Bergoglio chiama Emma Bonino. Danilo Quinto: ‘ma il Papa se la fa con i carnefici della vita?’

482f37f8cfc4c_normal

 

a cura di Ilaria Pisa

 

“Ieri pomeriggio ho ricevuto una tanta inaspettata quanto graditissima telefonata di Sua Santità Papa Bergoglio. Un segno di attenzione straordinaria di cui sono molto, molto grata”. Lo ha annunciato Emma Bonino intervenendo a Radio Radicale.

“Si è informato della mia salute – ha detto poi Emma Bonino – incoraggiandomi a tenere duro, cosa che sto facendo con tutte le mie forze. Mi ha rinnovato l’impegno a tenere duro perché poi l’erba cattiva non muore mai, ma mia mamma diceva che sono un’erba resistente, cattiva no”. [Fonte ANSA.it] 

“Mi ha confortato e mi detto affettuosamente che l’erba cattiva non muore – riferisce Bonino -. E poi abbiamo parlato anche di immigrazione”. Il pontefice ha poi invitato Emma Bonino a un’iniziativa per le scuole promossa dalla Fabbrica della pace. [Fonte LaRepubblica.it] 

“E gli ho ricordato anche la conversazione che abbiamo avuto in aprile e che poi propiziò la telefonata di Sua Santità a Marco Pannella, in clinica allora per un difficile intervento.” [Fonte Adnkronos]

 

Possiamo dirlo? Non siamo meravigliati. Rattristati sì, disgustati anche, ma non meravigliati. C’erano tutti i presupposti perché questo ennesimo schiaffo (alla Chiesa, alla Verità, ai cristiani, al buon gusto e al buon senso) avvenisse e diventasse rapidamente di pubblico dominio. Ne avevamo già indirettamente parlato anche alla Giornata di cultura radiospadista del 25 aprile, a Reggio Emilia, quando Danilo Quinto ha avuto modo di dire – con riferimento all’omologo colloquio telefonico avvenuto tra Bergoglio e Pannella:

«Coraggio, eh! Le starò vicino in questa sua lotta all’ingiustizia», dice il Papa a chi [Pannella, ndr] ha voluto leggi di morte, a chi ha distrutto la famiglia naturale, a chi concorre a diffondere la cultura omosessualista ed eutanasica. Così, si legittimano sia il personaggio sia l’intera cultura che questi esprime. Si attenta alla Verità. La telefonata al leader radicale del Papa – ringraziato perfino dal Presidente della Repubblica e preparata da una sponda e dall’altra, da molti personaggi che si sono mobilitati perché avvenisse, la stessa Emma Bonino ha ammesso, il 27 novembre 2014, che è stata lei a telefonare al Papa perché a sua volta chiamasse il leader radicale – s’inserisce nel contesto dell’accondiscendenza alla cultura della morte espressa in decenni di attività politica e pubblica dal leader radicale in questo contesto ed è un bene che vi sia stata. Perché chiarisce in modo definitivo ed inequivoco, la situazione attuale della Chiesa Cattolica fondata da Gesù. Viene tradita la Verità, quella di cui il Vicario di Cristo deve essere depositario e si mettono sullo stesso piano i carnefici (che vengono esaltati) e le vittime (che vengono ignorate). Diventano orpelli a confronto di quello che è avvenuto, le posizioni di coloro che da cattolici – insieme ai loro interessati corifei – esaltano e divulgano la piena applicazione della 194: sono solo i battitori di una strada che porta direttamente all’Inferno.
Nessuno nel mondo cattolico – tranne isolatissime e nobili eccezioni – ha speso una parola per stigmatizzarla. Questa volta, neanche coloro che ogni giorno provano a spiegare – utilizzando bizzarri e inquietanti contorsionismi – quel che dice o quel che fa questo Papa, hanno aperto bocca. L’assordante silenzio che si è manifestato di fronte ad un fatto di questa portata – anche il silenzio ha una sua convenienza – è un bene perché si chiariscono le parti tra chi sta con il bene e chi con il male.
Si può davvero credere che se Emma Bonino e Marco Pannella non avessero trovato in questi decenni un’opposizione del tutto inconsistente alle loro battaglie anti-umane, avrebbero potuto conseguire le loro vittorie? Il leader radicale oggi non ha neanche più bisogno di evocare i diritti cosiddetti civili, che sono divenuti “patrimonio della coscienza di tanti”, un “fiume carsico”, come lui sostiene, perché all’interno del mondo cattolico vi sono state connivenze e complicità. Verrebbe da dire che se i militanti dello Stato Islamico – quelli definiti terroristi, perché è proibito pronunciare il termine Islam – davvero conoscessero il mondo cattolico,  risparmierebbero il denaro per l’acquisto di kalashnikov,  pallottole e bombe con il proposito di annientarlo, perchè i cattolici sono fuggiti da molto tempo dal campo di battaglia e si sono già eliminati da soli.

 

86 Commenti a "Bergoglio chiama Emma Bonino. Danilo Quinto: ‘ma il Papa se la fa con i carnefici della vita?’"

  1. #jane   2 maggio 2015 at 4:05 pm

    il papa non dovrebbere essere giudato dallo Spirito Santo ? Ma questo signore che dice e che dicono essere papa , da che spirito è guidato ? La signora in questione è o no una abortista e lei stessa fece aborti con la pompa della bicicletta ? Non è in favore della morte libera ? “pro froci” e compagnia bella ? Non sarebbe meglio che il papa cercasse di convertirla invece di applaudirla ?. Ma non sa che lui dovrà rendere conto a Dio dell’ anima della Bonino ? Ma che razza di vescovo di Roma è questo signore ?

    Rispondi
    • #Agostino Arciprete   2 maggio 2015 at 4:51 pm

      Infatti non lo è! Chi dice il contrario bestemmia il Dogma proclamato solennemente nel Concilio Vaticano (quello vero: anno 1870) e si pone fuori dalla Chiesa cattolica … sembra paradossale ma è proprio così che dice il Magistero! Quindi tranquilli … può dire tutto quello che vuole! Oremus pro beatissimo Papa nostro Gregorio; Dominus conservet eum, et benedicet eum, et beatum faciat eum in terra et non tradat eum in animam inimicorum eius.Amen.

      Rispondi
      • #jane   2 maggio 2015 at 5:22 pm

        Se ” quel signore di cui sopra citato ” non è nel giusto, anzi è palesamente contrario alla Verità rivelata , ma che ci stanno a fare tutti i cardinali e i vescovi , se non sono in grado di fare luce e nemmeno di difendere la Verità, non è meglio che diano le dimissioni e se ne vadano magari all’ isola di patmos assieme alla gatta ipazia a fare la bella vita ? Tanto l’ inferno non esiste e quindi nemmeno il purgatorio, e in paradiso ci vanno tutti gli altri ( mussulmani, luterani, boniniani, panelliani , bosiani etc. etc. ) noi no. Sveglia presbiteri del Signore, sveglia prima che siano le trombe del giudizio a suonare. !!!!!!!!!!

        Rispondi
  2. #Riccardo   2 maggio 2015 at 6:41 pm

    Questo Papa desidera solo rendersi simpatico al Mondo.

    Rispondi
  3. #Attilio Negrini   2 maggio 2015 at 8:16 pm

    Per favore Danilo, il papa può chiamare la Bonino e anche Pannella, può comunicare con loro e magari aiutarli alla conversione, pur non approvando ciò che fanno e dicono. Quando parli di “veri cristiani” ricordati che quelli veri, cioè i cattolici, non giudicano il papa, gli vogliono bene e se non capiscono qualcosa devono avere l’umiltà di stare zitti. Te lo dico da amico.

    Rispondi
    • #Riccardo   2 maggio 2015 at 9:28 pm

      Se il Papa dice e fa cazzate io lo giudico eccome! E’ lui che dovrebbe avere l’umiltà di stare zitto visto che quando parla fa solo danni.

      Rispondi
      • #bbruno   3 maggio 2015 at 5:59 pm

        Riccardo come fai a giudicare un papa??? Se lo riconosci come papa, lo devi ascoltare e gli devi obbedienza, se dice e fa cazzate – concerneti la fede – non è papa: ditegli che si tolga di mezzo e vada a pascolare il suo gregge – quello degli Scalfari dei Pannella e delle Bonino e dei… dei…- da un’altra parte, non dalla Sede del Beatissimo Pietro, che lui occupa abusivamente!

        Rispondi
    • #paulus   2 maggio 2015 at 9:54 pm

      Sì è vero, stiamo zitti, lasciamo parlare la Madonna apparsa a La Salette: “Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’anticristo”.

      Rispondi
    • #bbruno   3 maggio 2015 at 5:54 pm

      aiutarli alla comversione?!? Ma non facciamo ridere: costui li elogia per la loro opera di promozione dei diritti umani: ABORTO in primis! e la Bonino si vanta di avere essa stessa praticato questo bel diritto di UCCIDERE! un papa che si complimenta con degli assassini, di legge e di prassi: qui c’ è proprio da piangere…USQUE TANDEM???

      Rispondi
  4. #Lin   2 maggio 2015 at 8:36 pm

    Jane, ricorda che Gesù andava in giro tra le prostitute e la gente mormorava contro di lui dicendo proprio quello che stai ora dicendo tu. Spesso, più che un “ti ordino di convertirti!” fa molto meglio un “ho sentito che stai male, riprenditi, ti penso e pregherò per te”.
    Pace 🙂

    Rispondi
    • #Riccardo   2 maggio 2015 at 9:26 pm

      Gesù cercava i peccatori per convertirli. Bergoglio li cerca per dar loro una pacca sulla spalla avallando le loro idee. Questo Papa è un pericolo pubblico.

      Rispondi
      • #Mardunolbo   2 maggio 2015 at 11:35 pm

        Giusta risposta Riccardo! Io arrivo a dire che queste evidenze mostrano che più che papa è un anticristo secondo la Madonna di La Salette…

        Rispondi
  5. #jane   2 maggio 2015 at 9:25 pm

    Mamma mia ragazzi , che santi!!!!!!! jane

    Rispondi
  6. #Danilo Quinto   2 maggio 2015 at 9:44 pm

    Caro Negrini, stai pur certo che quando il Signore vorrà, mi farà tacere. Intanto, dice il Vangelo di Giovanni (4,23): “Ma è giunto il momento ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità: perchè il Padre cerca tali adoratori. Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità”. Gesù, quando parlava ai peccatori, predicava. Non esiste nel Vangelo una sola volta la parola “dialogo”. Ai Suoi discepoli ha detto “Andate e predicate…”.
    Non giudico il Papa, nè te, ma sono certo che tutto – proprio tutto – verrà tenuto in conto, perchè il Signore è infinita Giustizia e infinita Misericordia. E visto che ci siamo, ricordiamo quel che dice Dio (San Paolo, Lettera ai Romani, 9,15): “Farò misericordia a chi voglio fare misericordia, e avrò pietà di chi voglio avere pietà”.

    Rispondi
  7. #Mardunolbo   2 maggio 2015 at 11:32 pm

    Ben detto Danilo Quinto ! rimango sbalordito a leggere qualche commento così presuntuoso e cretino al suo articolo, chiaro e pacifico !
    Ma la malizia delle menti tortuose e false non ha limite….

    Rispondi
  8. #jane   3 maggio 2015 at 6:24 am

    Caro Lin, dov’è il passo del Vangelo in cui Gesù ” andava in giro tra le prostitute ” .?

    Rispondi
    • #Lin   3 maggio 2015 at 7:38 pm

      Intendevo dire che non condannava, non giudicava, Jane. Il giudizio finale sarà di Dio, non dell’uomo. Io non approvo le idee della Bonino, ma cerco di applicare sempre il sermone della montagna. Un Papa che telefona chiedendo “Come Stai”? a un nemico è fare ciò che Gesù insegna: amare i nostri nemici, fare del bene a coloro che ci maltrattano, BENEDIRE CHI CI MALEDICE e non giudicare, non condannare, perdonare.

      Rispondi
      • #Davide   6 maggio 2015 at 6:59 am

        Lin, concordo con te.
        Lo sai, ho l’impressione che alcuni non riescano o non vogliano vedere le varie forme di amore che il papa ha per il prossimo, specie se “nemico”.
        E secondo me queste persone non riescono o non vogliono vederlo perchè sono piene di preconcetti e livore e non hanno il cuore in pace con se stesse.
        Che il Signore abbia misericordia di loro!

        Rispondi
  9. #M.C.   3 maggio 2015 at 7:38 am

    Bergoglio sempre dalla parte dei nostri nemici. Questa non è carità cristiana, ma stupidità che non porta conversioni (la Bonino resterà atea e impenitente) e invece scandalizza i battezzati. A braccetto con Scalfari, Pannella e Bonino… si va giù dove fa caldino.

    Rispondi
    • #bbruno   3 maggio 2015 at 4:42 pm

      ma Bergoglio papa francesco fa comunella con quelli: è il capo della claque anticattolica e anticristiana: prendiamone atto. Sono ormai 60anni che abbiamo di questi tromboni a capo della sedicente chiesa cattolica, quella di lor creazione: purtroppo non siamo ancora stati capaci di smascherarli! Che a farsi benedire – o salutare – da questi papi in maschera ci vadano gli Scalfari i Pannella e ora le Bonine…

      Rispondi
  10. #Filippo Fiani   3 maggio 2015 at 9:25 am

    “A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano”

    … poi se uno non ascolta …

    Rispondi
    • #jeannedarc   3 maggio 2015 at 9:46 am

      e il bene della Bonino qual è? il bene vero, non la melassa-buonista.

      Rispondi
    • #Cristina   4 maggio 2015 at 2:02 pm

      Si, hai ragione, questo è il Vangelo di Gesù. Ma di fronte ad un Papa che dice che si vorrebbe inginocchiare e ADORARE un povero io ho delle perplessità perché dobbiamo adorare solo Dio è il primo comandamento dice:” non avrai altro Dio all’infuori di me”.

      Rispondi
      • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 2:13 pm

        Al di là del fatto che il Papa ha detto “venerare” e non “adorare” qui ci si trova di fronte a due problemi:
        Il primo che è quello del cercare per forza di cambiare discorso con un “si hai ragione, ma”; “ma” cosa? “ma” io non mi accontento della Verità e mi cerco la mia che mi fa più comodo piuttosto che ammettere che ho torto.
        Il secondo è che se non si riesce a leggere l’invito del Papa nel vedere Cristo nel fratello bisognoso allora si può chiudere la partita, fare armi e bagagli e avviarci da soli alla porta dell’inferno, perché è Gesù stesso che si personifica nel povero e nel malato quando molto semplicemente ha detto : “Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. 37Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? 38Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? 39E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? 40Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me.”.
        Allora, nella VENERAZIONE del povero c’è l’adorazione di Cristo e nella TELEFONATA alla Bonino c’è la visita al malato.

        Rispondi
        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 2:39 pm

          nella telefonata alla Bonino c’è la visita al malato, la conferma di quanto la sua malattia è bella e di quanto è bravo il malato a tenersi la sua peste. un atteggiamento che in qualunque medico provocherebbe quanto meno un richiamo formale dell’Ordine, se non una denuncia penale 😛

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 3:07 pm

          Forse mi sto perdendo qualcosa. Avete una trascrizione della telefonata? perché da quello che ho letto io (riportato dalla Bonino) sembra che l’invito del Papa sia stato quello di “tenere duro” riguardo alla malattia.
          Dove viene fuori che il Papa l’avrebbe esortata a continuare le sue battaglie politiche e sociali?

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 3:09 pm

          la trascrizione è contenuta in un nostro articolo di ieri firmato da Danilo Quinto

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 3:36 pm

          Sempre nel rispetto suo e di Danilo, mi permetto di dire che la trascrizione della telefonata raccontata dalla Bonino mi sembra un punto di partenza fallace per costruire tutto questo castello.
          Questo senza tenere conto che in quello detto dalla Bonino, non c’è esortazione a continuare a “lavorare di pompa e barattolo”.
          Abbiate pazienza, ma ci vedo della malafede.

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 5:12 pm

          ma è ovvio che non c’è esortazione a fare aborti. il modernismo mica si muove in modo sfacciato, lavora ai fianchi delle cose, sempre. ripeto per l’ennesima volta: ce lo vedete un Papa a scrivere a Depretis malato (poniamo), o a Crispi, che erano quasi più anticlericali e antipapisti dei Radicali? qui misericordia etc non c’entrano NULLA.

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 8:46 pm

          Ripeto, state prendendo le parole della Bonino che di sicuro non ha lasciato cadere l’occasione di tirare l’acqua al suo mulino.

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 9:39 pm

          ma questo nessuno lo nega. tuttavia la telefonata e la partecipazione annunciata sono fatti che urlano. come la mettiamo?

        • #Cristina   4 maggio 2015 at 2:58 pm

          Devo dire che spiegato così mi sembra meno brutto l’atteggiamento del Papa, anche se devo dire che ci sono malati, affamati e prigionieri di serie B, quale ad esempio il marito e la figlia di Asia Bibi, prigioniera da 6 anni nelle prigioni pakistane, torturata quotidianamente per non rinnegare Cristo, ai quali è dovuta bastare una stretta di mano invece di un’udienza privata per incoraggiare questa povera famiglia, udienza privata riservata a Rita Pavone, alle coppie transessuali, alle coppie gay( con questo non voglio dire che non dovesse farlo, per carità) ma forse questa famiglia martirizzata ora, in vita, un padre solo con 5 figli( mi pare) meritava qualcosina di più. O no?

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 3:18 pm

          Il mondo è così vasto che qualunque cosa si dica c’è sempre qualcosa che poteva essere fatto al posto di qualcos’altro.
          Asia Bibi, certo degnissima, ma perché c’è solo lei in carcere? E i parenti dei cristiani affogati e decapitati? E il padre de La Manif in carcere in Francia? E il genitore tedesco messo in galera perché non mandava la figlia ai corsi gender?
          Sono andato a braccio.
          Lista alla mano, con un ufficio di relazioni si potrebbe passare la vita a stringere mani e telefonare al mondo.
          Credo che dovremmo analizzare il semplice fatto senza cercare termini di paragone. Rischiamo di perderci.

        • #Cristina   4 maggio 2015 at 3:31 pm

          Sono d’accordissimo su quanto scrivi, ma non so perché mi sarei aspettata una giornata di preghiera, magari( anziché un concerto) indetta dal Papa per tutti i cristiani uccisi, perseguitati, per tutte le ragazza rapite, violentate, vendute perché cristiane.. Sappiamo bene qual’è la forza della preghiera universale. Questa per me è stata una delusione, una delle tante, non sto a farne l’elenco per non tediare nessuno.

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 3:44 pm

          Ma più di un Giubileo straordinario della Misericordia?
          Siete incontentabili …

          http://it.radiovaticana.va/news/2015/03/14/un_anno_santo_della_misericordia_lo_annuncia_papa_francesco/1129277

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 5:10 pm

          ma la Misericordia è un diritto quesito, tipo usucapione? o un dono che Dio nella Sua Grazia dispensa come e quando vuole in relazione al nostro pentimento?

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 8:48 pm

          Ma perché tu pensi di poter fare qualche cosa che Dio non ti doni? Pensi di poterti alzare domani se Dio non ti pensa e non continua a volere la tua libertà? Dio dona a chi vuole certo, ma di più a chi chiede.

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 5:15 pm

          infatti personalmente non amo il benaltrismo e sono stata aderente ai fatti di cui parliamo. Bergoglio agisce in modo QUANTO MENO STRANO da quando è stato eletto. niente di nuovo per certi versi (turboecumenismo, ambiguità o erroracci dottrinali, appartenevano anche ai predecessori) ma questa sorridente prossimità al peggio del peggio (e non pubblicani, straccioni e prostitute ma BarbaPapà Scalfari, Marco Pannella e Emma Bonino, tutti molto in vista e molto cool) è una novità da guardare con attenzione. poi, che ci sia chi saluta con favore il disgregarsi dell’immagine pubblica della Chiesa cattolica, è indubbio. ma almeno tra di noi possiamo dirci le cose come stanno? o dobbiamo stappare champagne con un sorriso ebete, anche quando dal quartier generale ci sparano contro?

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 8:45 pm

          E ti sembra che un giornale on-line sia dirselo tra di noi? Permettere questo becerume nei commenti è un confronto costruttivo e sereno?

        • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 9:40 pm

          becerume?

        • #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 10:34 pm

          In senso lato: mercato

        • #bbruno   4 maggio 2015 at 5:03 pm

          che il Bergoglio non si curi più di tanto dell’ Asia Bibi, è tutto vantaggio di Asia Bibi! Ah, già dimetocavo, il Bergoglio ha a cuore le sue pecore malate, per farle crepare nella loro malattia! Non ha detto che basta l’idea che ognuno ha del bene per giustificatlo? L’ omo salva se stesso, Dio ratifica l’idea di ciscuno: la justificatio ex se!

  11. #lister   3 maggio 2015 at 10:12 am

    Grande, Danilo!
    Non dar retta a quel finto amico, tal Attilio Negrini.
    Continua così, non zittire come ti consiglia costui.
    Gridalo al Mondo: “Questo (non) papa non ci piace!”

    Rispondi
  12. #Silvanik   3 maggio 2015 at 11:03 am

    il perito chimico argentino, eletto dai suoi fratelli grembiulini, deve “portare a termine” delle cose, poi volerà via in Sudamerica “a farsi adorare” da luterani, pentecostali e neocatecumenali ( quelli che seguono l’ex-suora e l’imbianchino)

    Rispondi
  13. #bbruno   3 maggio 2015 at 11:52 am

    l’ha esortata a “tenere duro”! Nella sua depravazione, di abortista pubblica e privata?…

    Ma su smettiamolo di chiamarlo papa, che non vogliamo mancargli di rispetto, che non ci piace ma pazienza e non-sense del tipo…: costui è l’ abominio della desolazione nel tempio di Dio! Finchè lo riconoscete, pur criticandolo (con rispetto, certo, mancherebbe! ) lui continuerà a impervesare senza freni!

    Rispondi
  14. #Cristina   3 maggio 2015 at 1:46 pm

    Di sicuro non lo guida lo Spirito Santo. È semplicemente terribile, che Dio ci aiuti

    Rispondi
    • #bbruno   3 maggio 2015 at 4:33 pm

      e chi guida quelli che lo riconoscono, pur criticandolo, papa della Chiesa di Dio? Non dice Cristo Signore: il vostro parlare sia sì si, no no?… che parlare è mai quello di chi dice ” resistiamo, ma riconosciamo”? Come si fa a riconoscere papa uno che dobbiamo poi criticare? Davvero “il di più viene dal Maligno”, come certi atteggiamenti contradditori…

      Rispondi
  15. #beatrice   3 maggio 2015 at 5:56 pm

    forse è per chi la pensa come voi che il Papa ha voluto il giubileo della misericordia.

    Rispondi
    • #jeannedarc   3 maggio 2015 at 7:10 pm

      allora stiamo a posto

      Rispondi
    • #bbruno   4 maggio 2015 at 8:33 am

      della misericordia del tuo papa francesco non so che farmene: io ho bisogno della misericordia di Dio, che è sempre pronta per chi a Lui si rivolge con cuore pentito. Quella di Bergolio vostro è un imbroglio, come imbroglio è il suo stesso stare sul luogo della sede di Pietro!

      – E poi scusi, lei prima di fare appunti legge i commenti che appunta? Per esempio che significa, mi dica, dalla sua ‘parrocchiona’ ( le nostre si sa sono ‘parrocchiette’), la frase di Cristo Signore: “se non vi pentirete, morirete tutti allo stesso modo “? Qui è la vera misericordia: quella che ci ammonisce perché ci convertiamo e abbiamo la Vita. …

      Mi dica lei ancora, e stia al punto, che significa, da parte di un papa, come voi lo chiamate, elogiare la lotta per i diritti civili condotta da Pannella, il grande compagno di lotta della Bonino,quei diritti che hanno il nome di aborto, droga libera, amore libero??? Dove è il richiamo alla conversione? E il bergolio vostro ha il coraggio di parlare di misericordia??? Forse intende quella che ci porta tutti, lui per primo, alla Morte??? Ma che la smetta!

      Davvero un grande Imbroglio questo Bergoglio vostro! Come il suo paradiso! Contenti voi…

      Rispondi
  16. #Roberto Passi   3 maggio 2015 at 6:49 pm

    Scherzate o state parlando seriamente? siamo Cristiani o farisei? stiamo dalla parte del bisogno o ci sentiamo superiori? Stiamo con i peccatori o ci piace stare chiusi nelle nostre parrocchiette?

    Rispondi
  17. #Dragu   3 maggio 2015 at 9:27 pm

    Con questi gesti, questo Papa chiude la bocca a tutti i nemici. Il colmo è che costoro non si sentono incoraggiati da Lui nella loro strada di perdizione. Grande Papa, penso che vi sbagliate nel giudicarlo ancora.

    Rispondi
  18. #Iris   3 maggio 2015 at 10:18 pm

    Forse il papa doveva specificare in che cosa la signora Bonino doveva “tenere duro”. Deve continuare a darsi da fare con barattolo e pompa di bicicletta siccome c’è sempre più obiezione di coscienza nelle istituzioni delegate a compiere aborti? Del resto ci sono sedicenti credenti che definiscono l’aborto una conquista della civiltà moderna, così pure la sodomia legalizzata e la vendita di uteri, ovuli, sperma.. I primi cristiani erano, a definizione dei pagani ,”coloro che non uccidevano i loro bambini e non abortivano le proprie creature”.

    Rispondi
  19. #Mardunolbo   3 maggio 2015 at 10:45 pm

    Le parrocchiette non esistono più; sono state spente dai novelli sacerdoti della novella chiesa ecumenical-massonica.
    Il papa non cè più come papa se non come presidente di assemblea vescovile de Roma.
    I farisei ci sono ancora e sono gli pesudocattolici che considerano i giudei come fratelli maggiori con l’Alleanza antica ancora attuale.
    Gli scribi esistono pure e sono quelli che scrivono libri per mostrare la rovina della chiesa dicendo che i papi ,però, sono veri papi.
    Il bisogno è dalla parte delle povere anime di cattolici e di abortiti che non hanno nessuno che li guidi, non certo dalla parte di immigrati che pagano 8.000 euro per arrivare furtivi in Italia o per le Bonino che incassano milioni dallo stato e senza pentimento declamano le loro perversioni (aiutate mediaticamente da un papa che telefona rafforzando le loro idee).
    Chi ha orecchie per intendere intenda !

    Rispondi
    • #Cristina   3 maggio 2015 at 11:44 pm

      Il Papa si è informato sulla salute della Bonino, è come la mettiamo sulla “salute” dei bambini abortiti che lei stessa ha trucidato?

      Rispondi
    • #bbruno   4 maggio 2015 at 8:43 pm

      le parrocchiette e le parrocchione non esistono più, ma certamente esiste ancora almeno “una manciata” di cattolici a dimostrare la indefettibilità della Chiesa, che i cancelli dell’inferno non prevalgono! Anche nei tempi presenti, ben più drammatici per la fede di quelli di sant’ Atanasio, perché oggi il dramma comincia proprio dal luogo stesso della prima sede Apostolica:

      Parole di S. Atanasio ai cristiani che soffrivano sotto gli ariani:

      “Che Dio vi consoli! … Quello che rattrista … è il fatto che gli altri hanno occupato le chiese con violenza, mentre in questo periodo voi vi trovate fuori. E’ un dato di fatto che hanno la sede, ma voi avete la fede apostolica.

      Possono OCCUPARE ( come lo sono già) le nostre chiese, ma sono al di fuori della vera fede.
      Voi rimanete AL DI FUORI DEI LUOGHI culto, ma la fede ABITA in voi.

      Vediamo: che cosa è più importante, il luogo o la fede?
      La vera fede, ovviamente: Chi ha perso e chi ha vinto in questa lotta – quella che mantiene la sede o chi osserva la fede?

      È vero, gli edifici sono buoni, quando vi è predicata la fede apostolica; essi sono santi, se tutto vi si svolge in modo santo …

      Voi siete quelli che sono felici, voi che rimanete dentro la Chiesa per la vostra fede, che mantenete salda nei fondamenti come sono giunti fino a voi dalla tradizione apostolica, e se qualche esecrabile gelosamente cerca di scuoterla in varie occasioni, non ha successo.

      Essi sono quelli che si sono staccati da essa nella crisi attuale. Nessuno, mai, prevarrà contro la vostra fede, amati fratelli, e noi crediamo che Dio ci farà restituire un giorno le nostre chiese.

      Quanto i più VIOLENTI ( e qui ne abbiamo le prove tutti i giorni) cercano di occupare i luoghi di culto, ( non solo ma si spacciano per cattolici) tanto più essi si separano dalla Chiesa.

      Essi sostengono che rappresentano la Chiesa, ma in realtà sono quelli che sono a loro volta espulsi da essa e vanno fuori strada.

      Anche se i cattolici fedeli alla tradizione sono ridotti a una MANCIATA, sono loro che sono la vera Chiesa di Gesù Cristo. (Coll. Selecta SS. Eccl. Patrum. Caillu e Guillou, vol. 32, pp 411-412). ”

      Che queste parole ci consolino e ci rafforzino nella fede.

      Rispondi
  20. #Antonio Zampetti   4 maggio 2015 at 1:05 am

    Tanto per fare un po di chiarezza, questo Papa non sta facendo altro che rispecchiare le parole di Cristo:”Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” e gli attori in questione, per la Chiesa sono i malati bisognosi di cure. Nulla da ridire, quindi all’azione del Papa dettata sicuramente dallo Spirito Santo e se la Bonino insieme all’amico Pannella sono intelligenti non lasceranno cadere questa opportunità di rimettersi in grazia di Dio

    Rispondi
    • #bbruno   4 maggio 2015 at 1:00 pm

      e allora che li curi!

      Eccome poi, se elogia la loro malattia???

      Rispondi
      • #Davide   5 maggio 2015 at 11:30 am

        “Si è informato della mia salute – ha detto poi Emma Bonino – incoraggiandomi a tenere duro, cosa che sto facendo con tutte le mie forze”
        A me non sembra che abbia mai elogiato le loro politiche abortiste. A me sembra invece che abbia semplicemente detto alla Bonino di tenere duro per il suo tumore.

        Rispondi
        • #bbruno   5 maggio 2015 at 1:26 pm

          e perché alla Bonino, e con tanta solennità? quanti sono nel mondo che hanno un tumore, e hanno bisogno di incoraggiamento: ci dobbiamo aspettare che il papa scriva a tutti per esortarli a tener duro??? Ma si sa la Bonino è una pecorella speciale: lei non si è mai sognata di dire alle donne incinte – e a se stessa – di tener duro e resistere alla tentazione di far fuori il proprio nascituro, una vita d’uomo! Bergoglio la dia da bere a chi è dosposto a bersela: sempre con questa storia che bisogna saperlo interpretare!: ma vada al… Non è il papa che deve chiarire i pensieri confusi? Ma adesso il compito è passato dalla parte di chilo ascolta, e noi qui a litigare sul senso vero delle sue parole e delle sue azioniIII! Convocheremo allora un consesso annuale per stabilire il vero quid inteso da tanto oracolo??? …,Quando è fin troppo chiaro dove vuole parare questo bell’imbusto!

        • #Davide   5 maggio 2015 at 3:18 pm

          Il papa ha fatto una telefonata alla Bonino (come spesso fa telefonate, anche ad altri). Ed è stata la Bonino a chiedere che questa potesse essere resa pubblica, ed il papa in tutta gentilezza glielo ha concesso. Nessuna “solennità” da parte del papa.

          E’ ovvio che ci sono molti malati, mica può visitarli tutti! Lui vuole dare un esempio, e ci sono altri nella Chiesa che aiutano i bisognosi in tutto anonimato, e di cui forse non sapremo mai nulla.

          La Chiesa che lui vuole è fatta di persone che stanno in mezzo alla gente, che hanno le “mani sporche” perchè aiutano le persone. Per troppo tempo nella Chiesa ci sono stati più “burocrati” che “praticanti”!
          Papa Francesco: «La Chiesa non cresce per proselitismo, ma per attrazione, così che tutti dicano: “Vogliamo venire con voi”».
          E poi il nome Francesco è tutto un programma, in riferimento al Santo di Assisi…

          Inoltre egli esercita la sua funzione come meglio crede, non secondo una logica di mercato del dare-avere, non fa le cose perchè si aspetta una conversione, da per amare, un amore gratuito punto e basta.
          Se poi ci sarà una conversione meglio, ma non è quello l’essenziale!

          Secondo me il papa ha seguito quello che diceva Gesù “non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati”. Ovviamente non solo malati fisicamente, ma anche spiritualmente.

          Come S.Francesco diceva “fa di me uno strumento della tua pace” e poi “fa’ ch’io non cerchi tanto: Essere consolato, quanto consolare, essere compreso, quanto comprendere, essere amato, quanto amare”.
          Per tale motivo, secondo me, più riceverà critiche, più sarà spinto ad agire per dare l’esempio “concreto”.

          E se proprio uno ha dei dubbi ci sono molteplici canali ufficiali della Santa Sede a cui rivolgersi, a cominciare dai parroci.

          Io penso anche una cosa: se uno ha deciso di vedere della malizia nell’azione di una persona, nessuno lo convincerà.

        • #bbruno   5 maggio 2015 at 8:17 pm

          certo, come ho detto io, non può ‘visitare’ tutti, ma la Bonona sì! Basta questo per rendere la visita , o telefonata, solenne, perché la Bonina, purtroppo personaggio pubblico è, e solo perché ” tanto gentile il suo cuore appare”, che ha dato poi il consenso perché fosse pubblicata..capito? ci prendono anche per i fondelli, come se fossimo tutti degli imbecilli!

          E come se non bastasse vuole anche l’incontro dei bambini con’ a latere’ la Bonini, in Vaticano! O, per carità, tutto nel segno della misericordia e nella massima discrezione: difatti il tutto è già stato pubblicizzato in anteprima! Ma la notizia sarà sfuggita di mano… Che ne dice, Davide, di questa seconda mossa? Il papa vostro è contro l’aborto, certo : e per questo faranno insieme, la Bonino e Mr Papino, una seduta spiritica per sentire il parere dei bimbi non nati- e poi trasmetterlo via etere Radio vaticana!

          E smettetela di accostare questo figuro a Gesù Cristo, BLASFEMI!
          Gesù all’ ‘puttana’ salvata ha detto: va e NON PECCARE PIU’! A Zaccheo, mentre pranzava con lui, ha cambiato il cuore, tanto che lo ha indotto a restituire moltiplicato per quattro il quanto rubato…

          Quando vedremo la Bonina e il suo sodale Pennella – saluato dall’ Imbroglio nostro, gran campione dei diritti umani (come la mettete questa, cari francischiani?)- chiedere pubblicamente, con lo stesso grado di pubblicità di quella data a queste gentilezze bergogliane loro riservate, perdono a Dio, e con il proposito di fare adeguata ammenda, allora sarò il primo a dire: mi sono sbagliato, quest’uomo è un portento e che ognuno sia contento!

        • #Davide   6 maggio 2015 at 6:51 am

          Mi scusi, ma guardi che il papa ha telefonato anche a persone “normali” e queste poi lo hanno divulgato alla stampa (per cui lo sappiamo).
          E chissà di quanti non sappiamo nulla perchè non lo hanno voluto divulgare.
          Il papa non vuole di certo farsi pubblicità per farsi vedere “quanto è bravo”!
          Chi è che “fa pubblicità” a queste “operazioni”? Il papa o la Bonino?

          Mi faccia capire: se la Bonino si “converte” allora il papa ha agito con onestà, se invece la conversione non avviene allora il papa non ha agito con onestà?
          Quindi secondo lei l’onestà dell’azione del papa dipende dai “risultati” della Bonino?

          Qui non siamo in una logica di mercato dare-avere, il papa non fa quello che fa per ottenere necessariamente qualcosa!
          Il papa ha semplicemente telefonato alla Bonino relativamente alla sua malattia, punto e basta.

          Prenda per esempio la figura di Giuda a quale Gesù ha operato misericordia, ma lui non si è voluto pentire dei peccati e si è impiccato.
          E che facciamo, siccome Giuda non si è convertito accettando la misericordia di Cristo, allora Gesù non ha operato con misericordia?

          Mi scusi, senza offesa, a me sembra comunque che lei vuole per forza vedere malignità anche in azioni semplici.
          Le consiglio di provare a vedere le cose in maniera più semplice, mettendo da parte l’astio…

        • #bbruno   5 maggio 2015 at 3:09 pm

          ma chissà che non le abbia detto di ” tenere duro” e così dare il tempo alla grazia celeste di ammorbidirla e renderla più solidale nei confronti di TUTTI i BIMBI in gestazione….che a questi basterebbe nascere, non importa se poi potranno o no prender parte alla cara festicciuola in Vaticano, e farsi sbaciucchiare dal caro papozzo……

        • #Davide   5 maggio 2015 at 3:25 pm

          Se sarà volontà di Dio, la Bonino comprenderà e si ravvederà dei suoi sbagli. La conversione è un miracolo di Dio.

    • #bbruno   5 maggio 2015 at 8:29 pm

      e dimenticavo di citare questa: a Erode, personaggio non certo innocuo, Il Battista disse pubblicamente (non per via di lettera, ma coram populo tutto ): NON TI E’ LECITO TENERE LA MOGLIE di TUO FRATELLO! Ed Erode non si sognò certo di invitare Giovanni a palazzo, sappiamo come andò a finire…Che zoticone questo Battezzatore: un po’ di gentilezza su.., misericordiosi sia ha da essere, e teneri, che della tenerezza non dobbiam certo aver paura, che questa sovverte il mondo!!!

      Rispondi
  21. #cattolico   4 maggio 2015 at 8:56 am

    Ma che razza di vescovo di Roma… è una frase giusta, errata invece quando si parla di papa… le mie conclusioni dopo aver letto qua e là documenti vari, sono ormai definitive (a meno che mi si provi il contrario) nel senso seguente: costui non è papa, inoltre è un apostata (S.Paolo ne parla), quindi o è l’ultimo o il penultimo (uomo iniquo). Lampante che 2 papi non ci possono essere. Benedetto XVI è veramente Papa. Quindi se sedevacante ci fu , non più dal 2005.Che abbia lasciato per l’esercizio (non veniva ubbidito) il trono di Roma altrettanto chiaro e che sia in mano al nemico anche. Conclave 1958 , eletto papa col nome di Gregorio XVII il card.Siri il 26. Ma non esce al balcone e due giorni dopo esce col nome di un già antipapa Giovanni XXIII. Di conseguenza i due papi (uno vero e l’altro fasullo ma vescovo di Roma) ci sono da allora. A tal punto sono impressionanti le profezie di Fatima (anche solo per quanto rivelato che non è tutto) e Caterina Emmerick.

    Rispondi
    • #anonimo   4 maggio 2015 at 8:30 pm

      Quando Pacelli seppe del tradimento di Montini, che faceva la spia al Cremlino fornendo i nomi dei preti infiltrati da Pio XII in URSS per sostenere la Chiesa del silenzio, per poco non ci rimase secco. Ancora a letto, decise di allontanare subito Montini da Roma, e lo avrebbe voluto destinare ad un convento ai confini del mondo, perché meditasse e si riabilitasse. Ma sembra, e sottolineo sembra, che sia stato minacciato se non lo inviava a Milano (da sempre fucina di modernisti), e così fece. Comunque non lo volle più vedere e n on lo nominò cardinale (l’unico caso di un Arcivescovo di Milano non cardinale). Montini, dal canto suo, ricambiava la gentilezza: come ebbe a confessare in seguito, pregava perché Pio XII morisse presto, e fece sapere ai russi che, dopo Pio XII, le cose sarebbero radicalmente cambiate, cioè l’atteggiamento del Vaticano nei confronti del comunismo sarebbe mutato radicalmente. Poi ci fu l’accordi di Metz e l’Ostpolitik con Casaroli. Ma nel frattempo c’era stato lo strano caso del Conclave 1958: fumata bianca e poi nera, lotta selvaggia attorno alla stufa, minacce di morte a Siri se non avesse rinunciato all’elezione, già avvenuta (aveva già scelto il nome: Gregorio XVII). Notizie tratte da un promemoria dell’FBI, divulgato a fine anni ’90. e da un’intervista concessa da Siri poco prima di morire (disse: in quel conclave sono successe cose tremende, ma non posso parlare, perché sono legato dal segreti):

      Rispondi
      • #Diego   5 maggio 2015 at 12:57 am

        Pio XII avrebbe dovuto scomunicare Montini: ha preferito il quieto vivere e non lo ha fatto: ecco i risultati! (Le minacce NON devono impensierire un Papa, ha la responsabilità della salvezza eterna di innumerevoli persone)!

        Rispondi
      • #bbruno   9 maggio 2015 at 3:14 pm

        Un’ altra ne fece Papa Pio XII che non doveva, in relazione a Roncalli: : inviare costui, massone e amico di massoni, prima come Delegato in Turchia e Amminastratore Apostolico a Istanbul, e poi Nunzio a Parigi e poi Cardinale e Patriarca a Venezia nel 1953! Un anno dopo il grosso Serpente Pacione era pronto ad avvinghiarsi alla Chiesa e dichiarala finita, secondo il piano dei suoi Gran Maestri! Eh sì, i lunghi coltelli erano già in azione in Vaticano e nella Chiesa da un pezzo: e anche i papi tremano! Pio XII ne era ben consapevole quando disse che dopo di lui il diluvio…E anche il card. Siri non si può dire che sia stato un campione di coraggio: subì e tacque, perché legato al segreto! Ma quale segreto? Si era lasciato chiudere la bocca perché minacciato…E in quella intervista qui citata, disse anche che sperava nel perdono di Dio! Dio non perdona le BUONE azioni, e non ha senso sperare in questo perdono!

        Rispondi
  22. #Filippo Fiani   4 maggio 2015 at 2:32 pm

    operate censura alle risposte?

    Rispondi
    • #jeannedarc   4 maggio 2015 at 2:38 pm

      sono semplicemente sottoposti a previa approvazione. non è detto che ciò avvenga a stretto giro.

      Rispondi
  23. #Cristina   4 maggio 2015 at 4:15 pm

    Si certo sembro incontentabile,ti comprendo. E ne sono felice di questo anno della Misericordia, anche se fa sembrare che i suoi predecessori non fossero misericordiosi o,per lo meno che non avessero pensato alla Misericordia di Dio durante il loro pontificato. Dico solo che ci ha messo molto tempo a fare qualcosa di davvero bello, passando attraverso al “chi sono io per giudicare”, al”il proselitismo è una sciocchezza”, al non inginocchiarsi davanti a Gesù Eucaristico( e non dirmi che è anziano perché il mio amico sacerdote ha un cancro al cervello è anziano più del Papa ma sempre si inginocchia a costo di grande fatica) e potrei continuare… ma basta così.

    Rispondi
  24. #Alessio   4 maggio 2015 at 7:44 pm

    Ma come? Eravamo già attrezzati per respingere l’ISIS da San Pietro che il Papa Buono Bis ce ne combina un’altra delle sue? Mi viene da ridere di Papa Paolo VI quando disse che “In qualche fessura è entrato il fumo di satana!” Fessura??? Bergoglio ha spalancato finestre e portoni come si fa per le pulizie di primavera! Nota bene:Il Concilio Vaticano II era stato salutato come la primavera della Chiesa.Le rivoluzioni islamiche da cui è nato l’ISIS sono state salutate come “primavera araba”.Non so perché,ma quando sento parlare di primavera fuori dal contesto stagionale,mi viene da lasciarmi andare in gesti apotropaici come quando passa un carro funebre!

    Rispondi
  25. #Silvanik   5 maggio 2015 at 7:52 am

    può chiudere porte e finestre … dal 13 marzo è già dentro …

    Rispondi
  26. #Mardunolbo   5 maggio 2015 at 11:28 pm

    Le “primavere” di bello sono solo quelle stagionali col ritorno delle rondini che ,infatti sono ricomparse nei cieli italiani! Sù il naso a guardarle e ringraziare il Signore dei loro gridi gioiosi del ritorno !
    Le “primavere” umane sono un disastro !

    Rispondi
  27. #Giancarlo   6 maggio 2015 at 4:40 pm

    Io non credo che Francesco sia un eretico e un antipapa, diciamo che Bergoglio si comporta a volte come un elefante in un negozio di cristallerie creando sconcerto tra i fedeli. Un po’ più di “furbizia” non sarebbe male, magari essendo argentino non sa chi sono Pannella e la Bonino, diamogli il beneficio del dubbio.

    Rispondi
    • #bbruno   6 maggio 2015 at 5:00 pm

      un papa ‘elefante’: cosa si fa per sostenere l’impossibile! In alternativa lo si vorrebbe “più furbo”… Ma questo ‘bestia’ è davvero, e quanto a furbizia, ne ha da vendere: con le sue svenevolezze, da elefante si fa credere creatura alata!

      Rispondi
      • #Cristina   6 maggio 2015 at 11:03 pm

        Non oso immaginare cosa succederà al sinodo di ottobre. Usciranno degli stravolgimenti tremendi che le persone osanneranno come modernismi della chiesa. Il cardinale Kasper sta già affilando le unghie con la complicità di Francesco.

        Rispondi
    • #Cristina   6 maggio 2015 at 11:00 pm

      Penso che sia giunto il momento di smetterla di giustificare le sue gaffe con la scusante o della lingua italiana o della non conoscenza delle persone. Sa benissimo chi sono, sapeva benissimo anche chi è Scalfari al quale ha rilasciato interviste a dir poco discutibili. Il problema è che non è un teologo, ed è chiaramente evidente, è che la sua carenza dottrinale,che è innegabile, viene scambiata per umiltà e semplicità.

      Rispondi
  28. #Mardunolbo   7 maggio 2015 at 6:36 pm

    Bergoglio vuole semplicemente, ma furbescamente ingraziarsi il mondo e lo spirito del mondo incarnato nei personaggi che frequenta di più: abortisti,atei,islamici,giudei, massoni ed eretici protestanti.
    Tutti insieme sono il suo sorriso.
    Tutti gli altri che si rifanno alla Tradizione e Dottrina della Chiesa sono i fanatici da abbattere ed eliminare dalla “sua” chiesa !
    Che commentatori qui arrivati non lo vogliano capire e vedere è, per me, allucinante !
    Che poi il furbo Bergoglio dia un colpo al cerchio ed uno alla botte, ora parlando bene della famiglia ,maschio e femmina, nulla toglie alla potenzialità esplosiva da modernista incallito.
    Ma…..bisogna sapere cos’è il modernismo e se non si vanno a leggere encicliche di santi papi, ogni commento diventa superfluo e buffo !

    Rispondi
  29. #Giancarlo   8 maggio 2015 at 4:59 pm

    Ho riflettuto sul mio ultimo commento del 6 maggio e debbo rettificare, credo proprio che Bergoglio sia un eretico, quanto ad essere antipapa non so e francamente non mi interessa, se è stato eletto papa è ovvio che il fumo di satana ha oramai riempito le stanze pontifice, l’Eterno che tutto sa e che tutto dispone usa Bergoglio come uno strumento, del resto Qualcuno mi pare abbia detto: «Quando il Figlio dell’uomo ritornerà, troverà ancora la fede sulla terra?» (Lc 18, 8)

    Rispondi
    • #bbruno   8 maggio 2015 at 6:06 pm

      e come si a pensare, anche sul piano del dubbio, che un eretico sia papa? O che un paepa possa essere un eretico? Quesro poi, e i suoi compari, nemmeno eretici sono: nemmeno cristiani sono: il loro fusionismo religioso è la negazione dell’essere cristiano tour-court! Lutero almeno affermava, seppure distorcendo, che noi siamo giustificati per la fede (in Cristo), e che l’unico riferimento per la vita cristiana è la Bibbia!….- E poi una precisazione: un antipapa non è mai sraro tale per l’eresia, ma solo per l’ illegittimità dell’ elezione! Questi non sono ANTI-papi: sono NON-papi (con buona pace dei salva-capra- e- cavoli).!

      Rispondi
    • #bbruno   8 maggio 2015 at 7:41 pm

      Scusate la fretta e quindi gli errori di battitura, riscrivo:

      e come si fa a pensare, anche solo sul piano del dubbio, che un eretico sia papa? O che un papa possa essere un eretico? Questo poi, e i suoi compari, nemmeno eretici sono: nemmeno cristiani sono: il loro fusionismo religioso è la negazione tout- court dell’essere cristiano! Lutero, da eretico, ma ancora con le parvenze di cristiano, affermava, seppure distorcendo, che noi siamo giustificati per la fede (in Cristo), e che l’unico riferimento per la vita cristiana è la Bibbia!….

      – E poi una precisazione: un antipapa non è mai stato tale per l’eresia, ma solo per l’ illegittimità dell’ elezione! Questi non sono ANTI-papi: sono NON-papi (con buona pace dei salva-capra- e-cavoli).!

      Rispondi
  30. #Cristina   9 maggio 2015 at 1:22 pm

    È vero, il Signore opera dove sembra impossibile fare qualunque cosa, ma qui non è questione di giudicare è il fatto di capire da che parte andare. Se Bergoglio prende decisioni incompatibili con il Vangelo, cosa fai? Per non pensare (o giudicare) rimani lì seguendo quello che dovrebbe essere il nostro pastore ma non lo è? Sapremo presto con il Sinodo di Ottobre da che parte andare, temo. Lì saranno prese decisioni fondamentali per noi cristiani, vedremo se saranno decisioni per Cristo o contro Cristo.

    Rispondi

Rispondi