Perché non ci piace PEGIDA

Pegida Holds First March In Leipzig

Da Cattolici fedeli alla Tradizione della Chiesa e, di conseguenza, da forti critici del liberalismo non possiamo che dirci contrari al movimento PEGIDA (Patriotische Europäer gegen die Islamisierung des Abendlandes: Patrioti Europei contro l’islamizzazione dell’Occidente), che tanta approvazione sta riscuotendo anche in Italia. Siamo abituati ad andare controcorrente e non mancheremo di farlo anche questa volta.

Grattata la superficie di non meglio precisato “identitarismo” son molti gli aspetti che lasciano perplessi circa questo gruppo tedesco in costante crescita. Innanzitutto il forte sospetto di una identificazione fallaciana del cosiddetto “Occidente” coi valori del liberalismo. “Vive la liberté!!!” era il primo post dello scorso 8 gennaio. Inutile dire che si tratti della “libertà” rivoluzionaria francese tanto sbandierata in questi giorni. “Pegida=Charlie” recitava un cartellone portato nelle piazze tedesche. Di ambigua ed ecumenica difesa della cultura “giudaico-cristiana” parla il loro manifesto, il tutto condito con un’islamofobia d’accatto, non particolarmente differente da certe tinte neocons. Insomma: cose già viste.

Molta enfasi sui sintomi, nulla sulle cause delle malattie ideologiche che affliggono il Vecchio Continente.

Pur tenendoci ad anni luce di distanza da un immigrazionismo buonista e, in ultima istanza, spietato per i popoli che coinvolge dobbiamo constatare che se PEGIDA non cambierà pelle, non potrà che essere considerato come l’ennesimo fenomeno populista dell’inizio del XXI secolo. 

Immagine

9 Commenti a "Perché non ci piace PEGIDA"

  1. #WCOOPER   13 gennaio 2015 at 7:34 pm

    … e fate bene a stare alla larga da questo fantomatico movimento PEGIDA apparso subito dopo gli eventi di Parigi e che ha tutta l’aria di essere il frutto di un’operazione preconfezionata volta a fomentare lo SCONTRO DI CIVILTA’ pianificato da tempo dall’IMPERO per la sua guerra messianica.

  2. #bbruno   13 gennaio 2015 at 8:41 pm

    sì, una volta a baluardo dalla barbarie musulmana c’era la nostra Santa Madre Chiesa, che, nello stesso tempo che Madre dei cristiani, era anche Madre dell’ Europa… E quando la situazione lo richiedeva – per difendere il suo popolo la nostra fede le nostre libertà e la nostra civiltà – non si peritava a chiamare a raccolta le forze migliori della cristianità per contrastare e respingere, in preghiera ed armi, le forze dell’aggressione….DOVE È ORA QUESTA NOSTRA SANTA MADRE??? Ne abbbiamo una miserevole contraffazione, che vergognosamente tresca con il Nemico, ed è felice di farci cadere sotto i suoi piedi !

    E nella disperazione, non ci resta che affidarci a chi? Ai Salvini alla Le Pen a Peguida! E chissà che Dio non si serva anche di queste creature ambigue per il suo disegno, come nel XIV secolo si servì di Tamerlano – maomettano per giunta – per salvare l ‘ Europa dalla presa islamica! Ma allora c’era ancora un popolo cristiano in Europa, per quanto rissoso e diviso, ma c’era anche la forza luminosa di una Santa Caterina da Siena, che instancabile predicava la Crociata, esortava i Principi Cristiani a superare le loro divisioni, per il supremo interesse dell’Europa minacciata dalla mezzaluna! Ma ora dove è un popolo cristiano, dove una santa Caterina da Siena, dove la CHIESA MADRE dell’Europa???

  3. #pacepeace   15 gennaio 2015 at 12:10 am

    Nell’ Europa odierna piu’ che dalla Mezzaluna siamo minacciati
    dalla Stella. Anche se quelli della Stella, vogliono farci credere che I loro innumerevoli atti terroristici e “false flags” siano sempre e solo prodotti della Mezzaluna!
    Sfortunatamente i beoti li credono e quelli della Stella ne beneficiano e diventano sempre piu’ potenti e guai a tentare una legittima critica. “Silenzio, Fratelli minori!” E avanti con la slow demolition della Santa Chiesa e avanti parimenti con la demonizzazione piu’ lurida e becera dell’Islam. Lasciamo che questa Stella continui ad additarci ed illuminarci la via e chissa’ dove andremo a finire.
    Non c’e’ la GIUSTA Chiesa Madre d’Europa. C’e’ una psudo-chiesa serva pavida della Stella.

    • #bbruno   15 gennaio 2015 at 9:04 am

      quella stella – cinque punte! – che campeggia anche accanto alla mezzaluna: un unico disegno!

  4. #pacepeace   15 gennaio 2015 at 12:56 am

    Grazie WCooper, sono perfettamente d’accordo con quello che hai espresso.

  5. #pacepeace   15 gennaio 2015 at 1:47 pm

    Forse. Ma per me e’ sempre e solo la dottrina della Stella che campeggia a tutto spiano e mira a dominare sul piano politico, finanziario ed economico i paesi di cultura Cristiana e di quelli di cultura Islamica. Come? Mettendo gli uni contro gli altri ed inventando lo scontro di civilta’ attraverso atti terroristici, guerre e false flags (Mossad/CIA/MI6 ecc.) di cui beneficia sempre. Inoltre crea per se stessa il ruolo di vittima di questi atti terroristici ecc. quando e’ vero esattamente il contrario. Penetra tali culture MA per stravolgerle e corromperle con una propaganda senza precedenti, infatti talmutizzandole per I suoi fini: colpire con un sasso due fave e cercare di distruggerle o quanto meno ferirle profondamente. Operazione spicologica demoniaca.

  6. #Silente   17 gennaio 2015 at 8:20 pm

    Pegida è nato ben prima della strage di Parigi. E’ da mesi che manifesta ogni lunedì a Dresda. E’ “laico” e “liberale”? Sì, ma così non può che essere in Germania, dove vigono ferocissime leggi “antirazziste” e dove la libertà di opinione viene conculcata in nome, appunto, dell’ “antirazzismo”, dell’ “antinazismo” e dell’ “antirevisionismo”. Però i militanti delle varie destre vi partecipano. E’ una realtà in crescita. Per ora, accontentiamoci.
    Certo, le ragioni dell’anti-islamismo “à la” Fallaci, liberalismo, illuminismo, femminismo, democrazia, sono ben diverse dalle nostre.
    Però, fatti i doverosi distinguo, non demonizzerei questi primi, timidi tentativi di reazione, considerato anche che le astiose reazioni della Merkel, che li ha insultati e minacciati, sono, in qualche misura, confortanti. Incominciano a temerli. Il che è molto, molto positivo.

    • #bbruno   17 gennaio 2015 at 10:39 pm

      appunto, Silente: accontentiamoci e speriamo nel buon Dio, che può servirsi anche di questi strumenti impropri, per prendersi le sue rivincite, visto che la sua Chiesa è entrata in clandestinità, non ha più nessuna voce in capitolo, estromessa finalmente dalla storia, soppiantata da una Caricatura di Chiesa, che è solo funzionale ai disegni dissolutori delle società cristiane, in attuazione da tempi antichi.

      Ma pensi un po’ come si sono ridotti questi nemici implacabili di ogni forma di dissenso dai loro schemi: a far vivere le nostre società ai lvelli massimi di allerta, la sicurezza difesa in ogni parte coi fucili spianati… Il rigore dell’ antirazzismo puntato contro la sua stessa creatura: la società meticciata! Nonsarà la ripetizione della storia dell’ Apprendista Stregone??? Geniali!