Quello che la tragedia di Orlando NON vuole dirci.

 

orlando-memorial-zoom-483cf942-3fbb-4df9-a1b6-1d94cff3fe1f

di Massimo Micaletti

Quando ci sono di mezzo l’islam e le persone con tendenze omosessuali, gli esiti possono essere i più disparati e disperati ma una cosa è certa: il profluvio di panzane può raggiungere una portata che il Rio delle Amazzoni al confronto è la grondaia di una voliera. Nel portare acqua a questo fiume di nulla si distinguono coloro che, contro ogni pietà per i morti ed ogni logica per vivi, si lanciano a ciarlare di leggi sull’omofobia, integrazione e via luogocomunisteggiando: finché si passa il limite e quel che sarebbe ridicolo diviene tragico e caduto il pretesto dell’ignoranza resta solo e soltanto la malafede.

Ivan Scalfarotto, ad esempio, è tra quelli che chiedono a gran voce, dopo i fatti di Orlando, una legge contro l’omofobia e la transfobia. Non è il solo, in quanto molti barricadieri denoantri si sono alzati al grido “ci vuole una legge”. Ricordiamo allora a Scalfarotto&Associati che Orlando è in Florida e che in Florida la Legge contro i crimini di odio reprime già i reati commessi a causa dell’orientamento sessuale della vittima[1], coprendo una serie di fattispecie che va dalle lesioni alla diffamazione, dall’omicidio all’ingiuria. In tutto lo Stato esistono inoltre specifiche ordinanze cittadine che vietano la discriminazione sui luoghi di lavoro o nell’assistenza in ospedale.

Qualcuno si lamenta che in Florida non esistono le unioni gay. In realtà, in Florida – udite udite! – è illegale il concubinato tout cour. Sarò più chiaro: in Florida sono vietate le convivenze sia eterosessuali che omosessuali[2], quindi non è il caso di attaccare la fanfara delle discriminazioni verso chi è attratto da persona dello stesso sesso.

Per contro, una pronuncia della Corte Distrettuale della Florida del 2014 (caso Brenner vs. Scott[3]) ha reso legale il “matrimonio” tra persone dello stesso sesso; tuttavia, diverse sentenze più recenti di Corti minori stanno rimettendo in discussione questa possibilità perché il caso Brenner implicava il riconoscimento di nozze gay celebrate in Canada e non il Florida. La vicenda giudiziaria sul tema è ancora aperta, sebbene l’orientamento attuale sia nel senso della ammissibilità del “matrimonio”.

Non sono consentite le adozioni a coppie dello stesso sesso, ma tale divieto è comune a moltissimi Paesi occidentali in cui non risulta che islamici girino mitra alla mano a far massacri; per contro, come abbiamo già dimostrato, proprio nei Paesi più “aperti” gli episodi di violenza – soprattutto tra persone con tendenze omosessuali – sono più ricorrenti e gravi[4]. Aggiungiamo poi che, da quanto si sta acclarando, l’attentatore era egli stesso persona gay, frequentava il locale della strage e ricorreva ai servizi per incontri omosessuali[5].

Sarebbe dunque il caso di rinunciare ad ogni velleità di strumentalizzare quella che resta una tragedia tutta interna ad un Occidente che non si ritrova più e nel suo smarrirsi è rassegnato a pagare un prezzo sempre più alto ai dogmi della (dis)integrazione e della tronfia compassionevole ignoranza. In Florida le persone con tendenze omosessuali possono sposarsi ed hanno una legge che le tutela in quanto tali: eppure un gay islamico si alza, prende un mitra e ne massacra una cinquantina.

Su certi eventi bisogna necessariamente riflettere, in primis chiedendosi per quali (evidentissime!) ragioni le categorie giacobine e laiciste che ci vengono imposte non riescono a darne plausibile spiegazione.


[1] http://www.leg.state.fl.us/statutes/index.cfm?mode=View%20Statutes&SubMenu=1&App_mode=Display_Statute&Search_String=sexual+orientation&URL=0800-0899/0874/Sections/0874.02.html
[2] Come pure in Mississippi, North Carolina e Michigan.
[3] https://en.wikipedia.org/wiki/Brenner_v._Scott
[4] http://www.radiospada.org/2016/02/sposati-e-sii-sottomesso/
[5] http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.repubblica.it%2Festeri%2F2016%2F06%2F14%2Fnews%2Fomar_mateen_orlando-141993134%2F%3Fref%3DHREC1-2&h=vAQHPRvs3

 

 

 

29 Commenti a "Quello che la tragedia di Orlando NON vuole dirci."

  1. #Alessio   15 giugno 2016 at 9:02 pm

    Un’ Europa (anche se il fatto è accaduto ad Orlando) prona, con le chiappe per aria e la scritta “arci” su una e “gay” sull’altra, non può che apparire come terra di conquista ideale per i barbuti invasori.
    Ogni chiacchiera ed ogni cosiddetto “provvedimento” sembra non fare altro che avere un effetto opposto a quello che sarebbe necessario, ossia inricchionire l’Occidente e rendere più arrogante l’Islam. E come potrebbe essere altrimenti!

    Guardiamo la foto : “World peace”. Non “Reazione e giustizia”, a parte il fatto che in questo caso direi proprio che non sia il caso di sprecare lacrime per i sodomiti… no, “peace”. La stessa cosa delle scrittine coi gessetti sul selciato e le canzonette mondialiste.
    Quelli sparano e mettono bombe e la reazione è “peace”, gessetti e canzonette, il tutto condito con una spinta ulteriore verso la frosciaggine e/o verso la sottomissione, inventandosi nemici generici immateriali tipo l’ “odio” quando i nemici sono individui in carne ed ossa, non concetti astratti e politicamente corretti.
    Se fossi un islamico anch’io la penserei come loro, ossia che quest’Europa è una terra d’eunuchi che hanno terminato il loro ruolo nella Storia e che vanno tolti di mezzo.

    Dopo questa considerazione, vado sulle immagini di “Google” e scrivo “Magyar Garda” (“Guardia Magiara”) e riacquisto un po’ di fiducia in questo disgraziato continente.

    • #lister   16 giugno 2016 at 5:33 pm

      Strano che, sul’onda di Je suis Charlie Hebdo o Je suis Bataclan, ancora non siano spuntati cartelli con su scritto:
      JE SUIS GAY… 😀 😀 😀

      • #Alessio   16 giugno 2016 at 5:54 pm

        Magari ce n’è ancora qualcuno che se ne vergogna, e in uno slancio d’autocritica costruttiva potrebbe scrivere JE SUIS FROSCIO’ .

  2. #Giacomo   15 giugno 2016 at 9:28 pm

    Grande Alessio, condivido pienamente!

    • #Alessio   16 giugno 2016 at 1:03 am

      Caro Giacomo,

      grazie mille una volta in più!
      Confidiamo negli islamici, sul fatto che a furia di prendere ripetutamente a calci le scabrose chiappe nude dell’Occidente queste finiscano un bel giorno col tornare ad essere coperte da un paio di pantaloni, magari grigioverdi.
      La loro brutalità e la loro tracotanza sono i nostri più promettenti alleati… e questo la dice lunga su come siamo ridotti in questi bei Paesi “progrediti”.

  3. #Paolo   15 giugno 2016 at 9:45 pm

    Nella foto, ma un po’ tutti gli USA, la gente prega per i morti.Ma chi prega, il Demonio ? Il mondo -e in particolare gli Stati Uniti d’America- sono un’immensa fogna morale a cielo aperto e ‘sta gente prega ! Roba da matti.

    • #Giacomo   16 giugno 2016 at 10:41 am

      Il mondo occidentale, USA in primis, è uno schifo! Gli USA e gli altri Paesi devono pagare per questa depravazione! Speriamo che ci pensino Putin ( con i carri armati) e gli islamici (con le bombe ) a far cambiare gli occidentali ! Tanto gli occidentali, se non li percuoti per bene , non capiscono !

      • #Paolo   16 giugno 2016 at 11:13 am

        Ma quali carri armati e islamici d’Egitto ! Ma ancora non è chiaro che solo la potenza del Sovrano di tutto, del Signore degli Eserciti, della invitta SS. Trinità e della Regina del Cielo e della Terra schiacceranno la testa del serpente ? Ascesi, ascesi, ascesi armata !!!!!

      • #Giacomo   16 giugno 2016 at 1:02 pm

        Certo che è chiaro ! Che ne sai che Dio non abbia permesso queste cose per punire l’Occidente infedele? Che ne sai che Dio non usi Putin e la Russia per la resa dei conti ? Puoi escluderlo ? No. Io comunque spero che l’Occidente e quelli che vivono in questa maniera , se non si convertono, paghino, e paghino salato. Che sia Putin , gli islamici o i cinesi, poco importa. Questa società depravazione deve finire.

      • #Alessio   16 giugno 2016 at 2:06 pm

        Caro Giacomo,

        certo che questa depravazione deve finire, e visto l’autolesionismo che l’accompagna un punto di rottura è anche concretamente auspicabile.
        Sarebbe il caso però di non passare dalla padella alla brace, o da una padella ad un altra.
        Finchè si aspira all’arrivo del famoso “vento dell’Est” ben venga, ma islamici e cinesi vediamo di tenerceli ben lontani. Veder cadere la demo(no)crazia perchè sia sostituita dall’Islam o dai capital-comunismo cinese non mi sembra un grande affare.

      • #Paolo   16 giugno 2016 at 2:38 pm

        amici, se saremo guerrieri della Fede (-quella vera, eh- che è più forte dell’acciaio e delle bombe atomiche), se terremo impavidi (mediante la Grazia) le trincee alle quali Egli ci ha comandati, vedremo la restaurazione del suo Regno sulla Terra.
        (Grazie, Signore Iddio, nostro Sovrano adorato, grazie Maria, nobilissima Regina, con voi sempre usque ad effusionem sanguinis).

      • #Paolo   16 giugno 2016 at 2:51 pm

        chiedo scusa per qualche pronome in minuscolo.

      • #Alessio   16 giugno 2016 at 5:33 pm

        Caro Paolo,

        ottimi consigli senz’altro. Qualche suggerimento concreto?

      • #Paolo   16 giugno 2016 at 8:44 pm

        suggerimento concreto n.1: castità egemonica (ripolarizzazione delle energie).
        suggerimento n.2: anti-entropia (cfr. Leon Degrelle).
        ecc.

      • #Alessio   17 giugno 2016 at 12:55 am

        Scusami, caro Paolo, la domanda era riguardo a dei suggerimenti concreti.

        Tu stai dicendo, e cito le tue parole, che dovremmo essere dei guerrieri della Fede e tenere impavidi le trincee che Nostro Signore ci ha comandato tramite la castità egemonica (ripolarizzazione delle energie) e l’anti-entropia, così da vedere la Restaurazione del Suo Regno sulla Terra.

        Pur essendo certissimo delle tue specchiate intenzioni, devo confessarti che non immagino chi da tali parole possa trarre alcun consiglio pratico.

      • #Paolo   17 giugno 2016 at 2:55 pm

        ma il consiglio pratico è implicito e, soprattutto, scontato per ogni credente: la chiamata (in gergo militare romano: “vocatio”) all’ascesi, al superamento della molecolarità corruttibile.
        Come si “ascende” ? La risposta è soggettiva, ma, comunque, il punto di partenza -ovviamente- è la frequenza ai Sacramenti (non casualmente istituiti da N.S.), la preghiera e lo studio meditato di NT e AT. Eppoi -ma bisogna anche esserci portati- lo studio della mistica.
        (in realtà, la mistica non ha molto a che fare con una fede e ad una Chiesa consolatorie [come vorrebbero i vaticanisecondi, i conciliaristi], ma al “combattimento spirituale” e alla ab/negazione [con l’aiuto insostituibile della Grazia, ci mancherebbe] della propria natura infer[a]iore).

      • #Alessio   17 giugno 2016 at 8:51 pm

        Caro Paolo,

        le tue dotte parole sono perfette per descrivere un possibile cammino di salvezza spirituale, ma per salvare anche ciò che resta dell’Occidente Cristiano abbiamo anche bisogno di agire tramite la “molecolarità corruttibile”.
        Ottimo l’andare in Paradiso, ma prima d’arrivarci sarebbe il caso di non farsi mettere i piedi in testa neppure in questo mondo.

    • #Paolo   26 giugno 2016 at 5:30 am

      per Alessio.
      non so se leggerai, l’articolo è un po’ vecchio e da diversi giorni non sono stato su Radio Spada.
      Dunque, tu dici che con la molecolarità corruttibile bisogna comunque fare i conti.
      Appunto, ma i guerrieri della Fede lo sanno bene. E sanno che la Fede non è astrazione mentale, ma energia/materia subatomica e che, in quanto tale, crea e modifica e sottomette la materia atomica. A condizione, ovviamente, che si raggiungano vette di ascesi, ossia di allontanamento personale dalla materia fatta di atomi e molecole (cioè dalla fisica newtoniana). E il Regno di Dio, Alessio carissimo, non va aspettato dopo la fine della nostra vita molecolare, ma va realizzato subito, qui e ora, nella misura in cui (scusami la brutta locuzione) saremo capaci di, appunto, allontanarci (ascendere) dalla materialità inferiore. Alessio, la sfida è difficile, ma grandiosa, entusiasmante (però bisogna esserci portati; non a tutti interessa scegliere il Graal -Sang Real- e rinunciare ai piaceri -anche legittimi- della carne).
      Ti auguro ogni bene.

      • #Alessio   26 giugno 2016 at 5:31 pm

        Adesso sì che è tutto chiaro e concreto…
        Ti auguro ogni bene anch’io.

  4. #Francesco Retolatto   15 giugno 2016 at 11:50 pm

    Quello che la tragedia non dice è che un Occidente senza Dio, è terra di conquista per islamici, con kalashnikov o meno.
    E l’Occidente ha recisamente voltato le spalle a Dio, aprendo a tutte le degenerazioni morali possibili. Che vengono direttamente regolate come Leggi negli ordinamenti mortiferi degli Stati (???) residuali restanti.

    • #Alessio   16 giugno 2016 at 12:51 am

      Caro Francesco,

      verissimo! Però se l’attacco islamico avvenisse in sordina, senza spargimenti di sangue, contando solo sul tempo, la conquista da parte loro getterebbe un’onta minore sugli Occidentali, presi in un certo senso alla sprovvista. Tipo la famosa storiella (vera o no) della rana, che se buttata nell’acqua bollente salta fuori all’istante, ma se messa in acqua che viene gradualmente scaldata muore bollita senza rendersene conto.
      Ma questi qua non fanno niente per nascondere le loro intenzioni, non cercano d’intrufolarsi silenziosamente. No! Questi arrivano dando calci alla porta, sbraitando, e quando la porta viene loro aperta iniziano a fare danni ed a vantarsi di averli fatti. Questa volta è stato in un locale di depravati, la prossima volta potrebbe essere una bomba in un centro commerciale. E davanti a questo scenario, l’Occidente invece di correre ai ripari ed alle armi si scopre le chiappe e ci scrive su col rossetto.
      L’Occidentale politicamente corretto di oggi è una rana che buttata nell’acqua bollente non solo non salta fuori, ma chiede che venga aumentato il fuoco fotto la pentola.

      • #Alessio   16 giugno 2016 at 1:10 am

        Correzione : sotto la pentola, con la “s” e non con la “f”.
        L’errore, per quanto involontario, ha molto a che vedere con quello che gli Occidentali odierni stanno facendo a loro stessi. Infatti si stanno f..tendo con le proprie mani, e nel farlo sorridono soddisfatti della loro demo(no)crazia.
        Come si dice, “ridi, ridi, finchè hai i denti!”.

  5. #Maria   16 giugno 2016 at 3:15 pm

    Pur essendo d’accordo con quello che dite,le soluzioni probabili da prendere credo che,non potranno essere in attaco o in difesa.Consoliamoci con qualche battuta,però la situazione e’ grave! Non sottovalutiamo il rivolgersi come dice Paolo ( sopra) al Signore degli Eserciti.Le nostre armi non sono competitive con le Sue .Assieme allaRegina dei Cieli e della Terra ne schiacceranno la testa al serpente.

    Non pensiamo nemmeno avere di questo potere.Morte chiama morte.Quanti conflitti, nel mondo da quando esiste ,l’uomo,e sempre più in aumento,vuol dire che ogni volta anche se vincitori c’è sempre stato un vinto! Agli occhi di Dio quindi, missione fallita! Nulla di fatto! Il più forte ha avuto ragione sul più debole…..Non c’è stata giustizia! Quando il Signore degli Eserciti prenderà atto che,nonostante i Suoi avvertimenti,non accolti,perché sordi,ciechi e duri di cuore, saprà prendere le redini del mondo in mano contro Satana,e noi ci dobbiamo credere senza ostacolarlo,anche se potrebbe essere di difficile comprensione il Suo operato…..
    Per questo non trascuriamo di pregarLO che ci illumini a saper prendere le giuste decisione per noi è per i nostri fratelli anche se,purtroppo ” Caini “.

    • #Paolo   26 giugno 2016 at 4:22 pm

      Il tuo nome è poesia, dolce creatura del Signore (dolce, ma d’acciaio). Come ha scritto Maurizio Blondet qualche settimana fa, il Signore sta già arruolando i suoi commandos e le sue amazzoni per la resa dei conti finale col Male.

  6. #Alessio   16 giugno 2016 at 5:31 pm

    Io ho una mentalità più pratica, della serie “aiutati che il Ciel t’aiuta”. E’ meraviglioso pregare e non perdere la Fede, ma davanti a problemi pratici cerchiamo anche di pensare in modo pratico.
    Del resto, se fosse stato sufficiente pregare, per vincere la Battaglia di Lepanto si sarebbero limitati alla Crociata del Rosario, mentre invece furono impiegate delle truppe, che vinsero a colpi di spada, archibugio e cannone dando il proprio sangue e versando felicemente quello degli invasori.

    – I depravati : ogni loro conquista sociale è un danno per la Tradizione, quindi NESSUN DIALOGO, NESSUN RISPETTO, NESSUNA CONCESSIONE, nè a loro nè a chi li sostiene.

    – Gli invasori : L’UNICO INVASORE BUONO E’ QUELLO MORTO, quindi sia benedette ogni pallottola, ogni bomba, ogni lama ed ogni arma in genere che ne ferma uno, sia benedetto il mare quando si prende una delle loro imbarcazioni.
    Speriamo che non diano tregua all’Occidente, cosicchè i Cretini Suicidi che parlano di suicida accoglienza diventino sempre meno, e crescano coloro disposti a ricacciarli da dove vengano con ogni mezzo.

    – I demo(no)cratici : chiunque sia tollerante verso depravati ed invasori è un nemico della Cristianità, un vigliacco, un idiota, un traditore e un rinnegato. E’ un folle autolesionista che mette in pericolo i suoi discendenti d’essere sottomessi a forza della perversione e della barbarie. Che poi si definisca magari “cattolico” conta poco, d’altra parte anche l’Impostore che occupa il Soglio Pontificio collabora con la Massoneria.
    AL CONFRONTO DI QUESTI DEMO(NO)CRATICI IMBECILLI, BEN VENGANO I TEPPISTI CHE HANNO TANTO INFASTIDITO MARSIGLIA, loro almeno non hanno intenzione di sottomettersi alla depravazione e all’invasione islamica.

  7. #Maria   17 giugno 2016 at 4:19 pm

    Alessio
    ” aiutati che il Ciel t’aiuta ” e’ una frase di comodo: usata e starausata. Ma che pensiamo che il Cielo ci venga in aiuto in ogni cosa che vogliano sia realizzata?
    Per questo ho scritto che avanti prendere decisioni, sarebbe cosa buona pregare il Signore in tutta umiltà, che ci venga ad illuminare: sempre! fossero anche piccole decisioni apparentemente insignificanti.In questo contesto ha senso la frase iniziale.
    Tutto il resto poi verrebbe da solo;perché? Ma perché poniamo inanzi tutto fiducia in Lui.

    Alessio,ti sento abbastanza contraddittorio; il tuo essere generoso da una parte con chi è nel bisogno e dall’altra un’indifferenza assoluta nel vedere un’imbarcazione andare a fondo con tante creature innocenti…..
    Ma mi chiedo: pensi seriamente che il tuo e pure nostro Signore possa venirti incontro aiutandoti in questo tuo progetto criminale se cosi fosse ?Bisogna essere pratici nel dire le cose…

    Ho i miei dubbi che tu possa pensare seriamente a quello hai detto. Abbiamo molte occasioni per dirsi dei bravi combattenti di giustizia: quella di Dio,basta chiedere con perseveranza, se è questo che si desidera, altrimenti sappiamo,che con questi ideali sbagliati, il mondo andrà sempre peggio.

    • #Alessio   17 giugno 2016 at 8:46 pm

      Non vuoi “aiutati che il Ciel t’aiuta”? Va bene, allora niente frasi fatte.
      Allora diciamo che oltre alle preghiere dobbiamo anche darci da fare, il che vuol dire che mentre facciamo il bene dei nostri dobbiamo, per salvare la Cristianità, fare tutto ciò che possiamo contro massoni, depravati, invasori e tutto il resto della feccia a loro complementare. Senza nessun mezzo termine possibile.

      Io sono generoso con chi se lo merita, ed altrettanto repressivo con chi merita repressione.
      Quelle che tu chiami, da povera deficiente (scusa, ma in questo caso te lo meriti), “tante creature innocenti” sono solo una lurida accozzaglia di sfruttatori, che dopo averci spolpato vorrebberro sottometterci, e nel fare questo non hanno neppure la decenza di fingersi diversi. Sono solo schifosa marmaglia e come tali si rivelano apertamente (e questa è una grande fortuna!).
      L’atto di generosità verso il nostro popolo sarebbe di mandarli tutti a picco come dovessero superare di mezzo metro il limite delle acque territoriali.
      Ma dal momento che la Massoneria, la quale comanda sia Renzi che a quanto pare Bergoglio, è nemica della Cristianità, gli atti di generosità li fà solo verso i nostri nemici.

      Fai bene a non dubitare che io pensi seriamente quello che dico, credimi pure che non avrei la minima esitazione nè la minima remora nè il minimo rimorso a difendere la mia terra da questi bastardi d’invasori, e se per questo dovessi farli secchi tutti tutti li farei secchi.
      Viva le Crociate, sacrosanta guerra di difesa!
      Viva Lepanto, che ha ricacciato gl’invasori!
      Viva la battaglia di Vienna, che ha sbarrato loro il passo!
      Viva tutte le volte che la Cristianità ha schiacciato i suoi nemici!

      Ti do due consigli :
      1- Prenditi finalmente un marocco in casa, oramai stai davvero facendo la parte dell’ipocrita e della commediante a chiacchierare tanto d’accoglienza e non accoglierne nessuno.
      2- Spiega bene ai tuoi nipotini che se quelli come la nonnina dovesse prevalere, loro rischierebbero d’essere presi come bottino di guerra dai “cari fratelli islamici” (le “creature innocenti”), i quali non avrebbero il minimo scrupolo a schiavizzarli ed abusare di loro sessualmente. Se sono femmine, di sicuro, ma se sono maschi non è comunque da escludersi dato che i barba disprezzano tanto la ricchionaggine ma pare che la pratichino largamente.
      Ecco, spiega questo ai tuoi nipotini, e convincili che è giusto farsi sfondare i “paesi bassi” in nome dell’amore apostata e bergoglioso.

      Ripeto : la speranza è che la stupidità, la brutalità e l’arroganza di quest’invasori facciano aprire gli occhi a più gente possibile, anche se ci saranno sempre i Cretini Suicidi che anche dopo aver subito un TAHARRUSH continueranno a parlare d’accoglienza… ma confido che non saranno poi molti.
      E se nell’arrivare a questo punto gl’invasori fanno fuori qualche sodomita militante, bhe, ben venga.

      Si vogliono davvero aiutare i popoli poveri? Allora che si ripristino le care vecchie colonie.

  8. #lister   18 giugno 2016 at 10:33 am

    Caro Alessio,
    tu , giustamente, dici:
    “L’atto di generosità verso il nostro popolo sarebbe di mandarli tutti a picco come dovessero superare di mezzo metro il limite delle acque territoriali.”

    Ed invece c’è un pazzo scatenato “coordinatore antiterrorismo dell’UE (!), che invita ad accogliere ed integrare persino i foreign fighters che, scornati dopo la imminente cancellazione dell’ISIS, se ne ritorneranno in Europa!!
    E dài, mica si possono mettere tutti in galera!…
    Chissenefrega se, per ripicca e per incontrare le 70 vergini a disposizione in paradiso, si faranno esplodere in qualche discoteca strapiena di gente oppure in uno stadio pieno di tifosi.

    http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-dopo-i-clandestini-daremo-rifugioai-miliziani-dellis-16516.htm#.V2UEwbuLTIV

    • #Alessio   18 giugno 2016 at 1:42 pm

      Caro camerata,

      purtroppo come ho già detto tante volte il sangue ed il dolore sono un percorso obbligato per quest’Europa laicizzata ed inricchionita, solo le lacrime potranno lavare via parte della sua stupidità suicida.
      Che vedano solo quante vogliono che siano! E’ un male teoricamente del tutto evitabile, si tratta di vedere quando vorranno iniziare ad evitarlo.
      Quanto al “coordinatore antiterrorismo”, i Cartaginesi l’avrebbero buttato nel fuoco dopo simili grotteschi risultati.