Il Portogallo con mozione non vincolante va verso il riconoscimento della Palestina

k21308421

 

Il Parlamento portoghese, riporta il Correio da Manhã, ha votato venerdì una risoluzione in cui si raccomanda all’esecutivo di riconoscere, in accordo con l’UE, lo Stato palestinese come indipendente e sovrano, alla stregua dei princìpi del diritto internazionale. Solo 9 membri dell’assemblea, su un totale di 230, ha espresso voto contrario.

La risoluzione era frutto di un’intesa tra i tre maggiori partiti del Paese: i socialdemocratici, i popolari (entrambi, a dispetto dei nomi, sono formazioni di centrodestra) e i socialisti. 

Solo tre giorni prima, anche la Camera bassa del Parlamento irlandese ha votato un provvedimento analogo (analogamente, non vincolante) indirizzato al governo, sponsorizzato dal partito di sinistra Sinn Fein ma approvato all’unanimità. La Camera alta (Seanad) aveva promulgato una risoluzione simile in ottobre, così come aveva fatto il Parlamento britannico (a larghissima maggioranza). Sempre nel mese di ottobre, il governo svedese ha effettuato lo step ulteriore, procedendo a riconoscere ufficialmente lo Stato palestinese. Un mese più tardi si era levata a favore del riconoscimento, sebbene in forma non vincolante e temperata da qualche caveat, anche la voce della Spagna

La lista continua e mostra un trend. In questo mese di dicembre, anche la Camera alta del Parlamento francese ha votato – con una risicata maggioranza, però – una risoluzione non vincolante che invita il governo a riconoscere la Palestina. La Camera bassa ha approvato un provvedimento analogo una settimana prima e con margini di maggioranza molto più significativi.

 

Fonte

Rispondi