Vietata la celebrazione della messa tridentina al cardinale Burke?

 

Doverosa premessa: è un’indiscrezione, che va presa come tale, ma, se fondata, sarebbe veramente grave.

Il cardinal Burke avrebbe dovuto, mercoledì prossimo, celebrare una messa tridentina nella chiesa parrocchiale di S. Leopoldo a Vienna, appartenente al monastero di Klosterneuburg. Sembra che la messa sia stata annullata e che il superiore di Klosterneuburg, padre Bernhard Backovsky, avrebbe personalmente vietato la celebrazione.

Credo che il fatto grave, più che nel bandire la messa di sempre, risieda nel fatto che a chiunque abbia seguito le ultime vicende, la cosa appaia più che mai verosimile. E’ il segno che l’ostracismo verso i tradizionalisti è già una realtà consolidata.


Fonte

 

 

Il cardinale Burke

11 Commenti a "Vietata la celebrazione della messa tridentina al cardinale Burke?"

  1. #Francesco   2 novembre 2014 at 6:23 pm

    Se confermata sarebbe molto grave, poiché c’è chi vorrebbe Onorare il Signore secondo la Sacra Tradizione e chi invece continua ad oltraggiarlo con ” famo quello che ci pare”, dimenticando che prima o poi i conti si pagano e, anche salati

    Rispondi
    • #cattolico   4 novembre 2014 at 8:31 pm

      Carissimo Cardinal Burke, lei è la nostra ultima speranza, l’ultima ancora di salvataggio della Chiesa. Metta in mora il VdR e i suoi corifeii e si ponga lei a capo della vera Chiesa Cattolica, seguendo l’esempio mirabile di Mons. Léfébvre !! Che Dio la benedica e punisca chi lo tradisce, per viltà, opportunismo, interesse, mala fede consapevole. Christus Vincit. Christus Regnat, Christus imperat !

      Rispondi
  2. #Leopoldo Castiglioni   2 novembre 2014 at 7:55 pm

    Sembra inverosimile ma se fosse confermata la notizia ci direbbe che la decisione è in spregio al Motu Proprio e alla conseguente e veritiera applicazione del Diritto Canonico. In definitiva nemmeno i Vescovi diocesani si potrebbero opporre, se non trovando ostacoli da azzeccagarbugli, e non davanti alle intenzioni espresse da un Cardinale di Santa Romana Chiesa, almeno stente le consuetudini millenarie. Questo superiore del Monastero è un abate? un Vescovo? o forse un povero semplice frate terrorizzato ….

    Rispondi
  3. #Daniele D   3 novembre 2014 at 10:03 am

    Una domanda: a prescindere dalla veridicità o meno dell’indiscrezione, secondo il CJC la giurisdizione di un superiore (foss’anche Vescovo o Abate mitrato) arriva al punto di vietare la celebrazione Santa Messa, per giunta ad un Principe della Chiesa?

    Rispondi
  4. #Matteo   3 novembre 2014 at 8:19 pm

    Nessuno tranne il papa può impedire ad un cardinale di celebrare dove vuole, come vuole
    e quando vuole.

    Se la notizia troverà conferma è perché il Cardinale ha deciso di rinunciare, oppure perché
    è stato fisicamente impedito.

    ——————————————
    Codice di Diritto Canonico:
    Canone 357 – § 2:
    “I Cardinali che si trovano fuori dell’Urbe e fuori della propria diocesi, sono esenti dalla potestà di governo del Vescovo della diocesi in cui dimorano in tutto ciò che riguarda la propria persona”.
    ——————————————-

    Il superiore di un ordine religioso è equiparato in termini di giurisdizione al vescovo e pertanto
    un cardinale è esente dalla potestà di governo anche in questo caso.

    Se invece si fosse trattato di un vescovo allora il divieto poteva essere opposto validamente e lecitamente.

    Se il fatto è vero il responsabile deve essere deferito al tribunale ecclesiastico per la giusta sanzione.

    Rispondi
  5. #Giuliano   4 novembre 2014 at 7:31 am

    Ma sì,mandatelo a Malta,spretatelo, a pane acqua e cilicio, rogo,dannazione eterna..

    Rispondi
    • #Tommaso Pellegrino   5 novembre 2014 at 4:11 pm

      Giuliano, il tuo commento è ironico ( cioè sei in realtà un estimatore di Burke) o davvero tifi per la persecuzione ai suoi danni e ai danni di ciò che il Cardinale stesso rappresenta? Sarò anche io ad essere duro di comprendonio, ma ciò non mi è chiaro.
      Tommaso Pellegrino – Torino
      http://www.tommasopellegrino.blogspot.com

      Rispondi
  6. #giuseppe   4 novembre 2014 at 6:45 pm

    QUESTA E’ LA CHIESA DEL FALSO PROFETA, ABBRACCIA TUTTI TRANNE QUELLI CHE SONO TRADIZIONALISTI!!! CARO FRANCESCO CONTINUA PURE MA LE PORTE DEGLI INFERI NON PREVARRANNO!!!!1

    Rispondi
  7. #cattolico   4 novembre 2014 at 8:27 pm

    e’ INCREDIBILE IL MARCIO CHE C’è NELLA CHIESA DI CRISTO! E’ UN MIRACOLO CHE IL SIGNORE NON CI ABBIA ANCORA CASTIGATI TUTTI, PER COLPA DI QUESTI TRADITORI !!!

    Rispondi
  8. #bbruno   5 novembre 2014 at 9:27 am

    no, caro cattolico, non c’è del marcio nella chiesa cattolica…il marcio che vede, che vediamo, è tutto di questa baldracca di chiesa che si è stravaccata là dove era la Sede del Beatissimo Pietro e che ora è vacante del suo legittimo titolare.

    Oh volesse il cielo che questo cardinale si prendesse tutto il coraggio in mano per condurre finalmente a viso aperto la guerra contro questa puttana di chiesa che se la fa con tutte le voglie del mondo!

    Rispondi
  9. #bbruno   8 novembre 2014 at 11:02 pm

    leggo oggi la notizia che lo Jorge papa ha destituito il card. Burke dalla carica attuale per farlo cardinale patrono delle dame di Malta! Gran prova della tenerezza di questo papa! E della quale mai avere paura! Un po’ come della serenità garantita da quell’altro pagliaccio di roma…Ma che delusione da parte del card. Burke! Così affezionato alle sue vesti purpuree? Non sarebbe stato un bel gesto restituirle e ritirarsi al vita privata???

    Rispondi

Rispondi