[ARCHIVIO STORICO] Perché il buon cristiano deve votare per il RE

votarere1small

Pubblicazione a cura di CdP Ricciotti.

  1. Perché la casa Savoia ha dato alla Chiesa: Santi, Martiri e Beati.
  2. Perché lo stesso Re Vittorio Emanuele III e la Regina Elena furono insigniti della più alta dignità cattolica.
  3. Perché Re Vittorio, sottoscrivendo i patti di conciliazione, riservò al Vaticano le maggiori prerogative che uno Stato abbia mai concesso al Pontefice, ponendo così fine al dissidio, sorto nel 1870 con l’unificazione d’Italia.
  4. Perché non è vero che i voti dati alla Stella e Corona vanno dispersi, sia perché i monarchi in Basilicata otterranno tanti voti quanti occorrono per eleggere, certamente uno, forse anche due deputati; sia perché i resti, in ogni caso, andranno alla lista nazionale.
  5. Perché un vero cattolico non può essere repubblicano: Cristo è Re, il Papa è Re.
  6. Perché le repubbliche sono il prodotto del settarismo massonico, che occultamente combatte il Trono e l’Altare. Massono certi: Nenni, Bonomi, Croce, Sforza, Pacciardi, Cianca, Nitti, Saragat, Cerabona, Conti, Parri, Gasparotti, Molè e tanti altri minori, di ogni colore politico, ma tutti repubblicani. Massoni dubbi: De Nicola, Reale, Terracini, Togliatti, Giannini. Lo stesso Garibaldi fu Gran Maestro della massoneria italiana.
  7. Perché il Re è Re per grazia di Dio.
  8. Perché la Democrazia Cristiana, ove nella Camera manchi un forte gruppo monarchico che la sostenga, sarà costretta a patteggiare coi negatori di Dio, repubblicani e marxisti, più o meno, stinti di saragattismo: o subirà i loro ricatti, o tornerà agli antichi amori coi comunisti.
  9. Perché la Democrazia Cristiana si è dimostrata debole ed incapace, rafforzando i comunisti coi propri errori, associandoli nel Governo del paese, nelle amministrazioni e nelle camere del lavoro. Ancora a Potenza continua l’ignobile matrimonio nell’amministrazione del Comune.
  10. Perché la truffa del 2 giugno è stata consumata a danno della buona fede. Tutti pretesero i voti dei monarchici e tutti nella costituente votarono le infami leggi repubblicane contro i Savoia. I partiti, che ieri ingannarono, ingannano ancora, facendo credere che i voti della Stella e Corona sono voti perduti. Solo con la presenza dei deputati monarchici nella nuova Camera sarà riproposto il ritorno al Re.

Chi non vota Stella e Corona rinuncia per sempre alla sua fede e al suo Re.

Fonte: Archivio Fam. Di Pietro

votarere2small

Di lì a poco avrebbe definitivamente trionfato il “cattocomunismo” … Documento da leggere “in assoluto” e non “nel particolare”.

3 Commenti a "[ARCHIVIO STORICO] Perché il buon cristiano deve votare per il RE"

  1. #Liso   23 gennaio 2015 at 7:57 pm

    “Perché le repubbliche sono il prodotto del settarismo massonico”…
    Mai profezia fu più profetica.

  2. #Cattolico   30 gennaio 2015 at 5:46 pm

    Peccato che i Savoia abbiano fatto l'”Italia” a braccetto con la massoneria!

    • #Isidoro   30 gennaio 2015 at 8:36 pm

      E’ stato postato in quanto documento di interesse storico, da non prendere alla lettera 🙂