Le due massonerie e il Bataclan

massoneria

 

di Gabriele Colosimo

Alcuni di voi ricorderanno quanto ha voluto farci sapere il Maestro (poco) Venerabile del Grande Oriente Democratico, tale Gioele Magaldi, a proposito delle strutture di potere sovranazionali, le cosidette Ur-Lodges. I membri di queste potentissime logge sarebbero i fautori delle grandi decisioni che vengono prese da governi, banche, enti, ecc.ecc. Insomma, i padroni del mondo o, per meglio dire, gli adepti del principe del mondo.

Da quando seguo la geopolitica, ma ancora di più dai fatti di Charlie Hebdo, ho notato che il popolo va in tilt quando non ci sono parti da prendere. Quando è male contro male. Allora alcuni prendono le parti di quello che considerano il male minore, ma con riserve; mi è capitato, nel caso specifico di Charlie Hebdo, di leggere decine di volte frasi tipo “i terroristi sono da condannare, però anche quelli se la sono cercata”, “è la loro religione e noi li deridiamo”. Mai qualcosa di netto. Mai.

E’ così difficile dire no al terrorismo islamico e alla blasfemia? Siamo così intrisi di quel liberalismo progressista che ci fa sentire tutti un po’ Charlie? Io (e noi di Radio Spada, ovviamente) non siamo né Charlie né i terroristi islamici, l’abbiamo detto subito e i lettori ci hanno dato ragione, facendoci segnare un record di visite. Eppure non sembra essere un ragionamento così complesso, ma tant’è.

Ora ci risiamo, stavolta però i due no non sono così “facili” come quelli del 7 gennaio scorso. Adesso c’è da dire no alle due alternative che i media ci stanno proponendo, per far avere a chi ha grossi interessi quel supporto dell’opinione pubblica che fa sempre comodo in un’Europa martoriata da una crisi morale senza precedenti nella sua storia.

Perché ho esordito parlando di Gioele Magaldi? Perché ci ha fatto un grande assist. Ci ha detto qual è uno dei due no.

Ci ha consigliato di interpretare gli eventi macro come una lotta fra logge sovranazionali, in particolare tra la corrente “progressista” e quella “conservatrice”, se così si può dire, e su questo, a mio avviso, ha ragione.

Ovviamente conosciamo abbastanza la massoneria e i massoni per sapere quale credito dare a chi parla dalla loggia e chiederci quale ragione ci sia dietro queste rivelazioni, con tanto di nomi e cognomi eccellenti. Ebbene tutto il discorso verteva sulla demonizzazione delle logge “conservatrici”, quelle di Bush, di Ledeen, di Kissinger, ecc. quella dei teocon con grossi interessi nella guerra e nel controllo orwelliano delle masse, per intenderci. Ed è questo uno dei due no che dobbiamo dire.

Ma allora siamo d’accordo con Magaldi? Manco per sogno! Il secondo no è quello da dire alle logge progressiste, quelle dei “diritti” LGBT, dei flussi migratori incontrollati, quelle della Paneuropa di Kalergi.

Entrambe le correnti puntano a privarci della libertà personale e ad ottenere sempre più potere, l’una con la guerra e col controllo sistematico, l’altra col meticciato e dando voce alle minoranze. E’ nostro preciso dovere rifiutare entrambe le alternative.

Stanotte la Francia ha chiuso le frontiere e bombardato la Siria, qualche dubbio sui mandanti del Bataclan?

 

_____________________________________________

Una sintesi di quanto scritto da Gioele Magaldi è reperibile QUI

 

 

8 Commenti a "Le due massonerie e il Bataclan"

  1. #bbruno   16 novembre 2015 at 2:06 pm

    detto papa bergoglio a quale famiglia di Logge appartiene? Chiaro: a quelle progressiste…”quelle dei “diritti” LGBT, dei flussi migratori incontrollati, quelle della Paneuropa di Kalergi” .”Prendiamoli tutti” , grida stizzito, “buoni e cattivi” (soprattutto questi, i fratelli musulmani ). Deus vult!. Questo ‘vul’ deus, mica quello che intendevano i ‘fanatici’ crociati!

  2. Pingback: Le due massonerie e il Bataclan | News-Info. Alternativa

  3. Pingback: Cosa accade oggi nel mondo? | In Web Veritas sito di informazione nato per informare e formare

  4. #valentina   18 novembre 2015 at 10:08 am

    X Bbruno: Immagino tu non abbia letto il libro scritto dal Papa: Questa economia uccide”.
    Per questo l ignoranza su questo papa si diffonde.
    Siete come i farisei.
    E tanto so che NON LEGGERAI quel libro…
    E per questo vivete con questi preconcetti.
    Vai a leggerlo quel libro…vedrai se il papa é a favore dell LGBT O É CONTRO… OH SE VEDRAI….
    State dalla parte di satana… Pregate invece di accusare il papa tutto il tempo….

    • #Isidoro   18 novembre 2015 at 10:19 am

      Le rispondo solo perché mi sembra in buona fede. Si faccia un giro su Radio Spada e guardi come maltratta il cattolicesimo il “suo” Bergoglio. In un libro non potrebbe mai scrivere cose così palesemente contrarie alla dottrina, perché è furbo e, come ampiamente riscontrabile, c’è chi ci casca… Saluti

    • #bbruno   18 novembre 2015 at 12:09 pm

      farebbe meglio il tuo papa a dire che è il rifiuto di Cristo Signore che uccide…. L’economia non è il suo campo, e se vogliamo stare in questo, la ‘sua’ economia ha già dato prova di sapere uccidere ad abundantiam-parlo della sua economia ‘pianificata’… Dica al mondo questo tuo papa che solo la ricerca del Regno di Dio in Gesù Cristo può consentirgli di avere anche il ‘resto’ in sovrappiù… E’ l’ignoranza ( o il tradimento) di questo tuo papa in materia di fede che si sta diffondendo come una metastasi a rovina del mondo…Ma lui, l’ha detto, non può giudicare; tutto gli va bene, la coscienza di ciascuno basta per salvarci (non mi interessano le rettifiche del suo portavoce…),,la grazia di Dio non esiste, e quindi ognicomunione è possibile, esiste solo la sua, del papa, misericordia, quando però si fa COME dice lui…Un satana cam uffato, il profeta dell’ anticristo…Istruisciti valentina sulla fede cattolica, e la tua conoscenza del detto tuo papa dovrebbe servirti a convincerti su quanto costui è lontano dalla detta fede!l Pii ognuno di scegliersi la sua chiesa e il suo papa…Ma non prendiamoci in giro…

  5. #Cattolico   18 novembre 2015 at 12:55 pm

    Un grazie a Radio Spada per la continua informazione che diffonde su questa sporcizia che alberga nel mondo.

  6. #guelfonero   19 novembre 2015 at 8:11 pm

    Grazie di cuore a Lei per il suo apprezzamento. Piergiorgio Seveso