Netanyahu rilancia e fa la mega-colonia

mappa-colonie

 

Le autorità militari israeliane hanno dichiarato “area demaniale” 400 ettari tra Betlemme e Hebron, secondo il diritto internazionale terre palestinesi occupate. In tal modo, una nuova colonia si espanderà in un’area strategica della Cisgiordania, realizzando la confisca più ampia degli ultimi trent’anni. 

La nuova mega-colonia è esplicitamente una ritorsione per l’uccisione dei tre ragazzi ebrei perpetrata lo scorso giugno da una cellula armata affiliata ad Hamas. La decisione è stata definita “controproducente” dagli USA, “illegale” e “ostacolo alla pace” dalla futura “lady PESC” Mogherini.

A Gaza saranno invece necessari cinque/sei miliardi di dollari per la ricostruzione dopo che 17mila unità abitative e 231 istituti scolastici sono stati distrutti o danneggiati.

 

Fonte: Il Manifesto

Rispondi