[BLONDET] Come sapremo se è un false flag

paris-843229_1920-1038x576

di Maurizio Blondet

“Un 11 septembre à la française” era stato ampiamente profetizzato da settimane dai servizi. Ora, sapremo se la strage di Parigi è un “false flag” come l’11 Settembre, fatto apposta per innescare una guerra senza fine “al terrorismo” – il terrorismo che gli Usa addestrano, i sauditi pagano e i turchi ricoverano contro la Siria –

se la lezione che Hollande, la NATO, gli Usa trarranno dalla strage sarà: L’Occidente deve intervenire in Siria con tutte le forze militari allo scopo di rovesciare Assad, perché altrimenti i jihadisti diventeranno sempre più forti e meno moderati. La distruzione di Assad è la soluzione, altrimenti l’ISIS non si può vincere. Dovevamo già farlo nel 2012, ce l’ha impedito Obama vacillando….

Non sarà un false flag se la conclusione che gli stati occidentali sarà invece la seguente:

“Noi occidentali dobbiamo piantarla di reclutare, pagare, armare ed addestrare i jihadisti. Lo stiamo facendo dalla guerra antisovietica in Afghanistan, dove la Cia ha reclutato in un decennio (1982-92) 35 mila terroristi da 43 paesi: allora la formazione si chiamava Al Qaeda. Venendo ai giorni nostri: contro la Siria, fin dal 2011 – attestò allora DEBKA File – fu lanciata “una campagna per arruolare volontari islamici per combattere a fianco dei ribelli siriani. L’esercito turco li alloggerà, li addestrarà e assicurerà il loro passaggio in Siria” (DEBKAfile, NATO to give rebels anti-tank weapons, August 14, 2011.)”

La Turchia, è il caso di ricordaree, è membro della NATO. L’ISIS nasce da una costola di Al Qaeda per riconquistare la Siria all’islamismo wahabita, e poi viene esteso all’Irak per riprendere l’area sunnita. In Siria ci sono con i terroristi corpi speciali inglesi; gli Usa conducono contro l’ISIS bombardamenti che sono in realtà lanci di rifornimenti. Ankara mantiene i suoi terroristi per creare una zona-cuscinetto in Siria, che intende poi inglobare allo stato turco: una Crimea ottomana. L’Occidente vuole sloggiare la flotta russa dalla sua unica base in Mediterraneo; vuole liberare territorio per costruire il gasdottotra il Katar e la Turchia onde sostituire le forniture energetiche russe all’Europa. Per questo l’Occidente aiuta e soccorre i terroristi islamici.

Quanto a Parigi, ha fornito armamenti ai “ribelli” jihadisti libici anti-gheddafi, affiliati ad Al Qaeda e che poi hanno millantato la loro adesione al Califfato.

https://www.washingtonpost.com/world/france-sent-arms-to-libyan-rebels/2011/06/29/AGcBxkqH_story.html

Ha fornito copertura aerea ai terroristi mentre avanzavano compiendo atrocità. Nel 2012, Hollande ardeva dalla voglia di mandare caccia ed armati in Siria ad abbattere Assad e – quindi – insediare al potere i terroristi islamici wahabiti, insieme all’Arabia Saudita e alla Turchia. Fu architettato un false flag – “Assad stermina coi gas il suo stesso popolo” come pretesto all’intervento. Il presidente Obama per motivi mai ben chiariti esitò, si ritirò (disse che veva bisogno dell’approvazione del Congresso) sicché l’invasione occidentale contro la Siria restò sospesa. Ed è restata sospesa ancor oggi. Sospesa, non cancellata.

Nel 2013, la Francia e la Gran Bretagna fecero sforzi straordinari perchè l’Unione Europea togliessero un (presunto) embargo sulle armi da far giungere ai ribelli terroristi islamisti: hanno avuto successo, l’Europa ha consentito, le armi arrivano ai ribelli terroristi ed hanno prolungato la strage in Siria di altri due anni.

https://www.rt.com/news/eu-syria-arms-embargo-864/

Adesso, nelle ore dell’eccidio a Parigi, Obama è apparso in tv a fare il discorso delle grandi occasioni, del nuovo 11 Settembre. Promettendo l’intervento a fianco dei francesi:

“Abbiamo sempre potuto contare sul popolo di Francia al nostro fianco. Sono stati un partner straordinario nell’antiterrorismo, e noi intendiamo essere con loro in questo frangente”.

In realtà, questo stare “spalla a spalla” ha avuto qualche eccezione. Nell’autunno 2014, un drone Usa aveva preso di mira ed ucciso un jihadista francese combattente presso Aleppo.

http://www.metronews.fr/info/syrie-le-djihadiste-francais-david-drugeon-tue-par-une-frappe-aerienne-confirme-le-pentagone/moiw!64MKEWDEUSGKc/

Non era nemmeno un musulmano, si chiamava David Drugeon, ma era sicuramente ben addestrato nei corpi speciali francesi, tanto che era diventato il capo di un gruppo di qaedisti chiamato Khorassan. Agli americani non piaceva come Drugeon faceva il terrorista per conto di Parigi. C’è voluta anche la strage di Charlie per portare la Francia in linea nella “guerra al terrorismo” senza troppa autonomia.

Adesso l’attacco “dell’ISIS” ai parigini – classica strategia della tensione – può avere anche il senso di una punizione: per il fatto che Hollande, appoggiato da Juncker, hanno alzato la voce contro le sanzioni europee a Mosca, ventilando che andrebbero tolte? Chissà. Invece è certo che la orribile tragedia è stata profetizzata.

Su Paris Match del 2 ottobre un giudice Trévédic profetava: “Gli attentati in Francia saranno di una scala paragonabile all’11 Settembre”. Le Nouvel Observateur: “I servizi temono un 11 Settembre francese”.

Se questa tragedia è stata chiamata in anticipo “Un 11 Settembre”, vuol dire che ci attendono altri 15 anni di “guerra globale al terrorismo”.  Eventualmente anche contro la Russia, la sola che – con Assad – sta davvero cercando di eliminare il terrorismo islamico. Se  traesssimo la lezione giusta, ci affiancheremmo alla Russia.   Invece volete scommettere che  non avverrà?

Infine:

Se non fosse un false flag, già si eleverebbe il grido: Basta col lasciar passare centinaia di migliaia di “profughi” cosiddetti “siriani”, quasi tutti maschi e giovani in età militare, alle frontiere orientali d’Europa! Fra di loro ci sono certamente jihadisti, aspiranti jihadisti, wahabiti tagliagole. Che stiamo facendo?

Ora, dai media almeno, questo grido non si alza. Strano. Che lezione stiamo traendo dalla strage di Parigi?

Fonte:

http://www.maurizioblondet.it/come-sapremo-se-e-un-false-flag/

13 Commenti a "[BLONDET] Come sapremo se è un false flag"

  1. #Joannes Picus   14 novembre 2015 at 12:14 pm

    ” Si vous n’êtes pas solidaires d’Israël, le terrorisme viendra en France ” Benjamin Nétanyahyu 07/08/2014

  2. #ale   14 novembre 2015 at 1:43 pm

    La lezione che trarremo? Che gli imbecilli stanno già foto profilo su facebook, twitter ed instagram….. Cosa ci si può aspettare da generazioni di balordi senza Dio: il nulla assoluto, condito con qualche tweet, qualche faccina triste e qualche tristissima frase di circostanza, il tutto per circa due settimane per poi dar prova di NON aver imparato una emerita mazza! L’europa sta iniziando a raccogliere quel che ha seminato! Riposino in pace i morti(su quelli non si scherza)ma non si azzardino a parlare di martiri innocenti da onorare col solo infimo scopo di idolatrare e giustificare se stessi e i propri errori. L’Occidente scristianizzato NON è vittima dell’Islam ma solo ed esclusivamente carnefice e vittima di se stesso!
    Exurge Domine et judicam causam Tuam

  3. #ale   14 novembre 2015 at 1:44 pm

    “Che gli imbecilli stanno già CAMBIANDO foto profilo su facebook..etc”

  4. #bbruno   14 novembre 2015 at 2:22 pm

    E intanto, perché la gente non si svegli, anneghiamola in un mare di lagrime compartecipative..E poteva mancare il nostro (il vostro ) Santopadre col suo IMMENSO doloro, lui che dovrebbe ammucchiarsi su quelle vittime che piange, e che col suo bonismo mundialista ha propiziate…??? Buoni e cattive, ha detto,dobbiamo accogliere, e ora che farà domani, a lagrime asciugate, protesterà per le frontire (oh, ci sono ancora???) chiuse??? E se venisse qualcuno dei suoi protetti a farsi sentire a suon di bombe in piazza san Pietro, chissà se avrà il tempo di capacitarsi di quel che sta succedendo, ammesso e non concesso che non sia in malafede??? Ma lui se dovesse farcela, stenderebbe subito il manto della sua IMMENSA misericordia…

  5. #giulia   14 novembre 2015 at 3:58 pm

    Che sia strano che i media stiano zitti proprio non lo è per me! sono dei vigliacchi pigri servi del padrone e lo sono SEMPRE stati!

  6. #bbruno   14 novembre 2015 at 4:15 pm

    E intanto tutti -fuorché,ovviamente, il Grande Misericordioso Nostro (Vostro) , che li vuole tutti, buoni e cattivi – si premurano di dirci che “non sono tutti così” (insisto nel vedere la cosa sul versante interno- ché i due versanti sono strettamente collegati)! Ma allora perché non averci guardato bene prima e avere scartati quelli che “sono così”???.Oh, adesso chiudono le frontiere…Ma non potevano almeno controllarle un pochino, ammesso che sia consentito usare questa parola,FRONTIERE, scorrettissima? Ma come poi, se li andiamo a prendere con tutto il nostro armamnetario bellico e ce li rifiliamo in casa nostro e li coccoliamo, e proteggiamo addirittura quelli che a casa loro sarebbero perseguitati e li teniamo qui perché perseguitino noi??? Aumentiamo i controlli, dicono sempre gli stessi? Adesso? E poi di quali controlli parlano??? Quando per principio noi siamo DEMOCRATICI, noi, siamo cristiani, noi, siamo accoglienti e solidali e compassionevoli, sempre noi, e ce li prendiamo in casa nostra, non bastando gli alberghi nostri???…E allora smettiamola di piangerci addossoe, coccodrilli, e raccogliamo in silenzio i frutti della nostra dabbenaggine ( o della nostra malafede criminale…)

  7. #PAOLO   14 novembre 2015 at 8:52 pm

    CONDIVIDO PAROLA PER PAROLE LE PAROLE DI ALE
    “La lezione che trarremo? Che gli imbecilli stanno già foto profilo su facebook, twitter ed instagram….. Cosa ci si può aspettare da generazioni di balordi senza Dio: il nulla assoluto, condito con qualche tweet, qualche faccina triste e qualche tristissima frase di circostanza, il tutto per circa due settimane per poi dar prova di NON aver imparato una emerita mazza! L’europa sta iniziando a raccogliere quel che ha seminato! Riposino in pace i morti(su quelli non si scherza)ma non si azzardino a parlare di martiri innocenti da onorare col solo infimo scopo di idolatrare e giustificare se stessi e i propri errori. L’Occidente scristianizzato NON è vittima dell’Islam ma solo ed esclusivamente carnefice e vittima di se stesso!
    Exurge Domine et judicam causam Tuam”

    • #bbruno   14 novembre 2015 at 10:08 pm

      giustissimo Paolo,e noi non finiamo dal quadrante dello scatolone TV di parlare della nostra civiltà che è sotto attacco, e che noi difenderemo coi denti,…… Sì, coi denti dei debosciati, che credono di avere una civiltà perché sanzionano con valore di legge tutte leproprie depravazioni, l’aborto l’eutanasia i figli in utero altrui le foie omosessuali…e prima di tutto, e premessa di tutto, la negazione di Dio come valore supremo della laicità,come ostacolo allenostre libertà.. L’Europa l’ha fatta la FEDE CRISTIANA, l’ Europa muore perché ha ucciso la FEDE CRISTIANA. Non sarà l’ Oriana a difenderla, lei atea, che guai chi le tocca il suo Bel San Giovanni e non sa che cosa sia il Battesimo, e non saranno le partite di calcio, i ritrovi al Bar Carllion, i concerti al Bataclan, a tenere in vita la povera Europa, che ha trasformato le sue chiese le sue gloriose CATTEDRALI in templi dove si adora un dio degenerato a nostra immagine, un ‘Europa ormai crollata sotto il peso della sua APOSTASIA. Ma continuiamo a illuderci, e gridiamo: VIVE LA REPUBBLIQUE! Tanto più forte quanto più forte è il terrore che ci invade, e che ci fa sempre più sottomessi agli aguzzini che nutriamo in casa nostra, perché rappresentano al massimo grado il DIPREZZO che noi stessi abbiamo della nostra storia…CRISTIANA!

  8. #Mardunolbo   14 novembre 2015 at 10:18 pm

    Ho sentito il “grande” Letta…sì, quello scalzato come un verme dall’egregio Matteo Renzi !
    Sapete che disse? Parlò di “barbarie analoga” a quella dell’attentato se si chiudessero le frontiere agli immigrati (clandestini). E sapete cosa disse il “filosofo” Cacciari ? Sì, quello che cercava di farsi ogni donna affabulandola con la sua erre moscia e condendola con la sua pseudo-filosofia da salotto ! Annuiva alle menate del Letta….Questi sono le menti bacate del piddì ex piccì , che non potranno mai comprendere alcunchè della geopolitica internazionale.
    Sono i bacati che, insieme agli altri politici europei votati dalle masse informi, fanno crollare l’Europa e quanto rimane di valido (poco!) delle istituzioni europee.
    Sono certo comunque che alle prossime elezioni ancora una valanga di elettori voterà questi esseri !
    Ricordo l’Apocalisse quando ci rivela che la terza parte degli uomini,nei castighi, perirà,ma i restanti continueranno a bestemmiare Dio per le sciagure…
    Allora verrà un altro castigo…e via così !

    • #bbruno   14 novembre 2015 at 11:07 pm

      Letta, poveretto, che deve pur far parlare il suo Grembiulino, nonostante l’ umiliazione del trattamento ricevuto dai suoi ‘fratelli’, e Cacciari, il ‘filosofo’ del Katechon, che più ostacolo al buon senso non si può dare…Sentiamo invece che ci dice Ezechiele,e che sembra detto proprio per noi, così vogliosi di accoglienza…

      “Fai una catena”, dice il Signore al profeta – a significare la schiavitù che sarà imposta al suo popolo, per i suoi peccati, “poiché il paese è pieno di delitti sanguinari, e la città è colma di iniquità. Io farò venire la peggiore delle genti, ed occuperanno le loro case; e sfregeranno i luoghi sacri del loro ordinamento sociale. Abbatterò l’arroganza dei capi. Sopravverrà l’angoscia, essi cercheranno la pace, ma non vi sarà pace.” (Ez.4,23..)

      Come conferma la mistica Marie- Julie Jahenny: 1850-1841
      “L’ Islam sarà il bastone per correggere gli apostati”,

      Letta & compagnia politica, e Cacciari il ‘filosofo, sono felici, ma perderanno la voglia di fare i saccenti . “Abbatterò l’ arroganza dei loro capi”…

  9. #alex   15 novembre 2015 at 4:43 am

    La Russia e Assad non sono i soli che stanno davvero combattendo contro l’ISIS, c’è anche l’Egitto di al-Sisi

  10. #pacepeace   15 novembre 2015 at 7:11 pm

    Concordo con ale. ISIS = Israel Secret Intelligent Service. Cui bono di questi orrendi attacchi terroristici? Un breve commento di un giornalista italiano con la G maiuscola: Fulvio Grimaldi. Scrive sul suo blog MONDO CANE:

    ABATO 14 NOVEMBRE 2015
    FALSE FLAG TRIONFERA’

    A nessuno tra coloro che seguono storia e cronaca e meditano sul cui prodest, dovrebbe venire in mente di accreditare la fandonia di un genuino e autonomo terrorismo islamico a Parigi.

    Non dopo l’11 settembre, la metro di Londra, i treni di Madrid, l’albergo di Amman, il Boeing russo, le bombe a Beirut, i massacri di Ankara, quelli di Mosca e, se guardiamo indietro, Pearl Harbour, il Golfo del Tonchino, la Maine a Cuba, il piano Northwoods, e, volendo, Piazza Fontana, l’Italicus, le stragi di “mafia”…

    False Flag: l’arma finale dell’imperialismo.
    Vedrete che incentivo ne verrà alle guerre, all’assalto alla Russia, alla fascistizzazione. Orgasmi della Cupola.

    E dobbiamo ancora inventarci una difesa. Visto che latita una sforzo politico organizzato di ripudio della vulgata falsa e bugiarda che provochi il rigetto e il disvelamento universale.

    Fulvio
    Pubblicato da Fulvio Grimaldi alle ore 18:10

  11. #Mardunolbo   16 novembre 2015 at 11:32 pm

    Sì,vero quel che scrive PacePeace ! Ammetto anche che quel personaggio al nome di Alex Zanotelli, da sempre sulle barricate della sinistra populista, ha avuto l’illuminazione di organizzare una manifestazione a Napoli contro la Nato e la realtà egemoniza Usa.
    Rendo onore a questa iniziativa che riabilita parzialmente ai miei occhi lui ed altri che stanno aprendo gli occhi sulle realtà che si nascondono dietro le stragi e l’Isis. Spero che aprano bene non come la povera Oriana Fallaci che comprese molte cose dell’Islam ma non ebbe la comprensione completa di chi gestisce i vari movimenti nel mondo.