Cantalamessa: i protestanti non credono nella Madonna per colpa del preconcilio, sentimentalista e di vana credulità

Cantalamessa: i protestanti non credono nella Madonna per colpa del preconcilio, sentimentalista e di vana credulità

di CdP Ricciotti.

Raniero Cantalamessa, predicatore modernista alla corte dei sedenti vaticanosecondisti, in perenne competizione con altri “francescani” in una gara su chi ama di più il lontano, il “diverso”, ha dedicato una sua recente omelia alla Vergine Maria. Si dice che colui il quale ama troppo il lontano, è perché odia il vicino.

È possibile leggere o ascoltare il “comizio” sul sito ufficiale del Vaticano, RadioVaticana.

Dopo l’immancabile apologia alla “mariologia” del vaticanosecondo, perché per certa gente la Chiesa anni 33 – 1958 ha sempre e solo sbagliato, è su determinati presupposti (secondo lui solo conciliari), specie di Maria “Madre dei credenti”, “esempio di benedizione e salvezza” e anche “causa”, mediatrice, di salvezza per tutto il genere umano, che può avvenire, spiega Cantalamessa, un riavvicinamento tra Cattolici e protestanti nell’ambito della devozione alla Vergine, per secoli “terreno delicato e controverso”.

Ma attraverso quale via? Sono forse i protestanti a dover rigettare le loro eresie ed accettare la Vergine Maria come la Chiesa La onora da sempre, così come prevede il vero ecumenismo della carità?

Neanche per idea.

Leggiamo: «Tale via passa per un sincero riconoscimento da parte di noi cattolici del fatto che spesso, specialmente negli ultimi secoli, abbiamo contribuito a rendere Maria inaccettabile ai fratelli protestanti, onorandola in modo talvolta esagerato e sconsiderato e soprattutto non collocando tale devozione dentro un quadro biblico ben chiaro che ne facesse vedere il ruolo subordinato rispetto alla Parola di Dio, allo Spirito Santo e a Gesù stesso».

Secondo Cantalamessa, dunque, i protestanti non credono nella Vergine Maria come dovrebbero poiché la Chiesa preconciliare avrebbe «contribuito a rendere Maria inaccettabile ai fratelli protestanti, onorandola in modo talvolta esagerato e sconsiderato». La soluzione che propone il sedicente predicatore sarebbe quella della “misericordia”: «Ella infatti non è solo canale e mediatrice della misericordia di Dio; ne è anche l’oggetto e la prima destinataria. Non è soltanto colei che ci ottiene misericordia, ma anche colei che ha ottenuto, per prima e più di tutti, misericordia».

Corrispondono al vero le affermazioni di Cantalamessa che, per di più, definisce la mariologia preconciliare «di sentimentalismo e vana credulità»? Assolutamente no. Come al solito.

Basti pensare che Cantalamessa è quello che ha affermato le tremende eresie che: «[…] tutti i poveri del mondo, siano essi battezzati o meno, appartengono alla Chiesa»; che: «[…] povertà e sofferenza è il loro battesimo di sangue (dei non cristiani)» (qui confutazioni); che accettando il nuovo criterio di verità del vaticanosecondo non c’è più posto per l’antimarxismo dei Tradizionalisti alla Mons. Lefebvre (qui fonte non “di prima mano”); in piena eresia panteista, naturalista e di razionalismo assoluto, che: «Terremoti, uragani e altre sciagure che colpiscono insieme colpevoli e innocenti non sono mai un castigo di Dio» (qui confutazione).

Cantalamessa, oltre che sedicente predicatore è anche presunto “carismatista”, si è per di più fatto imporre le mani e “benedire” da un “pastore” protestante, poiché «il nostro contributo all’unità è l’amore reciproco», se alcuni vogliono costruire l’unità a partire dalle verità di fede, «noi vogliamo farlo partendo dal cuore» (qui foto varie e confutazione).

Ma la mariologia della Chiesa prima del fatidico vaticanosecondo era davvero «di sentimentalismo e vana credulità», come sostiene Cantalamessa?

Assolutamente no, difatti nel Denzinger ai numeri 3900-3904 (assunzione di Maria in cielo in corpo ed anima); 748 (lasciò la vita senza corruzione); 547 (Sovrana dei credenti); 1400, 3902, 3913-3917 (Regina); 1823, 2187, 2236, 2532, 2671 (venerata con immagini appropriate); 3632 (condannate le immagini che presentano Maria in abiti sacerdotali), etc etc., non ci sembra affatto che la mariologia preconciliare sia «di sentimentalismo e vana credulità […] talvolta esagerato e sconsiderato e soprattutto non collocando tale devozione dentro un quadro biblico ben chiaro che ne facesse vedere il ruolo subordinato rispetto alla Parola di Dio, allo Spirito Santo e a Gesù stesso».

La devozione è, al contrario, scrupolosamente regolamentata ed inserita in un quadro biblico lapalissiano. La dottrina di Cantalamessa, oltre ad essere una impostura, è, come abbiamo dimostrato in passato, “teologia del sentimentalismo” (se alcuni vogliono costruire l’unità a partire dalle verità di fede, «noi vogliamo farlo partendo dal cuore» qui confutazione).

Non so dove si documenti Cantalamessa, ma certamente non studiando il Magistero della Chiesa che, d’altronde, egli rinnega appena l’occasione lo rende possibile.

Preghiamo insieme un’Ave Maria per riparare alle abominevoli affermazioni del predicatore:

Ave Maria, gratia plena,
Dominus tecum,
benedicta tu in mulieribus,
et benedictus fructus ventris tui, Iesus.
Sancta Maria, mater Dei,
ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae.
Amen.

di CdP Ricciotti

53 Commenti a "Cantalamessa: i protestanti non credono nella Madonna per colpa del preconcilio, sentimentalista e di vana credulità"

  1. #massimo trevia   4 gennaio 2016 at 12:18 pm

    ricambio i saluti,alessio,e sono d’accordo in tutto.mi è anche capitato,a Roma,di vedere FN alla recente manifestazione in cui insieme alla lega c’erano forza nuova ed altri.mi hanno positivamente impressionato,quelli di forza nuova.direi:una grande purezza d’animo e forza che nasce dal vero amore per la nostra terra battezzata a Cristo dai nostri avi”di sangue”(ovviamente,anche un eschimese,magari,potrebbe essersi imparentato coi miei avi….farò l’esame del DNA,magari:cioè non parlo di purezza razziale assoluta,però pure l’eschimese sarebbe entrato in una storia “nostra”.gli attuali invasori invece sono assolutamente estranei!!!!!)!ma troppa parte della attuale Chiesa ama più “il valore”dell’accoglienza in nome di Cristo( forse mi ripeto),dell’origine del valore! e poi,conseguentemente,in nome del valore si negherà l’origine del valore!questi vengono per impedirci di essere cristiani e una sola vecchietta che si impaurisce per colpa di un qualche ecclesiastico o cristiano che favorisce l’invasione,invece di difendere la fede dei semplici,sancisce credo il fallimento della vocazione di quell’ecclesiastico! ma,fortunatamente(anzi,per la forza di quel seme magari nascosto ma vivo che è il battesimo,i semplici che iniziano a reagire ci sono ancora.in forza nuova,nella lega eccetera!quando vedevo i forzanuovisti,comunque,mi sembravano dei cavalieri medioevali.purtroppo sono attualmente pochi.io,almeno quel giorno,mi dicevo:al massimo rispetto a loro potrei fare lo scudiero! infine,ovviamente anche io depreco l’immoralità dei costumi.ma sempre meglio una bella ragazza libera che islamizzata!anche se c’è anche la schiavitù del consumismo.ma mi fermo qui e saluto.

  2. #Alessio   4 gennaio 2016 at 1:51 pm

    A Bruno

    Scusa allora, avevo capito male io. A me il comando “Rispondi” non funziona nemmeno più.
    In tal caso daccordissimo come sempre, se fosse per me disseminerei navi da guerra per tutto il Mediterraneo, caccerei tutti gli islamici dalle terre (ex)cristiane ed avrei già organizzato una crociata per far cessare ogni persecuzione contro i Cristiani. In caso di attentati, non avrei problemi ad applicare la rappresaglia con minimo 10 musulmani per ogni cristiano… se a loro piace sparare nel mucchio che si riprendano indietro un po’ della loro medicina con i dovuti interessi, poi vediamo chi si stanca prima.
    Purtroppo al “governo” non ci sono io (altrimenti si scriverebbe Governo, con la dovuta maiuscola), nè sono io il Papa, nè io nè altri dei nostri. Nei posti chiave della politica occidentale e della Chiesa ci sono i loro… quindi godiamoci la vigliaccheria dipinta da buonismo e la resa mascherata da tolleranza. Io da parte mia faccio in modo che nulla di ciò mi tocchi in nessun senso.

  3. #Alessio   4 gennaio 2016 at 2:10 pm

    A Massimo

    Grazie mille per il tuo commento e per le tue parole, è incoraggiante vedere che le differenze iniziano ad essere superate nell’interesse del bene comune contro il comune nemico.
    Purtroppo il tuo sentimento positivo nei confronti dei forzanovisti, che rivela in te Valori ancora sani, non è condiviso da moltissima gente che vede il “fascista cattivo” o l’ “estremista fanatico” in chiunque manifesti apertamente la voglia di combattere il Male che avanza, sia in senso religioso o politico. La demo(no)crazia ha fatto i suoi danni, iniettando la viltà e l’ignavia sotto forma di tolleranza, accoglienza, dialogo e tutte le altre balle del buonismo (in realtà cattivismo verso noi stessi) che la società non vuole ancora rigettare nonostante tutto. E’ drogata, ipnotizzata dalla demo(no)crazia, e finchè perdurerà questo stato catatonico ben poco si potrà ottenere.
    Riguardo alla rivolta dei semplici, è bene che non si sia troppo semplici, il nemico non lo è per nulla. E’ vigliacco, ma sofisticato e danaroso.
    Per quanto concerne i costumi, a parte il problema della quasi totale assenza di femminilità nei Paesi cosiddetti “sviluppati”, sinceramente quando vedo che a giugno ‘ste tizie iniziano a girare per le città come se fossero in spiaggia la cosa mi infastidisce parecchio (il più delle volte, tralaltro, non c’è per nulla ‘sto granchè da mostrare…!).

    Alla prossima, Massimo! Un saluto!

  4. #bbruno   5 gennaio 2016 at 2:17 pm

    (spero di avere cliccato giusto…) Questo mio commento è chiaro a chi si riferisce e a chi è dedicato: a tutti coloro detti cristiani che si sono assunti come loro dio il dio del corano – il famoso DIOUNICO! al Cantalamessa qui giubilante, al Galantino al Mogavero al Perego al Zuppi al Lorefice—detti monsignori, (per stare ai recenti…)- e a tutti i loro poveri associati….Grazie, il dio unico del TERRORE e della DESOLAZIONE il dio della MENZOGNA e il dio DISUMANO ( e quindi il dio non-dio, perché il vero e solo Dio è un Dio Umanizzato )… questo dio dell’ Horror , ve lo tenete voi, che è degno di voi, INFAMI TRADITORI, di voi e del vostro CAPO, il Bergoglio vaticano!

  5. #massimo trevia   5 gennaio 2016 at 2:45 pm

    concordo,anche sulle presunte beltà femminili.é vero,e dall’infanzia io ho cercato sempre di capire dov’è la bellezza ,anche femminile.ma vallo a spiegare a certe “gambe tozze”,che in più si auto-accorciano il polpaccio con gli stivali! il piede deve essere lo sbocco naturalmente armonioso della coscia! e poi c’è molto altro,anche se io non sono certo adone…ma mi fermo qui.(c’è ovviamente anche il capitolo,su cui concordo,della carne esposta).sono d’accordo anche sul resto.quanto a FN,mi piace la gente che ti guarda negli occhi con franchezza.subito,magari,sei in soggezione.ma ti tirano fuori il meglio e spero che crescano come numero!ricambio il saluto.

  6. #Alessio   5 gennaio 2016 at 3:56 pm

    A Bruno.
    Cosa aggiungere… hai già detto tutto! Posso solo associarmi.

    A Massimo.
    Interessante, la tua inaspettata digressione! Approfondiamo pure!
    Ti è mai capitato di essere fuori da una scuola superiore mista al momento dell’uscita? Se sì, mi sai spiegare qual’è la differenza tra maschi e femmine, a parte alcuni tratti del viso e solitamente la lunghezza dei capelli? Si vestono uguali, parlano uguali (le femmine in genere sono pure più volgari), si atteggiano uguali. Che tristezza!
    E non è che andando avanti con l’età ci siano ‘sti grandi miglioramenti… prova a prendere la metropolitana a Milano, mia città Natale, e quando esci ti domandi :-Ma come fanno quelli che vivono fissi da queste parti a trovarsi una donna??? Mi sono fatto 15 fermate e non ne ho vista mezza!-.
    Ovviamente questo commento non riguarda affatto le lettrici di RS nè le parenti/mogli/fidanzate dei lettori, beninteso!
    Quanto a FN, che cresca dipende solo da chi vota. Renzi e gli altri strenzi vi dicono di votare per altri. Non date retta!

  7. #massimo trevia   8 gennaio 2016 at 3:45 pm

    anche se io da sempre (e vorrei per sempre )non vivo in una grossa città e anzi da anni vivo nel paesino di mio papà,ho potuto effettivamente constatare questo.addirittura,mi pare che molte ragazze esaltino i maschi che parlano,diciamo,”un po’ così”….
    il fatto grave,penso,è che chissà che distorsione vivono fra loro,nel rapporto anche solo di amicizia di maschio-femmina e viceversa!credo sia in atto,anche in famiglie in cui in fondo il padre cerca di essere presente,una tale pervasiva distorsione indotta da ciò che vediamo sta succedendo,che le famiglie non sono più in forza per contrastare,nonostante i bravi genitori certamente ci provino!i loro figli studiano(giustamente),che so,a Milano e per rapportarsi al mondo attuale si sentono in dovere di assorbirlo;bergoglio lancia anatemi solo per problemi sociali,e nel sinodo si parla anche”delle nuove famiglie”!come se lo fossero,ecc.ecc. chi contrasta la deriva?poi il senso del bello e del giusto e del buono sono di conseguenza invertiti e perciò anche l’essere maschi e femmina!noi crescevamo con john wayne….
    ma non sarebbe più apprezzato né capito.siamo,demoniacamente,in un ambiente fumoso.e purtroppo le donne,molte,da una parte fanno le dure,salvo poi rimproverare ai maschi di essere inadeguati.un john wayne avrebbe provveduto ad ammorbidirle bene,anche se sarebbe stato magari denunciato,alla prima parola,per stalking! insomma,senza modelli avendo rinnegato la figura del padre e la famiglia,non si sa più che si vuole e cosa si è. e ho sentito da “brave ragazze”criticare una loro amica perché aveva osato,già a vent’anni,sposarsi ed avere subito figli!”io,fino ai 40,mi diverto,poi….”ebbene,una di queste calcolatrici impeccabili,so che è finita a convivere con un divorziato che ha 5 figli.naturalmente,invece di ammettere che voleva solo….,si sarà data qualche ragione morale.e,con la chiesa attuale,avrà anche trovato qualche ragione”cristiana”!io le avevo anche fatto una proposta seria,fra l’altro.mi è andata bene,quindi…! e molto ancora ci sarebbe da dire.ancora saluti.
    ,

  8. #antonio   13 gennaio 2016 at 10:07 pm

    a tutti i livelli assistiamo a una chiesa che fa dipendere il suo magistero dal gradimento che ne può venire da parte del mondo. cantalamessa ne è un esempio eclatante. ha citato john lennon e le sue sviolinate sono seconde forse solo a quelle del card. ravasi. io lo chiamo – da quando l’ho conosciuto – il predicatore DENTIFRICIO.

  9. #Marisa   19 gennaio 2016 at 1:01 pm

    Caro padre Raniero,
    da qualche anno sei incamminato su un sentiero pasticciato e senza fondo.
    Devi tornare a studiare l’Apocalisse.
    E fai anche una bella cura di fosforo naturale per la memoria…

  10. #Johnny Dessì   16 febbraio 2016 at 12:38 pm

    Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire …
    Il magistero della Santa Chiesa non ha mai sbagliato (e mai lo farà). Infatti Cantalamessa non ha detto questo. Io ho una preoccupazione: quanti cristiani semplici (ne conosco tantissimi) non capiscono la differenza (non sempre specificata), tra adorazione che si deve a Dio e iperdulia che si DEVE a Maria? Perché molte volte frequentando gruppi mariani mi sembrano che questi superino il perfetto equilibrio dei testi liturgici? Pastori state attenti a non favorire l’idolatria… Io non so se questo pericolo c’era nel pre-concilio. Io infatti non c’ero. So solo che ci potrebbe essere ora …

    • #Diego   21 agosto 2016 at 8:09 pm

      “Il magistero della Santa Chiesa non ha mai sbagliato (e mai lo farà).”
      Ma infatti, Johnny: le eresie e le fregnacce di Bergoglio sono anti-magistero e le idiozie di Cantalamessa neppure quello!

      • #bbruno   21 agosto 2016 at 10:20 pm

        sì, Diego, ma Dessì si riferiva alla Santa Chiesa Cattolica, mica alla Prostituta che ha la sua Testa in vaticano ora, e i suoi mezzani come Cantalamessa a imperversare dovunque…

    • #Francesco   22 agosto 2016 at 8:32 pm

      Non ti preoccupare Dessi, alla Vergine S.S si è dato sempre venerazione, ovviamente la venerazione data a lei è di gran lunga superiore a tutti gli altri, non per niente è la “Madre di Dio”, ma si sa, che oggi affinché più semo e meglio stamo, la devozione a Maria è un ostacolo per la creazione di una religione unica, motivo per cui Sfascialamessa, non si esime dal denigrarla, e denigrare coloro che hanno questa amorevole devozione alla nostra Madre, a questo punto non vedo la differenza, tra quello che dice Cantalamessa con chi ha coperto la statuina della Madonna al meeting di Rimini, a tutti e due la Vergine Maria dava fastidio.
      .

      • #bbruno   23 agosto 2016 at 9:17 pm

        “Cantalamessa, predicatore modernista alla corte dei sedenti vaticanosecondisti”…. sedenti dove? Certo, sul ” trono dell’empietà innalzato nel luogo santo”, essi stessi empi fino al SOMMO grado. Altro che sedenti ‘materialiter’ sul seggio di Pietro: sono sedenti formali, a pieno titolo, sul trono dell’ Anticristo, dell’ “uomo iniquo”, di cui parla l’Apocalisse. Chi disquisisce di ‘papi materiali’, poteva benissimo evitarsi le acrobazie salva capra e cavoli, se solo avesse letta la preghiera a san Michele Arcangelo composta da Leone XIII e per suo ordine da recitarsi alla fine di ogni Messa. Non per niente cancellata dalla messa attuale, che essendo essa il trionfo massimo di satana non poteva ovviamente sopportare una conclusione in contrasto con il suo trionfo.Ora i creatori e gestori di tal messa non possono far altro che sonarsela e cantarsela per se medesimi. E quindi che meraviglia se dopo avere stravolto la Messa, si siano messi a stravolgere la Madonna Santissima, e non potendolo fare direttamente, lo fanno per l’interposta persona dei cattolici veri, che da stupidi qual sono, avrebbero confuso la Madre di Dio con Dio stesso…