[EDIZIONI RADIO SPADA] Piero Vassallo, su ‘Contravveleni e antidoti’, recensisce il nostro ‘Fascismi’

vassallo

 

Piero Vassallo è un intellettuale cattolico che non necessita di presentazioni. Lo ringraziamo per aver voluto recensire “Fascismi”, il saggio-bestseller uscito dalla penna del nostro Pietro Ferrari e giunto alla sua seconda edizione [clicca qui per acquistare una copia].

Andrea Giacobazzi, nella puntuale prefazione all’avvincente saggio di Pietro Ferrari sui fascismi (edito in Milano da Radio Spada), pone una domanda irriverente/imbarazzante, che svela la sterminata vastità del problema nascosto dietro il muro della scienza politica al potere: se era fascista il cancelliere austriaco Engelbert Dolfuss lo erano anche i suoi assassini nazionalsocialisti?

 La pedagogia insegnata nella scuola dell’obbligo fa perno su il singolare teorema, che affonda, nasconde e occulta la diversità dei fascismi in una notte tenebrosa, nella quale le molte e divergenti identità ed espressioni del vasto movimento avviato da Benito Mussolini naufragano in un’eguaglianza statutaria, che, ad esempio, abbassa, altera e avvilisce il profilo di Dollfuss facendone l’alter ego dei suoi scellerati  nemici e carnefici. 

 Ferrari osserva che l’arbitraria generalizzazione incoraggia e legittima l’uso della parola fascista come ingiuria, “una parola magica, idonea a gettare discredito nei confronti del nemico di turno. Da complessa e sfuggente categoria politologica, a semplice ingiuria”.

 

Continua a leggere la recensione cliccando qui.

Rispondi