Le campane dell’Università cattolica di Lovanio che intonano ‘Imagine’ sono la nostra marcia funebre

sdf

 

Erano passati appena pochi minuti dall’attentato all’aeroporto di Bruxelles, ancora non era esploso un nuovo ordigno in metropolitana, ma già i social si riempivano di hashtag: #JeSuisBruxelles e #JeSuisBelge, ma anche #JeSuisTintin, celebre striscia a fumetti belga, e addirittura #JeSuisFrite, in riferimento alle patatine fritte che belgi e olandesi sanno cuocere tanto bene.

GESSETTI SULL’ASFALTO. Ancora non si conoscevano i dettagli degli attentati, i nomi degli attentatori, le motivazioni degli attacchi, il numero dei feriti e dei morti ma già i media davano conto di giovani scesi in piazza a scrivere sull’asfalto frasi vuote di senso (ma cariche di retorica) come “Essere ottimisti è un dovere” e “L’unione fa la forza”, mentre altri incitavano già a rispondere al terrorismo andando a bere una birra al bar «senza cedere alla paura».

DA PARIGI A BRUXELLES. Il copione che è stato scritto più o meno spontaneamente dopo gli attentati di Parigi è stato ripetuto in modo identico per Bruxelles, anche se con meno enfasi e più cinismo, un po’ di patriottismo in meno e un po’ di assuefazione in più. Le reazioni del dopo-attentato, buone per tutte le stagioni, si sono susseguite a slogan: da chi ha invocato più integrazione, senza spiegare che cosa questo significhi, a chi ha proposto di cacciare l’islam con tutti i musulmani dall’Europa in modo indiscriminato.

VIETATO L’ODIO. I sentimenti preconfezionati tirati in ballo dai giornali sono stati svuotati di qualunque drammaticità. Così pressoché tutti i giornali belgi stamattina spiegavano che il vero nemico non è il terrorismo, ma l’odio. #TousUnisContreLaHaine recita appunto un altro hashtag che va molto di moda in queste ore. Come se non fosse umano provare rancore o paura in simili situazioni, come se si volesse saltare il trauma a piè pari. Alla fine anche il richiamo ossessivo a riprendere subito a vivere come se non fosse successo niente sembra una giustificazione della (o un invito alla) indifferenza: dopo Charlie Hebdo e Hyper Cacher tutti i leader politici del mondo avevano marciato insieme a Parigi, ieri Barack Obama non ha neanche considerato la possibilità di rientrare a Washington da Cuba.

«SIAMO IN GUERRA». Anche per quanto riguarda le risposte da dare agli attentati è tutto già scritto: ci vogliono più sicurezza, più intelligence e più prevenzione. Punto. Qualche coraggioso si arrischia a dire che «siamo in guerra», senza però citare il nome del nemico e senza dilungarsi su come potremmo vincerla questa guerra. Ecco perché le parole di Silvio Berlusconi sul Foglio sembrano addirittura anacronistiche: «È tempo di agire con coraggio. Bisogna che i governi dell’Occidente capiscano che c’è un solo modo per risolvere la situazione: andare ad estirpare il cancro dell’Isis alla radice, con una coalizione che, sotto l’egida dell’Onu, riunisca Europa, Stati Uniti, Russia, Cina e i paesi musulmani moderati. (…) Non esistono soluzioni alternative, quando si è chiamati in guerra bisogna combattere e vincere».

CAMPANE SUONANO IMAGINE. Si può discutere se il mezzo bellico sia in grado di risolvere il problema, ma la sola idea che oltre a difendersi bisogna attaccare suona ormai come obsoleta, inconcepibile. Che bisogno c’è di andare a combattere l’Isis in Siria e Iraq, sembra di leggere tra le righe di tanti editoriali pieni di retorica ripetitiva, che bisogno c’è anche solo di porsi il problema: basta scrivere con un gessetto «pace» sull’asfalto per costruirla. L’Europa assomiglia sempre di più alla tartaruga millenaria Morla de La storia infinita, quando avvisata del pericolo mortale, del Nulla che incombe e si avvicina, risponde: «Non ci interessa, anzi, non ci interessa neanche se ci interessa o no, in effetti». Così, alle campane dell’università cattolica di Lovanio non resta che intonare il brano Imagine di John Lennon: «Immagina che non esista paradiso, facile se provi; nessun inferno sotto di noi; sopra solo il cielo; immagina che tutta la gente viva solo per l’oggi. Immagina che non ci siano nazioni, non è difficile da fare, niente per cui uccidere e morire, e nessuna religione. Immagina tutta la gente che vive in pace». Il Nulla è già qui.

 

Fonte

33 Commenti a "Le campane dell’Università cattolica di Lovanio che intonano ‘Imagine’ sono la nostra marcia funebre"

  1. #Alessio   24 marzo 2016 at 1:11 pm

    Articolo di tragica attualità, che delinea l’insulsa ed autolesionista reazione dell’Europa ex-cristiana.
    1- Il nemico non è ne il terrorismo nè tantomeno l’Islam, il nemico è l’estremismo. Quindi NO all’estremismo e SI’ alla cosiddetta tolleranza, mettendo fuori gioco anche eventuali pretese di reazione da parte di chi ancora si definisce cristiano, di chi ama il proprio Paese o anche di chi semplicemente vuole sicurezza in casa propria… sono tutti estremismi, e l’estremismo è il nemico pubblico numero 1.
    Il messaggio è che nemico sia dentro di noi, e dobbiamo estirparlo con l’ottimismo e la fratellanza universale mondialista. Il resto è crudele estremismo, ed è “abbassarsi al livello dei cattivi”.
    2- Se si vuole dire che il nemico sia il terrorismo, si fà immediatamente il possibile per mettere più distanza possibile tra il terrorismo e l’Islam, con le solite frasi precotte che vorrebbero farci credere che i terroristi non solo rappresentano una parte limitata dell’Islam, ma che sono coloro che travisano il Corano e che sono invisi ai cosiddetti “mussulmani moderati”. Perchè, ce lo dicono, il vero Islam è amore puro!

    Quindi, riassumendo, non solo non dovremmo nutrire il benchè minimo sentimento di ostilità nei confronti dei musulmani, ma dovremmo cancellare dalle nostre menti ogni pensiero di difesa, pensiero estremista, antiquato ed inadeguato.
    L’unica reazione proposta, e venduta come giusta, è asciugare il sangue e continuare a sorridere come se niente fosse.

    La domanda è quanto sangue sarà necessario asciugare ancora, prima che la smettano di voler sorridere a tutti i costi. Sembra che non basti mai, nè le bombe nè gli stupri di gruppo sembrano riuscire a scuotere l’europeo moderno dall’ipnosi demo(no)cratica.
    Quanto alle campane che intonano “Imagine”, sono già pronte ad essere sostituite dal muezzin. Altro che “immagina questo e immagina quello”!

    Riguardo all’Islam, diciamo apertamente che chi non è terrorista è fiancheggiatore, e chi non è fiancheggiatore è simpatizzante.
    Contro chi dovremmo essere realmente in guerra mi pare evidente… al contrario, l’Europa ex-cristiana si è imbarcata in un conflitto che rischia di perdere brutalmente senza nemmeno cercare di combattere.
    Chi sono i più pericolosi in assoluto? Ma i cretini suicidi, ovvio!

    Rispondi
    • #lister   24 marzo 2016 at 5:18 pm

      Perfettamente d’accordo, Alessio!!
      Solo che anche loro si sono modernizzati. Non c’è più il muezzin: usano gli altoparlanti temporizzati. 😀

      Rispondi
      • #Alessio   24 marzo 2016 at 9:38 pm

        Mica tutti! Nel posto sperduto dal quale sono appena tornato all’alba si sentiva il muezzin con tanto di colpi di tosse. Forse gli ci voleva Bergoglio a portargli lo sciroppino.

        Rispondi
  2. #Maria   24 marzo 2016 at 2:28 pm

    Agli estremi delle realtà,si viene a perdere la percezione del tutto; quindi, nulla sarà chiaro al nostro intelletto,perché offuscato e confuso,dove la verità non potrà trovare spazio.
    In questo,il nostro limite umano trovera’ oggettiva difficolta’a promuovere una ben che ninima forma di giustizia.Questa e’ la ” tragedia ” che da sempre affligge l’uomo,quando pone fiducia solo in se stesso.

    Rispondi
    • #lister   24 marzo 2016 at 5:13 pm

      Dolcissima Maria,
      maccheccacchio ha scritto?!

      Rispondi
  3. #Mardunolbo   24 marzo 2016 at 3:08 pm

    eccola qui a sbatacchiare i poveri tasti che si consumano…con inutili verbosità. .Che pena !Sciura Maria, è talmente lontano dalla mentalità di chi scrive, il suo commento, come sempre, che risulta comprensibile la sua ostinazioni qui, solo per un motivo che preferisco, per carità verso di lei, non dire. Cerchi di interpretare , si sforzi, e cerchi un blog neocatecumenale o carismatico che le sono + confacenti ! Bleah; mi è passato l’appetito ancora una volta !

    Alessio, sono d’accordo con quanto scrive !

    Rispondi
    • #Alessio   24 marzo 2016 at 4:50 pm

      Grazie, Mardunolbo!
      Le teorie demenziali delle varie Sciure Marie o dei vari Sciur Mario della situazione, di loro come di altri, rischiano di pagarle gravissimamente i loro discendenti, che loro stessi stanno contribuendo a spingere nel baratro.

      Rispondi
  4. #cucu' svegliaaa!!!   24 marzo 2016 at 5:59 pm

    D’accordo perfettamente con Alessio….volevo dire che in questo momento il papa(?????) sta facendo la lavanda dei piedi in un centro di accoglienza , pero’ pensavo che scegliesse i cristiani cacciati dalle loro terre (ancora prima che nascesse Maometto) oppure quelli stuprati, magari le bambine schiavizzate forse riscattate dai familiari, lasciamo stare quelli crocifissi o decapitati…ormai non ci sono piu’…forse pensa che si convertino…

    Rispondi
    • #Alessio   24 marzo 2016 at 9:30 pm

      Grazie “Cucù svegliaaa!!!”, pseudonimo che rapprersenta la più adatta esortazione attuale. Non so a chi stia lavando i piedi Bergoglio, non seguo nè i suoi lavaggi nè le sue richieste di scuse nè le sue altre patetiche eresie, ma non mi stupirebbe se si trattasse di qualche islamico e per di più irregolare, che mentre riceve il lavaggio papale ride al telefono con i suoi compaesani dicendo le peggiori volgarità su Bergoglio, interrompendosi solo per inveire contro gli addetti del centro di accoglienza se la connessione internet s’indebolisce.

      Rispondi
  5. #Mardunolbo   24 marzo 2016 at 6:57 pm

    Bergoglio ha fatto scorre la lacrimuccia mediatica sui cristiani vilipesi in Siria ed Iraq, tempo fa, ed era + che sufficiente per lui ! Ora invece guardiamo alle lacrimucce della Mogherini poverina, in terra islamica, pure…Vorrei vedere invece la Mogherini raccogliere i moncherini di arti maciullati dalle bombe Isis-Usraele.in Belgio ed in Siria, allora sì che si potrebbe avere + rispetto delle sue farse mediatiche.

    Rispondi
  6. #bbruno   24 marzo 2016 at 9:46 pm

    terrificante: qui è finito il pensiero cattolico, dal Vaticano all’ Università di Lovanio…nel Nulla!

    Rispondi
  7. #bbruno   24 marzo 2016 at 9:58 pm

    …basta chinarsi e scrivere ‘pace’ e hai Pace, basta chinarsi e baciare piedi neri e hai Amore! Tutto ben in vista, naturalmente: POVERI IDIOTI!

    Rispondi
    • #Alessio   25 marzo 2016 at 3:15 am

      Capito, Bruno? Ma cosa dici, in aggiunta alle nefandezze da te espresse?
      Questi cari fratelli islamici hanno solo messo qualche innocente bombettina e tu ti permetti di definire “poveri idioti” coloro che ne stanno chiedendo implicitamente altre?
      Ma ti pare questo il modo di trattare il prossimo? No, Bruno, no! E’ giusto scrivere “pace” con i gessettini, è la cosa migliore andare a baciare i piedi a questi amabili, dolci immigrati che vengono a portarci tante belle cosine.
      Tu, invece, li vorresti cacciare, e magari anche colpire chi organizza gli attentati. E ti consideri pure una persona cristiana? E’ questo l’amore che sai dare? Vergogna! Ti basta qualche piccola bomba, nemmeno atomica, e la prospettiva della dominazione futura con qualche goliardico stuprino di gruppo e già ti metti a vedere dei nemici, invece di condividere scrittine di pace e sbaciucchiamenti di piedi. Sei tale e quale ai quei criminali delle crociate, tra i quali si arruolò anche come cappellano militare un tale Francesco, ma quello sbagliato, non il portento di Verità che oggi ne ha assunto il nome.
      Mi auguro che tu abbia al massimo 9 anni, perchè in caso contrario sarebbe ben triste doversi confrontare con persone così poco mature.

      Rispondi
      • #bbruno   25 marzo 2016 at 9:20 am

        eh, Alessio, purtroppo ho più di 9 anni, e quel che è peggio immaturo sono! Ma mi consolo: a fronte di ‘sta DEFICIENTE (letterlamente: mancante di… cervello),sono fortunato: immaturo sono, ma sulla via della maturazione… (non arriva ogni frutto a maturazione nel tempo suo?)

        Rispondi
  8. #Maria   24 marzo 2016 at 11:33 pm

    Signor bruno: POVERI IDIOTI,e’ cio’ che sa dire di importante,in aggiunta alle nefandezze da lei espresse?
    Ma io dico: lei in particolare, deve aver trascorso un’esistenza difficile e problematica,altrimenti non si spiegherebbe questo suo modo di trattare il prossimo.
    E si considera pure una persona cristiana? E che Amore saprebbe dare? Quello che i suoi canoni le suggeriscono? O quello che il Cristo e’ venuto a dirle 2000 anni fa,non ancora purtroppo compreso per niente,dopo così tanto tempo?

    Veda lei, cosa ci sarebbe da imparare ! Le auguro, che sia ancora un ragazzo,perché se fosse avanti con gli anni, sarebbe ben triste, il doversi confrontare con persone così poco mature.

    Rispondi
    • #Mardunolbo   24 marzo 2016 at 11:46 pm

      va a RANARE Mariuccia dell’orto ! lo zappare ti ossigena meglio il cervello e ti evita la superbia di scrivere scemenze !

      Rispondi
    • #bbruno   25 marzo 2016 at 9:07 am

      Povera IDIOTA!

      Rispondi
  9. #Mardunolbo   24 marzo 2016 at 11:44 pm

    Nei commenti in tv si sente la demenza e l’ignoranza regnare sovrane !
    Ora tutti i politici a destra inveiscono contro gli islamici senza distinzione chiedendo più controlli nell’immigrazione. I politici di sinistra insistono con accoglienza e che i terroristi finora sono risultati cittadini europei.
    Gli uni e gli altri con qualche ragione, ma nessuno che riesce ad aprire gli occhi che è stato tutto gestito per bene per creare il senso di insicurezza ed immigrazione selvaggia insieme. Sempre la stessa manipolazione d’Europa esercitata da chi si intende bene di menzogne e di manipolazione dei sentimenti popolari.
    Si cerca affannosamente di tamponare una situazione che è sfuggita dal controllo e che si cercherà di arginare sempre troppo tardi con ripieghi che non varranno nulla.
    Ad esempio soltanto il blocco di fondi sauditi che arrivano a pioggia per patrocinare moschee ovunque, sarebbe già sufficiente ad impedire tante cose. E questo blocco non potrebbe nemmeno suscitare reazioni scomposte dagli Usa !
    La presenza di moschee sparse in sovrannumero rispetto agli effettivi islamici, è già indice che qualcosa non torna nei conti. Chi, appunto, da’ i soldi ?
    La devastazione di Libia ed Iraq e Siria mai è citata nei dibattiti se non dalle sinistre per giustificare l’immigrazione di massa, anche se è palese che non sono siriani che emigrano in massa.
    Nessuno che dica delle responsabilità di Usa ed Israele e della Clinton come da qualche giorno si legge !
    ignoranza e demenza insieme ed intanto gli Usa corrono ad armarsi provocando Cina e Russia continuamente finchè qualcosa non esploderà davvero.
    Sono gran brutti tempi !

    Rispondi
    • #Alessio   25 marzo 2016 at 3:22 am

      Bhe, nell’attesa di risalire la corrente io mi accontenterei di sbattrere fuori tutta la feccia islamica, o comunque di ostacolarla il più possibile. Il problema più immediato è questo, quindi ben venga chiunque si opponga a questi bastardi, ignorante sì ignorante no.
      Quanto alla sinistra, lo sappiamo : sono i famigerati Cretini Suicidi. Alcuni di loro, anche senza gambe e braccia per una bomba, continuerebbero a parlare d’accoglienza con un microfono appeso al collo. Nulla è più pernicioso di questa categoria!
      Ben venga ogni svolta a destra, il resto lo vediamo poi.

      Rispondi
  10. #Mardunolbo   25 marzo 2016 at 11:36 am

    Se arrivassero qui, dopo una disfatta ancor più tragica, i soldati siriani di Assad, all’80% mussulmani, cosa farebbero le sinistre ? “Via,via, criminali ” Allora sarebbero d’accordissimo nello sbatter via la “feccia islamica”. Per ora vi sono mussulmani combattenti che difendono pure l’Europa dalla “feccia islamica” Non dimentichiamo che in Siria, come in Iraq, come era in Libia, i cristiani potevano andare in chiesa SENZA ALCUN PROBLEMA ed era questo che urtava Usisraele ! In Iran, siamo quasi nella stessa situazione, nel senso che il mussulmano non può convertirsi, ma il cristiano può frequentare perchè sono islamici sciiti. In Rabbia Saudita, come in altre nazioni della “feccia” finanziaria, non si può nemmeno portare al collo un simbolo cristiano. Ma di queste cose i nostri giornali e tv non parlano per lasciare nell’ignoranza il popolo che può solo reagire d’istinto. Anche qui da noi vediamo la feccia immigrata, non certo islamici cresciuti col rispetto del cristianesimo, e se l’avevano, al vedere lo schifo europeo, il rispetto lo perdono in fretta !

    Rispondi
    • #Alessio   25 marzo 2016 at 4:20 pm

      Caro Mardunolbo, come “feccia islamica” intendo quei pidocchiosi buffoni che vengono qua a farsi mantenere e con anche velleità di conquista, non i soldati di Assad. Possiamo generalizzare in “feccia immigrata”, se preferisci, ma visto che la componente islamica rappresenta il gruppo più dannoso, nonchè quello colpevole degli attentati, ho nominato quello direttamente.
      Te la faccio più semplice possibile : fuori tutti dalle balle e morte agli assassini. Inutile e banale espressione d’un pensiero quanto mai legittimo.
      Il resto delle cose che dici, sicuramente vere, sono un problema secondario. Di andare in giro con una Croce in vista in Arabia Saudita non è che m’importi poi molto, ma che le nostre città non si riempiano di feccia potenzialmente nemica m’importa parecchio.

      Rispondi
  11. #Maria   25 marzo 2016 at 3:07 pm

    A bbruno.
    Signor Bruno mentre chi tenta di risalire la corrente … a parole c’è chi preferisce andare con l’onda ….a parole,convinti che, in qualche modo,i risultati,senza dubbio, daranno ragione,prima o poi,al gran lavoro svolto.
    Siete troppo agitati e impulsivi a mio avviso ( basta vedere come vi proponete),da pensare che,forse ,potreste passare alla storia per cio’ che di prezioso avete saputo dare o state dando.

    Anche gli ” imbecilli suicidi ” in qualche modo la pensano alla stessa maniera.Credono talmente tanto in ciò che fanno,che il loro sacrificio ,ammazzando gli altri, sarà riconosciuto e premiato,nell’altro mondo.

    Voi, a ragion veduta, li ammazzeresti tutti per ciò che fanno….e loro vengono ad ammazzare noi per quello che,di buono, non e’ mai stato fatto in tempi passati nei loro confronti…..

    Non lo dico io,la storia insegna!

    Cristo,ci viene a suggerire con linguaggio ben diverso, eventuali soluzioni ,che noi da bravi cristiani conosciamo ma,purtroppo, non coincidono,con le nostre strategie per la risoluzione di così gravosi problemi.

    Il tutto è abbastanza complesso specialmente quando tutti i nodi arrivano al pettine.
    Prima di gettate tante parole al vento pensiamoci più seriamente ,chiedendo sempre l’aiuto al buon Dio che ci illumini.
    Noi cristiani possiamo fare molto!
    Buon Venerdì Santo.

    Rispondi
    • #Alessio   25 marzo 2016 at 3:35 pm

      I Cretini Suicidi dei quali continuo a parlare, se non l’hai capito, non sono i terroristi ma quell’infame, idiota razza di europei calabraghe che insiste a parlare d’accoglienza, tolleranza e altre balle, Bergoglio compreso.
      Quel che dovremmo fare sarebbe buttarli fuori dal primo all’ultimo, ed accoppare senza la minima esitazione tutti coloro che hanno avuto anche il benchè minimo coinvolgimento nel terrorismo.
      Fatto questo, ci sarebbe da indire una crociata per sterminare totalmente l’Isis e prendere possesso del petrolio che loro stanno sfruttando, colpendo chiunque li abbia finanziati e spalleggiati.
      Ecco, questo avrebbero fatto i veri Cristiani, difensori della Cristianità, e questo sarei più che volentieri disposto a fare di persona.
      Se fai parte dei Cretini Suicidi che vogliono scomparire dalla Storia come civiltà affari tuoi, ma non venire a pontificare da queste parti.

      Buon Venberdì Santo, che ti entri un po’ di buon senso. E se no cavoli tuoi.

      Rispondi
    • #bbruno   25 marzo 2016 at 3:44 pm

      questa vaneggia… Comunque a quando la gloria di rimanere sfracassata dalle bombe dei tuoi amici? Bisogna o no raccogliere i frutti del proprio avoro???

      Rispondi
      • #Alessio   25 marzo 2016 at 4:10 pm

        Prima dovrebbe provare a farsi violentare da una decina di loro (quelli acchiappano tutto, pure lei), poi regalare casa sua perchè ne facciano un bel centro islamico, dopodichè farsi smembrare da un bell’ordigno, poco dopo aver visto le donne di casa sua come merce nelle mani dei nuovi padroni. Così avrebbe compiuto il ciclo dell’islamizzazione forzata.
        Io tra una processione e l’altra vengo qua a leggere e mi ci innervosisco pure, ma è inutile, come vedi i Cretini Suicidi non mollano, hanno proprio una vongola al posto del cervello. Quel che non capisco è cosa vengano a fare su RS.
        E neppure capisco, data la loro voglia di scomparire, perchè non decidano di ammazzarsi in massa. Risparmierebbero tempo.

        Quanto alla Sciura, dai un’occhiata al suo commento al recente articolo : http://www.radiospada.org/2016/03/il-fatto-quotidiano-radio-spada-inserita-in-uno-studio-sui-discorsi-dodio/#comments
        Rintuzza Isidoro dicendo che SIA SBAGLIATO CONVERTIRE QUALCUNO AL CATTOLICESIMO, E CHE CRISTO NON VUOLE QUESTO. E’ davvero degna d’un trattamento sanitario obbligatorio.

        Rispondi
  12. #Mardunolbo   26 marzo 2016 at 12:33 am

    Alessio, oltre al TSO la sciura Maria è affetta da logorrea andante, nonchè una bella dose di superbia per insistere oltre ogni modo nel discettare in modo sconclusionato.
    Non bisogna credere che sia una tranquilla ed innocua stupidina…Sa bene il fatto suo ed insiste con protervia e superbia atteggiandosi a buona mammina che insegna ! Sono le peggiori, petulanti rappresentanti dei consigli pastorali. In questo caso della setta neocatecumenale.Il sito “non Possumus” è stato seviziato per anni da un tizio ,neocatecumenale che ad ogni articolo usciva con menate incredibili e senza senso disturbando a + non posso. Appena possibile, “pac!” una bella botta come per le zanzare, che non si prendono per le zampette per buttarle via…non si riesce ! Un bella botta secca e rapida…

    Rispondi
    • #Alessio   26 marzo 2016 at 2:04 am

      La Sciura non è una tranquilla ed innocua stupidina, è un’insulsa intrusa. I suoi interventi sono quasi sempre del tutto inconsistenti, e darle torto è una cosa del tutto banale, specialmente se si mette di proposito ed apertamente nella schiera dei Cretini Suicidi.
      Avevo iniziato ad ignorarla, e considerando quanto mi stia annoiando tra un po’ credo che tornerò a farlo.

      Rispondi
    • #bbruno   26 marzo 2016 at 8:25 am

      ma lasciamola davvero perdere questa zecca-troll, tutt’ al più una battuta, e che vada a cuccia dal suo padron Bergoglio!!

      Buona Pasqua a tutti i credenti (veri) in Cristo Signire, e non perdiamo la speranza: “Non possono vincere per sempre!”

      Rispondi
      • #Alessio   26 marzo 2016 at 3:32 pm

        Buona Santa Pasqua, Bruno, a te ed a tutti i cattolici (veri).

        Quanto al vincere, basterebbe votare FN e smetterebbero di vincere subito. La loro attuale “vittoria” non è altro che una diretta conseguenza della velleità suicida dei Cretini.

        Buona Santa Pasqua ancora!

        Rispondi
  13. #Maria   26 marzo 2016 at 3:33 pm

    Signor Mardunolbo
    se mi conoscesse capirebbe all’istante che non sono per niente una persona superba.Sono talmente timida che mi sentirei imbarazzata a parlare con lei.Non frequento posti affollati; preferisco essere in compagnia con i miei animali in mezzo alla natura.Quindi,quello che scrivo, fa parte del mio bagaglio culturale e religioso .
    Non ho mai fatto parte a consigli pastorali,sono stata catechista prima ancora di abitare in questo paesello di campagna.
    Non mi atteggio per niente da mammina per carità,non lo sono mai stata,neanche con i miei figli, che sono cresciuta insieme a loro, in un dialogo aperto e libero, pur essendo noi tutti in famiglia molto diversi uno dall’altra.Per questo motivo,non ho trovato nessuna difficoltà di rapportarmi con voi pur facente parte ad un sito di preghiera che, per semplicita’ sembra adatto
    anche a dei bambini.E io mi ci trovo bene! Ma neanche con voi mi ci trovo male.Ho la certezza che non siete proprio per come volete semprare; almeno non tutti.Diciamo che qualcuno di voi potrebbe andare con l’onda….piuttosto che risalire la corrente, trovandosi poi, con ben poco da spartire.D’altra parte ognuno e’ responsabile delle proprie scelte

    Certo e’,che, per il fatto di dirsi cristiani,siamo ben lontani nel poter mettere insieme ciò che crediamo.

    Non si preoccupi Mardunolbo visto i problemi che vi vengo a creare,credo che non rimarrò per molto tempo con voi. Era solo per capire che non basta neanche far parte della stessa famiglia per comprendersi.
    SANTA PASQUA A TUTTI !

    Rispondi
  14. #Mardunolbo   26 marzo 2016 at 7:43 pm

    ,”sono stata catechista….” “,…neanche con i miei figli, che sono cresciuta insieme a loro, in un dialogo aperto e libero,…” ” pur facente parte ad un sito di preghiera….”
    I sintomi c’erano tutti ! Era abbastanza chiaro. Si creano problemi quando si irrompe con un bagaglio culturale inadeguato e si vuole parlare “democraticamente”.
    La Chiesa non è DEMOCRAZIA E Dio NON è democratico, nonostante ora si dica e si supponga il contrario.Dio è Creatore e Re nei secoli dei secoli.
    ” Tante volte la miglior saggezza sta nel tenere la bocca chiusa ” proverbio islamico.
    La democrazia comunque non prevede l’OBBLIGO di parlare per tutti ! E’ inteso come obbligo solo dai cretini nutriti a “diritti democratici” .
    Parla chi ha capito dove si trova e parla a proposito non a sproposito, altrimenti è meglio per lui/lei cercare altra zona.
    Questo vale per ogni ambito, sia reale, sia virtuale come internet.
    Si chiama “netiquette” ovvero educazione in internet, anche se ormai pochi accolgono questo atteggiamento.
    Ho finito, e spero sia stato sufficiente !

    Rispondi
  15. #Maria   26 marzo 2016 at 11:56 pm

    A Mardunolbo
    Vivo in semplicità,in un mondo semplice con poche cose ma fondamentali. Mi sorprende e me ne dispiace, che non sia riuscita a farmi capire, visto il suo ritorno di risposta.
    Sono cresciuta insieme ai miei figli in maniera aperta e libera perché la differenza fra me e loro è di solo 20 anni.Avevo ancora tutto anch’io da imparare dalla vita.Non si nasce mamma! Si diventa.
    La mia cultura? Formatasi a contato con la natura.Con chi posso parlare al mattino,quando mi alzo,prima del sorgere del sole, se non con il mio creatore? Che problemi dovrei crearmi,nel confrontarmi in dialoghi,con chi avendo tutta la buona intenzione di parlare pure loro di Lui? Penso proprio nessuno!

    Si riferisce a me,dicendo che devo tenere la bocca chiusa?
    Allora devo dire,che lei,mi condannerebbe a parlare solo con ” Fionda e Nerino” i miei due gatti? Ma questo lo sto già facendo!

    Non è detto che si possa pensare a rondini e passerotti? Ma loro sa mi sopportano meno.Infatti non mi danno per niente retta.
    Per questo ho pensato che lei sarebbe stato piu” adatto ad un maggior dialogo visto che apparteniamo alla stessa ” razza”.
    O, anche qua, ho sbagliato a dire qualcosa….Povera me! Che Dio mi perdoni.

    Rispondi
  16. #Mardunolbo   27 marzo 2016 at 8:56 pm

    https://www.rt.com/news/337336-palmyra-syrian-army-isis/

    Anche chi non conosce l’inglese, può capire qui cosa hanno fatto i ratti di fogna dell’isis , creati dagli Americani e loro padroni (“ratti di fogna”,non è invenzione mia, ma dei soldati siriani.)
    oggi, Santa Pasqua, Palmira è stata liberata dai “ratti” !

    Rispondi

Rispondi