La Massoneria risponde all’articolo del card. Ravasi

PPP
fotomontaggio in attesa dell’originale

-di Davide Consonni-

Com’è oramai notorio Gianfranco Ravasi, dalle colonne del Sole 24 Ore, s’è lanciato in un’ambigua ma esplicita apologia della setta massonica. Il Cardinale ha ribadito per l’ennesima volta che il Magistero Pontificio, il quale dal 1738 commina una scomunica ipso facto ai massoni, non impedisce un prolifico dialogo su quei temi che fondano le proprie radici in quelli che il Ravasi definisce valori comuni tra Santa Chiesa e diabolica setta massonica: comunitarismo, beneficenza e lotta al materialismo. Tralasciando gli scontati ma doverosi commenti che lo scritto del Ravasi, tempestato di abnormi imprecisioni, meriterebbe; passiamo invece a rendicontare le reazioni suscitate dall’articolo in campo massonico. Innanzi tutto il sito web del Grande Oriente d’Italia è l’unico ad aver riportato l’articolo del Ravasi per intero in formato pdf [vedi qui]. Inoltre non sono mancati gli apprezzamenti mielosi del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi, il quale ha scritto a sua volta una lettera al Sole24Ore, qui di seguito riporto degli stralci di tale lettera tratti da un articolo pubblicato in merito dal sito web grandeoriente.it:

Il Gran Maestro Stefano Bisi ha scritto una lettera a  Il Sole 24 Ore  in relazione all’articolo del Cardinale Gianfranco Ravasi su Chiesa e Massoneria apparso nell’inserto culturale “Domenica” del 14 febbraio scorso. Nella lettera si esprime attenzione ed apprezzamento per quanto scritto dal Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura su alcuni valori comuni che, al di là delle posizioni e dei documenti ufficiali della Chiesa sulla Libera Muratoria, non impediscono un futuro pacifico dialogo fra le due Istituzioni. Scrive il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia-Palazzo Giustiniani al giornale milanese in merito all’articolo del Cardinale Ravasi: “Sono stato lieto di apprendere che senza pregiudizi e con l’ampia visione culturale che Lo contraddistingue, abbia parlato della Massoneria e, al di là delle puntualizzazioni e delle posizioni ufficiali e scritte della Chiesa, ampiamente note, abbia riconosciuto, senza idee preconcette, che fra le due realtà ci sono comunque anche dei valori comuni che uniscono, pur non annullando ipso facto quelle che sono le diverse visioni e le marcate se non nette differenze”. I valori comuni che uniscono sono quelli della dimensione comunitaria, della dignità umana, della lotta al materialismo, della beneficenza. Su queste basi si può auspicare un costruttivo dialogo nel pieno rispetto delle diverse identità.

Ebbene per completare il quadretto non manco di riportare anche i tweet [sì, i massoni 2.0 son fissati coi social network] che il profilo ufficiale del Grande Oriente d’Italia ha pubblicato in merito alla vicenda:

kkk
lllll

 

18 Commenti a "La Massoneria risponde all’articolo del card. Ravasi"

  1. #bbruno   17 febbraio 2016 at 6:50 pm

    “siamo lieti”… sentili, fanno anche i sorpresi! Resta che l’ amico del nemico è un nemico! Ma questo lo sapevamo già…Grazie comunque della tua sincerità: ex ore tuo iudico te, cardinale della massonica chiesa romana!….Ma io prego, con LeoneXIII, che l’Arcangelo Michele in infernum vos detrudat (certo, sic stantibus rebus)…

    Rispondi
    • #Alessio   17 febbraio 2016 at 9:25 pm

      Ma no, ma dai, ma perchè… uno scambio di letterine. Che tenerezza!

      Rispondi
  2. #bbruno   17 febbraio 2016 at 10:58 pm

    Che importa al ‘nostro’ che Qualcun altro abbia scritto: “Quale intesa tra Cristo e Beliar, o quale collaborazione tra un fedele e un infedele?”

    Scrittura vecchia, questa, “piena di pregiudizi”, mica degna dell’ “ampia visione culturale che contraddistingue” il ‘nostro’, che senza cedere a “idee preconcette” sa bene, coi suoi amici (= ‘fratelli ), quali sono i “valori comuni” che li devono spingere uniti a collaborare per il ‘bene’ di tutti …

    L’avesse capito anche San Paolo!

    Rispondi
    • #Alessio   18 febbraio 2016 at 2:01 am

      San Paolo… ma cosa poteva saperne! Era un reazionario come tutti i Santi e come tutti i Papi, uno che credeva nel Bene e nel Male, un Cristiano!
      Non come costotro, capeggiati dal Gran Riformatore Bergoglione, che “hanno finalmente capito” che “Dio non è più al passo con i tempi”, e che quindi va sostituito con il “dio uomo” politicamente corretto e sempre “più libero” grazie all’impulso sociale della Controchiesa massonica, impegnata a cancellare ogni traccia di Cristo dalla Storia.

      San Paolo… lui si rivolgeva ai Cristiani perchè rimanessero tali, e portassero anche ad altri la Parola di Dio. Che vecchiume! Con virtù e peccato, con Paradiso e Inferno, con giusto e sbagliato… ma chi erano loro per giudicare?
      Ravasi s’è invece rivolto ai servi di Satana (più o meno consapevoli), per gettere i ponti tanto cari al suo superiore e favorire quel rinnovamento volto a deificare l’Uomo e renderlo felicemente prono alla Controchiesa, artefice della sua “libertà”.

      Come cambiano i tempi, eh?

      Rispondi
      • #Paolo Antonio Tocco   18 febbraio 2016 at 1:51 pm

        Non c’è che dire, anche Ravasi scende a dialogare con satana…..C’erto che ci son cose comuni…anche fra Michele e Lucifero ci sono cose comuni…….sono entrambi nature angeliche !Ma……..piccola differenza……il primo e’il servo indiscusso del Signore Dio, e capo dell’esercito celeste, l’altro e’il ribelle, l’orgoglioso pazzo che ha osato voler combattere con il proprio Creatore…….ed e’destinato a soccombere e con lui gli uomini che lo seguiranno……

        Rispondi
  3. #Maria   19 febbraio 2016 at 1:55 pm

    Carissimi se volete contrastare la ” massoneria ” dovete salire il monte fino alla cima. Non rimanete alle pendici ,non potete vedere nulla e tanto meno capirne niente.Da bravi ” Cavallieri coraggiosi”, azzardate,mostrate la vostra determinazione combattete la vostra buona battaglia,non lisigate,in una così grande impresa affidatavi da Dio,con le vostre quattro paroline intimidatorie che fanno solo ridere.Mi ricordate i miei odorati “cani bassotti” che per paura,che qualche cagnone facesse loro la pelle rizzavano il pelo,tiravano fuori una grinta inimmaginabile ma purtroppo quando se la vedevano brutta erano abbastanza intelligenti da svignarsela.Per fortuna!

    Dio non è più a passo con i tempi? Voi lo credete! Dio e’ a passo con i tempi. L’uomo cari miei va un po’ a vanvera e, il nostro Creatore ci segue! Segue la nostra libertà e, in essa,continuamente ci viene ad indirizzarci percorsi più adatti a noi proprio perché non ci veniamo a perdere del tutto.Questo lo facevo quando avevo i miei figli che camminavano appena ma,volevano sperimentare spazi diversi da esplorare, ed io continuamente per quello che erano le loro capacità acquisite li lasciavo osare e, fare esperienza. Cadevano e po’ si rialzavano.
    Dio lo sta facendo con noi.La nostra Chiesa e’ ” salda” sotto il suo diretto controllo anche se molte cose direbbero l’opposto.
    Non preoccupiamoci, a Lui è permesso di ” cambiare le carte in tavola ” come dico sempre e,a noi, resta solo di accettare perché tanto chi può scrutare il Suo pensiero. Non certo noi,con tutte le nostre battutine spesso e volentieri di cattivo gusto .
    Saluti se accettati .

    Rispondi
  4. #milena rizzo   20 febbraio 2016 at 1:15 pm

    La signora Maria, non sa, o, probabilmente finge di non sapere che il cattolico vuole e ,deve essere alla sequela di Gesù Cristo che si autodefinì SEGNO DI CONTRADDIZIONE.

    Quindi perché insiste con i suoi sermon-cini?

    In verità, ogni tanto un po’ di svago fra orti, alpeggi, cani e bucoliche divagazioni male non ci fanno…….dato i tempi che dobbiamo vivere….

    trizz

    Rispondi
  5. #Maria   20 febbraio 2016 at 2:55 pm

    Signora Milena, se non è capace di contrastare in maniera seria i miei contributi,se ne rimanga fuori che rende maggior servizio.

    Rispondi
  6. #Maria   20 febbraio 2016 at 4:01 pm

    No! Di certo nessuno ha potere di eleggere un Papa.Nessuna persona fisica lo ha, per quanto ne abbia autorità.Il Papa,in questo caso l’attuale, e’ stato eletto! E a me,che piaccia o no, a questa persona e’ stata data Autorita’ Suprema di portare avanti la nostra S.Chiesa.Questo in parole povere.

    Da parte, mia devo dire che,Papa Francesco risponde esattamente a quelle che sono state le mie aspettative di desiderio prima,confermate poi dalla sua elezione.
    Quindi io devo solo ringraziare lo Spirito Santo assieme al Padre e al Figlio e nessun altro.Perche’ tante difficoltà nel comprendere.

    Alessio, in concreto,cosa sei stato capace di cambiare in questo tempo il Italia,fuori dall’Italia e, dall’Europa? Questa nostra Chiesa esiste e, continuerà ad esistere anche senza il tuo ed il nostro proselitismo,a favore o contro.
    Tanto vale deporre le armi e, lavorare insieme. Che non sia mai che cristiani,come ci diciamo lottino,fra loro a tornaconto di Satana. Non diamo al buon Dio un pensiero in più.

    Continui a parlare di ” Massoni “. Ma perché esistono! Forse con il beneplacito di tanti di noi,che per proprio interesse personale, hanno visto o, non hanno voluto vedere, per pigrizia,fin dall’inizio? Questi sono i risultati.Ma con chi c’è la prendiamo ?
    Incominciamo da noi,tu ed io per primi,ancora a scanso di malintesi a chiedere al Signore ” umiltà di cuore ,misericordia,anche per noi, che tanto abbiamo bisogno e poi,verso tutti nostri fratelli.”
    Sono certa che molte cose incomincerebbero a cambiare.

    Un caro saluto se accettato.

    Rispondi
  7. #Maria   20 febbraio 2016 at 4:08 pm

    Signora Milena,oggi, sul prato,ho avuta la bellissima sorpresa di vedere le prime viole.Un buongiorno anticipato,a mio avviso,del nostro Creatore. Grazie!!!

    Rispondi
  8. #lister   21 febbraio 2016 at 5:33 pm

    Suvvia, Milena,
    se non è capace di contrastare “in maniera seria” ( 🙂 ) i “contributi” (?!) seri della sciura, se ne stia fuori, che diamine!
    Intanto, da lei, può imparare a scrivere in maniera corretta l’Italiano ( 🙂 ); in secondo luogo, avrà la possibilità di conoscere la sua profonda filosofia filobergogliona (azz!) ed infine, leggendo i suoi “contributi”, avrà la possibilità…di farsi qualche risata, senza, necessariamente, contrastarla. Eh!

    Attenzione, che la sciura riceve persino il “buongiorno” dal Signore…altro che stimmati!!

    Rispondi
  9. #bbruno   21 febbraio 2016 at 7:47 pm

    Qui c’è una donna che imperversa, imperturbabile e sbragolona: se è autentica, è davvero un ‘genio’: più idiota di così non si può!

    Rispondi
  10. #Maria   21 febbraio 2016 at 10:46 pm

    Signor Bruno se lei pensa di offendermi in qualche maniera, vuol dire che non ha capito niente.Fin dall’inizio vi ho detto che avreste potuto dirmi liberamente quello che pensavate e, vi siete mai chiesti il perché ? No di certo! Ad una persona,non dice sei una idiota in questo caso o,baldracca in un altro,senza pensare che ci sia un piccolo problema in chi lo dice.

    Non avrei voluto metterle la pulce nell’orecchio ma,sinceramente mi sarebbe piacciuto vedere,spingendo oltre,le reazioni verbali fino a che punto si sarebbero spinte.Devo dire non c’è male.Si potrebbe fare di meglio. Servono ad una indagine.

    Signor Lister
    Io vivo in perfetta sintonia con la natura.Ogni piccola creatura vivente sia pianta,animale o insetto,penso sempre al Creatore che mi magnifica di così straordinarie bellezze.
    Di questo,mi sento da Lui amata,e per questo,rendo Gloria al suo Santo Nome.

    Rispondi
    • #bbruno   22 febbraio 2016 at 12:09 am

      un capolavoro di vittimismo, da parte di una donna-Maria – che che gentilmente da del ‘lurido’ e dello ‘scudiero’ a chi non la pensa in maniera giusta (la sua).Per sua conoscenza ‘baldracca’ fa riferimento a una persona che è disponibile ad ogni versione religiosa (e difatti aggiungevo il qualificativo ‘pia’), e ‘idiota’ è la connotazione del protagonista di un famoso romanzo, a significare una persona ‘candida’ fino all’estremo…Ma in questo ‘anno di misericordia’ perché non limitarci alle carezze???

      Rispondi
  11. #milena rizzo   22 febbraio 2016 at 12:41 pm

    scusate, ma, mi sto chiedendo se è il caso di ringraziare la Redazione per lo spasso che ci offre…

    Confesso che quando vedo un post proveniente dall’alpeggio riesco a farmi due risate di cuore pur in mezzo a tante tribolazioni.

    Trizz

    Rispondi
  12. #Maria   24 febbraio 2016 at 2:55 pm

    È certo Milena! per cosa pensa che lo faccia. È così bella la montagna, che vi porterei tutti con me agli alti pascoli, col ruolo di pastori,per una bella mandria di pecore e mucche con il campanaccio al collo,che per me e’ musica.Sicuramente ci verrebbe l’ispirazione di chiederci perché il buon Dio ha regalato a noi tanta bellezza così poco sensibili per come siamo…
    Tanto che potremo anche mettersi a piangere.

    Rispondi
  13. #Marisa   27 febbraio 2016 at 5:54 pm

    Anch’io vorrei tanto dare alla bergogliana siora Maria la dose di persecuzione quotidiana da lei tanto bramata, certa di appagarla per le prossime 24 ore, ma poiché ci sono cose lievemente più serie di cui occuparsi, segnalo uno studio di padre Giovanni Cavalcoli sulla massoneria, al sito
    http://isoladipatmos.com/
    Marisa

    Rispondi
  14. #Carlo   29 febbraio 2016 at 10:43 pm

    Sig. Maria, per due righe in privato, circa il suo gruppo di preghiera, gradirei mi scrivesse qui:
    emailprovvisoria7@email.it
    Grazie della cortesia e scusate.

    Rispondi

Rispondi