La “nominata” di Bergoglio si dichiara filoisraeliana

“Avviso ai naviganti: questa è una bacheca filo israeliana”. 

 Francesca Immacolata Chaouqui

Dovrebbe sorprenderci questa dichiarazione da parte di Chaouqui, nominata da Francesco I, membro della Commissione referente su tutte le amministrazioni economiche del Vaticano, istituita nel 2013 dallo stesso Bergoglio al fine di monitorare l’organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede.

Dovrebbe sorprenderci, ma non è così.

Dopo la visita in Israele e la deposizione di fiori sulla tomba di Theodor Herzl, avevamo capito che la lunga serie di scivoloni teologici, geopolitici e dottrinali, della nuova chiesa di Francesco I, avrebbe presto preso il volo. 

Alla signora Chaouqui, figlioccia platinata, consigliamo la lettura di Una riflessione cattolica sulla guerra, ben scritto, dai contenuti essenziali, di facilissima comprensione, al fine di ottenere una visione quantomeno superficiale di cosa sia la guerra per un cattolico, cosa sia la legittima difesa e cos’è il vero odio, parola che ha usato due volte nel suo post in un contesto sbagliato. Sulla questione palestinese, l’unico odio di cui si può parlare è quello talmudico, l’essenza del sionismo. Ma dubitare che sappia cosa sia, pare essere dovuto più che lecito.

Ci raccomandiamo coi nostri lettori di non riferirle questi argomenti in bacheca, perché la sua è una bacheca filo israeliana. Evitiamo di recare danno alla sua pace ecumenica.

7 Commenti a "La “nominata” di Bergoglio si dichiara filoisraeliana"

  1. #WCOOPER   10 agosto 2014 at 12:07 pm

    Che dire … , ormai questo Papato è trasparente. Non c’è nulla da aggiungere. sarebbe ridondante!

    Rispondi
  2. #Dario   10 agosto 2014 at 3:34 pm

    Ma certo. Meglio sostenere i maomettani di Hamas, cuginetti dei miliziani dell’ISIS, notoriamente filo-cristiani.

    Rispondi
    • #Isidoro   10 agosto 2014 at 6:23 pm

      Nessuno ha scritto che dovrebbe prendere posizioni pro-Hamas.

      Rispondi
    • #Ivan   12 agosto 2014 at 1:30 am

      signor Dario lei non è sufficientemente informato, oppure siamo noi goym a non essere alla sua altezza…

      Rispondi
  3. #matteo   11 agosto 2014 at 8:55 am

    Il vero dramma è che “signore” del genere possano continuare ad imperversare liberamente in Vaticano mentre il dante causa passa per grande riformatore… la verità è che la curia romana e le commissioni pontificie sono di fatto allo sbrago e alla paralisi mentre personaggi del tutto improbabili come questa vanno a ruota libera a fare e dire a vanvera tutto quello che passa loro per il melone.

    Rispondi
  4. #bbruno   12 agosto 2014 at 6:25 pm

    filoisraeliana filoamericana filo potentati finanziari filo- delle peggiori congreghe massoniche del mondo che sono riuscite a impossessarsi delle leve della Chiesa e manovrarle per il suo annientamento…E in primis, del Soglio di Pietro, creando questa orrenda contraffazione di papa… E si vede l ‘efficacia micidiale di simile operazione: ancora legati agli antichi condizionamenti, continuiamo a chiamarlo, questo Jorge argentino, pura espressione della loggia, ‘papa’: al massimo ci spingiamo a invocarne la contestazione…. Ma a che livello di fede cattolica ci hanno ridotti questi astuti manovratori: a crederci cattolici con il dovere di ‘contestare ‘ il papa! NOSTRO DOVERE E’ SMASCHERARLO, e con lui l’ oscena manovra dell’ Antichiesa!

    Rispondi

Rispondi