Labor omnia vincit

 

 

RadioSpadista ti vorrei parlare

Se un po’ di tempo mi hai da dedicare,

e una riflessione con te approfondire

sul lavoro e il tuo avvenire.

 

Di precari e sottopagati

Ne son pieni tutti gli atri

Chè per andare in pensione

Perdon pure la ragione

 

E un lavoro in tutta fretta

Raffazzonato e da paghetta

si decide di praticare

Solo per smetter di lavorare.

 

Invece tu radiospadista,

che non sei un arrivista,

ingegnandoti con gli amici

crea lavori cattolici e felici

 

perché in tempi come questi,

di crisi, bancarotta e manifesti

vince solo chi giocondo

non si arrende a questo mondo

 

Ed energie e possibilità

Offre sempre in quantità

Rischiando a volte mattino e sera

Per una società più salda e vera.

 

E se Iddio pregherai

E fiducia in Lui riporrai

Stai pur certo radiospadista

Che il tuo lavoro sarà sempre in pista!

 

Simone Petrus Basileus I. G. 

 

Più avete da lavorare e più dovete pregare, per essere strumenti docili nelle mani di Dio. (Giuseppe Allamano)

Vogliamo scansare il lavoro. La persona del Cristo compì le conversioni più grandi quando era più stanco. (Fulton J. Sheen)

 

Un commento a "Labor omnia vincit"

  1. #Nicòla   8 novembre 2015 at 9:29 am

    ?

    Rispondi

Rispondi