Nasce il movimento politico ‘Popolo della Famiglia’ e noi poniamo 4 domande

Immagine
Ci giunge notizia della nascita del movimento politico “Popolo della Famiglia”, fondato da Mario Adinolfi e Gianfranco Amato.
Chiamando a raccolta i cattolici, promette di presentarsi già alle Amministrative 2016 con “liste e candidati sindaco presenti in tutte le città d’Italia”.
Da parte nostra, poniamo sul tavolo quattro temi, estremamente semplici, che – in quanto cattolici – vorremmo vederci chiariti.
***
1) Fede. Vi presentate come un partito che chiama a raccolta i cattolici. Siete dunque per l’abolizione del divorzio, della legge infanticida 194/78 (aborto), di ogni forma di “unione civile” diversa dal matrimonio e di ogni forma di fecondazione artificiale?
2) Gerarchia. Agite di concerto con la Conferenza Episcopale Italiana? Vi riconoscete nella linea politica dei suoi vertici e, in particolare, del suo segretario (Nunzio Galantino)?
3) Visione politica generale. Creare un movimento politico significa avere una visione complessiva della realtà: la politica non è solo politica familiare. Avete uno sguardo unitario sugli scenari economici? Sugli quelli internazionali? Sull’Unione Europea? Sul tema migratorio? Sulla riforma costituzionale? Se sì, in cosa consiste?
4) Orizzonte partitico. Entrerete in una delle coalizioni esistenti (se sì, quale)? Siete pronti a dichiarare pubblicamente che nel caso in cui il vostro progetto non raggiungesse i suoi obiettivi, non tentereste di “riciclarvi” in altri partiti (rendendo questo movimento un semplice trampolino di lancio o un aggregatore di voti da cedere)?
***
Restando in attesa delle risposte, vigiliamo Cordialmente.

74 Commenti a "Nasce il movimento politico ‘Popolo della Famiglia’ e noi poniamo 4 domande"

  1. #carlo1   9 marzo 2016 at 6:21 pm

    maria cosa non hai capito ? sei tu che capisci male,ti vedo molto prevenuta , non siamo materia ma abbiamio una ragione .

    Rispondi
  2. #Carlo2   9 marzo 2016 at 9:46 pm

    Maria, come ti dissi all’inizio del mio scrivere (e rompere, involontariamente, le scatole a tutti quelli del gruppo),

    da una parte io realmente sono come alcuni di questo sito, pungente, diretto, ecc,
    ma dall’altra stò cercando di cambiare alcuni lati del mio carattere che trovo fastidiosi.

    Per tale motivo cercavo uno spunto in quello che scrivi.

    Cioè detto chiaro, in parte sono di quelli che tu critichi, dall’altro però non mi arrabbio più delle critiche e vorrei davvero essere più morbido con gli altri.
    Nel rispetto della dottrina però, non rinunciando alle verità di fede che oggi nessuno annuncia.

    Insomma, so di essere contradditorio, ma è perhè una parte di me vuole cambiare strada e l’altra no. Quindi hai ragione.

    Cioè io sono sempre stato, per decenni, di destra, e nella fede super-rigido nelle mie idee.
    Però vedo che a essere troppo burbero non ho fatto quello che il Signore voleva da me.

    Così, tra il mio vagare in siti tradizionalisti, dove mi trovo meglio che altrove, ho letto le tue scritture, avversate e contestate, e mi sono detto, proviamo ad ammorbidirci un pò, come lei suggerisce agli altri che ragionano come me.

    Per quello che ti chiesi la tua email.

    Ma non credo che onestamente, tutti noi che siamo su questa terra, non siamo altalenanti e contraddittori. Un poco tutti, no?

    Non penso nessuno possa negare che ogni uomo sente dentro di sè la voce, le ispirazioni, il pensiero se vogliamo dire così:

    1) di Se stesso,

    2) dello Spitito Santo, o dell’angelo custode ecc.

    3) del demonio o dei suoi compari

    Ogni momento si è chiamati a scegliere.

    Poi, se tutti voi siete monocordi, beati voi.

    Io no, e sono in buona compagnia…guardiamo gli apostoli prima e dopo il Getsemani….

    Quindi Maria, non è che ti prenda in giro, nè mi burlo di quelli del gruppo.

    Penso che la personalità si crei attraverso le persone che il Signore ci fa incontrare,
    e le esperienza che facciamo.

    Tu, e gli altri del gruppo, come per esempio Alessio che con me è stato di una gentilezza estrema, potete fare ciò.

    Come noi tutti possiamo influire con quelli che incontriamo.

    Due decenni fa in un gruppo parrocchiale incontrai una coetanea che lavorò per parecchi mesi a limare il mio carattere, e faceva i tuoi discorsi.

    Poi ha cambiato strada…però mi ha insegnato tante qualità, che io col tempo poi tendo a perdere, schiacciato dalle brutalià della vita.

    Non so se mi sono spiegato, però visto che ci si vuole nascondere dietro allo schermo di un computer, non posso dirti ciò che forse per voce sarebbe più semplice, nè svenarmi alla tastiera, facendo perdere tempo a tutti e andando off topics. (scusatemi)

    Rispondi
  3. #Carlo2   9 marzo 2016 at 10:12 pm

    Comunque, Maria, se io parlo ai “colleghi”,
    di Mussolini e Salazar,
    non è che il problema mio sia che ho “scordato” lo spirito per tornare materia (o pianta come tu dici). Il mio problema è inverso, perchè a me la terra pesa…per motivi che non posso spiegarti.

    Ma, a mio modesto avviso, mi pare che se noi cattolici non ci si occupa un poco anche di politica (cosa che mi ha sempre nauseato), non solo qui in Italia ma pure in europa noi cattolici si fa la fine del topo. Fisicamente.

    Quindi scrivendo ad Alessio volevo mettere in luce che da quel che ho letto, il Signore, come ha suscitato Davide, Salomone, Dario ecc., può risolvere la cosa in vari modi, forse anche con un governo forte (chiamiamolo così).

    E suggerivo che sia Aleandriina Maria Da Costa che Suor Elena Aiello con il loro operato avvallano, forse come “extrema ratio” un’intervento del Signore tramite uomini “forti”.

    Io sento il fiato sul collo su noi cattolici. Per ora c’è la S. Messa, ma domani ce la lasceranno fare?

    Guarda che in Argentina sono entrati in una Cattedrale a picchiare a sangue chi diceva un rosario, mesi fa a Mar Del Plata…e sui giornali argentini la notizia è stata insabbiata.

    http://www.nocristianofobia.org/cattedrale-de-la-plata-e-fedeli-aggrediti-da-femministe-ed-anarchici/

    Come negare il fatto che in Russia ci sono 1/4 degli aborti dell’epoca di Eltsin ? (vedere per credere…)

    Quindi Maria, cortesi e gentili come tu sei, ma avere anche la forza, di dire la verià NEL MONDO DELLA MENZOGNA.
    Non come la dico io, da burbero, ma come la diresti tu, da mamma.

    Non dirmi che desideri fare la fine della Spagna prima di Franco, o del Messico come nel film Cristiada uscito recentemente…magari per i tuoi figli e nipoti, pensiamoci.

    O della Francia dove in un documentario non certo cattolico (della BBC, quindi ben poco…) fecero vedere una chiesa di parigi con una pila di 200 teschi con la fronte rotta, che erano sacerdoti che lanciarono dalla finestra i rivoltosi (così disse il documentario…poi io non so).

    Termino per pietà di chi legge…

    Rispondi
  4. #Maria   9 marzo 2016 at 11:03 pm

    Scusami Carlo2 non riesco a capire perché mi stai scrivendo questo.Io ti ho già detto che oltre a questo sito,da tempo sono iscritta anche in un sito di preghiera.Questi due, per modalità e persone appartenenti,sono completamente diversi,vorrei dire opposti.Ne primo, si respira aria di santità,e non esagero per le persone che ho avuto modo di conoscere.
    In questo invece, mi da l’impressione che persone buone fondamentalmente buone e non credo di sbagliarmi,nascondono parte di se stesse dietro a delle ideologie che contrastano con la fede che loro dicono di avere.Ed e’ un peccato! Tempo fa,su richiesta, mi è stato chiesto a che partito appartenessi.Io sinceramente avrei detto a quello di Cristo, purtroppo,non è rappresentato nelle schede elettorali.Da sempre ho votato per il “centro “fin da ragazza convinta che avrei avuto modo di capire meglio sia quelli di destra che quelli di sinistra; e così è stato.Ho potuto constatare che ci sono persone sia da parte e dall’altra buone e meno buone.Ma mentre quelli di sinistra si dicono non credenti nella maggioranza,confermano cos’i la loro coerenza quelli di destra invece tengono in piedi sia la fede che dicono di avere,che la “devozione assoluta “al loro partito.Una esclude l’altra.questo e’ quello che penso io. Un cristiano trova completezza nell’essere tale.No occorrerebbe altro,purtroppo però non è possibile e quindi, si è costretti a scendere a dei compromessi sperando che siano i meno invasivi a danno della nostra società. Ecco perché, continuò a dire,per le cose che abbiamo in comune rimaniamo uniti anche se, le differenze non sono poche.Il Signore senza dubbio, sa riconoscere la nostra buona volontà e quindi,incoraggiato a tenderci una mano in nostro aiuto.

    Adesso sentirai le reazioni. In ogni caso, comunque, metto sempre l’uomo al centro di tutto.

    Questo lo dico,perché Gesù Cristo me l’ha insegnato .
    Ciao Carlo e grazie per avermi dato la possibilità di capirti un po’ meglio
    Se la Redazione ritiene, può togliere quanto ho scritto.

    Rispondi
  5. #Maria   9 marzo 2016 at 11:39 pm

    Io dico ,non è che a noi umani di questi tempi,ci sia stato assicurato la pace nel mondo se …..per niente! A meno che non pensassimo solo alla nostra .Ma anche qua e’ tutto da vedere.Che possiamo fare noi, per quante forze o strategie mettessimo in atto? forse poco per non dire peggio.Tanto vale comportarci come il Signore ci esorta ,al resto ci penserà Lui No?

    Rispondi
  6. #Carlo2   10 marzo 2016 at 7:42 pm

    Sì, Maria, son d’accordo che per quanto noi si possa pensarci e agire, non si fa molto.
    Anzi…
    Solo Dio opera. Noi si fa quasi sempre dei pasticci.

    Ti sono grato di avermi scritto, con tanta pazienza, degli spunti di riflessione, che meritano un’adeguata meditazione, e non una mia svagata frettolosa risposta.

    Ma, fin da ora, voglio ringraziarti della condivisione di ciò in cui credi,
    e del tuo tentativo, da me richiesto, di migliorarmi.

    Mi dispiace che, per volontà del tuo capogruppo, non sia stato possibile conoscere anche le persone di cui tu accenni nell’altro tuo gruppo. Ma rispetto le vostre scelte. E non chiedo altro.

    Infine, sono contento che anche tu, come me, pensi in questo gruppo possano essere tante buone persone.

    Rispondi
  7. #Maria   11 marzo 2016 at 10:21 pm

    Caro Carlo2,penso che si metteranno in contatto con te presto.Se ho ben capito.! Comunque te continua a scrivere.

    Si ! sono convinta che ci sono buone persone.Sai quelle veramente cattive in genere, spesso non si danno a vedere e sono le più pericolose.

    Ciao.Che Dio ti benedica.

    Rispondi
  8. #Carlo2   12 marzo 2016 at 5:49 pm

    Non so, ma poi perchè dovrebbero contattarmi ?

    Comunque, anche per non invogliare nessuno a discussioni, ho annullato la mia email, quindi nessuno può mettersi in contatto con me.

    Chi lo desidera, metta un liink sul sito e sarò io (forse) a contattarlo.

    Come tu suggerisci, di tanto in tanto continuerò a scrivere.

    Tuttavia,
    mi riesce difficile trovare i tuoi commenti, o quelli di Alessio, che è tanto gentile,

    perchè non so usare le funzioni di ricerca all’interno del forum/gruppo.

    Mi perdo tra tutti questi argomenti, oppure non so usare il forum/gruppo come voi.

    A te posso risponderò poi nella discussione dove parli dei fiori, che non c’entra nulla con l’argomento, ma non so come fare altrimenti.

    Ciao e grazie della bella amicizia !

    Rispondi
  9. #Maria   20 marzo 2016 at 3:53 pm

    Chi sei tu, anima sensibile …….

    Rispondi
    • #carlo2   22 marzo 2016 at 9:29 pm

      Dicevi di chi, Maria ?

      Che bello sarebbe avere il dono da Dio, tramite il suo Santo Spirito,
      di saper ascoltare col cuore,
      e di essere veramente un anima sensibile.

      e…che bello che fu, quelle rare volte nella mia vita, che incontrai delle anime mistiche del tipo “che leggono i cuori”…che ti capiscono senza averti mai visto prima….sensibilità ma anche dono dello S Santo…

      Don Orione e Don Bosco leggevano nei cuori, ma anche alcuni mistici contemporanei, rari ma non inesistenti, segno che Dio continua a darci grazie, per farci cambiare, per rendere più malleabile il nostro cuore.

      Incontrare una persona che non ti ha mai visto, ma ti ama, e ti legge il cuore, è una bella esperienza.

      Circa Alessio, io non lo conosco di persona, ma qui, con me è stato gentilissimo.
      Che bello il tuo consiglio !
      Me lo applico pure io…così continuo a “limare” il mio carattere.

      Comunque, essere gentile, dolce, paziente ecc. sono le qualità non solo di N.S.Gesù Cristo, ma anche di Maria SS, ed anche di Giovanni l’evangelista…no?
      Quindi quella è la strada che vorrei ri-iniziare a percorrere.

      Però senza la preghiera reciproca, rimango l’uomo vecchio…quindi ricordiamoci ancora nella preghiera ! Grazie a te Maria e a tutti !

      Rispondi
    • #carlo2   22 marzo 2016 at 9:33 pm

      In un mondo cristiano “farebbe innamorare”, ma forse, questo mondo non apprezza più il cavalier gentile.

      Speriamo si realizzi presto il completamento delle profezie di Fatima…e che tutto cambi.

      Rispondi
  10. #Maria   20 marzo 2016 at 11:46 pm

    Alessio gentile? Forse,ma non lo da a vedere per niente.Potrebbe anche vergognarsi; si sentirebbe come una femminuccia.E pensare che un maschietto dall’animo nobile,potrebbe fare innamorare molto più che, se fosse rude,determinato e fascista.

    Importante però, prima di tutto, che sia un buon cristiano.

    Rispondi
  11. Pingback: Il partitino di Adinolfi&Amato si allea col partito di Capezzone e con i socialisti. | Radio Spada

  12. #cosimo   11 aprile 2016 at 12:20 am

    Egregi Signori,
    Ho letto tutti i vostri interessanti commenti e le altrettante valorose difese d’ufficio non richieste, pur non rilevando, personalmente,nessun valore aggiunto e nessun fattivo contributo. Permettetemi di aggiungere un ulteriore quesito, che penso rimarrà anch’esso senza risposta: perché, invece di “parlamentare” e criticare sempre tutto e tutti non mettete le vostre belle facce e scendete in campo per cercare di risolvere i problemi italiani? Parlare è troppo semplice, appannaggio di chi non ha le palle per rimboccarsi le maniche e Contribuire a creare una Italia migliore,un futuro per i nostri figli che non debbano essere costretti a migrare altrove per vivere una vita dignitosa: forse non ve ne siete accorti, ma l’Italia non ha più un futuro; i nostri governanti la stanno svendendo pezzo per pezzo e non sembra abbiano avuto nemmeno il buon gusto di comunicarcelo; la nostra Costituzione, la migliore del mondo, è continuamente bistrattata e non applicata. Siamo o no il POPOLO SOVRANO?Il lamento non ha mai portato da nessuna parte. Queste persone, con tutti i loro difetti da cui certamente voi siete immuni, Stanno provando a fare qualcosa, a proporre un’alternativa che valorizzi le persone, la dignità, la famiglia – cellula indispensabile – per una società che voglia reputarsi tale,con tutti gli ostacoli e i problemi che dovranno affrontare. Almeno ci provano!!!!!! Siamo ormai caduti in un abisso insondabile e ogni giorno è sempre peggio. Le famiglie in povertà sono a quota 4 milioni. Avete mai visto un politico, anch’esso italiano, che abbia mai chiesto ed ottenuto una congrua riduzione dei loro fantasmagorici stipendi. Io no. I sacrifici li chiedono solo a noi, loro esulano dai problemi, loro mangiano ogni giorno e non hanno problemi per pagare l’affitto.E noi siamo qui ancora a discuterne?l Siamo una nazione invidiata in tutto il mondo e non facciamo nulla per cambiare le cose. Siamo buoni solo a lamentarci . Siamo dei pecoroni e non ci va di ammetterlo! Che fine hanno fatto i geni dei partigiani che hanno dato la vita per cambiare le cose? Qualcuno di voi si è accorto che la democrazia è morta? Scusate la vis polemica, ma penso che ormai il tempo di parlamentare sia terminato ed è necessario che ognuno di noi pensi seriamente a come fare per cambiare le cose. Non se ne può più!!!!!!!

    Rispondi
  13. Pingback: Sdrucciolone de l’Espresso, che associa ‘Osservatorio gender’ alla linea Adinolfi | Radio Spada

Rispondi