Da Zagami a Casaleggio-Grillo: una panoramica sulle dinamiche occulte

L’articolo che vi proponiamo stasera contiene ampi stralci di un’opera di Leo Zagami. I pareri ivi espressi sono strettamente dell’autore e non rispecchiano necessariamente le convinzioni dei redattori di RS.

 

 

le-confessioni-di-un-illuminato_47589

 

di Cinzia Palmacci

 

Ma quanto era affollato questo panfilo Britannia della Corona Inglese? E quanto ha inciso sulle attuali vicissitudini italiane? A giudicare da Pertini in poi si direbbe in maniera rilevante, ed il nostro ex Presidente pare non fosse l’unico politico italiano a saperne qualcosa… Ma andiamo con ordine. Esiste un interessante documento di un ex Illuminato, tale Leo Lyon Zagami, che getta un’ombra sulla “rivoluzione digitale” di Casaleggio, Grillo e associati. Leo Lyon Zagami è anche autore di un libro dal titolo: Confessioni di un Illuminato vol. I-II-III“, una trilogia edita da Uno Edizioni.

Quello che emerge da queste rivelazioni fa tremare le vene ai polsi, per intrecci tra poteri forti, mass media, logge massoniche e Vaticano. Quindi tenetevi forte. Ad ognuno la libertà di credere o non credere, ma quando a parlare è un insider con tanto di fonti e prove alla mano e tutte verificabili, si lascia veramente poco spazio al dubbio…

Questo brano è tratto dal Manifesto dell’ordine sul sito dignityorder.com, e descrive l’essenza dell’Ordine degli Illuminati in relazione alla Massoneria:

Nei tempi moderni, la più importante società esoterica è, indubbia-mente, quella degli Illuminati. L’Ordine degli Illuminati fu fondato da Adam Weishaupt il 1° maggio del 1776 in Baviera. Il suo scopo dichiarato era quello di far raggiungere ai suoi adepti il più alto grado di moralità e virtù, liberando la mente dai pregiudizi e dalla superstizione, per riformare il mondo sconfiggendo i mali che l’affliggono.
Per quanto riguarda la Massoneria, che allora trionfava in tutta Europa, Weishaupt è convinto che l’Ordine degli Illuminati debba restarne separato, perché i misteri della Massoneria sono troppo puerili e facilmente accessibili ai profani. Conseguentemente, i rituali degli Illuminati devono essere diversi da quelli della Massoneria.
L’Ordine degli Illuminati subisce un imprevedibile sviluppo quando, nel 1780, è ammesso il Barone Adolf Franz Friederich Knigge, al quale si affida il compito di perfezionare la visione già delineata da Weishaupt. Knigge, pertanto, apporta all’Ordine importanti modifiche, sia sviluppando alcune idee di Weishaupt sia introducendone di nuove. In particolare, le sue innovazioni consistono: a) nella collaborazione con la Massoneria; b) nell’introduzione di altri Gradi oltre i tre già previsti; c) nell’abbandono della regola di ammettere solo i giovani particolarmente dotati, per consentire l’ammissione anche di uomini dotati di esperienza: d) nella rinuncia alla polemica politica e religiosa, per concentrarsi nella lotta contro la superstizione e l’ignoranza”. Dignity, secondo la definizione reperibile sul sito, è un Ordine che appartiene alla millenaria tradizione esoterica e iniziatica dell’umanità, cui contribuisce con la difesa della dignità dell’uomo. La sua struttura internazionale, è dotata di sue Costituzioni e suoi Regolamenti.

Riporto ora un compendio di quello che Zagami ha rivelato in questo dettagliato documento con tanto di fonti e link di riferimento.

A pagina 188 del mio libro LE CONFESSIONI DI UN ILLUMINATO VOL. 1 pubblicato quest’anno alla fine di Febbraio del 2012, pubblico un documento molto interessante che dimostra come G.Mazzini e soci ricevettero finanziamenti massonici dalla Banca d’Inghilterra, e non a caso nella pagina successiva faccio anche un balzo nel presente e parlo del Professor Giuliano di Bernardo, noto ex Gran Maestro della Massoneria Italiana ora a capo della misteriosa DIGNITY e di una Accademia degli illuminati, che parla senza peli sulla lingua dei piani per la ricostruzione del Tempio di Salomone all’interno di una certa Massoneria, quella filo-Britannica e Sionista. Inoltre nel secondo volume della mia Trilogia mostro in maniera dettagliata i collegamenti tra Di Bernardo, la Massoneria Israeliana e il progetto DIGNITY legato alla sua ormai famosa Accademia degli illuminati fondata a Roma nel 2002. Parlo anche in maniera approfondita di questo pericoloso mix con l’aiuto di documenti interni, schemi e testimonianze dirette e interviste rilasciate dallo stesso Di Bernardo, tra cui quella estremamente rivelatoria data all’autore del libro “Fratelli d’Italia” Ferruccio Pinotti.

Poi c’e’ anche il link diretto di Di Bernardo (e anche della Casaleggio) con la Cina e la sua Frammassoneria che guida le Triadi e la malavita Cinese, ormai in costante ascesa anche qui da noi. Pensate fu proprio di Bernardo in un intervista rilasciata nel 2002 a Pierangelo Giovanetti a parlare di Cina nei suoi progetti , e l’articolo in questione si chiamava per l’appunto (1) : “Addio massoneria ora la cupola mondiale (Coinvolta anche la Cina).”

E bene voi direte che ci azzecca tutto questo incluso le cineserie varie con la Caseleggio Associati e Beppe Grillo?

E’ proprio in un articolo del 2011 presente nel famoso BLOG di Grillo che si trova celata parte della verità’ su chi spesso e volentieri si e’ trovato dietro ai tanti misteri della nostra Italia, colonia da sempre dei potentati stranieri; si tratta di un articolo breve, una sorta di spot promozionale dedicato a un libro che sembra voler genuinamente parlare di certe verita’ dal titolo IL GOLPE INGLESE di Mario Josè Cereghino e Giovanni Fasanella (2).
Libro che dimostra storicamente la continua sudditanza del nostro paese nel corso dei nostri primi 150 anni verso la Corona Inglese e la sua Massoneria. Una situazione che il Blog di Grillo sembra voler mostrare e promuovere quasi fossero esterni a queste realta’, appoggiando le tesi storiche dell’autore che pero’ parla di fatti gia’ accaduti non nel divenire come quello che riguarda il “fenomeno Grillo”.
Di per sè questo non sembra un fatto grave, ma lo e’ quando si pensa che aldilà delle speculazioni piu’ o meno realistiche sulla probabile presenza di Grillo o meno sul panfilo della Regina d’Inghilterra il Britannia nel 1992, in realta’ questa pseudo rivoluzione degli ultimi anni che ha visto Grillo scaternarsi come paladino del popolo “sovrano” e la nascita del suo Movimento 5 Stelle e’ stato pilotato e creato dalla Casaleggio Associati. E Grillo e’ ora direttamente protagonista e pedina della Massoneria inglese e dei suoi illuminati: consapevolmente perche’ lui di certo non e’ uno scemo, e ora vi spiego per filo e per segno cosa si cela dietro a Grillo, così che vi mettete l’anima in pace sul fenomeno una volta e per tutte e pensiamo a fare una vera rivoluzione contro questo Governo tecnocrate e criminale servo del Nuovo Ordine Mondiale.

Tutti questi personaggi perseguono un piano secolare e ben definito, quello per la costituzione di un Governo Mondiale retto da una Tecnocrazia Sinarchica governata dai Sionisti insieme ai Gesuiti e ora insieme al terzo incomodo la Cina, che con gli ebrei ha ormai sancito un patto che va ben oltre le solite chiacchiere a sfondo religioso o le diversita’ culturali sul mangiare o meno la carne di maiale e ha portato i sionisti doc, i mitici Rothschild ai vertici della Bank of China.

Questo con uno dei loro massimi esponenti Edmond de Rothschild, che nel 2008 e’ entrato con una partecipazione -udite udite del 20% – e un ruolo importantissimo nella Banca della Cina e in questa faccenda pensate ce l’ha anche di mezzo l’italiano Carlo de Benedetti che da anni lavora con i Rothschild che ovviamente controllano anche le sue pubblicazioni tra cui Limes e il quotidiano La Repubblica.

Nell’ormai lontano autunno del 2006 io decisi come qualcuno di voi sapra’ di uscire fuori dalle potenti lobby e societa’ segrete del Nuovo Ordine Mondiale e di farlo pubblicamente grazie alle mie “Confessioni” ovvero le mie rivelazioni online messe su un Blog, con tutto quello che riguardava la mia esperienza all’interno degli illuminati e del Nuovo Ordine Mondiale di cui parlo nella mia Trilogia adesso finalmente disponibile in Italia grazie alla Uno Editori che analizza in maniera senz’altro piu’ approfondita il mio caso.
In quel momento per il pubblico di internet e non solo ero un assoluto sconosciuto, vivevo in quel momento a Oslo in Norvegia, e stavo rischiando molto con questa mossa perche’ stavo andando contro coloro che erano stati i miei “Fratelli” massoni e controllori occulti nelle varie societa’ Segrete che fanno capo a quello che io definisco il Network occulto degli illuminati e nella Massoneria quella Inglese, quella della Gran Loggia Unita d’Inghilterra di cui ho fatto parte per alcuni anni.

Cercavo così di rivelare i restroscena principalmente per cautelarmi in caso mi fosse successo qualcosa, visto che si era scatenata una guerra interna su di me che scaturiva proprio dagli ambienti del pidduismo italiano e di quella misteriosa loggia di Monte Carlo che Licio Gelli “il Venerabile” della P2 insieme a un certo Ezio Giunchiglia fondarono anni addietro, una guerra in cui mi erano state fatte gia’ numerose minacce di morte se non rientravo nei ranghi. Ma io non volevo più’ stare al gioco e cercavo ovviamente qualcuno che potesse parlare della mia storia, potesse renderla pubblica cosi che certi criminali venissero denunciati pubblicamente per le loro malefatte contro l’umanità. Mi rivolsi quindi alle figure piu’ importanti dell’informazione alternativa sul web tra cui Beppe Grillo da cui non ricevetti mai alcuna risposta alla mia mail, se non 3 anni dopo in un episodio che dire strano è forse poco, ma che allo stesso tempo mi fece capire tutti i retroscena della Casaleggio e del nostro caro Grillo, l’uomo della rivoluzione che non c’e, il giullare di corte dei poteri forti e degli illuminati del progetto DIGNITY per prendere per il culo i poveri italiani che ancora credono alla politica nel cosiddetto “Bel Paese”.

In breve per terminare la parentesi su come sono riuscito a rendere la mia storia pubblica, alla fine gli unici due personaggi che in quel frangente di tempo tra il 2006 e il 2007 mi aiutarono realmente nel portar fuori e rivelare al pubblico le mie verita’ furono il noto autore e conferenziere internazionale, l’inglese David Icke, e il giornalista investigativo americano Greg Szymanski, e in Italia? In Italia nessuno amici miei ebbe il coraggio di diffondere le mie verita’ se non anni dopo a missione compiuta si puo’ dire, quando ormai ero diventato un fenomeno internet difficile da ignorare per i miei compatrioti sempre pronti a darmi del folle o a gettare fango sulla mia persona, nessuno è profeta in patria mai come nel mio caso questo detto si addice sia a me che alla mia situazione prima che mi facessi conoscere con le mie pubblicazioni e il mio lavoro divulgativo anche in Italia.

Ma torniamo a Grillo e alla sua Casaleggio, erano ormai passati 3 anni pieni di vicissitudini e grandi eventi nella mia vita, tra cui l’arresto e l’accusa per spionaggio in Norvegia che mi costrinse poi a tornare in Italia, e qui partecipai nel Giugno del 2009 a un articolo messo su dal vice di Giuliano di Bernardo per la promozione del film Angeli e Demoni basato sul libro di Dan Brown. Sto parlando del famoso lobbista ed esperto nel settore dei media e della comunicazione Piergiorgio Bassi, che affidò l’articolo a tale Giacomo Amadori, noto giornalista di Panorama vicino ai servizi segreti accusato tra l’altro di dossieraggio nel 2010.  E fu proprio nel periodo successivo all’uscita di questo articolo che ricevetti una strana telefonata da Piergiorgio Bassi che mi chiamava proprio dall’ufficio della Casaleggio Associati a Milano, e mi chiamo’ non per dirmi “Leo come stai?”oppure “come vanno le cose” ma per rimproverarmi di quella richiesta di aiuto fatta tre anni prima a Beppe Grillo, una mail che io credevo fosse andata addirittura perduta non avendo mai ricevuto alcuna risposta, io che in quel momento non sapevo niente dei restroscena massonici e illuminati della Casaleggio se non quello che avevo letto qui e là su internet, rimasi abbastanza sconvolto, e non riuscivo a capire inizialmente il legame professionale tra Grillo e Bassi e mi domandavo tra me e me: Giuliano di Bernardo Sovrano Gran illuminato ed Eminentissimo e Supremo Gran Maestro della Dignity come si fa chiamare lui stesso, che cavolo c’entrava con la Casaleggio e il Movimento di Grillo?

 

Immagine

 

E perche’ di colpo il suo vice mi bacchettava dall’ufficio della Casaleggio chiedendomi perche’ mai avessi chiesto aiuto a Grillo anni prima? Sapevo di aver gia’ annoiato Pergiorgio a piu’ riprese quando mesi prima gli chiesi di entrare in politica vista la drammatica situazione dell’Italia gia’ al mio rientro nella seconda metà del 2008 quando nonostante la propaganda del Berlusconismo io non la vedevo bene, ma lui si dichiarò contrario perche’ preferiva i tecnocrati alla Mario Monti o alla Mario Draghi per risolvere la situazione (contento lui) , e gli chiesi allora sempre per telefono durante la stessa chiamata, cosa centrava lui con Grillo che di tecnocrate aveva ben poco e la Casaleggio che non mi sembrava un’ azienda al di sopra delle parti ma piuttosto schierata con questa storia di Grillo, e la risposta fu in questo caso davvero illuminante e inequivocabile da parte di Piergiorgio: “fanno parte del Team Marketing & communications della DIGNITY”, e poi mi disse:” Leo da quando sei rientrato in Italia io ti curo l’immagine ma tu non puoi farmi questo, sembra quasi che vuoi fare il tirapiedi a Grillo; ricorda che tu sei un Gran Maestro, io ti voglio fare andare in televisione, e magari poi parliamo della politica, ho appena parlato con Daria Bignardi forse ti vorrebbe avere come ospite ma tu non devi avere piu’ alcun contatto con Grillo ” e io gli dissi “guarda Pigi che io non lecco il culo a nessuno, avevo bisogno di aiuto allora nel 2006 quando ero uscito dalla Loggia di Monte Carlo e mi sembrava giusto chiedere anche a lui in quel momento di aiutarmi avendo uno dei blog piu’ in vista della rete; punto e basta, poi ho visto che i suoi seguaci mi davano del fascista e ci sono rimasto molto male, si sono comportati con fare opportunista ma pubblicamente non volevano avere a che fare con me, e hanno offeso anche un mio amico, il Principe Lolli Ghetti dandogli del fascista pure a lui”.

A quel punto Piergiorgio Bassi comincio’ a parlare del mio coinvolgimento diretto con il meet up di Terni di Beppe Grillo nel 2007, di cui non avevo pero’ mai parlato con lui ma che in effetti mi aveva visto organizzare a suo tempo un paio di pranzi e relativi eventi con gli amici dei vari meet up di Grillo che avevano come solo scopo di divulgare le mie posizioni e le mie verita’ ai Grillini, nulla di piu’ , e quando mi resi conto che Piergiorgio sapeva tutto su questi incontri piuttosto riservati che avevo avuto , rimasi ancora piu’ scioccato dalla cosa ed era chiaro ormai come il sole per me, che la Casaleggio fosse una sorta di quartier generale delle forze occulte che manovrano Grillo e un luogo dove le spie del suo Movimento (che di lì a poco sarebbe diventato il Movimento 5 stelle) riportavano tutte le loro informazioni ai vari membri della Casaleggio Associati, che poi a loro volta si rivolgevano a personaggi vicini ai servizi segreti come Piergiorgio Bassi che io conoscevo fin troppo bene, essendo legato non solo alla Massoneria (Bassi e’ ufficialmente un massone in sonno del Grande Oriente d’Italia) ma ai servizi segreti italiani e all’Israeliano Mossad come agente di collegamento secondo i bene informati e come ho gia’ scritto, Bassi e’ il vice del Potentissimo Gran Maestro degli illuminati Giuliano Di Bernardo.

In quel momento divenne tutto ovvio per me , avevo finalmente capito chi si celava dietro a Grillo quando Pigi mi disse che non solo lavorava con loro ma che c’era li accanto a lui un “Fratello” dell’Accademia degli illuminati che mi avrebbe voluto conoscere in seguito, un tale di nome Enrico Sasson, che e’ apparentemente una delle menti della Casaleggio e proviene, sopresa delle sorprese, da una delle famiglie ebree piu’ importanti nel cartello del Nuovo Ordine Mondiale, si quella legata alle famigerate Guerre dell’Oppio che videro la sua famiglia tra i protagonisti in assoluto più importanti di questo triste capitolo della storia recente, insieme ai Rothschild con cui pare siano anche legati da una parentela.

NON CI CREDETE ? VOLETE ANCORA CREDERE ALLE FAVOLE DI GRILLO E SOCI SU QUANTO SONO BRAVI E INNOCENTI QUELLI DELLA CASALEGGIO?

E allora leggetevi questo e capirete che cosa c’e’ dietro alla Casaleggio, ormai giustamente definita da molti la “CASALOGGIA” :

L’enciclopedia Ebraica del 1905 dichiara che i Sassoon espansero il traffico dell’oppio in Cina e Giappone. David Sassoon sistemò i suoi 8 figli nei principali centri di scambio dell’oppio in Cina.

Secondo l’Enciclopedia Ebraica del 1944 “David Sassoon impiegò solo Ebrei nelle sue attività commerciali, e ovunque andavano costruivano sinagoghe e scuole per loro stessi. Trasferì in Cina intere famiglie di origine ebraica e le mise al lavoro”.  I figli di Sassoon si occuparono a Canton di diffondere la droga che distrugge la mente. Fra il 1830 ed il 1831 trafficarono 18.956 casse di oppio, guadagnando milioni di dollari. Parte dei profitti andarono alla Regina Vittoria e, soprattutto, ai banchieri Rotschild. Nel 1836 il commerciò salì ad oltre 30.000 casse ed il consumo di droga divenne endemico nelle città costiere della Cina.

A quei tempi praticamente non vi era uomo che non consumasse l’oppio, compreso l’intero esercito. Nel 1839 l’Imperatore Manchu Xuan Zong Daoguang (Tao-kuang) ordinò lo stop al traffico di droga. Nominò il governatore di Canton, Lin Tse- hsu di condurre una campagna contro l’oppio. Lin sequestrò 2.000 casse di droga ai Sassoon e le gettò nel fiume. Un oltraggio del quale David Sassoon informò i Rotschild che chiesero al Goveno inglese di ordinare una rappresaglia. Così iniziò la prima Guerra dell’Oppio, con l’esercito inglese impiegato come mercenario per i Rothschild.

Se poi volete approfondire la vostra conoscenza sui vari retroscena degli illuminati occidentali in relazione alla “Frammassoneria Cinese” , alla caduta dell’Impero Cinese, alla potentissima Skull & Bones e la nascita’ della Republica Popolare Cinese e della piccola Taiwan e i grandi cambiamenti epocali e strategici legati alla fine recente del periodo coloniale Britannico a Hong Kong, e di quello portoghese a Macao, e anche il perche’ l’oppio e’ stato per lungo tempo il re in assoluto delle droghe che ha aiutato a finanziare non solo una delle famiglie di uno dei soci fondatori della Casaleggio ma le fondamenta stesse del Nuovo Ordine Mondiale vi consiglio allora di acquistare il mio nuovo libro LE CONFESSIONI DI UN ILLUMINATO VOL.2 (UNO EDITORI di Orbassano). Questo vi mostrera’ in 675 pagine tutta la storia segreta che si nasconde dietro alla DIGNITY di Giuliano Di Bernardo nata nel 1992 dopo che in Italia arrivò il panfilo Reale di sua Maestà Britannica, e a bordo si discusse come spartirsi le privatizzazioni della nostra povera Italia.

Un progetto assai malvagio di cui fa parte anche Grillo (presente o non presente fisicamente sul panfilo) tramite la sua Casaleggio Associati, quel progetto si chiama DIGNITY ed e’ un progetto che fu successivamente reso operativo e a ben piu’ amplio raggio d’azione internazionale, tra Londra, Roma e Gerusalemme passando per gli ex paesi dellUnione Sovietica (Ucraina in testa) nel 1993.
In questo anno non solo Di Bernardo allora Gran Maestro del Grande Oriente ordinò una storica scissione nella Massoneria italiana inaugurando nell’Aprile del ’93 la Gran Loggia Regolare d’Italia, ma la sua Dignity poco prima ufficializzò la sua presenza in Svizzera per creare una loggia super coperta protetta legalmente dalla legge Svizzera come un associazione riconosciuta e in piena regola che successivamente divenne un priorato cavalleresco.

…e a riguardo della DIGNITY traggo un breve estratto da pag 258 del mio libro LE CONFESSIONI DI UN ILLUMINATO VOL.2 :

Questo nuovo progetto “Dignity”, che era già in via di sviluppo fin dal 1992, e passava così alla fase operativa. L’operazione avvenne precisamente il giorno 11 di aprile del ’93, con il supporto di alcuni nomi illustri della Massoneria internazionale, come Lord Northampton, e di alcuni importanti membri della futura Dignity, come il banchiere Mario Conde o il professor Vittorio Mathieu. La presenza, in quello stesso organismo, di massoni e di “opusdeisti” sembrava essere il segno che certi paletti e certe inconciliabilità passate erano ormai ampiamente superate, come vedremo in seguito nel terzo volume delle mie Confessioni di un Illuminato, e che dietro all’ormai celebre “divorzio” tra Di Bernardo e il Grande Oriente d’Italia (che avvenne tra il 13 e il 17 aprile 1993) c’è la sua nuova creazione, la Dignity. Tra l’altro, nell’atto costitutivo della società, situata a Lucerna, in Halden strasse 40, troviamo gli stessi ideali che sarebbero poi riapparsi, dopo dieci anni, con la costituzione dell’Accademia Internazionale degli Illuminati.

Ma se avete ancora dei dubbi sul fatto che dietro a Grillo ci sia la solita feccia Massonico Sionista a braccetto con l’Opus Dei , i Gesuiti e il Vaticano, notate come Grillo nel Maggio del 2012 dichiari senza peli sulla lingua al pubblico italiano che voi, gli elettori e i partiti della nostra Italia serva perenne dai tempi di Adriano Lemmi dei Gran Massoni Israeliani e filo Inglesi, dovremmo tutti ringraziarlo, per non aver subito la pericolosa deriva Nazista dell’Alba Dorata come e’ accaduto invece in Grecia.

Ma certo che lo ringraziamo il nostro Grillo perche’ siamo passati cosi dalla padella alla brace. Perche’ si non avremo l’Alba Dorata dei nazisti greci ma abbiamo un partito inesistente come il Movimento 5 Stelle creato a tavolino dai poteri forti per vanificare ogni sforzo reale di ribellione e di vera rivoluzione contro questi porci che dai paesi come l’Inghilterrra, gli Stati Uniti e Israele manipolano dietro le quinte da sempre il nostro sistema e proprio come scrive Pietro Orsatti, per MicroMega 5/2010 (7): Per capire le origini del fenomeno Casaleggio, è necessario partire dalle fibrillazioni societarie di Telecom fra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila. O meglio, è fondamentale analizzare le vicende di un’azienda del gruppo allora nelle mani di Tronchetti Provera e della Pirelli, la Webegg. Amministratore delegato della società è all’epoca Gianroberto Casaleggio. Non lasciamoci ingannare dal suo aspetto da nerd smanettone, dalla sua capigliatura da studente fuori corso della Berkeley University, Gianroberto è uno dei massimi esperti in Italia di web, reti sociali (social network), marketing elettronico.
Ed è lui, insieme ad altri quattro dipendenti dell’azienda della galassia Telecom (Enrico Sassoon, Luca Eleuteri, il fratello Davide Casaleggio e Mario Bucchich) a fondare nel 2004 la Casaleggio Associati.

 

beppe_grillo_v-dei

 

Il legame tra Telecom e i servizi segreti e’ stato sottolineato anche da uno scandalo quello che ha visto il coinvolgimento della Tiger Team e non e’ un caso sicuramente che venni introdotto a suo tempo al celebre Fabio Ghioni coinvolto in quello scandalo proprio da Piergiorgio Bassi nel suo vecchio ufficio della PGB a via degli Scipioni a Roma.

E sull’informazione, sui media come operano quelli della Casaleggio? Hanno per caso un quotidiano direte voi, e che relazioni dirette ha la Caseleggio con il Fatto Quotidiano per esempio? Ecco qui un breve ma interessante estratto da un articolo di Miccolis Mauro apparso sul suo blog (8) si capisce con quale modalita’ agisce in questo settore la Casaleggio : un nuovo ordine mondiale basato su Internet e sulla vita nel cyberspazio sostituirà i governi del mondo. E come si arriverebbe, secondo loro, a questa realtà? Utilizzando i cosiddetti “Influencer” (http://www.casaleggio.it/2009/06/gli_influencer.php).
In parole povere, alcuni (pochi) utenti condizionerebbero le masse di fruitori di Internet nelle loro scelte, dal film da vedere nel weekend, fino alla lista da votare alle elezioni. Come si può leggere qui (http://www.chiarelettere.it/chisiamo.html,) Casaleggio Associati sta gestendo anche la parte informatica di Chiare Lettere, casa editrice che pubblica i libri del vicedirettore Travaglio, e guarda caso ultimamente sta pubblicando anche Grillo e Casaleggio (http://www.chiarelettere.it/libro/reverse/siamo-in-guerra.php), ed è di recente entrata nell’azionariato del Fatto Quotidiano.

E dulcis in fundo, visto che si parla di grandi affari e grandi manovre non solo politiche ma anche finanziarie all’ombra dell’Accademia degli illuminati del Professor Giuliano Di Bernardo, sapete cosa ha fatto di recente Pergiorgio Bassi? Eccovi qui la risposta dal periodico l’Espresso di un paio di anni fa che appare anche sul sito della societa’ di Bassi la PGB Group:

Seicento milioni di crediti ceduti. A tanto ammonta l’operazione di factoring conclusa da Enel e Unicredit con la quale l’ente elettrico ha trasferito all’istituto bancario una parte dei crediti vantati verso la Pubblica Amministrazione. Un’operazione che consente alla società di Fulvio Conti di incassare subito la cifra relativa. Contemporaneamente, con il supporto di PGB Group di Piergiorgio Bassi, Enel e Unicredit stanno concludendo un’altra operazione del valore di 3 miliardi concernente tutte le forniture di Energia alla PA. In cambio di una commissione Enel passerà ad Unicredit Factoring le fatture delle prestazioni con vantaggi su più fronti: Enel incasserà da Unicredit il corrispettivo delle fatture alla loro scadenza, mentre i clienti potranno usufruire di dilazioni di pagamento dalla banca.

Quale sara’ allora l’ immagine che regna sovrana nell’ufficio di Piergiorgio Bassi che trascorre ormai piu’ tempo in Israele che in Italia? Il candelabro a 7 braccia o menorah ebraica? No vi sbagliate, c’e’ una foto ed è quella di lui che si inchina a baciare la mano del mitico Cardinal Tarcisio Bertone, perche’ -miei cari- questa non e’ solo un complotto giudaico-massonico ma un complotto ben piu’ complesso che vede un alleanza definitiva tra le parti sancita durante il Concilio Vaticano II ma di come siamo arrivati a tutto cio’ ne parlo nella mia trilogia e soprattutto nel nel terzo volume delle mie Confessioni in uscita a Ottobre del 2012 sperando che per allora abbiate capito che Leo Lyon Zagami e piu’ credibile di Beppe Grillo , che di certo non e’ la soluzione a tutti i nostri problemi e i nostri mali anzi… di male in peggio.

Certo, mi spiace che tanti bravi ragazzi cascano nella trappola così abilmente tesa dal Gran Maestro Giuliano di Bernardo, tramite la Casaleggio e il suo Grillo , che siede lassù in cima alla piramide della DIGNITY (che potrete notare nello schema che includo in questo articolo) da supremo manipolatore incontrastato di questa piramide di potere. Schema creato questo dallo stesso Di Bernardo in cui vedete che ai vertici del suo Ordine siede la sezione del Team “Marketing & Communications” di cui fanno parte la Casaleggio Associati e la PGB Group. Anche se ufficialmente la Dignity non esiste piu’: si perche’ Di Bernardo per fare un po’ di disinformazione dichiarò al su menzionato giornalista Giacomo Amadori nel Maggio 2006 in un articolo pubblicato da Panorama, che il progetto naufragò per cattiva publicita’, ecco cosa scrisse Amadori in quell’articolo riportando le bugie di Di Bernardo: «Ma la cattiva pubblicità fece naufragare il progetto, che era alla luce del Sole e aveva già ricevuto il placet del cantone di Lucerna» assicura Di Bernardo. E allora come mai si sono ancora incontrati come Dignity nel 2012 in Sicilia? E hanno messo su pure un sito web continuamente aggiornato ? Non ci credete? eccovelo qui: http://www.dignityorder.com/

Non siamo mica tutti scemi caro Di Bernardo, e sappiamo bene cosa stai facendo dietro le quinte con la Casaleggio, il Vaticano e i tuoi amici Israeliani, dovreste vergognarvi, altro che “Dignità”, siete dei servi del male. E di una cosa ormai sono piu’ che sicuro per esperienza diretta ovvero che l’Accademia degli illuminati , la Casaleggio, Grillo e il mio ormai ex amico Piergiorgio Bassi sono tutti dei gran bugiardi e degli affaristi spudorati, che fanno i soldi sulla sofferenza altrui e gli Italiani devono ora leggere questo articolo e svegliarsi e fare delle scelte nuove e radicali per combattere il nemico. Mentre loro vanno avanti alla ricerca del loro “Tiranno illuminato” come lo chiama Di Bernardo nel suo ultimo libro che per alcuni della sua cricca è gia’ qui e si chiamerebbe Beppe Grillo.
Non mi stancherò mai di dire che egli e’ una figura falsa costruita dal Nuovo Ordine Mondiale e i suoi illuminati a cui io mi opporrò fino alla morte e anche oltre, perche’ come diceva il grande Monicelli, l’Italia oggi ha bisogno di una rivoluzione, ma aggiungo io, di una vera rivoluzione, non confezionata a tavolino da questi esseri immondi, che fanno parte del problema e di certo non sono la soluzione ovvero la Casaleggio e i vari PGB della situazione che poi insieme alla CIA, al NSA e al MOSSAD si divertono nel tempo libero a fomentare rivoluzioni inutili con cui non cambia mai nulla sotto al sole.

Mentre termino l’articolo vorrei includere l’informativa che mi e’ stata appena data da un Fratello massone e 31° del Rito Scozzese Antico e Accettato che fa capo al GOI e mio informatore di fiducia che mi ha contattato direttamente dal Ministero degli Interni sabato scorso per dirmi di stare attento alla Casaleggio e parlar male di loro perche’ dietro c’e’ il temutissimo Mossad, l’agenzia di intelligence e servizio segreto dello Stato di Israele che vorrebbe farmi fuori. Ma Leo Lyon Zagami non ha paura né di loro ne di Grillo, né dei vecchi politicanti e massoni che hanno rovinato l’Italia dal dopoguerra a oggi, spazziamoli via ora e per sempre questa feccia, uniti ce la faremo amici miei, perche’ il vero nemico, il terrorista che gambizza a Genova e lo stragista che fa saltare in aria a Brindisi lavorano per la NATO e Israele e non sono mica terroristi, sono servi del Nuovo Ordine Mondiale, e sono proprio loro queste merdacce in doppiopetto o peggio ancora in abito militare, quelli che mantengono e promuovono la strategia della tensione e il fenomeno del “casual Grillo” e della sua finta rivoluzione per gli allocchi, per paura di cominciare a beccarsi delle bombe in parlamento, e allora mentre succede tutto questo e la vecchia politica piange lacrime di coccodrillo sulle povere studentesse rimaste vittime della tragedia di Brindisi e i vari magistrati “anti-mafia” fanno il loro teatrino…Israele continua indisturbata i suoi piani per una Terza Guerra Mondiale che avrà sicuramente il supporto di Grillo visto che la Casaleggio gia’ la annuncia in un video prodotto dalla loro azienda che prevede che nel 2020 inizierà la “Terza Guerra Mondiale” che durerà addirittura 20 anni, ma ciò non sembra essere descritto come un “male” e questo perché verranno distrutti “i simboli dell’Occidente”, e cioè “Piazza San Pietro, Notre-Dame de Reims, Sagrada Familia”. Non è chiaro (o forse lo è anche troppo) il perché i “simboli dell’Occidente” da distruggere vengano riassunti con altrettanti simboli della Chiesa Cattolica. Questa “visionaria” Terza Guerra Mondiale porterà anche alla “riduzione della popolazione mondiale ad un miliardo di persone”. Naturalmente, nel 2040 l’Occidente (distruggendo i suoi simboli) vince e ”la democrazia della Rete trionfa” : a quel punto Grillo non ci sara’ più ma il “Tiranno illuminato” arrivera’ a prendere il suo posto tra le macerie di questa civilta’.

Voi intanto, se continuate a seguire i personaggi come Grillo oggi piu’ che mai fate il gioco dei potenti e alla fine sarete sempre piu’ dominati e oppressi dai soliti ignoti, io invece vorrei fare politica ma chi avra’ il coraggio di darmi questa opportunita’? Ai posteri l’ardua sentenza…mentre il controllo dei media è come sempre nelle mani del sistema che di certo non promuoverà i miei libri tanto facilmente, perche’ considerati troppo pericolosi e sovversivi. Io spero comunque che questo articolo breve ma efficace giunga al maggior numero di persone possibili così da renderle consapevoli e pronte alla ribellione verso questo sistema criminale e Orwelliano che lentamente si sta preparando ad una nuova dittatura totalitaria.
Di Bernardo nel suo ultimo libro lo dice apertamente lodando l’avvento del “Tiranno illuminato” come unica soluzione possibile: A quel punto, come Aristotele ha sostenuto, il superamento dell’anarchia sarà possibile solo con la creazione del tiranno cui si delegheranno tutti i poteri, a condizione che egli riporti l’ordine nella società. È solo in questo stadio dell’umanità che potrebbe fare la sua comparsa il Tiranno illuminato. A differenza di tutti gli altri tiranni, egli, dotato delle qualità già descritte, potrà orientare l’evoluzione della specie umana. Sarà lui, e solo lui, assistito da scienziati, a decidere come creare l’uomo nuovo.

(Fonte: edizionisicollanaexoterica.blogspot.it)

 

11996178154_be7bba629c_b

 

Nel citare un versetto dell’Apocalisse che annuncia l’anticristo, lascio dedurre a voi lettori ogni plausibile riferimento al “Tiranno illuminato” del  libro di Di Bernardo:

“E gli fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie. E gli fu dato potere di agire per quarantadue mesi. Egli aprì la bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il Suo nome, il Suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo. Gli fu pure dato di far guerra ai santi e di vincerli, di avere autorità sopra ogni tribù, popolo, lingua, nazione. L’adoreranno tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato” (capitolo 13, versetti dal 5 all’8).

Pare che anche il codice segreto di Nostradamus contenesse dei riferimenti a Beppe Grillo, come si evince da questo interessante studio dell’esperto Remox André:

Tavola Pittorica 45 (43) presentata nella sezione del Vaticinia Nostradami, Guerra fra Oriente e Occidente. Ovviamente l’interpretazione della Tavola è stata molto generica e non sempre i simboli sono di facile intuizione. Tuttavia l’immagine centrale del dipinto, una testa d’uomo su corpo serpentiforme, è assai curiosa. Perché somiglia parecchio al volto del comico genovese. Magari non c’entra niente o forse si…il volto dipinto non è tipico di un’acconciatura di fine ‘500 e inizio ‘600 e la somiglianza è evidente:

jio

 

 

Vorrei concludere precisando che questo articolo non è stato scritto in obbedienza a “fremiti politici” di alcun tipo, essendo la sottoscritta disillusa dalla politica illo tempore. Vuole solo essere un modesto contributo alla verità e alla presa di coscienza delle persone, stanca di vedere la gente di questo povero paese, il vero cuore pulsante dell’Italia, presa in giro senza ritegno.

 

 

10 Commenti a "Da Zagami a Casaleggio-Grillo: una panoramica sulle dinamiche occulte"

  1. #Mardunolbo   4 marzo 2016 at 10:28 pm

    Perbacco ! Raccoglie, l’articolo, molti pezzi di informazione che si possono cogliere, ma appunto, in pezzi, su internet. Solo che qui sono stesi in forma organica e completa con riferimenti a persone reali.
    Auguro a Leo Zagami ogni bene e forza dal momento che ha il coraggio di descrivere così dettagliatamente le trame dei sionisti e dei loro lacchè, traditori della patria e dei popoli europei.

    Rispondi
  2. #Fedele   4 marzo 2016 at 10:53 pm

    Ma gli aderenti alla Massoneria, una volta che ne escono fuori, non vengono di solito fatti fuori, appunto per evitare la diffusione dei loro progetti??Mah?!

    Rispondi
  3. #Andrea   4 marzo 2016 at 11:22 pm

    Lui è uscito dagli illuminati ma resta un massone orgoglioso di esserlo. Magari lotta contro alcune correnti peggiori, ma è e resta massone.

    Rispondi
  4. #Barbara   5 marzo 2016 at 1:17 am

    Quindi il tizio al telefono gli ha detto che la Casaleggio “fa parte del team della Dignity”, e glielo ha detto nel 2009?
    Già, ma la Dignity non esisteva, è stata fondata 3 anni dopo, nel 2012!
    Sta scritto in fondo al loro statuto qua: http://www.dignityorder.com/statuto.pdf

    Zagami sono 15 anni che si rende ridicolo in Rete. Se volete sapere di massoni almeno leggetevi Magaldi, gente un tantino più seria.

    Rispondi
  5. #Giacomo   5 marzo 2016 at 2:50 pm

    Zagami o no, mi sembra incontestabile di come sia pericolosa questa feccia giudaico-massonica che comanda almeno l’Occidente! Non so se Zagami dice tutta la verità, ma che i sionisti vogliano scatenare un’altra guerra mondiale è evidente, perché gli servirà per introdurre il regno dell’Anticristo! Confidiamo nel Signore, e in Putin

    Rispondi
  6. #Alessio   5 marzo 2016 at 3:53 pm

    “Gente presa in giro senza ritegno”. A ‘sto popolo continuano a propinare dello sterco impacchettato in carta lilla dicendogli che sia cioccolato “Milka”, ma se continua imperterrito a magnarselo è anche colpa sua! Al centoventesimo pacchetto dovrebbe rendersi conto che forse il sapore ha qualcosa che non va.

    Rispondi
  7. #carlo   7 marzo 2016 at 8:40 am

    In Italia fu sconfitta la bestia
    Verso il VI secolo d.C. nell’Impero Romano si afferma stabilmente la società cristiana che pian piano soppianta quelle istituzioni civili con all’interno uomini con un credo pagano . L’impero romano era una organizzazione politica e culturale che andava oltre i confini etnici e nazionali con un centro di potere politico a Roma al quale erano collegate le varie questure e comuni o rappresentanti del potere centrale . Una organizzazione politica perfetta ed efficiente che permetteva a un potere centrale di dominare ovunque e fare applicare le sue leggi . Di esso facevano parte razze varie, popoli con lingue e culture diverse , classi sociali diverse ma accomunati tutti dai loro doveri verso Roma e da una stessa legge civile . Una legge basata sul diritto naturale per lo più, dove il reo veniva condotto davanti a un tribunale e giudicato da un giudice e non da un capo tribù o da un capo clan . Con Costantino abbiamo la vittoria della nuova cultura che doveva affermarsi all’interno delle istituzioni statali e, mano a mano , appianare quei contrasti e deviazioni nelle istituzioni basate su una visione politica molto rivolta al dominio e allo sfruttamento dei popoli incorporati all’impero con il predominio delle classi più abbienti e la supremazia dell’uomo virile e forte all’interno della società. Costantino iniziò alcune riforme incominciando dal matrimonio, dandogli più stabilita e certezza e permise la libera diffusione del cristianesimo fino allora perseguitato . Si realizzava cosi quanto disse il profeta Isaia di Cristo : “ E’ troppo poco che tu sia mia servo per restaurare le tribù di Giacobbe e ricondurre i superstiti di Israele . Ma io ti renderò luce delle nazioni perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra .”( Is.49,5-6). Il Dio di Abramo di Isacco e di Giacobbe così oltrepassava i confini di Israele e veniva conosciuto dall’Impero Romano dei popoli . Ma dobbiamo aspettare la fine del IV secolo prima che l’imperatore Teodosio abolisse completamente il culto nei templi pagani , anzi ne decretasse la chiusura . Non a caso è proprio in quel periodo che inizieranno le apparizioni Micaeliche sul Gargano e proprio su un antico tempio pagano famoso del luogo dove verrà costruita una Chiesa . La bestia , rappresentata dal paganesimo , veniva definitivamente sconfitta dalla forza poderosa e divina dell’Arcangelo . Veniva legata e imprigionata ! Il paganesimo oramai non esisteva più e viveva solo in piccoli villaggi o nella campagna da cui il nome di pagus. Quindi nascono dei grandi movimenti spirituali di vita associata che trovano la loro organizzazione stabile nei grandi monasteri principalmente benedettini . Molti magistrati romani , retori e cultori delle arti scelgono la vita monastica come lo stesso Benedetto da Norcia ,San Leone magno , Gregorio Magno, Sant’Agostino ,Sant’Ambrogio e altri. Con l’avvento dei grossi monasteri con annessi gli immensi lasciti dei fedeli , la vita politica quasi scompare anche a causa di continue invasioni barbariche . Il vulgus si allontana dalla politica e dalle città e si rifugia nei monasteri, preferendo stare alle loro dipendenze per imitare la vita evangelica . Molti donano le loro proprietà terriere anche se continuano a vivere e lavorare in esse però a servizio dell’Abate . Da proprietari divenivano semplici amministratori non solo per imitare la vita evangelica ma soprattutto per difendersi dalle angherie degli avidi signorotti locali e per la mancanza di un autorità civile , questi nulla avrebbero potuto contro il potere della Chiesa di Roma !! Questo fino all avvento della fino all’avvento della società mercantile e la nascita dei comuni . Fu allora che nascono la spiritualità francescana e domenicana come esperienze religiose e comunitarie legate alla nuova società in contrapposizione alla vita monastica delle abbazie , le quali pero’ avevano il merito di essere legate di più ai laici e a quel poco di potere civile . Questi ordini si distinguono per il voto di povertà e la mancanza di legame per la stabilità al luogo. La politica e la società civile viene vista all’interno di queste realtà spirituali come una cosa sporca , un luogo da cui fuggire perché pieno di interessi e di affari loschi , di traffici e commerci iniqui , dove nell ‘autorità e il signore venivano identificati i vizi della lussuria mentre la proprietà era il prodotto del peccato . I civili lottavano per guadagnare e possedere quindi per accrescere i vizi , mentre i religiosi imitavano la comunità evangelica dove tutti erano uguali e fratelli, dove regnava la giustizia senza preoccupazioni di sorta con una libertà interiore . Il clero regolare aveva una spiritualità che era una via di mezzo tra gli interessi della carne e gli interessi dello spirito e non avevano per la loro formazione i grandi mezzi culturali dei religiosi e dei monaci . Spesso erano membri di famiglie facoltose a cui erano legati da interessi tutt’altro che nobili . Essi appartenevano sempre a una casta al servizio del vescovo e spesso erano impelagati nelle preoccupazioni del mondo e delle ricchezze non avendo il voto di povertà . Ma nella stessa società civile si sentiva l’esigenza di avere una giustizia mentre aumentavano le relazioni sociali ,la necessità di regolare i rapporti mano a mano che si popolavano di nuovo le città e aumentavano i traffici e le vie di comunicazioni . Quando si passava dalla semplice vita agricola e monastica alla vita del borgo cittadino, si sentiva l’esigenza di regolare i rapporti sociali e ordinarli , aumentava il patos politico. All’interno delle società evangeliche si introduceva ufficialmente il diritto canonico intorno all’anno mille, mentre la società civile non era retta ancora da nessun codice legislativo e le embrionali strutture politiche sentivano molto l’influsso ecclesiale . Non ci si poteva riferire al vangelo per punire i delitti di ogni specie perché il vangelo imponeva solo di perdonare sempre , quindi bisognava avere un altro modello . Il modello più a portata di mano era il codice ebraico della legge naturale molto più severo e più preciso dello stesso codice di diritto romano , però veniva depurato di alcuni elementi liturgici e inconsistenti riguardanti le abluzioni . Infatti la legge mosaica è tutta basata su un elemento base che ruota intorno al concetto di “occhio per occhio , dente per dente “, dove il metro è una giustizia giusta e non la vendetta . Oggi invece si da molta importanza nei codici civili moderni anche a quegli elementi della legge ebraica che sembravano inutili e faziosi come le prescrizioni rituali di purificazione che non avvenivano all’interno di atti liturgici ma erano semplice profilassi igienica e sanitaria quotidiana che , si è visto , salva dalle epidemie e dalle facili contaminazioni , nonché da molte malattie legate all’igiene della persona . I codici moderni ne sono pieni nel campo dell’industria alimentare e nelle profilassi ospedaliere o scolastiche .Quale legislazione dei popoli più antichi aveva una legge cosi perfetta e precisa, che magari badava anche all’igiene ? Quale legislazione antica si preoccupava dell’usura e la puniva con certezza ? L’Inquisizione , cioè gli antichi tribunali amministrativi della giustizia civile medioevali , avevano quindi come modello Mose’ , i profeti e tutti i re giusti dell’Antico Testamento che miravano a tenere fermi i costumi senza che degenerassero nell’anarchia o per una visione falsamente evangelica che non riguardava la vita civile . Verso il 15° secolo nel vecchio Impero Romano inizia la formazione degli stati nazionali e la lotta per la supremazia politica di uno stato sull’altro, per il dominio dei mercati e per rivendicare la propria identità politica .La Chiesa subisce varie umiliazioni ed è sempre più costretta ad arretrare dalla società civile dove si afferma una cultura sempre più autonoma che tenta sempre più a spiegare l’autorità e la morale e la legge come un parto della mente umana dove la legge naturale non c’entra nulla .Una ricerca della libertà e dell’autonomia umana dalla stessa legge morale,anzi una libertà intesa come trasgressione .Nel 18°secolo una nuova bestia a due corni imperversa , si afferma una cultura dove il pensiero religioso viene visto come ostile,alienante e pericoloso per una società civile oramai autonoma da ogni legame tradizionale e morale col passato, dalla legge naturale , tuttavia si avverte l’esigenza imperiosa di un egualitarismo sociale che appiani le molte ingiustizie sociali come una reminescenza della vita semplice medioevale. Nascono così le ideologie ( destra e sinistra ) dove ognuna delle classi o dei partiti politici giustifica i suoi interessi e dà una soluzione approssimativa di tutta la vita sociale dell’uomo, legando le sue affermazioni a teorie di origine pseudoscientifiche e alla stessa matrice culturale : l’evoluzionismo darwiniano.L’antica unità culturale dell’Impero Romano dei popoli , favorita dalla comune lingua , liturgia e cultura giuridica scompare e si affermano le entità politiche nazionali dove diventa difficile trovare degli elementi comuni su cui basare la vita dei popoli e gli scambi sociali e culturali . La libertà che in alcuni casi non è altro che trasgressione dalle leggi morali sembra la nuova parola d’ordine e la condizione necessaria di ogni politica . Dopo un periodo di ostilità reciproca i popoli cercano attualmente di nuovo una unità culturale ma trovano soltanto delle intese economiche non sufficienti a fondare e ricreare la vita civile e dei popoli .

    Rispondi
  8. #Carlo2   8 marzo 2016 at 3:18 pm

    Secondo voi, succederà di nuovo ?

    Cosenza, 23 Aprile 1940 (lettera di Suor Elena Aiello a B Mussolini)

    “All’Italia, perché sede del mio Vicario, ho mandato Benito Mussolini, per salvarla dall’abisso verso il quale si era avviata, altrimenti sarebbe arrivata in condizioni peggiori della Russia.” (Suor Elena Aiello)

    http://www.zoomsud.it/index.php?option=com_content&view=article&id=20118:la-profezia-di-suo-elena-ai

    Rispondi
    • #Alessio   21 marzo 2016 at 11:39 am

      Sarebbe bello se risuccedesse, ma il materiale umano che Mussolini aveva a disposizione non era il ciarpame attuale. Adesso la situazione è molto più difficile.

      Rispondi
  9. #Maria   14 marzo 2016 at 5:11 pm

    Eppure, caro Carlo ( non so più che Carlo tu sia )la libertà e’ quel dono ricevuto da Dio che dovrebbe permette all’uomo capacità di scelta, senza condizionamenti forzati. Ma,le cose purtroppo non stanno così.Tutti, e tutto,ci condiziona; la nostra capacita’ d’essere, sostenuta da una fede,dovrebbe saper discernere ciò che è buono da quello che non lo è,per noi e per la nostra società.

    Cose scontate.Tutti lo crediamo,e ci battiamo all’invero simile per questo.Ci aggreghiamo a sostegno di una ideologia piuttosto di un’altra.Quanto tempo e risorse sprecate,per arrivare poi a cosa, a essere sempre uno contro l’altro; e qua il demonio ci gongola.Non ci basta più la Parola del Cristo,il Suo insegnamento.Dobbiamo sempre aggiungere del nostro,tanto siamo intelligentemente dotati più che altro, da capacità creative…..Non è sufficiente,e vorrei dire quasi banale, per una società evoluta come la nostra, la famosa frase che io purtroppo ripeto sempre.” Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amati “.

    Ci si dovrebbe spendere solo per questo…….
    Invece no! Noi, miseri, ci complichiamo la vita,pretendendo poi anche dei risultati, intendiamo,solo per il nostro interesse personale.
    Tutto e tutti possono andare a quel paese.
    Bella prospettiva di futuro.

    Rispondi

Rispondi