Mons. Fellay: Amoris Laetitia “Esortazione terrificante”

fellay

 

In attesa di una più ampia analisi dell’Esortazione Apostolica testé pubblicata, Mons. Fellay nella sua predica al Santuario di Puy en Velay di domenica 10 aprile ha espresso un primo biasimo sulle novità introdotte dal documento in questione.

« …un’Esortazione Apostolica che porta come titolo “La gioia dell’amore” ma che ci fa piangere. Quest’esortazione è un riassunto dei due sinodi sul matrimonio. È molto lunga e contiene molte cose che sono giuste, che sono belle, e dopo aver costruito un bell’edificio, una bella barca, il Sommo Pontefice ha fatto un buco nella chiglia della barca, lungo la linea di galleggiamento. Voi sapete tutti ciò che sta accadendo.

È inutile dire che il buco è stato fatto prendendo tutte le precauzioni possibili, è inutile dire che il buco è piccolo: la barca affonda! Nostro Signore stesso ha detto che neanche uno iota, neanche un solo iota sarà tolto dalla legge di Dio. Quando Dio parla, le sue parole non ammettono eccezioni, quando Dio comanda è di una sapienza infinita che ha previsto tutti i casi possibili. Non c’è eccezione alla legge di Dio. Ed ecco che d’un tratto si pretende che questa legge del matrimonio, che si conserva dicendo che “il matrimonio è indissolubile”, (la si ripete questa frase, la si dice), poi si dice che si possono, nonostante tutto, avere delle eccezioni nel senso in cui questi divorziati cosiddetti risposati potrebbero in questo stato di peccato mortale essere in stato di grazia, e quindi potrebbero fare la comunione. È gravissimo! Gravissimo! Credo che non si misuri sufficientemente la gravità di ciò che è stato detto. È inutile dire che sono delle piccole eccezioni messe lì in un angolo; è così che è passata la comunione nella mano e come vi ho detto il piccolo buco nella nave è sufficiente, la barca affonda!» (1)

Nel prosieguo del discorso il Prelato definisce il documento «[…]Esortazione terrificante che fa tanto male alla Chiesa» (min. 21.35)

Più avanti, descrivendo la situazione generale della Chiesa, il Superiore Generale afferma che: «c’è un gran numero di prelati, e perfino di cardinali, e diremmo perfino il Papa, che dicono non soltanto delle sciocchezze ma delle eresie, che aprono la strada al peccato. […]» (min. 23.55)

 

 

(1) Predica di mons. Bernard Fellay in occasione del pellegrinaggio al Santuario di Puy en Velay; nell’audio, a partire dal minuto 15.00.

 

Fonte

59 Commenti a "Mons. Fellay: Amoris Laetitia “Esortazione terrificante”"

  1. #Catholicus   11 aprile 2016 at 8:04 pm

    Bravo Monsignore ! speriamo ce adessso apra gli occhi riguardo ale sirene vaticane che vorrebbero inglobare la FSSPX in quel carrozzone di eretici galoppanti verso l’abisso infernale che è la Chiesa vaticansecondista.

    • #Giacomo   11 aprile 2016 at 8:18 pm

      Condivido Catholicus

  2. #bbruno   11 aprile 2016 at 8:47 pm

    e allora continuate- dialoganti – imperterriti a bervelo come papa…Non basta denunciarne gli atti, bisogna denunciare l’autore di questi atti ( qui siamo ormai agli ‘atti osceni in luogo pubblico’), e smscherarlo per quello che è: un TRADITORE ACCLARATO della fede cattolica. Altro che “custos depositus fidei”, dovere che indica l’essenza della funzione petrina…

    • #lister   12 aprile 2016 at 11:40 am

      Beh, bbruno, ad un certo punto Fellay s’è “sbagliato” 🙂 e gli è “scappata” questa affermazione:
      «c’è un gran numero di prelati, e perfino di cardinali, e diremmo PERFINO IL PAPA, che dicono non soltanto delle sciocchezze ma delle ERESIE, che aprono la strada al peccato. […]» (min. 23.55)

      Che sia stato stato folgorato “sulla strada di Damasco”?…

      • #bbruno   12 aprile 2016 at 3:43 pm

        purtroppo no, nella migliore delle ipotesi ancora non connette quel che dice con quel che fa… San Paolo, dopo Damasco, non tornò certo dai vecchi suoi colleghi farisei, a cercare un accordo…

  3. #Alessandra   11 aprile 2016 at 11:27 pm

    Bisogna sempre dialogare con il Papa

    • #Catholicus   12 aprile 2016 at 9:05 am

      Cara Alessandra, lei parte da un falso assioma : da Roncalli in poi non si può più parlare di papi legittimi, essendo stati eletti da cardinali eretici, poi con minacce di morte a Siri ed ai suoi familiari (fumata bianca e poi nera), addirittura minacce di scismi e di attentati in Vaticano (la bomba sporca di cui parlò Chiesa Viva mesi fa). Insomma, ci fu un colpo di mano, di Stato, in Vaticano il 26 ottobre 1958, e un eretico salì illecitamente sulla cattedra di Pietro (lanciando però un segnale subliminale della sua illegittimità con l’assumere il nome dell’ultimo anitpapa). Così fu poi per Montini (anche lì er stato eletto Siri in prima battuta) e così è stato nel 2013 per Bergoglio (minacce di morte a Ratzinger se non si fosse ritirato entro il 28 febbraio 2013).
      Quindi, cara Alessandra, come può lei affermare “bisogna sempre dialogare con il papa”? andava bene finoa a Pacelli, non più dopo. Pace e bene

      • #Alessio   12 aprile 2016 at 6:03 pm

        Scusa Catholicus, ma che il Vaticano ed ancor peggio il Papa possano cedere a minacce è una vigliaccata inaudita, sia perchè volendo hanno tutti i mezzi per difendersi alla grande (potrebbero assumere tutti i mercenari ed i sicari professionisti del mondo) sia perchè nel caso devono accettare di andare incontro al destiono a testa alta, qualunque esso sia.
        Per fare solo un paio d’esempi, San Pietro tornò a Roma ben sapendo d’essere crocefisso, e Leone andò incontro ad Attila che fu uno degli uomini più feroci e potenti di tutti i tempi.
        Adesso ‘sti qua si tirani indietro per quattro chiacchiere di quattro buffoni? Se è così sono davvero penosissimi! Penosissimi!!!

      • #ricgiu   13 aprile 2016 at 9:50 am

        da Catholicus leggo:” in Vaticano il 26 ottobre 1958, e un eretico salì illecitamente sulla cattedra di Pietro (lanciando però un segnale subliminale della sua illegittimità con l’assumere il nome dell’ultimo antipapa)”

        Non fu Giovanni xxiii l’ultimo antipapa (38. Baldassarre Cossa [Antipapa Giovanni XXIII primo], Antipapa della linea di Pisa, Italia, 1410-1415.

        L’ultimo antipapa fu 42. Duca Amedeo VIII di Savoia [Antipapa Felice V], 05/11/1439-07/04/1449.

        A parte questo particolare leggo con preoccupazione quanto scritto da Catholicus, che è conferma di quanto sapevo già da altra fonte…..

        Mi chiedo: che cosa deve fare un cattolico che non ha alcuna intenzione di protestantizzarsi: a quale Messa partecipare? quale Eucarestia? quale Confessione?
        Ormai non siamo più protetti e salvati dall’Ignoranza di tali problematiche.

        • #bbruno   13 aprile 2016 at 1:59 pm

          Ma fossero almeno ‘antipapi’ questi papi qui! Per antipapa s’intende “un papa eletto illegittimamente in contrapposizione a quello legittimo” GarzantiLinguistica). Se c’è un antipapa,quindi,ci deve essere il corrispettivo papa legittimo. Ma dove è il papa ‘legittimo’??? L’illeggitimità degli antipapi nasceva tutta dalla illeggitimità dell’assemblea elettiva, non dal difetto di fede cattolica da parte dell’eletto!

          Mai per antipapa si è inteso un papa eretico,o additrittura un papa non-cristiano (ripeto:un modernista non è un cristiano, è un panteista è un sincretista, è un razionalista è….,ma non è un cristiano )Tanto è vero che San Vincenzo Ferrer, all’epoca dei tre papi, è stato,in un primo tempo, dalla parte di un antipapa, Benedetto XIII, che era un suo penitente e del quale era stato collaboratore quando era ancora cardinale Pedro de Luna!!! Avrebbe San Vincenzo, “il dotto frate domenicano, insegnante di teologia e filosofia a Lérida e a Valencia, autore di un ammiratissimo trattato di vita spirituale” (www.“santiebeati), tenuta la parte di un papa ‘eretico’, quind idi un non-papa? Un non-papa è altra cosa che anti-papa! Ripeto, avessimo un antipapa; significherebbe che il papa c’è! Ma dov’è??? Abbiamo solo al massimo un papa “apparente” !

        • #bbruno   13 aprile 2016 at 4:30 pm

          ma se, come dice #giona, Mons.Guérard è Vescovo in linea Thuc, in quanto consacrato tale da Mons. Thuc, allora anche TIRAGATTI, seguace di Mons. Guèrard in materialiter et formaliter disquirendo, è in linea Thuc!

      • #Salvo   25 luglio 2016 at 8:04 pm

        Catholicus, dove posso verificare ciò che riporta ?

    • #bbruno   12 aprile 2016 at 10:03 am

      no, Alessandra,col papa non si dialoga, nel senso di volere trovare con lui un ‘ accordo ‘ dottrinale; al papa si obbedisce. Volere richiamare il papa sulla retta via della dottrina,è semplicemente una bestialità, dal punto di vista cattolico.

      • #TIRAGATTI   12 aprile 2016 at 10:54 am

        Un po’ troppo facile mettersi d’accordo tra espulsi dalla FSSPX dicendo che quello non è papa, fare le stesse cose della FSSPX (fatta salva la messa mozza) e poi criticare ogni giorno le proprie origini. N’est pas?

  4. #giona   12 aprile 2016 at 11:47 am

    ma un Papa va obbedito o gli si può (LECITAMENTE) disobbedire? Un papa può essere un anticristo? può dire cose contro il Vangelo? …e intanto però Mons.Fellaj lo corteggia, si può condannare e corteggiare? io non capisco più nulla!

    • #TIRAGATTI   12 aprile 2016 at 12:58 pm

      Può esistere la Chiesa senza papa? Parrebbe di no. Tu es Petrus et super hanc petram…
      O siamo forse protestanti con chiese e controchiese?

      • #Catholicus   12 aprile 2016 at 1:26 pm

        Caro Tiragatti, se siamo senza papa valido non è per colpa nostra; se Siri quel giorno lontano (26 ott 1958) si fosse affacciato al balcone e li avesse denunciati tutti (Roncalli e i cardinali masoni) al mondo intero, magari scomunicandoli, oggi non saremmo qui a lambiccarci il cervello con mille astrusità, nella disperata impresa di conciliare l’inconciliable. Ma loro, i nemici, tramavano nell’ombra e colpivano alle spalle. Ricordo quanto ho più volte riferito: quando G XXI concesse, per primo, un’intervista ad un giornalista ateo, Indro Montanelli, il discorso cadde su papa Sarto, e Indro commentò “ha, il papa santo”, al che Roncalli ebbe un sobbalzo sulla sedia, sbattè forte il pugno sul tavolo e si lasciò scappare “ma quale santo !”. Giuseppe Sarto gli era infatti insopportabile, dato che a suo tempo aveva punito il suo (di Roncalli) vescovo Radini Tedeschi, in odore di modernismo, e poi aveva scomunicato don Bonaiuti, il famoso modernista (di cui Roncalli era amico, usando anche le sue dispense per l’insegnamento). Fino alla morte di Pacelli erano carbonari, complottisi (pregavano addirittira per la prematura morte di Pio XII), dopo dettero l’assalto alla baionetta al ponte di comando della barca di Pietro : ed ecco dove siamo arrivati oggi. Quindi non parlatemi di papi validi e di obbligo di obbedienza, per favore. perché potrei dire anch’io, con Roncalli “ma qiali santi ! ma quali papi !” Pace e bene

      • #bbruno   12 aprile 2016 at 3:28 pm

        e può esistere una Chiesa con un papa che vuol distruggere la Chiesa ? Il Padrone della Chiesa può affidare la Sua Azienda (uso questa parola per stare in tono con l’analogia ) ad una direttore di tal fatta???

        Una risposta alla sua domanda: la Chiesa è un ente morale, non fisico, quindi può continuare ad esistere anche senza capo visibile ( Card.Billot ) – ha continuato ad esistere per 4 anni priva di papa al tempo dell’ imperatore Decio, può continuare a farlo per 40 e ancora 40, fino a quando Dio permetterà: che cosa sono 40 e 40 anni davanti a Dio, se davanti a Lui mille anni sono come un giorno (S.Pietro)??????

        Adesso lei risponda alla mia domanda. Usando il buon senso (il principio di non-contraddizione), non lo scolasticismo deteriore…

      • #Pietro   13 aprile 2016 at 5:22 pm

        Certamente che può esistere. È accaduto oltre duecentocinquanta volte.

  5. #TIRAGATTI   12 aprile 2016 at 1:31 pm

    Fuoriuscire dalla FSSPX per fondare decine di chiese autocefale con consacrazioni episcopali di dubbia validità (linea Thuc), non sembra la miglior soluzione, visti i frutti.

    • #Pietro   13 aprile 2016 at 5:24 pm

      Extra Albano nulla salus? Qui si sfiora il fanatismo settario

  6. #SantaGemma   12 aprile 2016 at 1:40 pm

    LE ECCEZIONI CI SONO PERCHÈ PUOI ESSERTI DIVORZIATO E SPOSATO MILLE VOLTE MA SE VIVI IN CASTITÀ E TI SEI PENTITO PUOI FARE LA COMUNIONE 🙂 Evviva la castità!!!!!

    • #Alessio   13 aprile 2016 at 1:33 pm

      Perchè uno si sposa per vivere in castità…

    • #Alessio   13 aprile 2016 at 1:34 pm

      A parte il fatto che il Matrimonio è indissolubile.

  7. #giona   12 aprile 2016 at 2:34 pm

    Chissà che la storia non dia poi ragione alla linea Thuc… attenzione perchè potrebbe essere. Quel che è certo è che non darà ragione alla linea degli anticristi “che siedono nel luogo santo” additando sè stessi al posto di Dio. Gesù dice ” tu sei Pietro e su di te fonderò la mia Chiesa e le forze degli inferi non prevarrano contro di essa”. Non ha detto che non avrebbero prevalso su Pietro. Poi potrebbe anche esistere un successore vero di Pietro , Siri alias GXVII e successori… chi vivrà vedrà. Che poi allo stato attuale siamo già a livello dei protestanti rende evidente la TOTALE mancanza di un capo Papa. Infatti, modernisti (che non sono manco Chiesa ma ci stanno dentro), tradizionalisti nei modernisti, Fraternità, Istituto Mater Boni Consili, vari altri.

    • #Francesco   12 aprile 2016 at 8:22 pm

      Giona scrive ” ” tu sei Pietro e su di te fonderò la mia Chiesa e le forze degli inferi non prevarrano contro di essa”.
      Scusami dove si trova questo passaggio, perché non riesco a trovarlo.
      Grazie

      • #giona   13 aprile 2016 at 6:35 pm

        vangelo di Matteo cap.16 versetto 18

    • #TIRAGATTI   13 aprile 2016 at 9:41 am

      Abbiamo visto i frutti della linea Thuc, con tante piccole chiesette autocefale. Sedevacantisti e palmariani “una cum” linea Thuc.

  8. #Giovanni D'Elia   12 aprile 2016 at 3:02 pm

    Non è il VENTI6 OTTObre ma il VENTI-OTTO OTTObre del cinquantOTTO alle diciOTTO e diciOTTO.
    IO ERO.

    • #Catholicus   12 aprile 2016 at 6:16 pm

      Scusa Giona, ma il 28 è il giorno dell’elezione, vero? io mi riferisco sempre, però, al giorno della lotta attorno alla stufa (rapporto FBI), della fumata bianca, seguita mezz’ora dopo da quella nera (le vidi entrambe con i miei occhi di dodicenne, alla TV); quel giorno successero cose tremende, disse il card. Siri in una intervista poco prima della sua morte, aggiungendo “ma non posso parlare perché sono legato dal segreto”. Ecco perché indico sempre quel giorno, come nefasto per la Chiesa, perché i quel giorno Satana sferrò il suo decisivo attacco alla Chiesa di Cristo.

      • #bbruno   12 aprile 2016 at 9:44 pm

        confermo, Catholicus, anch’ io era alla TV in quell’occasione e quei minuti di fumata bianca nessuno li ha ancora spiegati -con spiegazione plausibile. ( Nota: bastano pochi secondi per capire se una fumata è bianca o nera…. E quando questa è bianca significa che il papa c’è: è stato eletto, ha accettato e ha scelto il nome. A questo punto nemmeno Dio lo può annullare. E una eventuale rinuncia non è valida se per effetto di una intimidazione:”La rinuncia è INVALIDA per legge se fatta sotto la spinta di un grave timore ingiustamente inflitto” (1917 CJC)

        Ma non solo fumata bianca ci fu: ma a catena, applauso dei 200.000 in Piazza S.Pietro,e l’annuncio ufficiale del direttore di Radio Vaticana, con lancio della notizia in tutto il mondo…

        E il card.Siri, nel settembre del1988, concludeva la sua ultima conversazione con il giornalista Benny Lai con queste parole: “ Un Papa appena eletto – che cosa volete che sappia , questo pover’ uomo, del compito che lo attende?” (dal libro: ‘Il papa non eletto’, Benny Lai, Laterza 1993).Non è questa una ammissione dell’elezione del card.Siri? Ammissione ancora ripetuta quando,a un altra domanda dell’intervistatore sul punto cruciale, il cardinale rispondeva con un rassegnato “che Dio mi perdoni”!

        La Chiesa non può restare senza papa e quindi, pur che ci sia, che sia anche materialiter papa ???

        “Secondo gl’ insegnamenti degli apostoli verrà giorno quando satana ,pieno di rabbia contro Gesù Cristo e i Cristiani, riguadagnerà il terreno perduto, rafforzerà il suo regno, e lo estenderà dovunque.Poi imporrà la sua presenza a Roma, perché essa, in quanto residenza dei Pontefici, è la sua rivale. Egli stesso ne diventerà il padrone, caccerà fuori il Vicario di Cristo, e perseguiterà i veri fedeli…” ( Cornelius a Lapide, Suarez, S.Roberto Bellarmino- citazione di Mons. Gaume, Protonotario Apostolico,1860 ) …

  9. #giona   12 aprile 2016 at 5:18 pm

    IO ERO presente? o vivente? c’è differenza…e sapere se si può.

  10. #giona   12 aprile 2016 at 8:28 pm

    Comunque che fu eletto Siri lo so di certo tramite clero dell’epoca.

  11. #giona   12 aprile 2016 at 8:33 pm

    A Francesco: Matteo 16, 18. Il primato.

  12. #TIRAGATTI   13 aprile 2016 at 9:41 am

    Abbiamo visto i frutti della linea Thuc, con tante piccole chiesette autocefale. Sedevacantisti e palmariani “una cum” linea Thuc.

  13. #giona   13 aprile 2016 at 11:50 am

    Nel 1958 fu eletto Siri. E la sua rinuncia di certo non fu valida.Anche a La Salette Maria SS avvisò che l’Anticristo sarebbe arrivato a Roma, figlio di… a causa dei peccati impurità di clero e religiose. Non per nulla si cerca di declassare Maria SS.Io vedo tiragatti i frutti della linea Mater BC, fraternità SSPIOX, tradizionalisti sedeplenisti ecc. tante chiesette gallicane acefale o bicefale… e apostasia…

  14. #E ridaié   13 aprile 2016 at 12:15 pm

    Io vedo invece persone senza alcuna autorità in campo ecclesiale voler sempre, ovunque e comunque dire la loro per orgoglio, poca carità e perdita di tempo. Se tanti super tradizionalisti, più tradizionalisti di Dio stesso, invece di dar sentenze su tutto e pontificare come oracoli mandati da qualche divinità, facessero quotidianamente il loro dovere di stato, cercando in questo di perfezionarsi e santificarsi sarebbe molto più proficuo sia per loro stessi che per chi deve sopportarli.
    Quando Giona, Bbruno e compagnia tutta diverranno sacerdoti, vescovi, cardinali o Papi, allora potranno dare le loro sicure sentenze sugli altri per ora, meglio che facciano qualcosa di meno inutile, perchè per ora Dio chiede loro di fare il loro dovere di stato, di perfezionarsi nelle virtù e combattere i difetti propri, in soldoni di santificarsi, per ora non sono stati interpellati a per sentenziare su tutti e tutto, se non su se stessi medesimi.

    • #bbruno   16 aprile 2016 at 11:35 pm

      “quando Giona, Bbruno e compagnia tutta diverranno sacerdoti, vescovi, cardinali o Papi” della risma di questi qui, significherà che non avranno nessuna autorità in campo ecclesiale (in vera Ecclesia), e per di più avranno l’ infamia di essere, come tali, degli emeriti impostori. Che significa volere essere più tradizionalisti di Dio??? Forse che Dio deve rendere conto a una tradizione??? Forse voleva dire che questi qui, sopra nominati, vogliono essere più dio di Dio: allora ha ragione! Lei intanto pensi a santificarsi con questa messa-non messa (pari a quella luterana, parola del Bregoglio detto papa),e con questa confessione non-confessione (senza accusa e senza pentimento- parola sempre del detto Bregoglio creduto papa). Appunto,non perda tempo..

  15. #giona   13 aprile 2016 at 1:58 pm

    Rispondendo a frankie nell’altro post (tiragraffi) mi viene in mente,rileggendo la cosa, che anche Mons.Guerard è stato ordinato Vescovo in linea Thuc.

  16. #TIRAGATTI   13 aprile 2016 at 2:42 pm

    L’Istituto Mater Boni Consilii è linea Thuc. I loro frutti sono le invettive contro questo sito e altre corbellerie. La vera opposizione la fanno altri, d’altronde mi pare che stiamo commentando proprio un articolo inerente le dichiarazioni di un vero oppositore.

    • #bbruno   13 aprile 2016 at 4:42 pm

      Ma allora, se, come dice #giona, mons. Guérard è in linea Thuc in quanto fatto vescovo da Mons.Thuc, allora anche TIRAGATTI, in quanto seguace del Mons.Guérard di lineaThuc – in ‘materialite et formaliter disquirendo’- , è in linea Thuc! C’est magnifique|

      • #giona   15 aprile 2016 at 8:49 am

        ma tiragatti non è tiragraffi..se capisco bene

    • #Pietro   13 aprile 2016 at 5:28 pm

      Esprimono un legittimo parere e sono coerenti nella resistenza a chi NON è autorità mentre certi democristiani criptoscismatici fanno solo tanta ma tanta confusione

      • #TIRAGATTI   13 aprile 2016 at 5:53 pm

        Un istituto religioso che in tempi come questi si occupa di contrastare un sito (l’unico online dove si parla della loro tesi) non esprime un legittimo parere. In ogni caso, se lei ne fa parte, non commenti qui, gli inquisitori generali della morale internettiana glielo sconsigliano.

  17. #giona   13 aprile 2016 at 7:39 pm

    Caterina Emmerick profetizza 2 papi e il papa in rosso. Si adatta bene all’elezione del 26.10.1958.

  18. #Pietro   13 aprile 2016 at 7:47 pm

    @Tiragatti resto allora a disposizione. Mi indichi un sito dove ho la sua autorizzazione per commentare…..a proposito, ma l’anonimato è una sua scelta oppure si vergogna dei suoi superiori ? Perché sa….per poter giudicare chi è legittimato a fare qualcosa o meno ci vorrebbe almeno una identità, anche mediocre ma “visibile” come piace a voi.

    • #TIRAGATTI   14 aprile 2016 at 10:27 am

      Non la mia autorizzazione, ma la sua. Non si muove foglia che don Ricossa non voglia.

      Ahi ahi ahi…

  19. #giona   14 aprile 2016 at 12:19 pm

    http://www.agerecontra.it/public/press40/?p=22539#more-22539
    Caterina Emmerik

  20. Pingback: Mons. Fellay: Amoris Laetitia ''exhortación terrorífica''

  21. #Maria   14 aprile 2016 at 4:52 pm

    Che tristezza! E qui il demonio ci gongola. Mentre stiamo a guardare chi di noi,ha saputo interpretare alla ” meno peggio”perche’ di questo si tratta,la Legge,la nostra chiesa sta andando ” in malora”e non perché ci siano persone” cattive “che non ascoltano insegnamenti e consigli di altre persone ” buone”…ma perché cari miei,non esiste l’amore fra noi.Ma come può il Signore stare da una parte, piuttosto che dall’altra quando ci si odia.Questo il problema! Ci nascondiamo dietro alla “Parola di Dio”.Ma di che stiamo parlando!
    Tutti ne siamo responsabili senza distinzioni.Se ancora abbiamo la grazia,di vedere ogni giorno il nascere del sole,e’ perché il buon Dio pone ancora fiducia in qualche Santa persona, altrimenti carissimi il nostro soggiorno qui su questo bellissimo pianeta sarebbe già finito da un bel po’.
    Faciamocene una ragione,senza le solite battutine, spesso fuori luogo, che non servono a niente! ( ma purtroppo non sarà così )

  22. Pingback: Monsenhor Fellay: Amoris Laetitia “Exortação aterrorizante”

  23. #giona   15 aprile 2016 at 8:59 am

    Triste vero farsi la guerra tra resistenti cattolici quando l’unico nemico è in vaticano, si è seduto nel luogo santo al posto di dio come ben profetizzato nelle scritture. Ma i resistenti tradizionalisti sedeplenisti,i sedeplenisti gallicani, i sedevacantisti sedeplenisti parziale amano troppo le loro idee per mettere Dio al primo posto, anche se è il primo Comandamento. ? E intanto tra fedeli a volte si usano dei toni pepati. Ma il vero fedele cerca la verità e non lo scontro, si è costretti dalla guerra attuale tra amici e nemici di Dio a prendere posizione con Cristo o contro Cristo: questo dovremmo fare (in primis io) invece di scannarci . Ma dire la verità è anche dovere. Quindi certi scambi pepati non sono sempre peccato. E’ la falsità, la cattiveria, i ragionamenti cavillosi pur di giustificare le proprie idee,il buonismo, l’ipocrisia….il peccato. Anche Gesù ha usato toni forti quando ci volevano.

    • #Isidoro   15 aprile 2016 at 11:20 am

      Basterebbe arrivare a capire che nessuno di noi ha la verità certa e collaborare sui punti comuni, sanciti dal Magistero fino a Pio XII, ma già dai suoi toni traspare che o come dice lei o nulla, quindi è chiaro che la sua posizione non è adatta a una vera resistenza, ma alla divisone della divisione della divisione, che poi è la triste situazione in cui versa la Tradizione, Radio Spada a parte.

    • #Isidoro   15 aprile 2016 at 11:24 am

      E risparmiatemi, per favore, il “quel che unisce, non quel che divide” di Giovanni 23, perché in queste diatribe si cerca morbosamente quel che divide per alimentare i vari orticelli. PS: TIRAGATTI, ti ho censurato un commento, se sei qui solo per “trollare” non sei il benvenuto

  24. #Maria   15 aprile 2016 at 11:22 am

    Giona
    Come vede stiamo cadendo nello stesso errore.Lunico nemico non è “solo” dentro al Vaticano che posso anche ” in parte” essere d’accordo con lei ma,l’unico nemico Satana si mimettizza dove trova maggior resistenza.E noi novellini crediamo,avendo occhi e testa di capire,dove poterlo combattere senza rendersi conto di averlo anche dentro noi a confonderci ( mi ci metto dentro anch’io, sia ben chiaro) Lu,i sa,e’ uno specialista Prima di combatterlo negli altri,sconfiggiamo il nostro personale,che se la sta ridendo a crepapelle dietro le nostre spalle.Incominciamo anche noi ad essere furbi,diamo del filo da torcere,non lasciamo che ci usi a suo piacimento diventando così dei loro zimbelli.
    Invece di maledire benediciamo,stiamo dalla parte di Gesù,solo Lui potrà suggerici come dovremmo comportarci
    Le nostre maledizioni siano dirette solo a Satana che tanto male sta facendo a questa nostra umanità .
    Signor Giona guardi che non mi considero ne una tradizionalista ne una progressista; semplicemente una persona cristiana.

  25. #giona   15 aprile 2016 at 1:00 pm

    Isidoro concordo con la sua opinione invece, e se obietto è solo per capire chi ha ragione( nel caso mi si fornisca risposte valide) :non è per nulla bello non capire più nulla e poter fare affidamento certo in dottrina su nessuno, perchè ad es.c’è chi dice che il papa si critica e chi il contrario, che il papa in materia dottrina-fede non sbaglia e chi dice che può,…. e chi non capisce più nulla. Senz’altro sig.ra Maria il primo nemico da combattere è il nostro io col mondo e satana.

  26. #giona   15 aprile 2016 at 1:17 pm

    Forse se qualcuno avesse la capacità di discernere qual’è quella giusta tra le 2 teorie (papa eretico o non papa) in maniera rigorosamente obiettiva, si capirebbe… perchè 2 verità non ci sono, una è di troppo. Allo stato attuale le interpretazioni sono 3 oltre ai sedevacantisti totali (IMBC-FSSPIOX- cardinali come Burke ) escludendo i modernisti.

    • #Isidoro   15 aprile 2016 at 2:15 pm

      L’unica cosa per cui vale veramente la pena fare di tutto è la salvezza delle anime. Io, che non sono nell’ambiente da chissà quanto, vedo fior di peccati mortali fatti da chi vuole aver ragione su papa eretico\non papa\papa materiale, in contrasto con l’unica legge suprema e quindi un bel favore al nemico della natura umana e principe del mondo.

    • #bbruno   15 aprile 2016 at 3:35 pm

      caro giona ,la teoria del papa da resistergli e insieme da riconoscerlo, non è MAI esistita nellaTradizione cattolica cattolica….In quella gallicana, in quella giansenista, sì… in quella pienamente cattolica NO…Chi la sostiene NON è un tradizionalista, è un collaborazionista della teoria del papa-non-papa, e chi la sostiene non è cattolico. Al di là delle artificiose distinzioni tra affermazioni ‘ex cathedra’ e ‘giù dalla cattedra’, ci vuol molto ad ammettere che un papa senza la fede cattolica (addirittura senza un lembo di fede cristiana -tali sono i modernisti, che son panteisti razionalisti sincretisti…) NON E’ PAPA???