Cor ad cor loquitur: appello commosso alla Chiesa titubante

titanic

di Gianluca di Pietro

Come l’orchestra sonante del Titanic che affonda, ho deciso di compiere un ultimo  tentativo: scrivere cuore a cuore alla ‘Chiesa titubante’, a tutti i fratelli e tutti i Padri in Cristo che esitano o temono di denunciare la confusione che regna nella Sede Apostolica.

A voi tutti rivolgo non ammonimenti o rimproveri (che fors’anche meritereste), ma parole sincere e commosse. 

Guardiamoci attorno per un momento. 

Cosa vediamo? 

Il mare è in tempesta, le tenebre sono calate pesanti ed impediscono la vista della meta,il vento è burrascoso e la nave della Chiesa sta affondando poiché troppe sono le falle alle travi e il timoniere non dà ordine di ripararle. 

Da cinquanta anni ci stiamo nutrendo di speranze e illusioni attendendo che la notte profonda lasci lo spazio all’alba,che i raggi rassicuranti del sole tornino a baciare il percorso della Chiesa e che siano riparate le falle della nave. 

Eppure,  nei tempi recenti le falle si sono fatte più grandi e l’architettura della nave sta cedendo:  con timore ci domandiamo quanto tempo passerà prima che tutta la nave cali a picco rovinosamente. 

Come il compianto Mari Palmaro, mi chiedo: “Che cosa deve ancora accadere in questa Chiesa perché i cattolici si alzino, una buona volta, in piedi […] e  si mettano a gridare dai tetti tutta la loro indignazione?”

Nella biennale sessione sinodale appena conclusa, Vescovi e Cardinali hanno dimostrato sprezzo della sacra e venerabile fede ricevuta da Cristo stesso, abbandonandosi ad abominevoli  e perniciose eresie; nella conclusiva Esortazione Apostolica Post-Sinodale il Papa  sembra stilare il manifesto di una nuova fede e racchiude la   svolta epocale della comunione ai divorziati risposati in una postilla dello stesso documento e in termini fumosamente chiari.  Lo stesso per via epistolare con l’eretico Küng si dimostra disposto a mettere in discussione il dogma dell’infallibilità Papale o  – fresca fresca è la notizia- istituirà una commissione per valutare la possibilità dell’istituzione di un diaconato femminile. Un Papa che ricerca l’unità della Chiesa rifiutando  l’ apologetica (la Chiesa per lui è unità riconciliata), fa sconti sulle esigenze del Vangelo in nome della Misericordia di Dio e mentre il mondo perde la Fede si occupa di rivendicazioni sociali. 

Come tacere e non piangere  altresì il diffuso disprezzo del tempio di Dio e la perdita della sacralità dei ministeri ecclesiastici: concerti pop nella Cappella Sistina, vescovi che fanno giri in bici nei presbiteri o che organizzano pranzi nelle cattedrali. 

Insomma, benvenuti al circo! 

Quante volte ancora  dovremmo sentire che va tutto bene quando ,in realtà, tutto sta marcendo? Quante volte ancora dovremmo sorbirci inutili discussioni su riletture tradizionali di documenti/interventi che – mi duole dirlo!- tradizionali non sono? Quanto tempo ancora dovremmo disprezzare le lacrime e il sangue dei migliaia di martiri che hanno irrigato e fecondato la Vigna del Signore?  Quanto ancora dovremmo mettere da parte tutta la nostra identità in nome dei falsi idoli moderni o quanto ancora dovremmo vedere  la nostra Chiesa cedere alle lusinghe dei ‘senza Dio’ e degli eretici? 

Quanto ancora dovremmo sopportare l’ipocrisia di una Gerarchia che si riempie la bocca di “rievangelizzazione”, quando in realtà co-opera alla dissoluzione del cristianesimo e alla sua diluizione nel mare magnum delle grandi e false religioni? 

Quanto ancora ripeterà la Gerarchia il Rinnegamento di Pietro? 

Non è forse il tempo maturo per un ‘santo ammutinamento’, una disobbedienza a vantaggio della Verità e della Carità da sempre contemplata dalla dottrina cattolica come ricordato da San Tommaso o San Roberto Bellarmino?  Non è ‘cosa buona e giusta’ ricordare chi siamo e chi confessiamo a chi dentro la Chiesa sembra averlo dimenticato? 

Il nostro Silenzio distrugge la Chiesa più dei suoi avversari! Perfino,la preghiera silenziosa che non supporti un’azione coraggiosa è vana.

 È vero: Cristo vincerà, ma Egli attende di vincere attraverso chi gli è fedele. È vero: Lui è sulla nave che affonda,come sul Lago di Tiberiade, ma chi Lo sveglierà? 

Mentre noi taciamo, quanti si perdono per le ricezioni indegne del Corpo del nostro Salvatore o quanti per un abuso della Misericordia di Dio? 

«Guai a voi,[…] ipocriti, perché serrate il regno dei Cieli dinnanzi alla gente: poiché nè vi entrate voi, nè lasciate entrare quelli che cercano di entrare»! 

Il mansueto San Francesco di Sales, definito “l’immagine viva del Salvatore”, scrisse nella sua  ” Introduzione alla Vita devota“:« La Carità ci obbliga a gridare al lupo quando un lupo si sia infiltrato in mezzo al gregge e allo stesso modo in quei luoghi in cui sia possibile incontrarlo». 

Perciò, vi supplico , cari fratelli in Cristo: parlate! Non affogate la vostra fede nel silenzio! 

Noi cristiani dovremmo essere il sale della terra, la luce nelle tenebre, l'”anima del mondo”. Il  silenzio,invece, ci rende sale insipido e luce fioca. 

E voi ,Padri, invece, nostri cani pastori: abbaiate! Noi, gregge a voi affidato, ci nascondiamo  dietro di voi: non lasciateci divorare dai lupi! 

Non tradite nè la vostra promessa di edificazione della Chiesa nè la nostra fiducia! Tuonate contro gli errori e i disorientamenti, anche se ciò significherebbe perdere il consenso all’interno della Chiesa e agli occhi del mondo. Ricordate chi dovreste rappresentare: un Giusto schernito dai peccatori e abbandonato da tutti  al supplizio della Croce per “dare testimonianza alla Verità”! 

O Cristiani titubanti, lasciate a me, interprete di tanti altri, la speranza che ancora nei vostri cuori alberghi un vittorioso sentimento di coraggio. Noi tutti ne aspettiamo pregando e,pur sempre amandovi, la prova.”

Sullo stesso argomento: Lettera ai ‘conservatori’ perplessi. [RS]

227 Commenti a "Cor ad cor loquitur: appello commosso alla Chiesa titubante"

  1. #Maria   23 maggio 2016 at 3:49 pm

    Può darsi si! Quanti ” mea culpa” fino ad oggi la chiesa ha dovuto fare:e quanti altri ancora nei tempi avvenire dovrà.
    La chiesa e’ in mano al popolo: a esseri umani che continuamente volutamente o no sbagliano.Ma è Dio Padre che ne tiene ben salde le redine affinché non vada a sfragellarsi giù nel burrone.
    Noi tutti faciamo la nostra parte poi, Lui penserà al resto.

    Rispondi
    • #Alessio   23 maggio 2016 at 5:50 pm

      la Chiesa non ha mai dovuto fare nessun “mea culpa”, i “mea culpa” li hanno fatti i soliti apostati modernisti rinnegando il giusto e glorioso passato.
      Ma, e ormai l’hanno capito anche le cimici, questi impostori rappresentano la “kiesa”, e non la Chiesa, sono solo dei cialtroni travestiti senza alcun peso morale.

      Rispondi
  2. #Maria   23 maggio 2016 at 6:29 pm

    Lister
    avevo scritto in risposta al suo contributo: purtroppo è sparito,non lo riscriverò.

    Alessio
    la Chiesa di Dio e’ stata affidata al Suo popolo. Un popolo di uomini peccatori; tutti indistintamente chi più chi meno ne sono responsabili.Se non ci fossimo” povere creature “, non esiterebbe la chiesa:,a chi potrebbe servire.Quindi è abbastanza vergognoso, a mio avviso,denigrarla,anche perché,ci siete dentro anche voi è io non ne voglio fare parte a tutte queste calunnie spesso infondate,per cosa poi: non si sa.Spero che non pensiate di immaginarivi come foste in battaglia a combattere.Sarebbe un po’ ridicolo…..

    Però come fnovisti convinti il discorso e’ diverso. Qua entriamo in politica e io, non discuto ma, l’essere un cristiano cattolico e’ tutt’altra cosa.

    Con questo chiudo definitivamente l’argomento. Va troppo per le lunghe.

    Rispondi
    • #Alessio   23 maggio 2016 at 8:13 pm

      Sì, è meglio che lo chiudi perchè tanto non ti entra in testa niente, inutile insistere. Rispondo per l’ultima volta, poi pensala come ti pare.

      1- Siamo tutti peccatori, ma non tutti siamo colpevoli d’apostasia e della rovina della Chiesa. Noialtri, per esempio, non lo siamo per niente.

      2- Quelle verso la “kiesa” non sono calunnie infondate, e noi con la “kiesa” non abbiamo nulla a che vedere. Tanto per dirne una, la Chiesa, la nostra, quella vera, quella di sempre, non bacia i piedi agli invasori islamici.

      3- Non siamo in battaglia solo perchè la Cristianità è colpita da un’apostasia generale, della quale il clero eretico modernista è tra i principali responsabili. Altrimenti saremmo in battaglia eccome, e staremmo combattendo eccome.

      4- Un cristiano cattolico ha bisogno d’occuparsi di politica come ha molti altri bisogni, tipici della normale esistenza. Quanto all’essere cattolici, come seguace insistente di chi più di tutti sta danneggiando il Cattolicesimo direi che non hai proprio nulla da insegnare. E per di più non riesci neppure ad imparare assolutamentre niente.

      Concludo suggerendoti di leggere le decine e decine di articoli sull’argomento che appaiono in questo sito, sito al 100% avverso (giustamente) al modernismo nel quale tu continui inesplicabilmente a commentare da mesi.

      Rispondi
      • #bbruno   23 maggio 2016 at 8:39 pm

        sì Alessio, chiudila nel sacco e buttala nel bidone! Ma attento, in quello dei rifiuti tossici: infettata dal virus JMB!

        Rispondi
      • #Alessio   24 maggio 2016 at 2:04 am

        Caro Bruno, io c’ho provato, ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
        E che se per caso sente qualcosa, va subito ad ubriacarsi per dimenticare.

        Rispondi
    • #Domenico   23 maggio 2016 at 8:49 pm

      Di quale calunnie sta parlando?
      Davvero qua ora si sta arrivando all’idiozia. E ok che è una signora e ha una certa età, e non vuole sapere cosa siano i massoni e ignorare ogni altro fondamento. Però si permette di giudicare e pesantemente. Non solo, mi scusi, lei non ha risposto a nessuna delle tante cose dette nei miei interventi, nascondendosi dietro vane ciarlatanerie, rispondendo magari a qualcosina che le conveniva.

      Lei parla di Chiesa, accusa noi, e in realtà della Chiesa vera non ne vuole sapere, così come ignora l’operato dei Santi e tutto il resto.

      Lei rimane in quel pensiero del “volemose bene fratè”, e di quell’assurda convinzione che il porgi l’altra guancia sia il doverlo prendere nel di dietro, senza tanti mezzi termini, sempre e comunque.
      Quindi lei, come già ho scritto in un altro intervento, continua a fare la parte di quel sultano con San Francesco.
      Le conosce le parole di quel Santo, dunque del Vangelo, dunque della Chiesa?
      Mi pare di ricordare che le ho anche riportate. E come questo piccolissimo esempio, ce ne sono TANTISSIMI ALTRI che non si finirebbe più.

      Dunque parla tanto di Chiesa, ma di quale Chiesa parla?
      Davvero qua è per colpa di questa mentalità che stiamo in questa situazione.
      E piuttosto che vederla come offesa, la si prenda come un gesto di alta, altissima carità, dove la persona vi sta ripetutamente aiutando a capire, a SVEGLIARVI.
      Lo volete comprendere ciò? Invece non solo tirare pietre addosso a chi vuole aiutare a svegliarvi, ma vi impegnate a dar man forte al nemico.

      Ma siete di coccio, di un coccio dalla durezza del diamante.
      La cosa stupida è arrabbiarsi e piangere quando poi le cose che potevano benissimo essere evitate, accadono.
      La prevenzione, il senso delle cose, il dovere, il sacrificio, dove stanno?

      Ma soprattutto, cara Maria (come vari altri utenti in altri interventi qui e altrove), lei parla di sacrosanta difesa.
      Bene, se non le è chiaro che qua stiamo sotto un attacco terribile che distrugge e porta alla deriva e dannazione sempre più anime – come, possiam dir pure, non mai – allora cadiamo nell’assurdo.
      E non si intende solo attacchi dell’isis e cosucce che i media propinano alla massa dormiente.
      Dunque prima di giudicare e parlare a vanvera, analizzi bene quella realtà che sembra non voler vedere. Usi gli occhiali della ragione e faccia una bella panoramica.

      Crede che l’unico dovere del cattolico sia aiutare i poveri dei Paesi “sottosviluppati”?
      Tutto il resto lo si ignora o lo si ritene meno importante? (A parte il fatto che persino qui nella nostra italia c’è quel problema dell’indigenza ormai…)
      Ma lei questa ipersecolarizzazione la vede? Ne ha valutato le conseguenze?
      E soprattutto, come intende affrontare i nemici (sempre se li vede), abbracciandoli e invitandoli al cinema magari?
      Oltre il buonismo, gente come lei non s’accorge che fa un grande uso di egoismo.
      Tanto che ormai in questo bastardesimo mondialista dell’apostasia, chi vuol rimanere a dormire e si permette anche di giudicare pesantamente, appare un giusto e buono (agli occhi sia dei fautori di questo schifo che del gregge dormiente), mentre quelli che vogliono sostenere la vera Chiesa, così come si deve fare e come è sempre stato, vengono visti come persone maligne, brute, ingiuste, alla maniera anticristiana del bergolietto.
      Allo stesso modo di chi oggi se non è un femminista, o è contro il satanico libertinaggio sull’identità sessuale e altre amenità, vien visto come estremista pericoloso, antiquato, e, si badi bene, da ELIMINARE. Eliminare in ogni svariato modo e senza pietà in tutta la sua identità.
      Questo accade e lei, come molti altri, ripeto, lo ignora, perché di questo annullamento balordo ci sono tutte le prove sotto tutti gli occhi, anche dei più stolti, e lei vuol subirlo anziché combatterlo. Ed è contraria ad annullare i nemici.

      Santa pazienza che non v’ha più ragion d’essere, in questa landa perversa che bacia l’Anticristo, volente o ignorante.

      Rispondi
      • #Alessio   24 maggio 2016 at 2:01 am

        Che dire, caro Domenico… per tutti costoro amanti della zappa sui piedi più che la ragion potrà il dolore.
        Chi è (ed ancor più sarà) causa del suo mal pianga sè stesso.

        Rispondi
  3. #Nicolò   24 maggio 2016 at 1:33 pm

    San Massimiliano Kolbe ha scritto

    “Di fronte agli attacchi tanto duri di nemici della Chiesa di Dio è lecito rimanere
    inattivi? Ci è lecito forse lamentarci e versare lacrime soltanto? No affatto.
    Ricordiamoci che al giudizio di Dio renderemo strettamente conto non
    solamente delle azioni compiute, ma Dio includerà nel bilancio anche tutte le
    buone azioni che avremmo potuto fare, ma che in realtà avremo trascurato. Su
    ciascuno di noi pesa il sacrosanto dovere di metterci in trincea e di respingere
    gli attacchi del nemico col nostro petto”.

    Ritengo sia necessario fare tutto il possibile a seconda delle proprie possibilità e della propria situazione. La preghiera è la base di tutto.
    Per le altre azioni ho già parlato di quello che anche gli anziani possono fare. Votare il partito che può fare qualcosa può essere uno dei punti. Chi ha le forze per farlo ci deve mettere anche la sua presenza fisica (ci siamo capiti). Ancora, apostolato nella vita di tutti i giorni, organizzato e individuale anche nelle situazioni più banali, anche nei posti dove meno il nemico se lo aspetta (incluse le palestre che in alcuni casi sono luoghi di dissoluzione).

    Per il forum bisogna fare assolutamente qualcosa. Se non lo fa Radio Spada, facciamolo noi. Chi ha più esperienza internettiana/informatica dovrebbe farsi avanti.

    Rispondi
    • #Domenico   24 maggio 2016 at 3:35 pm

      Purtroppo ho in ciò un’esperienza basilare, dunque se mai forum preimpostati come quelli offerti da altervista, forumfree ecc., odiando un po’ i vari tecnicismi tra codici informatici e robe varie.
      Spero ci sia possibilità per RadioSpada, che già ha un carattere formato e un certo numero di persone raggruppate, di crearne uno apposito, dove in base alle sezioni ordinate per argomento, riuscire a dare un ulteriore contributo oltre che di informazione, anche di organizzazione in merito a varie iniziative utili a combattere il nemico, nelle varie città, nelle varie manifestazioni, e in ogni altro ambito che sia adeguato a ciò.

      P.S. Sig.ra Maria, questo è un blog, e il forum non si differenzia per il solo fatto di poter mandare messaggi privati, ma è caratterizzato da un’organizzazione del tutto diversa.
      I suoi commenti sono alquanto fuori luogo.

      Rispondi
    • #Alessio   24 maggio 2016 at 6:05 pm

      Caro Nicolò, lasciamo perdere gli attacchi di afasia della Sciura.
      Anch’io sono del tutto favorevole all’idea del forum, e proverò a parlarne con qualcuno della Redazione.
      Da parte mia, d’informatica so poco e niente, quindi non sono nin grado di fornire grandi aiuti.

      Rispondi
    • #Mardunolbasia   29 maggio 2016 at 6:34 am

      Padre Kolbe fece un’associazione proprio perchè aveva capito i progetti mondialisti dei partigiani di Satana,ovvero i massoni spinti dal sionismo. Capire questo per capire tutto il resto dell’azione di padre Kolbe. Si sacrificò in campo di concentramento, ivi rinchiuso in odio alla religione cristiana dall’ideologia nazista che si rifaceva ad idee anticristiane ed a esoterismo. Purtroppo queste informnazioni sono ormai basilari per comprendere dove fare la lotta e contro chi.
      Altrimenti è solo un soffio di vento gagliardo giovanile che si esaurirà contro la malvagità enorme e diffusa nel mondo

      Rispondi
  4. #Maria   24 maggio 2016 at 3:12 pm

    Nicolò
    ma di che nemici sta parlando? La preghiera innanzi tutto è alla base di tutto: ed è vero! Poi crescere nella ” santità ” altra cosa indispensabile.
    Massimiliano Kolbe da come lo abbiamo conosciuto forse ha pensato bene a difendersi dagli attacchi del nemico con la santità.Infatti ha sacrificato la propria vita per un padre di famiglia.
    Poi ci sono altri modi alla portata di tutti,da persone cristiane,senza avere l’ansia si sentirsi già a combattere una guerra. Un po’ di ottimismo! Se abbiamo il Signore dalla nostra parte, che paura dovremmo avere.

    Nicolò ma questo e’ un Forun solo che manca a mio avviso la funzione dei ” messaggi privati ” che potreste scambiare fra voi e raccontarvi in assoluta segretezza quello che pensate.
    Nel Forum del ” sito di preghiera ” a cui appartengo e’ inclusa questa funzione; email e mesaggi privati.Oppure con meno di 100 € potete acquistarne uno di base, e con un po’ di esperienza costruirvelo secondo vostre esigenze.

    Rispondi
    • #Alessio   24 maggio 2016 at 5:57 pm

      Certo, questi luridi pitocchi schifosi ci stanno invadendo con lo scopo di sfruttarci prima e sottometterci poi e tu domandi a Nicolò di quali nemici sta parlando…
      Invasione, sfruttamento e sottomissione… suvvia, un po’ d’ottimismo!

      Più sotto la mia diagnosi.

      Rispondi
  5. #Alessio   24 maggio 2016 at 6:02 pm

    Credo di aver capito quale sia la patologia della Sciura, si chiama “afasia recettiva” o “afasia di Wernicke”, ed è l’incapacità di utilizzare parole adeguatamente relazionate al contesto.
    Per esempio, trovandosi in un palazzo che brucia, la Sciura invece di urlare :-Al fuoco! Chiamate i pompieri!- strillerebbe da una finestra frasi tipo :-Buon Natale! Una pizza e una birra al tavolo 5! Forza Milan!-.
    Ed è per questo che davanti ad un’invasione di lerci mangiapane a tradimento con velleità da terroristi e conquistatori parla d’ottimismo… non è colpa sua, è l’afasia.

    Rispondi
    • #Domenico   24 maggio 2016 at 6:17 pm

      Il fatto è che oltre a ciò son sicurissimo che le pizze e le birre le porterebbe agli autori del misfatto, dunque a musulmani, massoni ecc.

      Rispondi
      • #Alessio   24 maggio 2016 at 8:50 pm

        Autori di misfatti? Ma la Sciura non fà di queste distinzioni!
        Come parecchi altri, rincitrulliti completamente dalla propaganda mondialista e “buonista” (in realtà, “cattivista” verso di noi). Se gl’islamici compiono un attentato il nemico non è l’Islam, ma è l’odio. Il bel giochetto di spersonalizzare un nemico fisico e certo per inventarsene uno concettuale da abbinare a chi più fà comodo.
        Quindi, come il nemico è l’odio degli attentatori, il nemico è anche l’odio del rifiuto degli immigrati… e c’è chi è così IDIOTA da cascarci!

        Rispondi
      • #Domenico   24 maggio 2016 at 9:22 pm

        Suvvia caro Alessio, vuoi mica dir male della gran massa di pecoroni che ci cascano? Siamo in demonocrazia, quella grande maggioranza conta, ed è sacra al demonio.
        Noi siamo degli estremisti pericolosi e violenti.
        Come Alessio Costantini che ha avuto gli attributi per attaccare il volantino davanti a quelle merde umane con su scritto “Unioni civili, la perversione non sarà mai legge”.
        Questa è gente cattiva lo sai o no?
        La perversione mica è una cosa brutta, rispetta la legge della merda suvvia, se no sei cattivo.
        Nemici? Pff, ma son ragazzi a cui piace giocare, mamma mia, già a progettare guerre e controguerre? Quanto siete esagerati, uno ora manco si può divertire e condividere a festa il multiculturalismo ballando insieme agli islamici.
        Siate ottimisti per cortesia, è il profumo della vita.
        Ti ammazzano e violentano parenti e amici? Ma dai, ci pensa la legge in quel caso.
        Ti entra il ladro in casa? Attento a rispettarlo, altrimenti rischi la galera! Abbraccialo e porgigli anche l’altra casa.

        Rispondi
      • #Alessio   25 maggio 2016 at 1:10 am

        Proprio così, caro Domenico.
        Chi fà del male non è il nemico, il nemico è il sentimento che lo ha ispirato, sentimento che possiamo provare tutti, e che per “vincere la battaglia dobbiamo rimuovere”.
        In sintesi, quando si assiste ad una violenza di questi bastardi invasori :
        1- I nemici non solo loro, povere creature, i nemici sono l’odio, l’estremismo e via dicendo.
        2- Per vincere, dobbiamo rimuovere l’odio, l’estremismo ecc. che abbiamo dentro di noi, tutti noi.
        3- Rimuovere l’odio, l’estremismo ecc. vuol dire in buona sostanza non reagire per niente, aprire le porte e calare le braghe.
        4- In definitiva, per “vincere” dobbiamo essere sempre più vigliacchi ed accomodanti.
        Questa è la piccola, bieca, vilissima menzogna che i mezzi di comunicazione della demo(no)crazia propinano agli Europei, i quali a quanto pare prima di rendersi conto dell’assurdità dell’inganno devono soffrire ancora parecchio.

        Quanto ai depravati, l’ha detto anche quello che Bruno ha definito il Sommo Prostituto : chi siamo noi per giudicare?
        Su, su, comportiamoci bene, non possiamo mica discriminarli…

        Rispondi
  6. #Maria   24 maggio 2016 at 11:51 pm

    Mamma mia signori sono proprio caduta nella fossa dei leoni con voi.Non permettete una ben che minima apertura.
    L’impressione e’,almeno io la vedo così ,che questo fenomeno sull’immigrazione e’ di una così grande portata difficilmente gestibile così su due piedi.Sarebbe come a dire un fiume in piena che ne rompe gli argini fuoriuscendo quasi completamente e noi con la pala a tamponare.E’ un ” esodo biblico “e di certo preoccupa e non poco.
    Perché poi stia succedendo tutto questo,vorremmo non capirlo forse perche’ ci fa comodo,ma è fin troppo chiaro: Chiedono solo di aver diritto a vivere e, non possiamo pensare,prima da un punto di vista cristiano,poi umano,che non lo debbano per niente pretendere.Troppi errori fatti in tempi passati e adesso,forse,siamo chiamati ai ripari senza bene come fare.

    Parole scontate: sentite e risentite,ma il problema esiste rischiando anche di peggiorare le cose se non fosse portato avanti con la determinazione di tante realtà.

    Io di cose politiche non ne capisco niente: non prendetervela con me,certo e’ che il momento che stiamo vivendo e’abbastanza preoccupante.

    Nel frattempo che, qualche buona idea o iniziativa nasca, a chi compete,preghiamo il nostro Signore che illumini le menti.
    Che altro si potrebbe fare.

    Rispondi
    • #Alessio   25 maggio 2016 at 1:23 am

      Non volevo più risponderti, ma sei davvero troppo irritante.
      Andando sull’immigrazione.

      1- Il problema è gestibilissimo. Sarebbe sufficiente prendere a cannonate la prima bagnarola che si avvicina, prima un colpo d’avvertimento e poi uno in pieno se non inverte la rotta. Dopo la prima che cola a picco non se ne avvicina più nessuna.
      Quanto a quelli che sono già nei centri d’accoglienza, rispediti a casa loro a pedate nel culo. Il primo che reagisce si becca una pallottola in fronte, poi vedi come trottano tutti per bene.

      2- Perchè questo succede, si chiama “piano Kalergi”, un piano massonico per la distruzione dell’Europa Cristiana sul quale quelli come te non vogliono minimamente informarsi. Un piano massonico che l’impostore vestito di bianco, da quell’apostata che è, sostiene alla grande.

      3- Questi luridi pitocchi vogliono solo due cose. La prima, è venire qua a farsi mantenere a sbafo facendo tutti i loro porci comodi, la seconda è sottometterci quando dovessero avere il numero per farlo. Per non capire questo bisogna essere così idioti da meritarsi una simile fine. Bisogna essere i Cretini Suicidi, appunto.

      4- Ti piacciono tanto? Ti fanno tanta pena? Prenditene almeno uno in casa! Basta blaterare, passa ai fatti.
      Se uno di quelli prova ad entrare in casa mia lo accoppo e lo sotterro, senza la minima esitazione nè il minimo dispiacere. Anzi, uno di meno. E se sono due, fà lo stesso.

      5- Quanto al pregare, preghiamo che Dio riporti un po’ d’amor proprio e d’amor di Patria, nonchè un minimo di sale in zucca, a questo continente di vigliacchi e di deficenti.

      Rispondi
      • #Mardunolbasia   29 maggio 2016 at 6:46 am

        Bene Alessio, vedo che ti sei informato sul piano Kalergy ! Vorrei che tutti si informassero bene di cosa sia e come sia nato. Soltanto l’informazione completa può far sorgere la reazione più adeguata al momento ed alla situazione.
        Riguardo al sistema di bloccare l’immigrazione a cannonate, sono d’accordo, anche se forse è troppo tardi, nel senso che si attiverebbe una protesta globale degli immigrati già presenti in Europa e si dovrebbe eliminarne parecchi fisicamente (se non tutti…). Il resto della feccia islamica (esclusi i soldati siriani davanti ai quali faccio un inchino di approvazione ,non sottomissione)arrivata in Europa non è da imbarcare su aerei per rispedirli, ma imbarcarli su bagnarole appena galleggianti, stiparli quanti possibile (così come sono arrivati) e trainare le bagnarole fino alle coste libiche o turche . Lì mollare la cima e lasciare che le correnti li portino a riva.Crudelissimo ? No ! E’ solo adattarsi comprendendo la loro mentalità che è molto diversa dalla nostra e la vita conta poco. Accontentiamoli !

        Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 1:35 pm

      Ascolti, è inutile fare il solito vittimismo, così come quell’altro utente, tutti uguali siete, quando dite perenni baggianate da incorniciare, tirate sassi e nascondete la mano. Altro che fosse dei leoni.
      E’ assurdo, davvero assurdo che lei continui a giudicare quando poi vuol restare nella solita ignoranza di massa su cose fondamentali.
      E’ follia allo stato brado, altro che puro…

      Per gente come voi siamo in questa situazione. PUNTO.
      La pazienza voi la togliete perfino ai Santi.
      La follia di chi concorre a servire il male, dove, non solo ci sono lupi travestiti da agnelli, ma persino pecorelle mansuete che talmente addormentate dalla dittatura giudaico-massonico-anticristiana non sanno fare altro che servire umilmente questi mostri, e ci mettono tutta l’anima per farlo!!!
      E appunto qui risulta chiarissimo che tutti i valori cristiani vengono pervertiti e usati per un certo fine. Se non trova in tutto ciò l’estremamente chiarissima zampina luciferina allora siamo al marciume totale, altro che “alla frutta”… quella l’abbiamo passata da un bel po’ di tempo ormai.

      Almeno, prima di sparare certe mostruosità si informi quel minimo.
      Altrimenti, per cortesia, eviti!
      Fosse almeno atea e robaccia del genere, almeno sarebbe coerente nell’incoerenza.
      Ma proprio il fatto che invece questa gente sostiene pure di esser cattolica, in quell’individualismo egoista dove parla di ottimismo, e “il tutto si risolve con carezze mentre ti stuprano le proprie donne”, è INSOPPORTABILE.

      Lei sig.ra Maria è insopportabile, se lo lasci dire con tutta sincerità.
      L’idiozia l’ha ormai superata. Cos’altro vuol fare qui, in un sito il cui cattolico pensiero non condivide?
      Sicura di esser cattolica? Non è che magari vien qui appunto con l’intento di irritare e gettare sale sulle persone che in questo momento storico hanno le ferite aperte ovunque?
      Ormai il dubbio è palese.

      Ripeto, grazie alle persone che sragionano come lei, siamo in questo schifo.
      Continui ad andare col gregge imbastardito.
      I frutti che coglierà saranno quelli del degrado totale, in primis quello spirituale, che colpisce a fondo soprattutto le pecorelle buoniste, perfette cameriere di quei nemici, che lei continua ostinatamente e stupidamente a ignorare.
      E’ una vergogna.
      E qui non si tratta di offese, ma di dati di fatto, realtà che persone come voi vogliono ignorare con tutta la propria volontà.
      Dunque c’è solo da vergognarsi quando non solo la realtà davanti ai propri occhi la si disconosce, ma ci si impegna pure a gettar fango negli occhi altrui, a far giudizi utili solo a provocare, oltre, come detto, a servire precisamente i nemici.

      I nemici vanno combattuti, la storia umana non è mai cambiata, né tanto meno l’intento del nemico, è la vostra mente che è ottusa oltre che comodamente addormentata.
      Finché il sedere non vi arde, da quella seggiola non vi alzate, non volete prevenire sciagure (a parte il fatto che ormai, GRAZIE A VOI, prevenire non si può più, ma solo curare e combattere), solo piangere nel poi.

      Infine, col suo buonismo filobergogliano, con le sue eresie, perché coerentemente non va a pregare anche un po’ in qualche bella moschea, o magari non fa l’induista animalista idolatrando gli animali mentre fa l’erbivora, e altresì, accodarsi a vari raduni turistico-sincretistici pregando assieme ad altri, per solidarietà, in vari templi pagani, con lo spirito di sciocca comunanza distruttrice del “tanto queste persone amano lo stesso nostro Dio, è amore, è pace, sono brave persone, anzi insegnano interessanti filosofie suvvia, sono nostri fratelli, rispettiamo i loro costumi, anche se adorano demoni, dai, sono sempre angeli caduti, bisogna accoglierli e accarezzarli, aiutarli, sono amore pace e libertà”. Il tutto lo condisca fumando canne.

      Ma, allora, si può sapere se è cattolica, il perché crede di esser cattolica, se poi segue pensieri che di cattolico non hanno nulla?
      Perché, mi risponda, non prega anche nelle moschee? Che estremista però che è lei! Nelle chiese cattoliche entra e nelle moschee e sinagoghe no? Cos’è questa discriminazione? Che intolleranza verso altre culture, che mancanza di rispetto. Atteggiamenti estremisti.

      Gesù Cristo, da persone come voi, verrebbe definito appunto estremista intollerante e via discorrendo, e così pure il suo Santo Sacrificio, verrebbe definito un gesto estremo!
      Rifletta, lei come altre personcine che vengono qui a dir certe cosucce.

      Rispondi
  7. #Maria   25 maggio 2016 at 3:42 pm

    Non ho parole !!! Ma che volete che vi dica; non saprei neanche da che parte prendervi. lottate contro l’aborto per portare a termine ” una vita “e poi avreste fegato di sopprimerla perché più avanti, la stessa,verrebbe a “reclamarla “; e voi o noi visto che ci viene a creare difficoltà non avendo piu interesse che esista: perché no, sparargli a vista senza troppi problemi di coscienza .

    Scusatemi: ho interpretato bene il vostro pensiero? Perché a questo punto dico, se fosse vero,non siete per niente nell’ottica di un vivere cristiano quindi cattolico come voi dite.

    Domenico
    Il mio non è buonismo filobergogliano! Sarei tale in ogni caso.Sono cresciuta in una famiglia dove ha sempre predominanto il rispetto e la considerazione per il prossimo.

    Prego dentro alla mia chiesa. Non avrei nessuna difficoltà di entrare dentro all’edificio di una moschea o sinagoga: non verrebbe per niente ad influenzare il mio essere cattolica. Perché caro Domenico io sono cattolica da sempre; e no perché frequento la chiesa e i sacramenti,ma perché il mio obiettivo ultimo e’ quello di vivere secondo gli insegnamenti del Signore.

    Se ne rende conto in che bassezza di concetti e’ costretto a scendere per contrastare non so cosa alla fine.
    Sono una persona semplice perché semplice e’ il mio modo di vivere.Non mi pongo grandi obbiettivi se non quelli legati strettamente alla mia vita in una realtà da me vissuta perché sperimentata, e tengo ancora una volta a dire:cristiana .

    Alessio
    punto 1-che tristezza! Mettiamo al presente la cosa; spari: primo colpo di avvertimento.Non accolto perché in una tale emergenza ,tentano il tutto per tutto di guadagnare la spiaggia: quindi la salvezza.Le mamme disperate e i loro bambini impauriti piangono senza capire cosa stia succedendo.lo capiranno ben presto quando altri spari senza pietà colpiranno.

    Poi più nulla! Missione compiuta!
    Io poi vi farei recuperare tutti i corpi uno per uno con le vostre mani……

    Ma dove sono le ” donne a dire la loro” E’ possibile che non ce ne siano mai?
    Potete dirmi quello che volete se eventualmente voleste rispondermi, anche peggio di quello che ho sentito fino adesso. Per grazia, sono refrattaria,ad ogni cosa sentita.

    Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 4:04 pm

      Bassezza di concetti? Tant’è. Considererebbe bassezza di concetti persino quello dei grandi Santi, figuriamoci il resto.
      Ah no perché frequenta la “chiesa” e i sacramenti? Ho capito…

      Non c’entra il riuscire a entrare nell’edificio sinagoga o moschea, ma pregare con loro, i nostri “fratelli”. Non lo farebbe? In coerenza col suo pensiero relativista-soggettivista dovrebbe. Altrimenti cosa fa, anche lei l’intollerante estremista chiusa al pensiero modernista?
      In che modo è cattolica da sempre? Abbracciando i nemici e ignorando il loro operato, le loro intenzioni?
      E’ sbagliato combatterli. I porci bisogna accoglierli e dar loro le perle.
      Lei crede che tutti questi avvenimenti siano casuali, o scappano via da guerre e povertà assoluta?
      Si fidi che quelle povere anime (per quelle che non hanno cattive intenzioni e sono solo schiave di inganni e false promesse, o più frequentemente, di coercizioni senza pietà, oltre che oggetto di grande lucro) stavano molto ma molto peggio anni fa.
      Il piano Kalergi che le è stato accennato da Alessio lo conosce?

      Rispondi
      • #Alessio   25 maggio 2016 at 5:39 pm

        Caro Domenico, ma cosa pensi che capisca? Non c’arriva per niente, puoi mettergliela giù come vuoi tanto in quella zucca non entra l’ombra d’un concetto sensato.
        Quello che è interessante vedere è se questo pietismo idiota è solo nelle parole o se se ne piglia davvero qualcuno in casa.
        Perchè finora “poverini poverini” ma sotto il suo tetto non mi sembra che ne abbia accolta manco uno… poverini finchè se li “godono” gli altri, a quanto pare. Mi sbaglio? Allora avremo presto notizia che si sarà presa in casa un paio di s’ti fetenti marocchi.

        Rispondi
      • #Domenico   25 maggio 2016 at 6:00 pm

        Eh no caro Alessio, sbagli. Noi siamo i cattivi ai suoi occhi come agli occhi di tutta quella massa dormiente, che giudica tanto e predica così bene, che però rimane comoda con le sue belle cose.
        Insomma come quella ministra che “gli italiani non fanno più figli quindi compensiamo questa mancanza facendo venire la ciurma islamica con i loro figli”.
        Dunque società secolarizzata, imbastardita, dove vieni arrestato ormai anche se porti crocifissi o magliette con su disegnata una vera famiglia (mentre puoi portare magliette con su bestemmie palesi), e in più invasione da accettare con forza, sostenere anzi con soldi e fatiche nostre, e come se non bastasse, accettare la loro cultura ANTICRISTIANA.

        Questa è una grande vergogna. Sig.ra Maria, possibile che una semplice cosa come questa non la capisca?

        Poi comunque è ovvio che lei e gli altri come lei hanno le case piene di quei poveri bravissimi clandestini. Suvvia Alessio non esser così maligno, è ovvio che è così.
        Siamo cattivi. Siamo estremisti.
        Bisogna che ci si ammoderni, bisogna che si rigiri il messaggio evangelico al modo massonico, protestante, e chi per essi.

        Ma maledetti!
        Qua si sta forzando la gente al suicidio di massa, all’annientamento totale sia di corpo che d’anima, con le future generazioni sempre più perse.
        Ed è vergognoso che queste persone che si definiscono “credenti, cattoliche da sempre” contribuiscano a ciò, PESANTEMENTE, e non lo comprendono.

        Buonismo deleterio, state baciando satana!

        Rispondi
    • #Alessio   25 maggio 2016 at 5:34 pm

      Niente da fare… non intendi ragione, e se anche ti si mette la verità davanti agli occhi non la vuoi vedere. Fai parte di coloro che quando i fatti contrastano con le loro teorie dicono “Peggio per i fatti”.

      Bisogna essere proprio dei cerebrolesi allo stato puro per non vedere che questi luridissimi invasori sono animati dalle peggiori intenzioni, nonchè dalla più crassa arroganza che quelli come te e Bergoglio non fanno che aumentare. E che il loro arrivo è orchestrato dalla Controchiesa, alla quale la “kiesa” eretica non si oppone affatto.
      Per me più se ne prende il mare e meglio è, e se vengono a casa mia se li prende la terra.
      A te piacciono tanto? COME TI HO DETTO BASTA CHIACCHIERARE E PIGLIATELI IN CASA!

      Tieniti le tue teorie, non ce ne frega niente nè di ascoltarle nè di tenare di fartele cambiare, nemmeno se ti violentassero in dieci riusciresti a farti entrare un po’ di luce nel cervello.
      Va rivista la scala di Mohs, l’elemento più duro in natura non è il diamante ma la tua testa.
      Comunque, liberissima di suicidarti, se vuoi, ma non venire da noi a predicare il suicidio.

      Rispondi
  8. #Domenico   25 maggio 2016 at 6:14 pm

    Maria, comunque, tralasciando il resto che si ostina a non comprendere.
    Ci dica altrettanto sinceramente, anziché nascondersi sotto altre scuse, sul fatto politico lei come si muove, in che posizione è, cosa vota precisamente?
    Dai suoi scritti traspare un grande orientamento a sinistra.
    Se non è così allora doppia incoerenza.
    Ci illumini.

    Rispondi
  9. #Maria   25 maggio 2016 at 8:44 pm

    Domenico
    mi sembra di averlo già detto.Sono sempre stata di centro fin dalla mia prima volta che sono andata a votare.
    Se lei mi ha letto, avrà capito che io non sono né per ” l’aborto,unioni civili,eutanasia”quindi non potrei essere assolutamente di sinistra poi, neanche ” per la pena di morte” quindi non potrei essere neanche per ” l’ estrema destra”.

    Quindi sono di ” centro” con lo sguardo orientato alla “destra ”
    Sono riuscita ad illuminarla?

    Rispondi
    • #Alessio   25 maggio 2016 at 8:54 pm

      Vuoi favorirci un partito, tanto per essere più chiari? Per sapere a che livello, politicamente parlando, stai inconsapevolmente collaborando con i massoni.

      Rispondi
    • #bbruno   25 maggio 2016 at 9:25 pm

      su Domenico e Alessio, non impegnatela troppo questa Maria, che dovrà pure pensare al suo orto … Come poi potete pretendere che sappia di Kalergi Coudenhove! non vorrete mica schiantarla!

      Rispondi
      • #Mardunolbasia   29 maggio 2016 at 7:05 am

        Eh, sì Bbruno, Kalergy è troppo per la cavolara!
        Riguardo ai “marochhi” purtroppo, dopo anni che qui bazzico, ne ho visti 4 al mare. Che orrore ! Sono rimasto sconcertato…Ma sapete chi c’era con questi nordafricani che sono arrivati anche qui nella bella isola di Formosa (Taiwan) ? Una bionda europea orgolgiosa evidentemente di bazzicare con i bruni islamici invece dei cinesi di Taiwan che sono ben più gentili e rispettosi degli islamici, con le donne !
        Non è altro che una situazione emblematica che si riscontra anche in Italia ed in tutta Europa dove queste cretine di europee, considerate e trattate come puttane dagli islamici, godono nel mostrarsi con questi energumeni, per mostrare di non essere razziste e di essere moderne !!!
        Se volete vi aggiungo anche che in Tunisia c’è un gran “giro” di europee che viaggiano fin là per farsi il “boy” tunisino eper raccontarlo alle amiche tardone e mostrarlo in foto. Vi basta per capire la demenza europea ?
        Cosa pensate che abbiano stima e rispetto quelli che finalmente riescono in un modo o nell’altro ad arrivare in Europa ? Ma vfi rendete conto cosa è stato seminato da decenni ? E questi atteggiamenti puttaneschi, perchè ? Ovvio non esiste più nè rispetto per sè, nè perla propria razza, nè religione, nè nazione ! Pensate che siano solo situazioni limitate ? Vi sbagliate ! La Francia, la Germania, l’Olanda, il Belgio e l’Italia sono piene di queste cretine! Guardate la idiozia pertinace e l’ignoranza voluta della cavolara a merenda che si arroga il diritto di scrivere e commentare …Ecco, moltiplicatelo per decine di migliaia di donne analoghe esistenti soltanto in Italia ! La situazione è talmente drammatica che solo i bagni di sangue potranno riscattare un degrado umano così generale ! E pensate che gli sforzi di lotta di Alessio ed altri come lui o come noi, pssano servire ad arginare un degrado così spaventoso ? Vi sbagliate ! sarà soltanto una morte per causa giusta senza ottenere alcun beneficio per i milioni di persone ormai ridotte a zombie e decerebrate (come Alessio definoisce).
        Quindi lottare sì , ma senza illudersi di fermare l’ondata migratoria o di cambiare mentalità ormai degradata ! Saluti dall’Asia

        Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 9:26 pm

      Partendo dal fatto che, anche qui si ostina a ignorare che l’unico partito pienamente cattolico nei suoi ideali, programmi e tutto il resto, ad oggi è solo Forza Nuova, e testardacce le persone che non vogliono capirlo.
      Assodato ciò, le sue fandonie colossali, che si allineano perfettamente a quel che sono i piani massonici e della falsa chiesa, sono sinistrorse.
      Poi sul fatto del centro, quali sono i programmi di questo partito di cui parla?
      O il tuo è solo un altro dire ciarlatanesco, prendendo in riferimento l’assurdo fatto che “tra i due estremi, è meglio il centro”?
      Facendo ciò è come pretendere di stare al confine comodamente, tra due schieramenti in guerra, e scegliere ora di stare da una parte ora dall’altra, quando invece il dire della vera Chiesa, del magistero, dei Santi e tutto il resto, è preciso, univoco, limpido.

      Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 9:46 pm

      bbruno, se Maria pretende di giudicare continuamente e dir tale fandonie, accusandoci di varie cose, mentre ignora le cose fondamentali, allora che non venisse qua e pensasse appunto al suo orto.
      Altrimenti che senso avrebbe il non volersi informare anche su cose minime? Solo venir qui con un unico intento. E dunque poi non si lamentasse della “fossa dei leoni” e vittimismo inutile.

      Rispondi
  10. #Maria   25 maggio 2016 at 10:35 pm

    Signori
    eccome ci penso al mio orto! Oggi,come da circa un mese,raccolta delle fragole,vendemmia delle ciliegie.Le cipolle bianche stanno maturando,le piante di patate incominciano ad avere i primi fiori,l’insalata purtroppo divorata dalle lumacche,qualche fiore giallo di zucchina incomincia a farsi vedere,male le piantine di melone per la troppa pioggia: bisogna ripiantarle,i pomodori molto belli,poi aglio ,peperoni,melanzane fagiolini ecc…è poi i fiori da taglio da mettere davanti alla Madonnina.Nel frattempo raccolgo quelli di campo che per essere nati in maniera spontanea sono i più belli.

    Alessio il mio gatto Fionda troppo girovago….ci ha lasciato la zampa: adesso cammina con tre ma, e’ rimasto ugualmente girovago……ritorna a casa solo per la pappa.

    Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 10:44 pm

      Per la miseria quante bontà nostrane. Tenga conto di tutte le tasse che uccidono gli agricoltori e le varie schifezze che vengono fatte arrivare volutamente da Paesi stranieri, cosa alquanto vergognosa.
      Un motivo in più per lei per votare FN che punta tantissimo sull’agricoltura, oltre che sul turismo.

      Che alla fine, contro tutti i pronostici, non otteniamo un’altra nuova forza in Forza Nuova come nel caso di Nicolò?
      La vedo dura, ma chissà che la gente cominci pian piano a svegliarsi.

      Rispondi
    • #bbruno   25 maggio 2016 at 11:30 pm

      appunto Kiliegie sì, Kalergi è troppo! E allora raccogli (‘vendemmia’) le Kiliegie e buon appetito!

      Rispondi
  11. #Maria   25 maggio 2016 at 11:10 pm

    Domenico
    per mia natura sono flessibile quindi adattabile.Sa che da un po’ di tempo sto pensando assieme a mio marito ad andarcene dal nostro bel ” paese del sole “per un qualche bel paese del Nord? Forse non succederà ma intanto mi permetto di immaginare……..e immaginarlo.

    Rispondi
    • #Domenico   25 maggio 2016 at 11:16 pm

      E per quale motivo? Il suo orto ne verrebbe di certo a perdere, dato che tutti quei bei prodotti che ha elencato, difficilmente si ottengono in quel “qualche bel paese del nord”, tranne se non ci si organizza con serre e robe varie, ma non sarebbe mai la stessa cosa.

      Rispondi
    • #Alessio   26 maggio 2016 at 12:44 am

      Mi hai rubato le parole di bocca, ancora qualche giorno e sarei stato io a chiedere notzie di fionda, mi ricordo che aveva avuto un uncidente ad una zampa. Ma adesso? Mi stai dicendo che ne ha persa una? Nel senso che non è possibile che la recuperi?

      I Paesi del nord sono altamente sconsigliabili, sia per il clima meteorologico che per quello sociale. Se vuoi un posto tranquillo ed isolato ti consiglio il Portogallo.

      Per il resto, tutto già detto… vedi tu se vuoi ascoltare o se vuoi il male dei tuoi nipotini.

      Rispondi
      • #Mardunolbasia   29 maggio 2016 at 7:10 am

        NOOOOO ! Portogasllo no! Alessio, sei un nemico !Ma checcacchio consigli alla cavolara il Portogallo che è la mia seconda patria ! Non voglio simili cretine anche là. Zitto lì !

        Rispondi
  12. #Nicolò   26 maggio 2016 at 11:48 am

    Propongo due links, uno scritto in cui si tratta anche il tema della pena di morte ed un’omelia su San Pietro Martire da Verona, entrambe di padre Tomas Tyn. Sono eccellenti.
    Penso che possano giovare anche alla signora Maria. (Le consiglio di lasciar perder il nord Europa, terra in cui la dissoluzione ha già fatto probabilmente passi ancora più lunghi che in Italia).

    http://www.totustuustools.net/tyn/tyn02.htm

    http://www.unavoce-ve.it/05-09-18.htm

    Rispondi
    • #Alessio   26 maggio 2016 at 5:27 pm

      Ho visto che sono lunghi ma li leggerò.
      Riguardo alla pena di morte, non sono solo strafavorevolissimo, sono per applicarla su vastissima scala. Sono inoltre favorevole alla giustizia sommaria e/o privata, che includa anche la soppressione dei colpevoli. Ed al duello, ovviamernte.
      Più chiaro di così…

      Rispondi
  13. #Maria   26 maggio 2016 at 4:26 pm

    Domenico
    ho vissuto per anni in città,non è che mi piacesse molto ma,mi ci sono adattata per certi versi,per altri mi sono costruita una mentalità flessibile dove in ogni ambiente e condizione mi venissi a trovare,avrei sempre avuto cose nuove da sperimentare,sempre più,per un crescere anche interiore..Non lavorando fuori casa ho avuto modo di seguire i miei figli e loro di seguire me.Dico questo perché hanno sempre avuto la libertà nei confronti di noi genitori di dire quello che pensavano: anche nel correggerci fin da piccoli.
    Venuti ad abitare in campagna la vita cambio’ e mi cambiò ancora una volta completamente: in maniera positiva.

    Dicevo sempre a quelli che si meravigliavano di questi miei radicali cambiamenti che, in ogni situazione ci si trovasse non rimarremmo mai senza risorse per tante altre nuove realtà da vivere.

    Per il fatto che qui,dove vivo, non mi venga a mancare nulla ,la natura in generale: il silenzio,che vorrei dire assoluto,il mio “orto” ,frutteto,vigneto,l’alzata del sole,il tramonto dietro i colli e il cielo stellato a 360g, ancora una volta potrebbe,non per scelta,dovermi trovarmi costretta a vivere su una carrozzina dentro ad una stanza dove nulla di tutto ciò potrò più avere. Se non per la funzione delle gambe,che mi verrà a mancare,il buon Dio potrà concedermi, forse ,ancora gli occhi per vedere e la testa per capire e qui,ancora una volta,dovrò organizzarmi per dare significato al mio vivere in tutta pienezza.Ancora una volta dovrò mettermi alla prova,ringraziando sempre il Signore per non avermi mai abbandonata, e fatto mancare nulla di cio che sempre mi è servito.

    La Sua Parola i Suoi insegnamenti nonostante tutto,sono stati la mia Strada Maestra. Oggi senza,non sarei nulla!

    Nicolò
    In compagnia di Gesù potrei andare a vivere in capo al mondo.
    Leggero’ i due links da lei proposti.

    Comunque grazie per tutti i vostri consigli che terro’ senza bubbio presente!

    Rispondi
    • #Alessio   26 maggio 2016 at 5:33 pm

      Perchè dici che ti deve venire a mancare la funzione delle gambe???

      Il cielo stellato, al massimo, puoi vederlo per 180°, non 360°, visto che c’è anche la terra…

      Rispondi
  14. #Maria   27 maggio 2016 at 12:09 am

    Alessio
    frequento spesso il Centro Anziani e non è per niente di rado vedere persone più giovani di me già in una carrozzina che vedendosi cosi non si accettano,e cadono in depressione.

    Fintantoché siamo noi a decidere delle nostre cose tutto sembra facile. Quando poi ti dovessi venissi a trovare alle totale dipendenze di altri senza più avere voce in capitolo su niente costretto a chiedere per cortesia ogni cosa ( diversamente da prima……),se non hai le spalle ben fortificate da una Fede, la Croce sarà molto pesante da portare e’rischi di non farcela.
    La mia fede nel Signore dovrebbe aiutarmi a vivere bene con altri mezzi e, per altre strade a me sconosciute, nonostante tutto.Vedere ciò che mi consentito con occhi diversi.La mente diversamente da prima più impegnata su cose importanti.Una maggior meditazione sull’ Evangelo.Se c’è stata coerenza nella mia vita per quanto riguarda gli insegnamenti cristiani.

    Avrei tutto il tempo per potermi rivalutare sempre con l’aiuto del mio Signore. Lui sa sempre colmare ogni mio vuoto.

    Buona notte! Cado dal sonno.Domani mattina su alle sei a vedere l’alzata del sole.

    Rispondi
    • #Alessio   27 maggio 2016 at 1:07 am

      Ah, capito! Da come l’avevi detto sembrava che lo dessi per certo…
      Come avevo già scritto in un altro articolo, io non mi permetto minimamente di giudicare chi si trova in gravi condizioni di salute, so benissimo che io in simili circostanze cadrei a pezzi, quindi non voglio neppure pensarci. Però prego per loro tutti i giorni.
      C’è per chi pregare e c’è contro chi sparare, le due cose bisogna saperle fare entrambe.

      Rispondi
  15. #Maria   27 maggio 2016 at 3:46 pm

    Invece caro Alessio dobbiamo pensarci.

    Rispondi
    • #Alessio   27 maggio 2016 at 8:29 pm

      Pensiamo piuttosto a come salvare la Cristianità, è più utile. O meglio, lo sarebbe se cominciassero a pensarci in tanti, comunque già non adeguarsi è un buon risultato.

      Rispondi
  16. #Maria   27 maggio 2016 at 11:24 pm

    Alessio
    sono rimasta senza parole per quanto hai detto riguardo alla pena di morte,alla giustizia sommaria e/o privata ecc..
    Mi fa veramente paura quello che dici.Devi aver interpretato male; non è neanche in una logica di rendere una ben che minima giustizia.Solo per legittima difesa altrimenti chi ti autorizza a decidere della vita di una persona. Potrebbero con lo stesso ragionamento di giustizia” sommaria “ammazzare anche te,pensando di aver reso un bene all’umanita’….le cose non possono andare così.

    Rispondi
    • #Alessio   28 maggio 2016 at 8:37 pm

      Ripeto e confermo ogni singola parola, aggiungendo che sono anche favorevole al duello.
      Se qualcuno dall’altra parte volesse ammazzarmi suppongo che lo saprei e mi preparerei, poi che il nemico faccia pure la sua mossa come io farei la mia, e sia quel che Dio vuole.

      Rispondi
  17. #Maria   28 maggio 2016 at 11:06 pm

    Alessio
    ma se la pena di morte,consiste in un prepararsi,per una eventuale sicura possibilità che il nemico ha già in mente di farti la pelle, e’ evidente che non gli daresti questa opportunità’ cercando di impedirglierlo in qualche maniera (prima se necessario ),se così non fosse anche difendendoti a duello.Ma questo non ha niente a che fare con la pena di morte anche se per disgrazia dell’altro gliela dovessi procurare. È legittima difesa!
    Alessio visto che ti sentì come ” un cavaliere del passato”, non tieni per caso in casa qualche spada?

    Rispondi
    • #Alessio   29 maggio 2016 at 1:08 am

      Concludiamola in questo modo : sono al 100% favorevole all’uso della forza per punire chi va punito, quando è il caso anche ammazzandolo/i.
      Sono favorevole a queste misure sia che vengano applicate dalla Chiesa (quella vera), da uno Stato (uno vero) o dai singoli individui.
      Sono favorevole alla tortura, quando necessaria, secondo le stesse modalità.
      Sono favorevole al diritto di due uomini, degni di questo nome, di risolvere le proprie contese lealmente e senza limitazioni di sorta, secondo regole convenute e liberamente accettate da entrambi.
      Sono favorevole al diritto (che è anche un dovere) d’un uomo, degno di questo nome, d’imporre a tutti il rispetto verso sè stesso, i suoi cari e tutto ciò che ama con i mezzi necessari, i quali includono l’uso della forza nella misura richiesta dalla circostanza.
      Credo che non debba aggiungere altro.

      Quanto a quello che ho in casa, non preoccuparti che ho quel che serve.

      Rispondi
  18. #Mardunolbasia   29 maggio 2016 at 7:19 am

    Zitto lì, Alessio non scrivere nulla di più riguardo a quanto hai in casa! Coltelli da cucina, nevvero ! Conferma e stop ! Tutto solo al momento opportuno; non fare il tipico gradasso invasato che rivela tutto e diventa il primo eliminato dal nemico ! A cosa serve dopo, tutta la gagliardia e la forzache poteva essere usata bene ottenendo ottimi risultati ? a nulla !
    Al nemico e nei blog non dire mai quali armi o quali strumeti puoi usare in caso di guerra. Solo agli amici diretti e fidati ed anche tra quelli devi aspettarti il traditore !
    “maledetto l’uomo che confida nell’uomo!”

    Rispondi
    • #Alessio   29 maggio 2016 at 1:08 pm

      Grazie del consiglio, carissimo! Ma cos’avrei detto, riguardo a quel che avrei in casa? Che “ho quel che serve”! E cos’è quel che serve in una casa? Il frigorifero, la lavatrice, il riscaldamento… la Sciura Maria ha scherzosamente parlato di spade che io non ho più nominato, non associandole di fatto a ciò che serve che invece ho dichiarato di avere.
      Quello che ho detto potrei sostenerlo in qualunque circostanza : in casa ho quel che serve, come quasi tutti. Per esempio, ho il computer per scrivere queste risposte.
      Inoltre, quale sarebbe di fatto casa mia? Oggi sono qua, domani posso essere da tutt’altra parte…

      Nella vita reale sono molto ma molto più discreto, ma visto che questo sito ha una valenza comunicativa ed educativa notevole, è necessario anche esporsi quel minimo per dare un po’ di fiducia ad eventuali lettori dalla nostra parte. Se qualcuno con una certa voglia di schierarsi legge solo commenti del tipo “Siamo spacciati, possiamo solo pregare” finisce che si demoralizza.

      Comunque grazie mille dell’interessamento, buona e santa domenica.

      Rispondi
  19. #Maria   29 maggio 2016 at 10:20 am

    Mardunolbasia
    quando associo spesso Alessio al “coraggioso e aggiungo generoso cavaliere” non credo di esagerare.Lei caro non assomiglia al suo compagno camerata neanche sui tacchi delle scarpe.Ho sempre visto in lui una persona determinata che crede in ciò che dice,sincero,fiducioso. Non posso dire di pensarla alla sua stessa maniera,e ne sono ben lontana,ma di lui,guarda caso mi fiderei ciecamente. Alessio,da una parte non do torto neanche ai consigli che il tuo amico ti viene a dare. Sii prudente e non fidarti di nessuno neanche di quelli che tu consideri amici.

    Rispondi
    • #Alessio   29 maggio 2016 at 1:11 pm

      Grazie della fiducia, Sciura. Allora si fidi sino in fondo e vada a votare FN!

      Quanto al giusto consiglio dell’amico Mardonulbo (spero anche camerata, di certo non compagno) la risposta è la stessa che ho dato a lui.

      Rispondi

Rispondi