Bergoglio: “Mondo cambiato, Chiesa non può chiudersi in presunte interpretazioni dogma”

Francesco, come riportato da America Oggi e da Il Secolo XIX, ha detto: “Il mondo è cambiato e la Chiesa non può chiudersi nelle presunte interpretazioni del dogma. Dobbiamo avvicinarci ai conflitti sociali, nuovi e vecchi, e cercare di dare una mano di conforto, non di stigmatizzazione e non solo d’impugnazione”.

Nessun commento necessario.

 

I-due-papi-incontro-Francesco-Benedetto-papa-Bergoglio-papa-Ratzinger-01

14 Commenti a "Bergoglio: “Mondo cambiato, Chiesa non può chiudersi in presunte interpretazioni dogma”"

  1. #andrea   6 ottobre 2014 at 8:25 pm

    La nuova dottrina di Bergoglio è esattamente l’opposto di quella di Cristo. Cristo perdona i peccatori che riconoscono i propri peccati e si convertono, oggi si pretende di entrare in chiesa e perseverare nei propri peccati e pensare che Dio ci accolga nel suo regno; questo è l’inganno dell’anticristo, una falsa chiesa apostata con un falso cristo, la nuova religione mondiale falsa che abbraccia tutte le religioni del mondo, la Grande Babilonia, la madre della prostituzione! l’apostasia finale che precede il ritorno di Cristo, ma Dio ha riservato per essa e per il mondo un grande castigo!Nel libro dell’Apocalisse è descritta questa grande apostasia e di come Satana sarebbe riuscito a sedere sul trono di Dio, ossia quello di Pietro. E come potrebbe riuscirci se non con l’aiuto di un impostore che siede al posto del papa legittimo detronizzato dai nemici di Cristo. Un impostore apostata che disprezza e bestemmia apertamente contro la tradizione e i dogmi della Chiesa di nostro signore Gesù Cristo, un lupo vestito d’agnello, che nel parlare pare un padre amorevole ma che in realtà colpisce a morte coloro (vedere l’esempio della persecuzione durissima contro i frati francescani dell’immacolata)che all’interno della chiesa sono rimasti ancora fedeli a Cristo!

  2. #cattolico   6 ottobre 2014 at 9:14 pm

    Una frase del genere mi suona molto come una resa di fronte al nemico, una rinuncia ad essere Chiesa Magister Vitae”. Ma, come ho detto in un commento su un altro sito tradizionalista, ciò comporterà la perdita di molte anime, incoraggiate a rimanere nell’errore, anziché a emendarsi, ravvedersi, convertirsi e cambiare vita.
    Addio al santo ammonimento, DOVERE primo della Chiesa, che viene prima di tutte le opere di carità materiale, sociale, fisica (la cura delle ferite nell’ospedale da campo). Di tutto questo Cristo Giudice chiederà pure conto a qualcuno, no?
    La Chiesa che non insegna più la vera, eterna e santa dottrina non serve più a niente, è sale che ha perso il suo sapore, come dice il Signore. Tanto vale che buttino la tonaca, pardon, il clergymen alle ortiche, e vadano a fare gli assistenti sociali, gli psicanalisti, i volontari nelle onlus (rinunciando all’otto per mille e a tutte le prebende e gli onori del loro rango). Laudeur Jesus Christus

    • #guelfonero   7 ottobre 2014 at 2:00 am

      Grazie per il commento. Piergiorgio Seveso

  3. #gabrielemarketing   6 ottobre 2014 at 10:34 pm

    Del resto fu pofetizzato

  4. #Hector Hammond   7 ottobre 2014 at 12:19 am

    Apostata lui ed ebeti coloro che gli credono , questi sono i frutti del cattolicesimo governato dalla piccola gente …

  5. #amen   7 ottobre 2014 at 10:03 am

    Ennesimo grave episodio di “solenne sciocchezza” profferita urbi et orbi da questo individuo biancovestito.

    Gli fa comodo limitarsi a dire “cambiato” perchè così evita di trarre fino in fondo le conseguenze di quello che dice: ma un cambiamento o è positivo (e si definisce “miglioramento”) o è negativo (e si chiama “peggioramento”).

    Secondo lui il mondo è migliorato? Allora dove starebbe il problema?

    Se invece è peggiorato:
    1) perchè non lo ammette apertamente dicendo “il mondo è peggiorato”?
    2) perchè la Chiesa dovrebbe assolverlo e assecondarlo?

  6. #Matteo   7 ottobre 2014 at 4:48 pm

    E’ urgente deporre l’impostore e rimandarlo quanto prima in sudamerica.

  7. #Matteo   7 ottobre 2014 at 4:50 pm

    Le presunte interpretazioni del dogma???? ahahahaha roba degna di Don Gallo… la Chiesa non può continuare a dare retta ad un impostore, ad un presunto cardinale eretico ed invalidamente eletto altro che Bergogliate.

  8. #bbruno   8 ottobre 2014 at 3:26 pm

    “Il mondo è cambiato … Dobbiamo avvicinarci ai conflitti sociali, nuovi e vecchi, e cercare di dare una mano di conforto, non di stigmatizzazione e non solo d’impugnazione”.

    Esattamente quello che ha fatto Cristo col suo tempo: e si avvicinò tanto e tanto poco stigmatizzò e nulla impugnò delle maniere del suo tempo, che lo ficcarono in Croce!

    E così fece la Chiesa nel corso della sua storia: ricordate come la Chiesa si avvicinò al nuovo mondo inaugurato da Enrico VIII in Inghiletterra??’ E anche quello era il mondo moderno del tempo! Poveri Thomas More e John Fisher… poveri Richard Whiting, Roger James e John Thorne… poveri i monaci della Charterhouse… poveri E. Campion e R. Southwell… e… e… e …: che INSENSIBILITA’ nei confronti del loro tempo!!!

    Forza Tradizionalisti “Resisti e Riconosci”: dopo che avete’resistito’, ‘riconoscete’ pure: ew baciate le mani!

  9. #bbruno   12 ottobre 2014 at 10:36 am

    e le cavolate di questo bergoglio presumerebbero l’uso dell’ intelligenza? Il dogma non è la definizione della Verità di Dio? Quindi costui metterebbe in ridicolo l’interpretazione della Verità contenuta nel dogma! E costui sarebbe papa…Ah già, papa finchè una simile cavolata non la pronuncia, come dicono, “ex cathedra”! Ma torna a rintanarti nella Loggia, essere mostruoso!

    ” E faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti.” ( e infatti ogni giorno i segni portentosi di questo Bergoglio – le fantstiche bergogliate! – vengono diffusi via media in tutto il mondo…)

    Attenzione: è scritto ” SE fosse possibile…” quindi chi si lascia ingannare dà prova di non essere tra gli eletti…Tra questi credo ci siano tutti quelli che, NONOSTANTE tutto, un simile mostro continuano a riconoscerlo papa…