Il libro su J. Ratzinger (C. Di Pietro) acquisito da Harvard University, Yale e NY Library

Il libro su J. Ratzinger (C. Di Pietro) acquisito ad Harvard University, Yale e NY Library

Il libro Joseph Aloisius Ratzinger. L’altra teologia del “papa emerito”, pubblicato dalle nostre Edizioni, scritto da Carlo Di Pietro, è stato acquisito dalle Università di Harvard e Yale, ed è presente in NY Public Library.

Carlo Di Pietro (Potenza, 1976) è un editore, giornalista, scrittore e blogger italiano. Ha curato e pubblicato numerosi libri con varie case editrici. In questo testo cerca di dimostrare, con prove documentali, che il “papa emerito” – Joseph Ratzinger (Benedetto XVI) – è stato ed è tuttora uno dei più pericolosi modernisti della storia.

INDICE:

  • Chi è Joseph Aloisius Ratzinger, breve biografia. 5
  • Introduzione alla lettura dello scritto. 9
  • La Chiesa e il Pontefice Romano. 13
  • Ratzinger: separazione fra Potestà d’Ordine e di Giurisdizione, un’«aggiunta postuma medievale». 19
  • Ratzinger: la Chiesa ama ed è unita agli adulteri. 29
  • Precisazioni sul Magistero ecclesiastico e sulla Infallibilità pontificia. 33
  • J. Ratzinger e la sua idea della Chiesa di Cristo. 39
  • J. Ratzinger: L’attesa messianica ebraica non è vana. 45
  • J. Ratzinger: I Giudei non credono a Gesù genuinamente a causa dell’oscurità dei testi. 53
  • Enzo Bianchi: Torah, Mishna e Talmud amati più di Dio stesso. Ha ragione J. Ratzinger. 59
  • J. Ratzinger: Giudei predica vivente, padri nella fede, non è necessario convertirli. 63
  • J. Ratzinger: estremisti islamici come i crociati, poco equilibrati. 75
  • J. Ratzinger: Cattolici e Musulmani adorano lo stesso Dio. La Chiesa stima i credenti musulmani. 81
  • J. Ratzinger: chi non stima i musulmani è malvagio, bene le istituzioni islamiche. 85
  • J. Ratzinger: non condanno il Modernismo. Impegnarci nell’edificazione di un Nuovo Ordine Mondiale. Auguri per il Ramadan. 89
  • J. Ratzinger: Induismo altissimo e purissimo, marcato dall’idea dell’amore. 97
  • J. Ratzinger: ci sono santi pagani, fuori dalla Chiesa ci si salva in larga scala. 105
  • J. Ratzinger: i dogmi della Chiesa sono faticosi, ci sono così tante vie per la salvezza. 111
  • J. Ratzinger: hanno ragione gli Ortodossi, il Papa ha un primato di solo onore. 117
  • J. Ratzinger: Gesù risorto non mangiò con gli Apostoli, san Luca mente e fa mitologia. 123
  • J. Ratzinger: senza sedia non c’è dichiarazione ex cathedra. Nessuno deve convertirsi alla Chiesa. 129
  • J. Ratzinger: Kasper è un dono prezioso per la Chiesa. Gli scismatici eretici Orientali sono pastori nella Chiesa di Cristo. 135
  • J. Ratzinger: i protestanti devono rafforzarsi. No al confessionalismo. Grande Lutero. Cambiare idea di conversione. 145
  • J. Ratzinger: Roger Schutz è in Paradiso. Taizé deve essere formata anche in altri posti. 153
  • J. Ratzinger: Gesù è presente anche nella cena degli Evangelici. Non si può restringere l’Eucaristia alla “validità”. 157
  • J. Ratzinger: La categoria di eresia non è più di nessun valore. Il Protestantesimo fa bene alle anime. Gli Anglicani si fondano sulla Tradizione Apostolica. 161
  • J. Ratzinger: Al Concilio di Firenze degli integralisti ossessionati dalla “lettera”. Hanno sostituito la verità. La forma nei Sacramenti non è necessaria. 169
  • J. Ratzinger: Le “chiese” eretiche e scismatiche sono “Chiese particolari”. 175
  • J. Ratzinger: Il Concilio di Trento offende le nostre orecchie ecumeniche. Va “purgato” perché ha allontanato i Protestanti. 177
  • J. Ratzinger: Il Limbo era solo una soluzione discutibile per battezzare gli infanti il prima possibile. 181
  • J. Ratzinger: Non dobbiamo prendere alla lettera la Bibbia, neanche la questione delle Tavole. 191
  • J. Ratzinger: La Tradizione è un problema. Trento disastroso. Lutero motivato. Crisi della tradizione? È colpa della Chiesa. 197
  • J. Ratzinger: I Concili non sono fruttuosi, perdita di tempo. Tutto buono solo il Vaticano II. 199
  • J. Ratzinger: Dio non gestisce un campo di concentramento. È assurdo insistere sul peccato originale. 203
  • J. Ratzinger: Il Giudizio di Dio è contro l’amore. Pio XI fu un liberale. Il Sillabo è una dichiarazione di guerra da abolire. 207
  • J. Ratzinger: Viva il controsillabo, anche se ha avuto frutti drammatici. Non si può tornare al Sillabo. 213
  • J. Ratzinger: Cremare i cadaveri non è male. Dio ci darà in ogni caso un nuovo corpo. 215
  • J. Ratzinger: L’ex Sant’Uffizio non deve più escludere quelli che hanno dottrina opposta alla Cattolica. 217
  • J. Ratzinger: La Chiesa è dove c’è una sola fede, dunque anche le “chiese” protestanti sono Chiesa. 219
  • J. Ratzinger: I Padri sono gli insegnanti della Chiesa ancora indivisa. La loro teologia era “ecumenica”. 221
  • J. Ratzinger: L’unità della Chiesa è in formazione. Allo Spirito Santo non servono i preti. Rispetto la libertà di coscienza di Hans Küng. 223
  • J. Ratzinger: La restituzione dei corpi alle anime è un’immagine pittoresca usata nella Bibbia. 225
  • J. Ratzinger: La confessione di oggi non è come ha voluto Gesù. Il senso è diverso. 227
  • J. Ratzinger: Esistono casi giustificativi nell’uso del preservativo: primo passo per una sessualità più umana. 229
  • Conclusione. 233
  • Indice. 235

PAGINE 238 formato A5

© 2015 Edizioni Radio Spada

ISBN 9788898766185

19 Commenti a "Il libro su J. Ratzinger (C. Di Pietro) acquisito da Harvard University, Yale e NY Library"

  1. #bbruno   16 dicembre 2015 at 5:02 pm

    ho letto l’ INDICE: lo dedico ai nostalgici di Ratzinger, ai piagnoni del papa fatto fuori dai cattivoni!!

  2. #bbruno   16 dicembre 2015 at 6:31 pm

    chissà perché mi sono venute in mente queste parole dell’ Apostolo Paolo:

    “Il mistero dell’iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lo trattiene.Solo allora sarà rivelato l’empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all’apparire della sua venuta, l’iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri, e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l’amore della verità per essere salvi.”

    E quindi non mi devo spaventare che sia stato tolto di mezzo colui che poteva trattenere il mistero di iniquità- il papa della vera Chiesa, il baluardo contro gli assalti dell ‘ERRORE, perché i tempi sono qui, che l’empio e la sua corte saranno annientati col soffio della bocca di colui che ha detto: “IO sono la VIA la VERITA e la VITA “, mica questi pincopallini che nemmeno più si reggono sulle loro gambe, e che per farsi notare si sono installati come Uccelli del Malaugurio sul soiglio di Pietro!!!!”

    —Queste cose infatti ci sono state dette perché non abbiamo a scandalizzarci.
    Ci scaccino pure dalle sinagoghe loro; lasciamoli pur credere -o piuttosto, lasciamoli che diano da intendere – che scacciandoci da esse, loro rendono il vero culto a Dio..
    Faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né il suo Cristo..
    Ma queste cose ci sono state dette perché, quando giungerà l’ora, ricordiamo che Lui ce ne ha parlato. (Gv 16)

  3. #Diego   16 dicembre 2015 at 8:53 pm

    Che oscena caterva di eresie!

  4. #Diego   16 dicembre 2015 at 10:00 pm

    A proposito: complimenti e congratulazioni all’ottimo autore del libro!

    • #ricciotti   17 dicembre 2015 at 12:37 am

      Grazie

  5. #frank10   16 dicembre 2015 at 10:06 pm

    @bbruno, non ci resta che ripetere le parole del grande Sant’Atanasio quando la Chiesa era invasa dagli ariani:

    Che Dio vi consoli! … Quello che rattrista … è il fatto che gli altri hanno occupato le chiese con violenza, mentre in questo periodo voi vi trovate fuori. È un dato di fatto che hanno la sede, ma voi avete la fede apostolica. Possono occupare le nostre chiese, ma sono al di fuori della vera fede. Voi rimanete al di fuori dei luoghi di culto, ma la fede abita in voi. Vediamo: che cosa è più importante, il luogo o la fede? La vera fede, ovviamente: Chi ha perso e chi ha vinto in questa lotta – quella che mantiene la sede o chi osserva la fede? È vero, gli edifici sono buoni, quando vi è predicata la fede apostolica; essi sono santi, se tutto vi si svolge in modo santo … Voi siete quelli che sono felici, voi che rimanete dentro la Chiesa per la vostra fede, che mantenete salda nei fondamenti come sono giunti fino a voi dalla tradizione apostolica, e se qualche esecrabile gelosamente cerca di scuoterla in varie occasioni, non ha successo. Essi sono quelli che si sono staccati da essa nella crisi attuale. Nessuno, mai, prevarrà contro la vostra fede, amati fratelli, e noi crediamo che Dio ci farà restituire un giorno le nostre chiese. Quanto i più violenti cercano di occupare i luoghi di culto, tanto più essi si separano dalla Chiesa. Essi sostengono che rappresentano la Chiesa, ma in realtà sono quelli che sono a loro volta espulsi da essa e vanno fuori strada. Anche se i cattolici fedeli alla tradizione sono ridotti a una manciata, sono loro che sono la vera Chiesa di Gesù Cristo

    Loro hanno le chiese di mattoni (per ora), ma non hanno più la Fede!

    Comunque, non fermatevi all’Indice! Compratelo e leggetelo che ne vale la pena.

    • #ricciotti   17 dicembre 2015 at 12:38 am

      Grazie

  6. #Mardunolbo   17 dicembre 2015 at 1:39 am

    Non posso che congratularmi ed essere felice insieme con l’autore, perchè la presenza del libro nelle università è già inizio ed indizio … E chi legge capirà la verità e la verità rende liberi !

  7. #Alessandro   17 dicembre 2015 at 10:59 am

    La lettura di questa meritoria, oltreché godibilissima, fatica letteraria del bravo ed onesto Autore(una perla rarissima, l’onestà, ai giorni nostri) mi ha lasciato di sasso. Io mi fidavo di quell’uomo(Ratzinger), e ora mi sento ingannato e umiliato da colui che si è sfacciatamente presentato dietro la fallace maschera di “conservatore e tradizionalista” : niente di più falso e disonesto! Non riesco davvero a capire quanti, per screditare Bergoglio, si appellano a chi ha obiettivamente contribuito(e come poteva essere altrimenti) a permettere che personaggi chiaramente eterodossi, a lui(Bergoglio)peraltro sostanzialmente affini, potessero con tranquillità occupare e perfino scalare la sedicente attuale gerarchia. Ma dopotutto è un bene che ciò sia avvenuto: l’imperatore è ormai inequivocabilmente nudo(la setta vaticanosecondista), e l’Autore nel suo libro ce ne offre un illuminante quanto giustamente impietoso ritratto. Che sia stato acquisito ad Harvard, Yale e altrove, sinceramente mi importa poco, avendo ragione di credere che, al di là dei nostri e altrui apprezzamenti, sia piaciuto al Signore e solo per questo piacerà e sarà utile a quanti ancora si sforzano di cercarLo con cuore sincero. Complimenti e grazie!

    • #guelfonero   17 dicembre 2015 at 6:03 pm

      Anche una sola mail come questa vale tutto il lavoro della nostra casa editrice 🙂 Grazie anche da parte nostra. Piergiorgio Seveso

  8. #ricciotti   17 dicembre 2015 at 3:57 pm

    grazie. amDg

  9. #ricciotti   17 dicembre 2015 at 3:59 pm

    grazie per le bellissime parole.
    Il Signore giusto e misericordioso sia lodato.
    Prega per me, se puoi.
    🙂

  10. #bbruno   17 dicembre 2015 at 7:49 pm

    e pensare che per tre o quattro casi di supposte scorretezze dottrinali in quasi duemila anni di magistero papale si sono levati clamori che intendevano sommergere il Vaticano I !!! Qui abbiamo una valangata di chiare corbellerie ereticali, e chi l’ingrossava si dava anche l’aria di custode dell’ ortodossia!!! Ma come ha fatto a ingannare tanta gente? Mai sentito parlare??? Si vede allora che del Concilio Vaticano II nessuno ha capito un cavolo: nè il Gherardini nè il Radaelli nè l’ Amerio, né don Curzio, e non parliamo dei Socci e dei Messori e compagnia cantante….

  11. #marierose maciejasz   17 dicembre 2015 at 9:36 pm

    concordo Bruno….il mistero del’ iniquità è già in atto …..ma non vincerà…ciao…….

  12. #Diego   17 dicembre 2015 at 9:57 pm

    Caro Alessandro, ho già provveduto a scusarmi per il commento delle 20:42, purtroppo non ho visto (o non era ancora stato pubblicato) il suo commento delle 17:12 e il mio temperamento un po’ paranoico mi ha fatto fraintendere i suoi commenti delle 17:22 e delle 17:33, che, alla luce del commento delle 17:12, acquistano tutto un altro senso!
    Sono felice che il tutto sia stato chiarito!

  13. #Dan   5 gennaio 2016 at 4:33 pm

    Purtroppo Ratzinger era solo la faccia conservatrice (Bergoglio invece è la faccia di quella progressista) della stessa medaglia modernista. Un vero e proprio inganno diabolico!

    • #bbruno   5 gennaio 2016 at 8:51 pm

      chissà che un giorno non arrivi a capirlo anche il Socci ( e Compagnia bella! ).Ratzinger anzi il peggiore di tutti,sotto il velame della finzione : il “Mestro di color che sanno” come fregarci la fede…Ma, male per lui, basta solo la conoscenza del PICCOLO catechismo di san PioX per capire la sua truffa!

  14. Pingback: J. Ratzinger: Giudizio di Dio è contro l’amore. Sillabo è una dichiarazione di guerra da abolire | Radio Spada

  15. Pingback: Ratzinger: Sillabo è una dichiarazione di guerra da abolire - Blondet & Friends