[SONDAGGIO] Secondo Renzi e Boldrini in Italia tutti vorrebbero le “nozze gay”. E tu che ne pensi?

Secondo Renzi e Boldrini in Italia tutti vorrebbero le "nozze gay". E tu che ne pensi?

Secondo Matteo Renzi e Laura Boldrini in Italia tutti vorrebbero le “nozze gay”. E tu che ne pensi?

Vota e fai votare il nostro sondaggio:

1. Contrario a qualunque tipo di unione tra omosessuali;

2. Favorevole alle unioni omosessuali, ma contrario alle adozioni;

3. Favorevole alle unioni omosessuali e favorevole alle adozioni;

4. Indifferente.

 

CLICCA QUI PER VOTARE

 

 

11 Commenti a "[SONDAGGIO] Secondo Renzi e Boldrini in Italia tutti vorrebbero le “nozze gay”. E tu che ne pensi?"

  1. #antonia   5 gennaio 2016 at 8:55 pm

    Abbiamo talmente tanti problemi e siamo nella ##### che questa è l ultima stupidaggine che uno stato serio dovrebbe pensare.

  2. #Alessio   5 gennaio 2016 at 9:11 pm

    Io non riesco a fare commenti su di un tema del genere senza che mi vengano censurati, quindi non ci riprovo più.
    Mi limito a dire che penso tutto il peggio possibile ed immaginabile dei pederasti militanti e dei loro sostenitori, e vorrei che scomparissero dalla faccia della terra dal primo all’ultimo.
    Termini più lievi di questi mi sono impossibili, e questa volta credo di essere all’interno dei limiti espressivi di RS.

    • #ricciotti   6 gennaio 2016 at 2:16 am

      Alessio.
      Carità!
      Carità!
      Carità!

  3. #Sergio De Angelis   6 gennaio 2016 at 8:24 am

    Le idiozie di Renzi e della Boldrini sono proverbiali ; purtroppo hanno dalla loro l’informazione di regime e un esercito di giornalisti asserviti al Potere.

  4. #Alessio   6 gennaio 2016 at 4:58 pm

    A Carlo

    Ti assicuro che se avessi combattuto a Waterloo e mi fossi poi imbattuto in valorosi soldati napoleonici sconfitti, avrei usato con loro tutta la carità che tu mi dici.
    Ma ‘sti qua non se ne meritano affatto! Se scrivo cosa si meritano, e cosa vorrei dar loro di mia mano, mi censurate ancora.

  5. #bbruno   6 gennaio 2016 at 6:16 pm

    nozze gay per noi, tonti europei un tempo cristiani, e poligamia per gli stranieri (da finanziare coi nostri soldi ), perché più in fretta avvenga il rimpiazzo… evviva le libertà occidentali e MORIAMO CONTENTI!

  6. #Alessio   6 gennaio 2016 at 8:15 pm

    Bruno… mi fai notare un altro aspetto deleterio al quale non avevo pensato.
    Una ragione in più, come se non ce ne fossero già abbastanza, per affermare che l’unica “carità” che concederei a costoro sarebbe il maggiore Mario Carità e la sua banda.

  7. #Mariagrazia   6 gennaio 2016 at 11:39 pm

    contraria a qualunque tipo di unione tra omosessuali

  8. #Alessio   7 gennaio 2016 at 1:51 am

    Non siate semplicemente contrari ad un simile abominio di depravazione ed ai suoi promotori, siate arrabbiati, indignati e sul piede di guerra.
    Se ‘sti qua dovessero averla vinta completamente, Dio ce ne scampi, ci ritroveremmo con la società infettata istituzionalmente dalla sozzura della sodomia, avremmo bambini forzatamente confusi circa la loro identità sessuale, la famiglia ancora più fragile, il vero matrimonio sempre più messo in discussione, la promiscuità ancora più giustificata, le pornolezioni sin dalle elementari in pochi anni (ci sono posti dove già ci sono), molte più anime all’Inferno… si può essere solo contrari a qualcosa d’importanza relativa, dinnanzi al pericolo di questa vomitevole infamia bisogna essere inviperiti e combattivi.

  9. #Daniela   7 gennaio 2016 at 9:29 am

    Alessio, hai perfettamente ragione, dobbiamo essere combattivi e non degli amorfi smidollati che non si rendono conto di come tutto sta precipitando

  10. #Alessio   7 gennaio 2016 at 7:38 pm

    Grazie Daniela, magari tutti lo capissero!
    C’è anche chi si limita a ridere, pensando così di dimostrare il proprio rifiuto.
    Ma la Storia ci dimostra che l’ilarità ha vita breve, e ciò che oggi è considerato una risibile fesseria se continua nel tempo sarà domani una regola sociale accettata.
    Durezza ed intransigenza sono le uniche risposte, la tolleranza del male è il primo passo verso la giustificazione del peggio.