Germania, benedizione a coppie omo

limburg

di Marco Tosatti

Nella diocesi di Limburg, in Germania, si sta discutendo di un rituale speciale per benedire le coppie omosessuali. Secondo un reportage della Franfurter Allgemeine Zeitung il rettore dell’Istituto dei gesuiti per Filosofia e Teologia, padre Ansgar Wucherpfennig, avrebbe dichiarato di aver già benedetto l’unione di coppie omosessuali, come anche altri preti avrebbero fatto; ma non con una cerimonia pubblica.

E allo stesso tempo il Decano della Chiesa cattolica di Francoforte, Johannes zu Eltz, avrebbe “annunciato una prima discussione relativa a una benedizione della Chiesa e a una cerimonia per gli omosessuali”, che avrebbe definito “una questione di giustizia che non possiamo sopprimere”. Secondo il Decano “è importante trattare gli omosessuali con apertura e apprezzamento”. Padre Wucherpfennig ha dichiarato che “gli omosessuali hanno trovato il loro posto nella Chiesa, anche come membri critici”.

Le dichiarazioni di padre Wucherpgennig, riprese da LifesiteNews , hanno suscitato un commento critico da parte di un noto blogger cattolico, Mathias von Gersdorff che ha rilevato che il gesuita “è noto per le sue stravaganti posizioni teologiche”. “Queste triste dichiarazioni dimostrano una volta di più come certi circoli ecclesiastici in Germania vogliono ignorare il Magistero cattolico e la pratica della Chiesa universale per entrare in un ‘Cammino speciale tedesco’. Da notare che il precedente vescovo di Limburg, Franz Peter von Tebartz-van Elst, di recente rimosso dalla sua diocesi, si è fortemente opposto alla benedizione di una coppia omosessuale fatta nel 2008 da sacerdote locale, Peter Kollas.

Fonte

13 Commenti a "Germania, benedizione a coppie omo"

  1. #bbruno   15 dicembre 2015 at 7:22 pm

    e chissenefrega di quello che fa questa chiesa loro! logico che dicano-bene di quello che smerciano!

  2. #Alessio   15 dicembre 2015 at 8:40 pm

    Certo, chissenegfrega! Ma com’è il fatto della “chiesa loro”? Gli apostati in Germania vanno per conto loro senza seguire l’apostasia ufficiale? A che titolo?

    • #bbruno   15 dicembre 2015 at 9:05 pm

      chiesa loro, la nuova chiesa contraffatta, che potrà avere anche mille sfaccettature, ma sempre falsa è. Chiesa contratffatta come l’ha fatta mamma concilio loro.

  3. #Alessio   15 dicembre 2015 at 9:24 pm

    Quindi in Germania siamo un passo oltre l’eresia vaticanosecondista usuale, da quelle parti hanno anche delle mine vaganti che aggiungono errori ed idiozie di testa loro. Tanto poi comunque ci pensa il Grande Riformatore a dare l’ “imprimatur”.

    • #bbruno   15 dicembre 2015 at 9:38 pm

      certo. come, sempre successo con le nuove chiese. i passi si fanno una alla volta: sideve dare tempo ai gonzi di ingoiare la pozione, e poi avanti..

  4. #Giovanna Viscardi   15 dicembre 2015 at 9:42 pm

    Le turpi nefandezze dell’influente clero tedesco hanno attecchito bene ovunque.

    Uno squallido esempio viene dalla diocesi di una città del norditalia, dove un sacerdote, per aver condannato piu’ volte l’omosessualità (e non solo) è stato richiamato e minacciato di rimozione dal vescovo.

    Non solo, subisce spesso oltraggi, umiliazioni e vessazioni proprio da alcuni suoi confratelli.
    Tra questi c’e un importante chierico gay, mandato nella diocesi appositamente dal vaticano, per “affiancare” e “istruire” il vescovo.
    Tal pervertito, noncurante di nessuno, gira tranquillamente per la città a braccetto del compagno con cui vive.
    Purtroppo non è un caso isolato.

    Siamo gia’ oltre la Germania.

    Di Charamsa italiani abbiamo una folta schiera. Schiera superprotetta e super finanziata da coloro che pensano di riuscire a distruggere la Chiesa di Nostro Signore Gesu’ Cristo. I nemici di sempre: gli ebrei, che sotto mentite spoglie si sono impossessati del nostro paese e ci stanno, grazie alla misericordia bergogliana,
    accompagnando con tenerezza verso lo sfacelo totale.

    SLGC

  5. #rosy1957   15 dicembre 2015 at 10:30 pm

    gli omosessuali hanno trovato il loro posto nella Chiesa, anche come membri critici

    s’era capito da tempo, che fare il prete è una delle tre professioni più praticate dai fr…ci, dopo il cameriere e l’ attore.

    • #Manuela   16 dicembre 2015 at 8:18 am

      Non solo. Il parroco del mio paese, ultrasessantenne, sta aspettando trepidante che bergoglio dia il via a libera al matrimonio dei sacerdoti.

      Preghiamo affinché Gesù Cristo venga al più presto a spazzare via tanta immondizia.

    • #bbruno   16 dicembre 2015 at 9:19 am

      nella ‘loro’ chiesa…una chiesa fr.cia! Alla larga: lasciamo che se la cantino e se la suonino da soli….

    • #Lucius   16 dicembre 2015 at 2:41 pm

      Una Signora,morta in concetto di santita’(Ora sono 30anni di Paradiso per Lei)che ho conosciuto personalmente,disse ai suoi figli spirituali(prevedendo anche questi fatti,che stanno accadendo):la fine del mondo la vedrete in televisione.Noi la stiamo assistendo!Preghiamo perche’Dio faccia cessare presto questa carnevalata.

  6. #Diego   16 dicembre 2015 at 9:24 am

    APOSTATI SODOMITI che vogliono spargere il loro letame dappertutto!

  7. #Alessio   16 dicembre 2015 at 7:22 pm

    Ho già gridato il mio odio per i “froci militanti”, il mio disprezzo per i “normali” e la mia commiserazione solidale per i pochi virtuosi nell’articolo riguardo al “Quotidiano del sud”… aggiungo il mio schifo per gli eretici apostati che stanno dalla loro parte.

  8. #Marie Poirier   17 dicembre 2015 at 5:07 am

    Poverino !!! Che peccato!!… Questi “prete” è un pò ammalato..forse pazzo!!
    C’è un suicidio spirituale!!! Terribile!!