Un sonetto contro le nozze di Sodoma

gay-marriage

Se mentre il mondo brucia, state attenti

Soltanto ai matrimoni di due “gay”,

Allora, francamente, io vi direi

Che temo assai per il 2020.

 

Temo la dittatura delle genti

Corrette come sono i Farisei,

Docili, tutte buone, i nuovi dèi,

Non come noi, con i cervelli spenti.

 

Quindi, se il mondo brucia, non temete:

Non criticate e non lanciate strali,

Perché le priorità non le sapete.

 

Lasciate stare le pensioni, e i mali

Di chi ha una moglie, e figli, e fame e sete:

Diamo un marito agli omosessuali!

 

Federico Clavesana

2 Commenti a "Un sonetto contro le nozze di Sodoma"

  1. #bbruno   6 aprile 2016 at 12:37 pm

    simpatico,bravo.

    Rispondi
  2. #Alessio   6 aprile 2016 at 9:18 pm

    Giusta critica alla passione per le supposte proposta come priorità nazionale.

    Rispondi

Rispondi