L’ISIS è arrivato in Libia: sta già decapitando a 800 km dall’Italia

Molto ci sarebbe da scrivere – e diverse volte già lo abbiamo fatto – sulla follia dei “bombardamenti umanitari” che abbattendo Gheddafi hanno spianato la strada ai terroristi. Oggi si aggiunge un nuovo tassello nel bel mosaico della Nuova Libia Made by USA-United Kingdom-France: l’ISIS.

Da alcune fonti vicine al Califfato pare sia uscita questa dichiarazione: «L’alleanza di Ansar Beit al Maqdis in Egitto e di Ansar al Sharia in Libia e Yemen è una tripla alleanza senza precedenti nella storia dei movimenti jihadisti». 

Due giovani di 19 e 21 anni, attivisti per i diritti umani, sono stati decapitati a Derna, nell’est della Libia, zona in cui i jihadisti hanno giurato fedeltà al Califfato.

isis

 

4 Commenti a "L’ISIS è arrivato in Libia: sta già decapitando a 800 km dall’Italia"

  1. #Mardunolbo   12 novembre 2014 at 12:42 pm

    Il vecchio Napolitano ha detto recentemente che le nostre Forze armate (composte da ragazzi del Sud italia in prevalenza, che non avevano altro sbocco lavorativo) devono essere pronte all’eventualità di difendere i “sacri ” confini.
    Così come sono stati “difesi” dalla Marina che andava a cercare, nelle acque internazionali i barconi dei clandestini immigranti…
    Che bisognerebbe dire ? una frase forse più logica delle rimenate del politichese:
    SI SALVI CHI PUO’ L’Italia è alla deriva completa per via di istituzioni incapaci di fare il loro compito.

    Rispondi
  2. #Annarè   13 novembre 2014 at 3:56 pm

    Si! difendiamo con la marina i sacri confini, peccato che gli islamici sono già dentro, riveriti, coccolati, finanziati, mantenuti a scuola, nella sanità, sull’autobus., gli danno le case che negano ai nostri disoccupati gli costruiscono le moschee.

    Rispondi
  3. #Franco el Canario   13 novembre 2014 at 10:59 pm

    Un Califfo a Roma e`gia`arrivato “dalla fine del mondo”. Figuratevi se avra`difficolta`ad arrivarne un secondo, dirimpettaio delle nostre coste.

    Rispondi
  4. #Riccardo Cariaggi   14 novembre 2014 at 8:37 pm

    Purtroppo il problema è che il 50% degli Italiani non si accorge della deriva a cui siamo diretti….è questo il problema dell’Italia.

    Rispondi

Rispondi