[IMMAGINI] Contro la schiavitù: appuntamento interreligioso in Vaticano

 

Ne avevamo parlato ieri in questo articolo.

 

 

B32HVYwCIAA6S6K

 

Anche visivamente, l’ecumenismo erroneo pone tutte le religioni – qui rappresentate dai loro “capi” – sullo stesso piano. Al tavolo di una conferenza stampa, nelle pagine di un libretto. Seppure per una causa lodevole – la lotta alla schiavitù (v. su Twitter l’hashtag #EndSlavery) – simili metodi suggeriscono purtroppo solo una cosa: l’indifferentismo.

 

 

6 Commenti a "[IMMAGINI] Contro la schiavitù: appuntamento interreligioso in Vaticano"

  1. #bbruno   2 dicembre 2014 at 2:57 pm

    Da una chiesa che si affermanava come unica arca di salvezza, siamo passati a una chiesa che si consocia con tutte le chiese, perché tutte buone per la salvezza dell’uomo…

    da una chiesa che affermava la religione cattolica l’unica e vera, siamo passati alla celebrazione del festival di tutte le religioni…

    da una chiesa che innalzava la sua preghiera a Dio nel nome di Gesù Cristo ( “…PER CHRISTUM DOMINUM NOSTRUM”, AMEN”. ) a una chiesa che la sua preghiera la fa passare per il buco della Qibla nel nome di ‘Maometto’ …..

    DA UNA CHIESA CHE PER BOCCA DEL SUO CAPO E DEI SUOI PASTORI ERA LA VOCE CHE GUIDAVA IL MONDO, A UNA CHIESA CHE FA I SUOI PROCLAMI IN SOCIETÀ COI CAPI DELLE ALTRE CHIESE… (CHIESA CATTOLICA & FRATELLI, U.R.I.)

    Rispondi
  2. #cattolico   2 dicembre 2014 at 8:59 pm

    Non ci sono parole per definire Bergolgio e la sua strana religione, che non è la mia, perché la mia è quella del Dio fatto uomo, salvatore dell’umanità, e non di una associazione in partecipazione, amici miei. I Cattolici hanno perso la loro guida, hanno perso la loro Chiesa, si salvi chi può:

    Rispondi
    • #bbruno   2 dicembre 2014 at 9:38 pm

      cattolico, non abbiamo perso la nostra Chiesa, non abbiamo perso la nostra Guida- Gesù, abbiamo solo tra i piedi un CIALTRONE BUFFONESCO, che si aggira strascicandosi da un incontro ecumenico/mondialista all’altro, nella supposizione creata dai suoi Grandi Pupari, che lui sia il capo della chiesa cattolica e il vicario di Cristo…

      Rispondi
  3. #cattolico   4 dicembre 2014 at 9:16 am

    Bergoglio: si inchina come un peccatore dianzi al primate anglicano, ai patriarchi ortodossi (ponendoli in evidente imbarazzo), a pastore luterane, abbracciandoli e chiedendone la benedizione, ma non si inginocchia davanti al SS.o sacramento, non abbraccia i cattolici tradizionalisti (quelli del clero li epura, bastonandoli sonoramente), con i quali non si sete in comunione. Questi ultimi, anzi, li addita ai non credenti, paragonandoli ai terroristi islamici, agli assassini dell’Isis…e questo è un papa ? un cattolico ? un cristiano ? No, NO, NO, cari fratelli nella fede in Gesù Cristo, unico e vero Salvatore del mondo, questi è un vero e proprio Attila della Chiesa di Cristo. Ma anche Attila fu fermato, prima che distruggesse la città santa, e proprio da un papa, coraggioso e incurante del pericolo. Chissà ce non avvenga così anche stavolta; magari lo fermasse proprio il papa che ha rimpiazzato, colui che hanno costretto a farsi da parte per avere mano libera e portare a termine velocemente l’opera di demolizione della chiesa Cattolica.
    Ah, se il caro Ratzinger si arrabbiasse santamente, in un ultimo, coraggioso slancio di zelo per la Chiesa di Cristo (che non è proprietà privata di Begoglio e soci), potrebbe far piazza pulita in un colpo solo di cardinali, vescovi e sacerdoti modernisti (pardon, neomodernisti, o progressisti) e riportare la Chiesa al suo antico splendore, all’epoca dei papi preconciliari. Che bello sarebbe !
    Signore Gesù, Maria SS.ma, Madre della Chiesa e Madre nostra (immeritata) venite presto in nostro aiuto, affinché si possa veder realizzato questo grande sogno: la restituzione all’umanità della Vostra Chiesa, la vera Chiesa Cattolica

    Rispondi
  4. #bbruno   5 dicembre 2014 at 10:12 pm

    caro cattolico,

    1) Da uno che dice:

    ” I cristiani POSSONO E DEVONO ammettere che la lettura ebraica della Bibbia- che escludono la fede in Gesù come Messia e Figlio di Dio – è una lettura POSSIBILE…( In: ‘Il popolo Ebraico e le Sue sacre Scritture nella Bibbia Cristiana’,( Pontificia Commissione Biblica , Prefazione del card. Ratzinger, 2000)
    -quando Cristo Signore dice: “Vi dico che morirete nei vostri peccati; se infatti non credete che io sono il Messia, morirete tutti nei vostri peccati” (Gv 8,24 )….

    2) Da uno che dice:
    “Naturalmente è possibile leggere l’antico testamento in modo tale da non intenderlo nella prospettiva di Cristo.; non si può affermare che esso sia rivolto in modo inequivocabile a Cristo. E se i giudei non riescono a vedere che le promesse si sono compiute in lui, questo non è segno di una cattiva volontà da parte loro, ma è semplicemente dovuto all’oscurità dei testi… Ratzinger in ‘Dio e il Mondo’, 2000 ).
    -quando Cristo Sigmore dice:
    “Voi scrutate le Scritture … ebbene, sono proprio esse che mi rendono testimonianza.
    Non crediate che sia io ad accusarvi davanti al Padre; c’è già chi vi accusa, Mosè, nel quale avete riposto la vostra speranza. – Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto. Ma se non credete ai suoi scritti, come potrete credere alle mie parole?”” (Gv 5)…

    3) Da uno che dice:
    “ Siamo d’accordo che un Ebreo – e questo è vero anche per i credenti di altre religioni – non debba necessariamente conoscere o riconoscere Cristo come Figlio di Dio per essere salvato…(Ratzinger in (Zenith News story’, 5 Sett. 2000)…
    -quando lo Spirito si Cristo afferma:
    “.. non c’è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati”. (At 4 )….

    — come può sperare che all’improvviso possa “arrabbiarsi santamente” e ” in un ultimo, coraggioso slancio di zelo per la Chiesa di Cristo far piazza pulita in un colpo solo di cardinali, vescovi e sacerdoti modernisti (pardon, neomodernisti, o progressisti) e riportare la Chiesa al suo antico splendore… “???

    Solo il fatto che si sia dimesso (rimanendo in Vaticano e continuando a ritenersi papa… ) la dicono tutta sulla… complicità di quest’uomo con l’opera distruttiva dello Jorge Bergoglio, che lui stesso, ha contribuito a mettere in cantiere, sin dai suoi anni di giovane professore e perito conciliare e consulente di cardinali modernisti …!!!

    Rispondi

Rispondi