La partita per la pace

maradona

 

di Pietro Ferrari

 

Gli ex atleti pacifisti e stramilionari, tutti cattolici devoti ed esemplari hanno incensato J.M. Bergoglio per l’iniziativa della Partita per la Pace. Radio Vaticana: “L’evento sportivo – ha aggiunto il Pontefice – è un gesto altamente simbolico per far capire che è possibile costruire una cultura dell’incontro e un mondo di pace dove i credenti di religioni diverse conservano la loro identità, vivendo nel reciproco rispetto“. Ci provate da secoli a costruire questo mondo ateizzato, sincretinista, in cui la Pace non è prodotta dalla Grazia ma dal conservare la qualsiasi opinione nel rispetto umano, che sempre è stato un ostacolo per l’Evangelo. Certo, perché fuggite ciò che per gli apostati neopagani e i post-cattolici giudaizzanti, è “follìa” e “scandalo”, ma siete eternamente sconfitti perché cercate nel posto sbagliato. Ebbene anche la cantante sexy, novella apologeta e catechista per minorenni di questa controchiesa, ha avuto l’onore di commuoversi per aver cantato il capolavoro di John Lennon, altro impareggiabile apostolo che esercitò con eroismo le virtù teologali e cardinali: “ Nella sua popolarissima canzone Imagine (1971) Lennon canta: Immagina che non ci sia il paradiso[…] Nessun inferno sotto di noi, sopra di noi solo cielo […] E neanche la religione […] Potrai dire che sono un sognatore, ma non sono l’unico. Spero che un giorno ti unirai a noi, e il mondo vivrà unito. Questa è una blasfema negazione di Dio Onnipotente e il rifiuto del suo dominio sul mondo. Lennon e Yoko Ono vissero insieme per un anno mentre lui era ancora sposato con Cynthia e la Ono era ancora sposata con un regista americano. Quando Cynthia tornò da una vacanza in Grecia, trovò la Ono che viveva con il marito nella loro stessa casa. La Ono era ancora sposata con un altro uomo quando annunciò che aspettava un bambino da Lennon. La copertina, fronte e retro del beffardo album Two Virgins (Apple Records/Rykodisc 1968) ritraeva Lennon e la Ono nudi. La Ono era stata sposata più volte ed aveva avuto alcuni aborti procurati prima di unirsi a Lennon. Quest’ultimo affermò: «Intellettualmente sapevamo che il matrimonio era una stupida farsa, ma allo stesso tempo romantica. Vivemmo insieme per un anno prima di sposarci, perché eravamo legati ad altre persone da un pezzo di carta». I due si sposarono nel marzo del 1969. Nella sua canzone del 1970 God, dal suo album Plastic Ono Band (Apple/EMI 1970), Lennon dichiarò che non credeva in Dio, nella Bibbia, in Gesù Cristo. Nel suo libro pubblicato nel 1965 da Simon & Schuster A Spaniard in the Works (pag. 14), Lennon definì Gesù Cristo come «Jesus El Pifico, a garlic eating, stinking, little, yellow, greasy, fascist, bastard, catholic spaniard» («Gesù El Pifico, mangiatore d’aglio, piccolo, giallo puzzolente, unto, fascistabastardo, cattolico e spagnolo»). In questo orribile libro, Lennon bestemmia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo ribattezzandoli «Father, Sock, and Mickey Most» («Padre, Calzino, e Mickey massimo»). Anche negli ultimi giorni della sua vita, Lennon continuò a guidare i suoi seguaci all’eterna dannazione. In un’intervista concessa nel dicembre del 1980, poco prima della sua morte, si descrisse come «uno zen cristiano, uno zen pagano, uno zen marxista» o niente di tutto questo. Disse che non aveva mai incontrato un cristiano che non fosse un ipocrita bigotto.” [Fonte: CCSG
I postcattolici amano tutto questo, ma, cari signori, non si è forse già realizzato il mondo senza patrie e religione, in cui la proprietà viene lentamente tolta, in cui è rimasta la degradazione immanentizzata dell’aldilà ed in cui quasi chiunque ha dimenticato il paterno insegnamento. “Pax Christi in Regno Christi”? Avete avuto finalmente la “pace” o essa è introvabile? Non volete proprio capirlo che se la “pace” non è più il Dono della Verità, diventa solo uno metodo che distoglie gli sguardi dalla Verità? Pertanto smarrite l’una e non trovate l’altra. Ancora insistete però a cercarla eppure non la trovate mai, con le ‘preghiere interreligiose’ nei giardini vaticani o col Culto dell’Uomo, che invece offendendo proprio Colui che solo può donarla. Tornate negli spogliatoi, questa partita è persa.
                                                                               
                                                             
divorziati

11 Commenti a "La partita per la pace"

  1. #Angheran   2 settembre 2014 at 4:12 pm

    “Imagine” è veramente lo sberleffo ultimo , cimelio sessantottardo da abbinare alla bandiera “della pace”

  2. #stefano   2 settembre 2014 at 4:44 pm

    Bleah… uno schifo. D’altro canto sono ormai matematicamente certo che viviamo i tempi preconizzati da San Paolo: quelli della potenza d’inganno permessa dal Padre..restiamo ancorati ai pilastri, a Gesù e Maria, in attesa del Trionfo dei Loro Cuori Immacolati.

  3. #patrizia fermani   2 settembre 2014 at 5:59 pm

    …forse Bergoglio pensa di essere Crozza..!

  4. #Francesco   2 settembre 2014 at 8:42 pm

    Tentar non nuoce
    Visto che con la preghiera dell’otto Giugno e con la piantagione di alberelli non si è ottenuto nulla anzi, subito dopo è iniziata la guerra tra Hamas e Israele, si son detti, vuoi vedere che con una partita di calcio otterremo qualcosina in più.

    Solo che a nostro Signore non è che interessi molto il pallone.

  5. #david   3 settembre 2014 at 2:05 am

    La Chiesa, quella vera, una cosa sola dovrebbe predicare e cioè che, finché il mondo intero non riconoscerà e accetterà Gesù come unico Signore e Salvatore e come Dio sarà perennemente un focolaio di guerre. Naturalmente, la pace cui tutti aspirano, tanto decantata da questo evento sportivo, è puramente umana e nulla ha a che vedere con la pace che dà Gesù. Solo Cristo è la Via per la pace, non ce n’è un’altra. Povera Chiesa che sta cadendo a pezzi sotto i colpi efferati dell’ecumenismo e del modernismo.

  6. #cattolico   3 settembre 2014 at 9:22 am

    Spettacolo penoso e doloroso solo a guardarlo: negazione di Cristo e del Cristianesimo, oltre che del Cattolicesimo; “mala tempora currant” davvero, cari amici. L’apostasia e l’abominio si stanno rivelando apertamente, ma guai a ricordarglielo, a questi preti: ti mettono al rogo mediatico, ti sbattono fuori a calci, oppure ti commiserano. Povera Chiesa, poveri fratelli e sorelle, guidati da questi pastori. Ricordo ancora la preghiera dei fedeil di domenica 24 agosto: preghiamo il Signoei perché aiuti gli ebrei ad insegnarci a capire la Bibbia (concetto dell’invocazione). Ho scritto in parrocchia chiedendo un chiarimento “vis à vis”: si sono meravigliati, “ma lei cosa ha ascoltato?” mi hanno risposto, eludendo le mie domande. Inutile parlare con loro, non torneranno più indietro dalla strada intrapresa. Stringiamoci tra noi, amici,cari, ché la battaglia sarà dura, ma con l’aiuto di Gesù e Maria SS.ma questi signori saranno sconfitti. Pace e bene a tutti, Sia lodato Gesù Cristo.

  7. #Matteo   3 settembre 2014 at 10:08 am

    A me Bergoglio come show man piace poco (figurarsi come papa) preferisco lo stile di Fiorello che a questo punto magari potrebbe essere un validissimo vescovo di Roma utile alla causa calcistico-religiosa inaugurata del nuovo corso sudamericano…. dicono che nella partita cantanti contro attori faccia faville….. figuriamoci se si mette a giocare nella partita credenti contro atei…. sarebbe un trionfo di audience e magari scalfari pubblica un bell’insertone fotografico su Repubblica ?

    Che dire… in tempi di dimissioni tutto fa brodo….. Fiorello for Bishop of Rome ????

  8. #Marco   3 settembre 2014 at 11:46 am

    Mi aspettavo un altro evento di preghiera a livello mondiale per la pace. Qui però a furia di preghiere e digiuni non si placa una cippa…e intanto quei poveri cristi continuano a morire.
    Vorrei che il Papa tirasse veramente fuori gli attributi che soprattutto i consacrati devono avere, dicendo apertamente che è meglio fermare l’Isis con qualche bel confetto scagliato dal cielo che continuare a veder carneficine ad oltranza e per di più su gente inerme. Dove è finito il Dio degli Eserciti? La Chiesa è sempre più forte con i deboli e debole con i forti.

    • #Angheran   4 settembre 2014 at 2:19 pm

      Fino a un mese fa l’ISIS sarebbe stato scambiato per un istituto dermatologico

  9. #antonio   5 settembre 2014 at 11:56 pm

    john lennon è stato citato anche dal predicatore DENTIFRICIO padre cantalamessa. la morte violenta di lennon ( 8 dicembre) è un’ottima scusa per parlare più di lui che della madonna. questo è uno dei motivi per cui mi spiace sia stato assassinato. avrebbe fatto meno danni invecchiando . il suo assassino si è pure pentito ma è troppo tardi. imagine resta l’inno di un mondo decadente che non crede in nulla e che merita di essere annientato.