State calmi e fidatevi della Fraternità

ordinthib

Continua, nell’ambito del presunto “accordo” tra Roma e la Fraternità Sacerdotale San Pio X, il dibattito con le diverse posizioni dei fedeli. Traduciamo oggi un articolo da un blog americano. [RS]

 

Con grande sorpresa ho letto in giro per il web che alcuni blogger avrebbero paura che la Fraternità San Pio X si possa consegnare al proprio carnefice per… Beh, non lo so nemmeno. Per essere ammessi da Francesco ad ascoltare le confessioni, che fanno comunque e che sempre fatto?

Non abbiate paura e dormite sonni tranquilli. So che viviamo in tempi di tradimento diffuso e fuga in massa di presunti pastori fedeli, ma è del tutto irrealistico pensare che questo si possa applicare alla Fraternità San Pio X.

Vediamo perché.

1. Si tratta di sacerdoti pronti ad essere scomunicati dal giorno della loro consacrazione. Ognuno di loro. Non mi sembrano proprio desiderosi dell’approvazione di un apostata osceno. Mi sembrano tipi tosti.

2. Mons. Fellay ha detto qualche anno fa (quando ci fu la bozza di accordo con Ecclesia Dei, rinnegato da Ratzinger all’ultimo momento) che qualsiasi accordo con il Vaticano avrebbe dovuto essere approvato dalla maggioranza dei sacerdoti FSSPX. Pertanto, anche nel caso in cui qualcuno non dovesse fidarsi di Fellay (molto a torto, aggiungo) si possono dormire sonni tranquilli.

3. La Fraternità San Pio X ha il supporto finanziario sufficiente per avere una crescita massiccia, e i loro seminari attrarre abbastanza aspiranti per alimentare questa crescita. La Fraternità continua procede come un orologio svizzero. Se fossero in gravi difficoltà finanziarie si potrebbe comprendere un minimo di paura per eventuali accordi; ma sono in ottima salute sia spiritualmente che finanziariamente.

4. Ogni sacerdote della Fraternità conosce, e ricorda in ogni momento, i tentativi ambigui per neutralizzarli perpetrati da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Se si fidassero di Francesco sarebbe semplicemente paradossale. All’interno della Fraternità San Pio X c’è una cultura di profonda sfiducia nella gerarchia vaticana. Non sarebbe possibile annullare una situazione del genere neanche se ci fosse un papa santo e amico della Tradizione, figurarsi se sei un pubblico eretico.

5. Il trattamento riservato ai FFI deve aver aperto gli occhi anche a quelle tre Pollyanna all’interno della Fraternità pronte all’accordo con Francesco. E tre mi sembra un gran numero.

6. Due parole: Amoris Laetitia.

No. La Fraternità San Pio X che semplicemente si consegna alla “misericordia” di un papa conciliare non succederà.

Ciò che può accadere, tuttavia, è che il Vaticano si “arrenda” alle loro richieste, creando così una convivenza pacifica. Forse accadrà questo, se si pensa che Francesco ha appena deciso, come ampiamente previsto, di estendere alla Fraternità sine die la possibilità di confessare “lecitamente”. Questo ci fa pensare che la FSSPX continuerà a fare ciò che ha sempre fatto e il Vaticano si limiterà a guardare altrove, con niente più che un miagolìo di disaccordo per il rifiuto del Concilio.

Keep calm & fidatevi della Fraternità.

Non sono così ingenui da essere truffati da Francesco o da qualsiasi papa conciliare.

 

 

Fonte

 

 

25 Commenti a "State calmi e fidatevi della Fraternità"

  1. #Mazzarino   16 aprile 2016 at 11:51 am

    Condivido. E concordo con Mundabor in molto altro.

  2. #bbruno   16 aprile 2016 at 12:07 pm

    felici che questo pseudo papa pseudo Francesco abbia deciso di estendere alla Fraternità sine die la possibilità di confessare “lecitamente”! E’ questa ‘felicità’ che mi rende la Fraternità in-com-pren-si-bi-le! Sto calmissimo e non mi fido. Per me questo Bergoglio come papa NON ESISTE proprio, nec large neque stricte loquendo, er mi sono indigesti quelli che cercano una intesa con esso lui, con ciò dimostrando che lo vedono esistente, seppure “corrigibile”!

    • #Isidoro   16 aprile 2016 at 12:18 pm

      Dove avrebbe letto che sarebbero felici? Così, per capire…

      • #bbruno   16 aprile 2016 at 1:46 pm

        ho letto: “Ciò che può accadere, tuttavia, è che il Vaticano si “arrenda” alle loro richieste, creando così una convivenza pacifica. Forse accadrà questo, se si pensa che Francesco ha appena deciso, come ampiamente previsto, di estendere alla Fraternità sine die la possibilità di confessare “lecitamente”,

        e ho concluso che la Fraternità fosse felice della sua “vittoria’. Conclusione esagerata??? Ai lettori di giudicare… Ma se la Fraternità decidesse una buona volta per il taglio netto e questo’ lesbico’ lo mandasse al diavolo,ogni malinteso sarebbe evitato…

    • #Francesco Retolatto   17 aprile 2016 at 1:43 am

      Non c’è da stare tranquilli. Con “accordo ” o no.

  3. #alessandro   16 aprile 2016 at 12:39 pm

    Un “APOSTATA OSCENO” che però voi, tipi non tosti ma dalla faccia tosta, seguitate a riconoscere come Vicario di Cristo a cui indirizzate sì riverenti appellativi(la gravità di questo atteggiamento sprezzante questa sì che è OSCENA). Io non mi fido, ora più di prima, lei invece, sig. M, KEEP CALM e USI IL CERVELLO che il buon Dio le ha dato!

  4. #Kyrie eleison   16 aprile 2016 at 1:54 pm

    Se DIO ci mandasse un Papa santo la russia sarebbe finalmente consacrata al cuore Immacolato di Maria e di conseguenza sarebbe abolito il conciliabolo e La cena bugniniana e tutti i gruppi di preghiera modernisti carismatici/neocatecumenali et similia

  5. #gabriele   16 aprile 2016 at 1:58 pm

    tanto anche a livello locale molti prelati sono disposti al fatto che verso la FSSPX vi sia un ‘vivi e lascia vivere’, che francamente mi pare la situazione più vantaggiosa per tutti: il Papa fa ‘entrare’ la Fraternità nella Chiesa senza chiedere niente e lei continua a fare quello che ha sempre f

    • #bbruno   16 aprile 2016 at 4:20 pm

      Quando si cerca “la pacifica convivenza”,o “il vivi e il lascia vivere” significa che si è fuori della verità. Infatti il giusto vive della verità, secondo che è scritto : “Io sono la verità e la vita”.
      Sentirsi poi, come nel caso detto, legittimati ad ascoltare le confessioni, da parte di colui che solo pochi giorni fa ha negato apertamente ogni valore al sacramento della confessione, è patetico! Che confessione -sacramento è quella dalla quale posso escludere l’accusa completa dei peccati (“se mi vergogno”) e il fermo proposito di non commetterli più (“nemo ad impossibilia tenetur” ) ??? Dimenticato??? Lasciamolo a Lesbo, costui, a regalare uno smartphone ad ogni migrante in arrivo, e che ci resti: chi vuol convivere con un simile Imbroglio???!

      • #gabriele   16 aprile 2016 at 9:07 pm

        Parla, parla tanto tutto quello che puoi fare è parlare, non dare qualcosa di utile
        Se volete cercare lo scontro con il mondo intero fate pure, dimentichi delle Parole del Signore ‘chi non è contro di voi, è per voi’

  6. #bbruno   16 aprile 2016 at 9:30 pm

    gabriele, parlo, certo, parlo, opportune et importune, come dice l’Apostolo…Non è utile smascherare l’ inganno??? Protestare contro l’ accomodamento? Non è scritto: CHI NON E’ CON ME, E’ CONTRO DI ME?

    • #gabriele   17 aprile 2016 at 1:02 pm

      Lei vive fuori dal mondo

      • #bbruno   17 aprile 2016 at 1:41 pm

        che lei, #gabriele, viva in questo mondo di vili compromessi lo avevo capito da un pezzo: auguri di buoni accordi, e vivete felici e contenti!!!

      • #Mardunolbo   17 aprile 2016 at 5:14 pm

        Può darsi che Bbruno viva fuori dal mondo come vive ogni cristiano cattolico vero, come spero anche io ! Chi vive fuori dal mondo “non è del mondo, ma vive nel mondo” e questo è il vantaggio. I Gabriele che disonorano il loro nome con le idee sono i cultori del “mondo” , vivono nel mondo che desiderano e se la ridono degli insegnamenti di Gesù. Fatti loro !

        • #bbruno   17 aprile 2016 at 5:35 pm

          Grazie Mardunolbo della condivisione di idee…

          A #gabriele (et similes) vorrei precisare che io non contesto alla Fraternità il diritto di cercare accordi, al ribasso o al rialzo non importa (ognuno faccia quel che crede! ), ilpunto di disaccordo stando nella ricerca stessa di accordi… Proprio per questo, per parte mia (legittimo, vero?) , mantengo il diritto di non fidarmi della Fraternità SSPX, without however losing the calm!

  7. #Mardunolbo   17 aprile 2016 at 5:50 pm

    Ecco come risponde il vescovo Fellay all’anticattolco ! Ecco la grande fede di Fellay e la sua predisposizione al compromesso !
    http://*NOSPAM*.com/intervista-fellay-fsspx-tim-sebastian/#.VxOqePmLRMw

    Altrochè “stare calmi !” anzi, “stare calmi che decido io e tutto va bene !”

    • #gabriele   17 aprile 2016 at 6:49 pm

      Ma lo sai chi sono gli autori del sito? Due che peraino i sedevacantisti americani non vogliono tra i piedi

    • #Isidoro   17 aprile 2016 at 7:31 pm

      Le chiedo cortesemente di linkare il video youtube dell’intervista e non altri siti nei commenti

      Poi la avviso bonariamente sulla linea Feeney, i curatori del sito sono eretici al punto da negare il battesimo di desiderio. Per quanto siamo accomunati dall’avversione a Bergoglio, non professiamo la stessa fede, almeno non la mia 🙂

  8. #Matteo   17 aprile 2016 at 8:36 pm

    Non si sono fidati per primi alcuni dei suoi stessi sacerdoti e vescovi, una ragione ci dovrà pur essere.

    Continuare a dire che Bergoglio propugna eresie ma non è eretico ad esempio, a me non ispira granchè fiducia.

    E’ come dire che che la pioggia è asciutta o che il caldo è freddo.

  9. #Mardunolbo   17 aprile 2016 at 11:38 pm

    Mi dispiace avere inserito link del video non da you-tube, in quanto non mi ero accorto. Resta il fatto che l’analisi dell’intervista è valida e coerente. Spesso succede che si aboliscono informazioni solo per il fatto che arrivano da siti o personaggi ritenuti scomodi o pazzoidi o complottisti o che altro.
    Sono tempi confusi in cui anche personaggi di cui sopra possono illustrare verità. Ovviamente non tutto ciò che possono scrivere deve essere preso per valido, ma ciò sta al giusto discernimento di ciascuno !

    • #Isidoro   18 aprile 2016 at 9:28 am

      Grazie per aver linkato il solo video. La censura di eretici è comunque dovuta, mi dispiace che secondo lei siano scomodi per noi. Lo sono certamente per chi li legge e non ha gli strumenti per il buon discernimento.

  10. #silvana messori   19 aprile 2016 at 2:01 pm

    “non sono così ingenui”! poveri… siamo dei poveri…. se non riusciamo a superare le divergenze che sono “concilio vaticano II”, mai accettato, da questi che “scomunicati dalla “Chiesa Cattolica, ufficiale”… dicono agli altri di avere fede!!! ritengo che qui, io sia da queste persone considerata eretica… di uscire perché non sono mai entrata. Addio… ci rivediamo all’Inferno…. però.. pregherò per tutti.

    • #Isidoro   19 aprile 2016 at 2:05 pm

      In effetti dev’essere molto meglio una diocesi di pubblici eretici

      • #silvana messori   19 aprile 2016 at 3:44 pm

        lo sa che mi sembra di conoscerLa?… di persone che andranno in Paradiso, ne ho incontrate tante…Lei è una di queste.. peccato che l’inferno lo si trovi ora qui sulla terra… invece di?… ma costa tanto sopportarci? quest’odio appare come qualcuno che debba avere rivalsa per qualcosa che ha subito… mi scusi se ho esagerato… perché se faccio del male.. poi mi pento.. sinceramente…e non per finta. saluti e buona vita.

        • #Isidoro   19 aprile 2016 at 6:53 pm

          Quello che credo non sia chiaro ai sostenitori della nuova “misericordia” è che i capisaldi morali della dottrina cattolica servono alla salvezza, non sono dei vezzi legalistici o dei paletti sociali o altro. Servono alla salvezza e sono in accordo con la Verità di Nostro Signore, che rimproverava i farisei proprio per quello che fa da tempo la diocesi di Bergamo e che, adesso, faranno in molti.