La Bolivia dichiara Israele “stato terrorista”

La Bolivia dichiara Israele “stato terrorista” e straccia l’accordo di esenzione dai visti.morales bolivia

La Bolivia ha dichiarato Israele “stato terrorista” ed ha annullato un accordo per l’esenzione dai visti con Israele per protesta sulla perdurante offensiva militare israeliana a Gaza che ha già ucciso più di 1300 persone ed ha causato oltre 7000 feriti.

 L’annullamento dell’accordo del 1972 che consentiva agli israeliani di viaggiare liberamente in Bolivia

 

“significa, in altre parole, che noi dichiariamo Israele uno stato terrorista”

ha annunciato il Presidente Evo Morales.

 Morales ha spiegato che l’operazione Protective Edge dimostra chiaramente che Israele non è un garante dei principi del rispetto per la vita o degli elementari principi di diritto che governano la pacifica ed armoniosa convivenza della comunità internazionale

Tempo addietro, in Giugno, Morales ha presentato una richiesta all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite perché perseguisse Israele per “crimini contro l’umanità”.

 Altri Paesi Latinomaericani, compresi Cile ed El Salvador hanno richiamato i loro ambasciatori per consultazioni lo scorso Martedì, a causa dell’aumentata violenza verso i civili nella striscia di Gaza. Questa mossa segue decisioni similari assunte dall’Ecuador, dal Brasile e dal Perù i quali pure hanno richiamato i loro ambasciatori. 

La Bolivia ha interrotto le relazioni diplomatiche con Israele nel 2009, a seguito di una precedente operazione militare a Gaza. Proprio Mercoledì mattina l’attacco ad una scuola delle Nazioni unite a Gaza ha lasciato almeno venti vittime. L’incidente ha sollevato la condanna del mondo intero.Il Segretario Generale delle Nazioni unite Ban Ki Moon ha condannato l’attacco mortale contro una scuola delle Nazioni Unite nella Striscia di Gaza assediata. “E’ vergognoso. E’ ingiustificabile. E comporta assunzione di responsabilità e giustizia” ha detto il capo dell’ONU in Costa Rica, Mercoledì.

La campagna militare dell’esercito israeliano, che è iniziata l’8 luglio, ha lasciato fino a questo punto più di 1.300 morti ed oltre 7.000 feriti.

 

Fonte

12 Commenti a "La Bolivia dichiara Israele “stato terrorista”"

  1. #Maurizio   2 agosto 2014 at 9:32 am

    Certo: quando sopporto la coda chilometrica al check in aeroportuale, tutt le volte penso ai labbroni di Arafat.Anche a Bologna la bomba la misero i fascisti,a Fiumicino a sparare su italiani innocenti non furon i palestinesi ma il Mossad! Ma dai ! Manteniamo equidistanza , please. Abbiamo preso calci da I palestinesi e dai giudei. Il perché preferire i primi é un mistero .

    Rispondi
    • #AICI   3 agosto 2014 at 4:42 pm

      semplice, xkè i palestinesi li convertiamo tutti appena un prox Papa indice una Crociata, invece i giudei sono stati dannati in eterno da nostro Signore quini la Shoah come le persecuzioni che ricevono da secoli derivano da quella dannazione che li perseguiterà finchè non si convertono tutti!

      Rispondi
      • #AICI   4 agosto 2014 at 7:27 am

        I nostri nemici possono divenire per breve tempo amici per annientare il sionismo assieme, prima che il sionismo annienti noi cristiani. Gli ebrei passano i secoli ma non cambiano l’andazzo; e con la facilità con cui prima ammazzarono il Salvatore ora uccidono i palestinesi colpevoli di tirare i sassi ai soldati Israeliani che entrano in territorio palestinese. Hanno poco da piurare gli ebrei su le camere a gas; se avessero funzionato oggi non si parlerebbe del genocidio perpetrato a discapito dei palestinesi!

        Rispondi
  2. #Francesco   2 agosto 2014 at 1:26 pm

    Ma perché, Hamas cos’è, una confraternita di opere Pie?.
    Cerchiamo di essere corretti, Hamas si fa scudo dei civili, per poi accusare Israele di crimini contro i civili, questo è un modus operandi vigliacco, se Hamas combattesse senza coinvolgere i civili nessuno avrebbe da ridire, ma Hamas adotta lo stesso comportamento di Saddam Hussein, di Gheddafi, usando il loro popolo come carne da macello, e l’occidente, ipocrita fa finta di non vedere e non sapere niente, se questo può andar bene per gli altri non può essere per il cristiano che deve elevare la sua voce anche se controcorrente,

    Hamas ha speso per i suoi tunnel un miliardo e duecento milioni di dollari, con tale cifra avrebbe fatto stare bene il suo popolo, queste cose non si dicono, non è “politicamente corretto”, l’importante è attaccare Israele, magari con false informazioni et ammicoli vari.

    Israele chiede solo una cosa, di essere lasciata in pace e di esistere come nazione.
    Per inciso, la nazione “Palestinese” non è mai esistita, storicamente parlando.

    Pax et Bonum

    Rispondi
    • #Antonio   2 agosto 2014 at 1:48 pm

      Da come si presentano i fatti sembra che Israele chieda ai palestinesi di smettere di esistere. Quando sono stati colpiti i bambini sulla spiaggia mentre giocavano Hamas dove si nascondeva? Sotto la sabbia? Ma fatemi il piacere. Concordo con Morales.

      Rispondi
    • #leila   3 agosto 2014 at 12:44 am

      ma te francesco sei pazzo? ma da dove li trovi sti informazioni? eh certo hamas terrorista che butta due sassi e l’sraele buono che uccide migliaia di civili. vai a dormire vai che è meglio

      Rispondi
  3. #Maurizio   3 agosto 2014 at 9:17 am

    Ah dimenticavo: recentemente il Morales ha fatto la Morales anche al Cile definito anch’esso terrorista pur essendo retto dalla Zapaterica Bachelet

    Rispondi
  4. #Marcello   3 agosto 2014 at 2:38 pm

    A Maurizio e Francesco: ma per caso siete ebrei…pardon filosionisti? Che prove avete dello scudo umano usato dai palestinesi.
    Mi risulta che contro i “razzetti” di Hamas gli ebrei usino “missili”, bombe, carri armati.
    I palestinesi usano i sassi e loro rispondono con pallottole esplosive… e, poi, tutti lo sanno, sotto il suolo palestinese ed al largo delle sue coste c’ è il petrolio.
    Vergognatevi!
    Marcello

    Rispondi
  5. #Francesco   3 agosto 2014 at 4:22 pm

    Marcello scrive
    “Vergognatevi!”
    E perché mai, se se non sei informato non è colpa mia, lo sapevi che Hamas per costruire i suoi tunnel ha speso qualcosa come un Miliardo e duecento milioni di dollari?, con quella cifra poteva far star bene il suo popolo, senza contare le tregue che ha rifiutato.

    Il problema che a te sfugge è di una semplicità enorme, Israele vuole esistere, ne più ne meno, Hamas come anche l’Iran voglio invece la sua scomparsa, tu comprenderai bene che con questo atteggiamento non si arriva da nessuna parte.

    Perché non proporre lo stesso modus di Israele con L’Egitto, i quali vivono in pace?, restituendo al medesimo la penisola del Sinai.

    Obiettivamente, potresti immaginare cosa possa succedere se venissero restituite le alture del Golan?, ottima posizione per attaccare.

    Con ciò non voglio dire che la ragione o il torto sia esclusivamente da una parte, la compartecipazione di colpa sussiste sempre da ambo le parti.

    Ma in tutta sincerità, perché ci appelli con il “Vergognatevi?”, possiamo discuterne anche rimanendo ideologicamente agli antipodi, ma sempre con amore cristiano.

    Rispondi
  6. #Francesco   3 agosto 2014 at 6:50 pm

    leila
    ” ma te francesco sei pazzo? ma da dove li trovi sti informazioni? eh certo hamas terrorista che butta due sassi e l’sraele buono che uccide migliaia di civili. vai a dormire vai che è meglio”

    Mia cara,, le informazioni non le prendo da Topolino, come invece mi pare che le prendi te.

    A dormire ci vado regolarmente, mi auguro che tu faccia altrettanto, almeno da svegli si possa fare un ragionamento senza inveire, il quale denota mancanza di argomentazioni ed incapacità dialettica.

    Rispondi
  7. #Francesco   3 agosto 2014 at 7:16 pm

    Per Leila
    Queste sono le linee guida di Hamas, sono in inglese ma penso che non avrai problemi a tradurlo.
    http://www.memri.org/report/en/0/0/0/0/239/0/8076.htm

    In seguito posso anche postare le informazioni riguardo a tutti quei miliardi che Hamas ha usato per i suoi tunnel

    Rispondi

Rispondi