Colpiti da Bergoglio sulla tomba di Ataturk? Lo aveva fatto anche Ratzinger!

 

Ieri abbiamo dato la notizia dell’omaggio di Bergoglio alla tomba del laicista Ataturk. Molti ratzingeriani d.o.c. sono rimasti scossi. C’è però un dettaglio da valutare: Ratzinger aveva fatto la stessa cosa. Immagine su Corriere.it

 

ratzinger ataturk

 

11 Commenti a "Colpiti da Bergoglio sulla tomba di Ataturk? Lo aveva fatto anche Ratzinger!"

  1. #Fiorellino Blu   29 novembre 2014 at 1:02 am

    Non mi sembra sia la stessa cosa, l’attuale Papa prega, mentre Benedetto XVI si apppoggia per toccare la corona d’allora posta sulla tomba da dei poliziotti, quello di tocccare la corona è un gesto che fanno tutti i capi di Stato in queste circostanze.

  2. #ricciotti   29 novembre 2014 at 1:13 am

    A si certo.
    È molto diverso.
    Anche pregare nella moschea ed invitare san Giovanni Battista a proteggere i maomettani.
    Vero?
    Povero Ratzinger, tutti complotti … pure i suoi libri scritti con Rahner. Anche la sua vita di Gesù dove dice che “Paolo non intendeva la Chiesa come istituzione”, ecc…
    Tutti complotti.
    😉

  3. #bbruno   29 novembre 2014 at 9:12 am

    appunto, l’associazione a delinquere ha le sue regole ferree di continuità…! E ci sono citrulli che credono che questo povero derelitto di pensionato sia il papa vero, vittima dei soprusi altrui!

  4. #Cristiano   29 novembre 2014 at 10:27 am

    Il principe del mondo si affronta, non si scappa… poi vedremo chi converte chi…

  5. #Giuliano   29 novembre 2014 at 12:38 pm

    È l’omaggio doveroso al fondatore dello stato, una forma di cortesia protocollare,come quando a Roma i politici stranieri mettono la corona alla tomba di Vittorio Emanuele II. Non facciamo i fanatici isterici e guardiamo ai problemi reali dove sono.

    • #bbruno   29 novembre 2014 at 2:24 pm

      e quindi, per ragioni “protocollari”i, non si perita di smentire platealmente tutti i suoi melensi discorsi da santa Marta contro i politici corrotti e lo sfregio alla santa natura, e va a rendere omaggio a un satrapo che ha fatto del lusso miliardario e dell’offesa alla natura la sua bandiera (il palazzo faraonico l’ha costrito sul parco pubblico…), pur di continuare a tessere la trama diabolica del mondialismo religioso: questa mattina la preghiera nella Moschea Blu ( a ripetere il gesto del suo dirimpettaio papa emerito ), questo pomeriggio la messaiola (bugnina) per i cattolici (i gonzi! ), e più tardi l’abbraccio all’amico Bartolomeo pope ortodosso!

      Non si tratta di fare i fanatici isterici, si tratta di non farsi prendere i per i fondelli…

  6. #bbruno   29 novembre 2014 at 12:44 pm

    Il principe di questo mondo lo si affronta solo per combatterlo, NON per convertirlo…Leggere un po’ le Scritture, no?!?….” Noi non dobbiamo combattere contro la carne e il sangue, ma contro i principi e le potestà di questo mondo, contro coloro che governano queste tenebre, contro gli spiriti di malizia negli spazi” (San Paolo ). Il compito del cristiano è quello di sottrarre se stesso e quanti più può al dominio di questo principe, con la Potenza di Dio.

    Questo continuo BLANDIRE “i principi e le potestà di questo mondo, e gli spiriti di malizia che vivono negli spazi”, ha solo il significato, e l’intenzione, di RESA TOTALE e di passaggio al loro completo servizio: operazione squisitamente massonica portata avanti, FINALMENTE, da questi Agenti BIANCOVESTITI delle RETI LOGGISTICHE…

  7. #bbruno   29 novembre 2014 at 10:02 pm

    “L’ islam! Questa religione mostruosa ha come sua ragione la sua ignoranza, come sua persuasione la sua violenza e la sua tironnia , come suo miracolo le sue armi, che fanno tremare il mondo e stabiliscono con la forza l’impero di Satana nell’ universo intero!” (Bossuet)

    – E questo Bergoglio Jorge, che si vuole Vicario di Cristo, che è creduto Vicario di Cristo, va a pregare nel tempio dell’ Anticristo, in società con il gran Custode di quel tempio: ambedue biancovestiti, ambedue nere figure dell’ odio a Cristo, e dei due uno più nero ancora, per la sua pretesa di rappresesentare il volto di Cristo! Infamia insopportabile!

  8. #Mardunolbo   29 novembre 2014 at 10:57 pm

    D’accordo con Bbruno che risponde a Giuliano (L’apostata) dicendo le cose come stanno !

  9. #bbruno   30 novembre 2014 at 11:45 am

    perdonate se torno sul tema, e questa volta per andare dritto al cuore del fatto ( o misfatto?).

    IL FATTO- PAPA Francesco a Istanbul:

    1) VISITA alla MOSCHEA BLU:

    -PRECEDENTI: 30 Novembre 2006: papa l’ emerito di oggi:

    Moschea Blu, il Mufti e il (Bene)detto, biancovestiti.

    All’invito del Muftì di fermarsi “a pregare”, il (Bene)detto socchiude gli occhi “unisce le braccia e si raccoglie in preghiera”…E poi, in segno di rispetto china leggermente il capo in direzione del Mirhab – la nicchia che indica la direzione della preghiera maomettana – e ringrazia il Muftì
    ” per questo momento di preghiera». – Più tardi il padre Lombardi chioserà precisando: il papa ha sostato in …MEDITAZIONE (una meditazione che gli procurava un seppure “impercettibile movimento delle labbta”… Il quotidiano turco Milliyet, uno dei più diffusi del paese,vede invece il (Benedetto) pregare proprio ” COME un musulmano”!

    -OGGI: 29 Novembre 2014: il papa di turno:

    Stessa Moschea Blu. il Muftì di oggi e il ‘papa Jorge, biancovestiti.

    Giunti alla (fatal) nicchia, il Mirhab ( vedi sopra ), il Muftì invita il ‘ pontefice’ a un momento di RACCOGLIMENTO “! (la parola gliela avrà suggerita il sempre precisino Padre Lombardi!). E, accanto al Muftì che apre le palme delle mani e recita sommessamente la preghiera “, il ‘ nostro’ china il capo e giunge le mani! Che poi giubilante si compiace dell’ adorazione fatta insieme, da aggiungere, non si dimentivhi, alla glorificazione e alla lode a Dio!- Questa volta Padre Lombardi non potrà negare la manifesta preghiera, e dovrà accontentarsi di una chiosa qualificativ?: adorazione “SILENZIOSA”! Toh!

    2)- Più tardi, incontro con Bartolomeo I, il Gran Patriarca ecumenico ortodosso ( ma attenzione alle proteste turche!), davanti al quale lo Jorge papa nostro si sprofonderà in un abbraccio caloroso, capo e zucchetto affogati sul petto patriarcale,affettuosamnete baciati…e dal quale lo papa nostro invocherà benedizione (siamo alle solite!) per sé e per la chiesa di Roma!

    3) In mezzo la messa ‘cattolica’ ( che i cattolici gonzi li trova dappertutto), presente già il Bartolomeo I…

    —-NON é questa una bella MESSA IN SCENA della ‘pièce’ mondialistica RELIGIONE UNICA PER TUTTI, dove tutto si INCLUDE e tutto si ESCLUDE? In nome dell’ azzeramento della VERITÀ?