Il futuro vescovo T. de Aquino OSB: ‘Sede vacante? Questione disputata’

Dom Tomás de Aquino Ferreira da Costa-3

Come abbiamo già annunciato qui, Dom Tomás de Aquino OSB (Rio de Janeiro, 1954), sarà consacrato vescovo da Mons. Williamson, il prossimo 19 marzo, festa di San Giuseppe, a Nova Friburgo (Brasile).

Il futuro vescovo, è stato intervistato dal sito nonpossums-vcr. Riportiamo due passaggi interessanti.

Padre: el año pasado, con motivo de la consagración de Mons. Faure, la FSSPX dijo que la Resistencia es sedevacantista, y que eso se demuestra al consagrar Obispos sin permiso de las autoridades romanas. ¿Su respuesta a esta otra acusación?

De la misma forma que Mons. Lefebvre no era sedevacantista, así la Resistencia no es sedevacantista, aunque en su seno haya, como por lo demás siempre hubo en la Fraternidad San Pío X, simpatizantes de esta tesis.

Padre: ¿cuál es su posición ante el sedevacantismo?

Pienso que la posición de Mons. Lefebvre a ese respecto es la más sensata y la más prudente. El Papa no puede usar de su autoridad para destruir la Iglesia. Luego, nosotros no le obedecemos en esta obra. Nosotros nos negamos a tener parte en la destrucción de la Iglesia. En cuanto a decidir si el Papa perdió su pontificado por causa de esto, es una cuestión disputada. No tenemos las premisas para sacar una conclusión que excluya todas las dudas. Ahora bien, en la duda, es mejor no afirmar que la sede está vacante y considerarlo como Papa.

In sostanza Dom Tomás de Aquino, sebbene non sia sedevacantista, sostiene

1) che tra i suoi fedeli vi siano simpatizzanti di questa tesi,

2) che si possa considerare la questione della sede vacante come una questione disputata e

3) che l’affermazione “Bergoglio è Papa”, sia un’affermazione prudenziale.

***

Il tema Lefebvre-sedevacantismo lo abbiamo affrontato anche qui: [VIDEO-DOCUMENTARIO] Sul ‘sedevacantismo’ di Mons. Lefebvre

6 Commenti a "Il futuro vescovo T. de Aquino OSB: ‘Sede vacante? Questione disputata’"

  1. #Giacomo   10 marzo 2016 at 10:41 pm

    Si faccio una certa fatica a considerare l’attuale “vescovo” di Roma come Papa, dato l’enorme numero di eresie che dice. Penso che la posizione della FSSPX sia la più valida, anche se questo campo è molto complicato e nessuno ha gli elementi , credo , per arrivare ad una soluzione soddisfacente per tutti. Sicuramente dobbiamo continuare a frequentare VERE MESSE cattoliche e ricevere un’adeguata formazione cattolica da chi veramente la offre, cioè la FSSPX e altri gruppi tradizionalisti.

  2. #lister   11 marzo 2016 at 4:56 pm

    Vedo che un mio commento è stato censurato…boh!

    Comunque, avete notato l’immagine riportata sullo stemma di questo futuro vescovo? E’ la copia molto personalizzata del disegno che appare su una delle due facce della Medaglia Miracolosa. Bene, confrontando il disegno con quello della VERA Medaglia, si può notare che il rapporto tra la M e la Croce è totalmente diverso.
    Ma, ciò che è più preoccupante, nel disegno originale le stelle hanno 5 punte mentre qui le stelle hanno 6 punte, come quelle della stella massonica!
    Errore, svista, “licenza poetica”, oppure…?

    • #lister   11 marzo 2016 at 6:21 pm

      E.C.:
      stella a 8 punte massonica

  3. #Pietro Ferrari   11 marzo 2016 at 5:15 pm

    È ovvio che la resistenza williamsoniana ha pochi peli sulla lingua non avendo intenzioni di trattare con Roma. Tuttavia va detto che la “posizione prudenziale” del considerare Bergoglio Papa, in coerenza, dovrebbe comportare medesima prudenza nel farsi consacrare senza mandato del prudentemente presunto Papa…..

  4. Pingback: Monsignor Williamson consacra vescovo Tomas de Aquino | Radio Spada

  5. #bbruno   10 ottobre 2016 at 9:12 pm

    più che prudenziale direi demenziale….ma ci pensate all’effetto che fa presso la massa della gente, lontana anni luce dal ragionare in termini di formaliter et materialiter, l’insegnamento di ‘questi’ papi?ne trovate uno tra questa platea che osi consigliare ‘almeno’ prudenza nell’uso di tale insegnamento? no, invariabilmente diranno, tutti: “il papa ha detto…”,esattamente come ai tempi in cui i papi erano il contrario di quelli di oggi.” Quindi qual’è l’effetto? Quello di fare passare l’errore con la stessa forza- ‘autorità’- con la quale un tempo rendevano il servizio alla verità! e in questi papi noi dovremmo vedere la permanenza della successione petrina!!!