Парад Победы в Москве 2015 – Parata della vittoria a Mosca, video integrale

Парад Победы в Москве 2015 - Parata della vittoria a Mosca, video integrale

Il 9 maggio 1945 l’Unione Sovietica annunciò la fine della Seconda Guerra Mondiale e la sconfitta della Germania nazista: per il settantesimo anniversario del Giorno della Vittoria, come viene chiamata la festività negli ex stati dell’URSS, a Mosca è stata organizzata quella che il governo russo considera la più grande parata militare nella storia della Russia (fonte).

I russi chiamano da sempre la Seconda Guerra Mondiale: Grande Guerra Patriottica. Per maggiori informazioni in lingua clicca qui.

«La creazione di un sistema di sicurezza paritario per tutti i Paesi deve essere il nostro obiettivo comune, un sistema costruito su un fondamento globale e regionale, non per blocchi, per fornire una risposta adeguata alle minacce moderne» queste le parole di Putin.

12 Commenti a "Парад Победы в Москве 2015 – Parata della vittoria a Mosca, video integrale"

  1. #Mardunolbo   10 maggio 2015 at 8:52 pm

    E la Cina Popolare ha detto chiaramente che non si accetterà alcuna modifica della storia delle nazioni scritta dopo la Seconda Guerra. Ovvero, tradotto in termini occidentali, significa che non si accetterà alcuna ingerenza politico-militare tesa a modificare quanto è stato costruito con la vittoria militare della Seconda Guerra.
    E’ un monito per l’Ucraina ,ma gli Usa non hanno mai capito nè la storia, nè i popoli poichè solo il loro popolo è Il Popolo; gli altri sono plebaglia…

    Rispondi
  2. #rosy1957   10 maggio 2015 at 8:55 pm

    Se si avevano ancora dubbi, ora è chiaro per tutti: l’ Impero è tornato. Chissà se “el negher” se n’ è finalmente accorto ?
    Rosa

    Rispondi
  3. #Luigi Filippini   11 maggio 2015 at 7:51 am

    annamo bene. stiamo ad osannare i repossabili dei più colossali ammazzamenti di massa e schiavismi totalitari , cinesi maoisti e russi lenin-staliniani. complimenti al sito . Luigi

    Rispondi
    • #Isidoro   11 maggio 2015 at 11:24 am

      Se mi trova un solo articolo su Radio Spada in cui si osanna la Russia di Stalin, la Cina di Mao o il leninismo lascio oggi.
      Mentre ci pensa, la invito a guardare questo video e contestualmente domandarsi se non sia rimasto a 20, 30, 40… (faccia lei) anni fa.

      https://www.facebook.com/marina.doriomedova/videos/709758819152308/

      Rispondi
    • #ricciotti   11 maggio 2015 at 11:31 am

      “osannare” ???
      Dove?????????????????????????

      Rispondi
  4. #Luigi Filippini   11 maggio 2015 at 11:59 am

    a non li avete visti sfilare le bandiere rosse con falce e martello con cubani e cinesi gongolanti sulle tribune??!! I bei reparti dell’armata rossa in stile filologicamente corretto ??!! Tutte le balle sulla II GM sfilare in parata . Putin è hegeliano, ci siamo capiti?

    Rispondi
    • #ricciotti   11 maggio 2015 at 12:23 pm

      ma dove abbiamo “osannato”?

      Rispondi
  5. #Luigi Filippini   11 maggio 2015 at 12:09 pm

    Quello che voglio dire è che il frontre anti-usistraeliano e anmti-globaliste è sostanzialmente un fronte neo-comunista-spiritualista che si tiene in pancia orrori immani e menzogne galattiche senza averne alcun malessere. La cosa è triste. non si sà dove parare. E per completezza vorrei ricordare il regalo che putin ha fatto a Israele: casse di documentazione autentica su certi campetti tedeschi che farebbero saltare qualche altra menzognetta. Ci siamo capiti?

    Rispondi
  6. #Mardunolbo   11 maggio 2015 at 12:54 pm

    Egr sig. Filippini,non si sa più dove andare a parare, ecsluso la Fede cattolica in Cristo Re.
    per questo motivo personalmente non posso che essere contento della parata militare della ex Unione Sovietica, che alleata della Cina Pop. (comunista) fa da deterrente agli Usa massonici legati a doppio filo ad Israele ed agli abdullah in salsa sunnita che governano In Rabbia Saudita finanziando i massacratori di cristiani.
    Non pare quindi un ristabilimento di equilibri del terrore che impediscono la voragine ?
    A me sembra di sì, pur con tutti i dstinguo che si possono fare sapendo bene che Russia e Cina non sono il paradiso in terra contrapposto all’inferno americano….
    Tenga comunque presente che, nonostante sembri che Putin utilizzi la religione cristiana ortodossa per una funzione pro-governativa, di fatto la religiosità risorge e tanto in Russia. Ciò è attestato anche da cari amici che annualmente si recano in vaste fette della Russia senza soffermarsi a Mosca o S. Pietroburgo dove arrivano tutti i turisti.
    In Cina sembra si verifichi la stessa situazione e funzionari di partito si battezzano furtivamente e la gran massa ritrova la filosofia buddista.
    Ciò che succede in queste due grandi nazioni è esattamente il contrario di ciò che avviene negli Usa , dove la gran massa dei cittadini ha portato il cervello all’ammasso da decenni ed ha una religiosità superficiale dovuta al benessere e ad una sensazione di onnipotenza nazionale come benedetti da Dio, tipici della mentalità protestante,per la quale la ricchezza è il dono del Cielo ed il favore di Dio.
    Credo che un probabile , pur non auspicabile, confronto futuro possa portare alla fine della “gloriosa” nazione massonizzata e ad una grande profonda amarezza per gli americani sopravvissuti (poichè di sopravvivenza si parlerebbe dopo una guerra futura, di certo nuclearizzata almeno in parte).
    Gli orrori immani e le menzogne galattiche le hanno in pancia Usa ed Israele in primisi, poi segue la Rabbia Saudita, dietro gli altri ….
    Si ricordi che le atomiche sono state sganciate dagli Usa, nonostante la richiesta di resa giapponese, solo perchè erano stufe le mammine usa di veder morire i loro figlioletti adorati (proprio come in Vietnam e prima, in Corea), senza ottenere la resa “incondizionata” come volevano le alte sfere di comando massonico, dopo aver imposto al Giappone, la guerra !.
    Credo di aver spiegato.

    Rispondi
  7. #Luigi Filippini   11 maggio 2015 at 1:11 pm

    “Gli orrori immani e le menzogne galattiche le hanno in pancia Usa ed Israele in primis”

    in primis gli uni in primis gli altri appunto entrambi primi inter pares.
    Purtroppo pari sono. Gli unici che si salvano gli unici coraggiosi qui sono gli iraniani , ma guarda un po’.

    Cina e Russia pura dialettica hegelomarXista. Su tremende menzogne non si costruise niente.E spero che non ci sia alcun confronto.

    Non ha risposto a tutte le questioncelle che ho messo in risalto ma comunque è stato GENTILISSIMO. Auguri sinceri al sito

    Rispondi
  8. #Mardunolbo   11 maggio 2015 at 2:20 pm

    Vero! Sono gli iraniani, che , da sempre, pur islamici, sono la parte meno marcia di quella religione assassina.Da quando fermarono la carneficina di cristiani, ad opera ebraica, quando sconfissero l’impero romano d’Oriente ed entrarono a Gerusalemme (vedi “mammilla pool” ). Sono quelli che cercano di andare avanti nella produzione energetica atomica poichè si son resi conto che il petrolio finisce e finirà ovunque.
    Ma ovviamente suscitando l’odio ancor + furibondo di Israele , costruito con attentati e devastazioni sui palestinesi, essendo quelli gli “unti di Dio” mentre questi sono solo miserabili servi del potere di Sion..
    E non dobbiamo esser contenti che Russia e Cina difendano Iran e Siria dalle grinfie rapaci dei carnefici islamici prezzolati dal trio famoso, già citato ?
    E la Russia di Putin che difende l’Argentina dalla speculazione selvaggia operata da chi ha comprato a prezzi stracciati i bond-swap argentini e si è fatto fare una sentenza da giudici americani, tanto per devastare l’Argentina ?
    Non dobbiamo essere grati ?
    E l’Ucraina, ultimo pezzo dei satelliti, strappato a forza dall’egemonia storica di Mosca, perchè diventi oggetto di sperimentazione neo-liberista-capitalista alle spalle della Russia ?
    E la Nato che da progetto di difesa contro il comunismo, sopravvive e bene, in funzione anti-russa dislocando missili strategici ovunque intorno alla Russia, in funzione “antiterrorismo” ?
    Ringraziamo il Signore che ora non c’è Andropov al potere, ma un uomo attento e prudente come Putin, altrimenti saremmo già in guerra in Europa, sempre terra di sperimentazione guerresca per gli Stati Uniti.
    Cosa possono fare quelle popolazioni ucraine, ma russe e le russe che hanno contribuito con 20 milioni di morti caduti a difendere la “madre Russia” dalle armate naziste? Ritornano ad osannare il comunismo che ha dato loro la vittoria un tempo ed ora la forza contro quelli che vengono definiti, in parte a ragione, come neofascisti e neonazisti (vedi battaglione Azof, ucraino).
    Ecco perchè rivivono le bandiere rosse…come rivivrebbero le bandiere nere del fascismo se l’Italia avesse vinto la guerra!

    Rispondi
  9. #Mardunolbo   12 maggio 2015 at 11:19 pm

    altra analisi ottima sulla situazione:
    http://www.agerecontra.it/public/press40/?p=16133#more-16133

    Rispondi

Rispondi