Bergoglio abbandona il latino come lingua ufficiale del Sinodo

R600x__AP996791179265

In  rottura con il passato, Bergoglio ha deciso che il latino non è la lingua ufficiale di una riunione mondiale dei vescovi in Vaticano.

Il cardinale Baldisseri ha dato l’annuncio all’inizio del primo giorno della riunione di due settimane, conosciuto come  “Sinodo”, dove circa 200 vescovi e laici di tutto il mondo stanno discutendo questioni familiari.

L’italiano, il linguaggio colloquiale del Vaticano, è diventato da oggi la lingua ufficiale del Sinodo, ha detto.

Negli ultimi Sinodi, il latino era la lingua ufficiale dei documenti per le riunioni e alcuni dei partecipanti avevano scelto di parlare in quella lingua. Francesco ha deciso di cambiare per rendere le procedure più efficienti, hanno detto i funzionari.

Commento di RS: le plebi incanaglite e belanti plaudono entusiaste ovunque e sui social networks questo ennesimo gesto di rottura con la tradizione della Chiesa.

9 Commenti a "Bergoglio abbandona il latino come lingua ufficiale del Sinodo"

  1. #mara   8 ottobre 2014 at 12:53 pm

    che dolore

    Rispondi
  2. #bbruno   8 ottobre 2014 at 2:58 pm

    che fortuna per il LATINO!

    Rispondi
  3. #Planescisco   8 ottobre 2014 at 9:35 pm

    Ma Bergoglio ha mai studiato il latino? E quando?
    Conosce solo lo spagnolo ed un pò di italiano appreso dai genitori.
    Non parliamo poi del greco. Ricordate la figuraccia al momento dell’infelice (per la cattolicità non per lui che è allegro e felice) insediamento? Non riusciva a leggere il testo greco tra i sorrisi sprezzanti del clero orientale.

    Rispondi
  4. #Planescisco   8 ottobre 2014 at 9:45 pm

    A proposito del cursum studiorum bergogliesco.
    E ben descritto dal Socci nel suo NON E’ FRANCESCO.
    Un libro da non perdere!

    Rispondi
  5. #hidalgo   9 ottobre 2014 at 12:20 pm

    Non sa nemmeno lo spagnolo.

    Rispondi
  6. #Matteo   9 ottobre 2014 at 4:54 pm

    Altra prova evidente che sia Bergoglio che questo sinodo sono patacche.

    Rispondi
  7. #ruggero romani   10 ottobre 2014 at 6:05 am

    quod vides perisse perditum ducas

    Rispondi
  8. #Alfonso Masciocchi   14 ottobre 2014 at 8:54 am

    prudenza…. prudenza…. stiamo parlando del Papa…. fin o a che non si avra’ se mai arrivera’, un segno che e’ davvero successo qualcosa di gravissimo lui e’ il Papa…

    Rispondi
  9. #Luca   22 ottobre 2014 at 5:19 pm

    Non parliamo di tradizione… Il latino è la regola! Ma avevamo già avuto avvisaglie già dal primo giorno, quando ha rinunciato alla tradizionale omelia in latino nella Cappella Sistina

    Rispondi

Rispondi