché, scritti sotto ispirazione dello Spirito Santo, hanno Dio per autore e come tali sono stati consegnati alla Chiesa” [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 21].
106 Dio ha ispirato gli autori umani dei Libri Sacri. “Per la composizione dei Libri Sacri, Dio scelse degli uomini, di cui si servì nel possesso delle loro facoltà e capacità, affinché, agendo Egli stesso in essi e per loro mezzo, scrivessero come veri autori tutte e soltanto quelle cose che Egli voleva” [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 21].

Ora, se nelle Scritture è contenuta la Parola di Dio, è ben strano che Dio abbia detto a noi cattolici delle cose, agli ebrei altre, agli Ortodossi altre ancora e via di seguito. E’ pur vero che molti al giorno d’oggi non si pongono più neppure il problema che Dio possa aver mandato Cristo ad alcuni, Maometto ad altri e nessuno ad altri ancora, e sostengono apertis verbis che questo dio sarebbe il medesimo per islamici, cattolici, ebrei e protestanti, ma questo è un altro capitolo…

Possiamo dunque serenamente affermare che la religione ebraica non ha riconosciuto né riconosce Cristo come Messia e non osserva le stesse Scritture che osserviamo noi. Perciò sarebbe da chiedersi cosa gli ebrei possano spiegarci e come possiamo rivolgerci a loro per “riscoprire l’importanza della Bibbia”, anche e soprattutto considerando che la Parola Vivente, ossia Cristo, Colui che a tutte le Scritture da senso e compimento e che attraverso esse ha parlato, non è stata da loro compresa; ergo, le Scritture tutte non sono state da loro comprese. E’ più o meno come chiedere a Nerone di aiutarci a riscoprire l’importanza del bel canto e della buona politica.

8 Commenti a "AAA interprete cercasi"

  1. #Francesco   28 agosto 2014 at 1:52 pm

    “Possiamo dunque serenamente affermare che la religione ebraica non ha riconosciuto né riconosce Cristo come Messia e non osserva le stesse Scritture che osserviamo noi. Perciò sarebbe da chiedersi cosa gli ebrei possano spiegarci e come possiamo rivolgerci a loro per “riscoprire l’importanza della Bibbia”,

    Mi pare che il discorso sia bello che chiuso, la “Legge” porta a Cristo e non viceversa, imparare da chi!, da coloro che hanno crocefisso nostro Signore!, da coloro che hanno preferito “Barabba” a Cristo, preferito un criminale al posto di un Santo.

    Ma non facciamo ridere i polli.

    L’affermazione
    “il dialogo tra cristiani ed ebrei, facendo sì che il popolo primogenito della antica alleanza ci aiuti a riscoprire l’importanza della Bibbia”.
    E’ pura eresia, ma sembra che oggi l’eresia va di moda, teniamoci stretti alla Traditio e al Vetus Ordo, forse ne usciamo con poche ossa rotte.

  2. #Andrea   28 agosto 2014 at 4:04 pm

    A Micaletti su Nerone consiglio la lettura di questo post:

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=143887

    Legga solo il primo intervento di Mincuo.

    Io vengo sempre su RadioSpada perchè considero questo sito uno dei pochi che quando parla di Storia cita la Storia e non la propaganda. Perchè io di Storia so poco e niente, ma di propaganda ho fatto l’abitudine, ne ho la nausea.

    Chiedo perciò agli esperti di Storia di RadioSpada cosa pensano della figura di Nerone, quali sono le loro fonti, e soprattutto cosa pensano di ciò che scrive Mincuo nel post sopracitato, sulla figura di Nerone. Considero tale Mincuo – che ho seguito su quel sito – preparatissimo, ai livelli di Blondet, e in materia finanziaria il “blogger” più preparato che abbia mai seguito.

    Mi interessa soprattutto il parere di Giacobazzi su questa questione di Nerone.

    Se non potete/volete rispondere Vi ringrazio tutti ugualmente e ovviamente continuerò sempre a seguirvi, capisco che avete tanto altro a cui pensare di urgente ed importante.

  3. #Zara Jakob   28 agosto 2014 at 4:05 pm

    Quando ho sentito questa “preghiera” mi sono cadute le braccia anche a me…

  4. #Lello Minimi   28 agosto 2014 at 8:17 pm

    per la verità, pure gli Ortodossi aggiungono ulteriori libri all’Antico Testamento,
    E’ un po’ impreciso.
    Non sono gli “ORTODOSSI”, ma i copti monofisiti.

  5. #cattolico   28 agosto 2014 at 9:50 pm

    Grazie per questro articolo. Nella messa prefestiva di domenica scorsa, avevo notato questa invocazione, ma siccome non c’era il foglietto sulle panche (rigorosamente senza inginocchiatoio) e io durante la preghiera dei fedeli preferisco raccogliermi in preghiera privata (di lode, di ringraziamento, ecc.), sono rimasto molto sorpreso, credendo però di aver capito male. Così ho fatto una mail sul sito della parrocchia, chiedendo di poter avere il testo della preghiera dei fedeli di domenica 24 agosto. Ho ricevuto una risposta interlocutoria, e sto ancora aspettando il testo. Adesso però non mi serve più, grazie a voi. Vi ringrazio molto di questo, e mi rendo conto che Andreotti aveva proprio ragione: a pensar male spesso ci si azzecca ! Gli ebrei ora sono fratelli maggiori, primogeniti nella fede, l’antica alleanza non sarebbe mai stata abolita, sostituita dalla Nuova Alleanza (come ci è stato sempre insegnato, prima del CVII), parole di almeno due pontefici post-conciliari.
    Ma allora, cosa ci vogliono dar da bere? come ci vogliono lavare il cervello? ma ci reputano tutti creduloni, pecoroni, gente senza capacità di riflettere, criticare, approfondire queste manovre subdole ed ingannatrici? Dio ci scampi e libri da questi preti modernisti (dico preti, ma vale per tutti: dal curatino al VdR). San Pio X, prega per noi, Maria SS.ma, Regina delle Vittorie, aiutaci a non essere sopraffatti (anche solo psicologicamente) da questi cattivi maestri ! Sia lodato Gesù Cristo

  6. #Francesco   28 agosto 2014 at 10:56 pm

    Per Cattolico
    In questo link troverai le famigerate parole.
    Ciao

  7. #Francesco   28 agosto 2014 at 10:59 pm

    Chiedo scusa, ma si vede che i miei neuroni stanno già dormendo
    Ecco il link
    http://www.la-domenica.it/xxi-domenica-del-tempo-ordinario-a/

  8. #Cesare   30 agosto 2015 at 6:33 am

    Nella mia parrocchia, domenica 23 agosto, siamo stati invitati a pregate “per le grandi religioni” (testuale) con questa precisazione: perché non usino la violenza. Niente per le medie e le piccole. Mah! Insomma pregare per islam, cristianesimo, buddismo….E per i mormoni? per la chiesa del settimo giorno etc?