[VIDEO] Il primo atto del neoeletto sindaco di Trieste: rimettere il Crocifisso in municipio

Dipiazza Roberto

Un atto semplice e chiaro, quello del neosindaco del capoluogo del Friuli Venezia Giulia. La Croce torna al suo posto.

Ecco il video:

23 Commenti a "[VIDEO] Il primo atto del neoeletto sindaco di Trieste: rimettere il Crocifisso in municipio"

  1. #Maria   23 giugno 2016 at 3:50 pm

    Questo e’ un buon inizio!!!

    Rispondi
    • #Alessio   23 giugno 2016 at 11:58 pm

      Un buon inizio deciso di testa sua, non mi pare che da Bergy siano mai arrivate esortazioni ad esporre simboli cristiani. Anzi, lui stesso quando può li nasconde.
      Meno male che c’è chi non gli da retta.

      Rispondi
  2. #Attilio   23 giugno 2016 at 6:49 pm

    il miglior degli inizi possibili.

    Rispondi
  3. #maria anna   23 giugno 2016 at 8:13 pm

    è un modo di dire che a Trieste comandano i triestini e tutti devono rispetto sia a Trieste che ai triestini

    Rispondi
  4. #Dom   23 giugno 2016 at 10:20 pm

    Una banca comunale per aiutare i cittadini con un tasso basso.

    Rispondi
  5. #Nicola Tedesco   23 giugno 2016 at 10:53 pm

    Bravo sig.sindaco, facciamo rispettare la nostra religione.

    Rispondi
  6. #Alessio   23 giugno 2016 at 11:54 pm

    Mi associo, eccelente inizio, speriamo che continui così.

    Rispondi
  7. #Roberto   24 giugno 2016 at 10:28 am

    I CATTOCOMUNISTI HANNO ROVINATO L ITALIA IRAGAZZI X GeNERAZIONI…A FAVORE PERÒ DEGLI SCARAFAGGI INVASORI.

    Rispondi
  8. #Leonardo   24 giugno 2016 at 12:14 pm

    Io sono di Trieste e sinceramente non mi aspettavo che Dipiazza avrebbe fatto una cosa del genere. Ben venga! Alle elezioni è stato sostenuto da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli D’Italia. Forse per accontentare quest’ultimo partito ha deciso di agire in questo modo. In tutti i casi speriamo che continui così!

    Rispondi
  9. #luigi   24 giugno 2016 at 12:36 pm

    Io non sono di Trieste ma questa è una notizia che mi riconciglia con il mondo. Grazie signor Sindaco e adesso buon lavoro per la sua città ed i suoi cittadini!!

    Rispondi
  10. #Maria   24 giugno 2016 at 2:28 pm

    Alessio caro non sconfinare oltremodo,rischi di perdere l’orientamento……non dire cose non vere,tanto per dire qualcosa…..Qualcuno dei tuoi amici camerati,non troppo svegli,potrebbero crederci.
    Dev’essere frustante,dover tirare fuori spesso notizie false, pur di essere a tutti i costi in linea con la ” tradizione”.Ma per cosa poi;non pensarai di avere la benedizione del Signore? Al limite ” un bravo Alessio”!Se ti accontenti di così poco,non farai di certo molta strada da politico,ma più ancora da cattolico.

    Si spera, che questo neo sindaco,non si limiti solo
    all’esposizione del Crocifisso……

    Rispondi
    • #Daniela   24 giugno 2016 at 3:12 pm

      Scusi signora Maria, ma cos’avrebbe detto di sbagliato Alessio? O di non vero?

      Rispondi
      • #Alessio   24 giugno 2016 at 10:02 pm

        Cara Daniela,

        la Sciura scrive tanto per scrivere, è diventata la nostra macchietta e ne è felice, ci tiene molto a fare la parte della Fantozzi della situazione.
        È grottesco quando prova a darmi torto, non ci riuscirebbe nemmeno se avessi sei anni.

        Rispondi
    • #Alessio   24 giugno 2016 at 9:59 pm

      Dunque, Sciura :

      1- Dico cose non vere? Allora riportami il caso in cui Bergoglio o uno dei suoi abbia esortato ad esporre pubblicamente simboli cristiani.

      2- La benedizione del Signore non sei certo tu a deciderla, ed ancor meno il tuo capo apostata.

      3- Amici e camerati non troppo svegli… tu invece sì che sei una vera volpe!

      4- Non ho la benchè minima ambizione politica, e quanto alle mie ambizioni di cattolico non spetta certo ad una non cattolica (in quanto modernista) darmi pareri.

      5- Infatti, speriamo che questo sindaco non si limiti all’esposizione della Croce. Per esempio, speriamo che dia addosso il più possibile agli invasori islamici ed ai sodomiti… tutti amichetti di voi modernisti.

      Rispondi
  11. #Maria   24 giugno 2016 at 11:17 pm

    Alessio caro,la bella notizia del neo eletto sindaco di Trieste nel rimettere il Crocifisso in Municipio ci ha resi tutti felici.

    Non servivano altri commenti……in aggiunta.

    La mia impressione e’: che tu parli o per sentito dire o perché d’obbligo dire qualcosa.

    Se tu seguissi maggiormente gli incontri,con ” apertura di cuore”,capiresti molto piu questo Bergy come tu lo chiami.
    Il fatto sta caro,che neanche davanti ad un evidenza di cose ammetteresti la verità.
    Dimmi se il Papa può dire esplicitamente di esporre il Crocifisso in ambienti pubblici. Il sindaco lo ha fatto perché, il messaggio di cosa doverosa da parte di un cattolico gli è arrivato chiaro.Non viviamo ancora sotto dittatura. Siamo liberi di vivere il nostro credo.
    Ovviamente non è sufficiente per essere cristiani esporre simboli di fede,in questo caso il Crocifisso! Sarebbe ben poca cosa.

    Il Signore benedice sempre chi vuole essere uniti nel Suo Nome; no di certo quando ci si scanna a vicenda.

    Come in qualsiasi altra parte ci sono,purtroppo,io li chiamo fratelli tu camerati,alle prime esperienza; per questi bisogna avere maggior sensibilità nel comunicare con loro e,credi a me,e’ facile essere portati a “imporre “le nostre idee anche fossero buone,ovviamente sbagliado

    Be! Diciamo che,in quanto ambizione politica,non sai proprio nasconderla.Non è per niente sbagliato questo.

    Alessio io non mi ritengo “modernista” lontana da te perche’ sei ” tradizionalista”.Siamo cristiani cattolici.Sotto questa unica bandiera,senza dubbio,il Signore ci darà la Sua Santa Benedizione.

    Rispondi
    • #Alessio   25 giugno 2016 at 12:03 am

      Dunque, Sciura :

      1- Se c’è qualcuno che parla per sentito dire qua sei solo tu. Per di più con estrema ignoranza e per sentito dire da apostati.
      Ed io non ho alcun obbligo, faccio e dico solo quello che voglio.

      2- Seguire Bergy? No grazie, le sue eresie mi danno
      il voltastomaco.
      Da parte di un Papa dire di esporre la Croce è un DOVERE, ma logicamente da parte di un infiltrato massone impostore non lo è.

      3- Spiacente, come seguace d’un eretico (e dei peggiori) tu non sei cattolica. Poi datti pure la definizione che ti pare.
      Tralaltro “fratelli” non significa “camerati”.

      4- Com’era evidente, non hai saputo indicarmi cos’avrei detto di non vero.

      Dal momento che non sei minimamente all’altezza, sarebbe saggio che mollassi.

      Rispondi
  12. #Maria   25 giugno 2016 at 12:18 am

    Ma come Alessio,non hai detto che sono la vostra macchietta e che ne sono felice. Hai ragione siamo in due a divertirci e divertire; io perché ci tengo a fare Fantozzi e tu a darmi corda perché ti ci trovi bene.Mica male pero’ Non arrabbiarti….. Buona notte!

    Rispondi
    • #Alessio   25 giugno 2016 at 1:08 am

      Ti do corda perchè tra una comunicazione e l’altra (skype e whatsapp) mi annoio, ma mi servono per seguire determinate attività. Quindi avendo bisogno di stare connesso tanto vale intrattenersi.
      Fare Fantozzi… se proprio ci tieni, a me non sembra una gran scelta (consapevole) ma i gusti son gusti…
      Buonanotte anche a te.

      Rispondi
    • #Giuliano   26 giugno 2016 at 4:08 pm

      cara Maria e Alessio perchè non vi unite in una preghiera per il prossimo.? Alessio ho stima di te ma ti prego non insistere piu sulle eresie del Papa, anche se piu il tempo passa piu ti da ragione sull’argomento ricorda non sta a noi giudicare. Buona vita a tutti e due con la Benedizione del Signore

      Rispondi
      • #Alessio   5 luglio 2016 at 9:50 am

        Caro Giuliano,

        non sto giudicando Bergy da un mio punto di vista, ma alla luce della Tradizione, quindi il giudizio è legittimo.
        Anche perchè per evitare di ammettere l’evidenza quando si manifesta lampante davanti agli occhi bisogna proprio voler spegnere il cervello a tutti i costi, e questo proprio non mi riesce come non riesce ad altri.

        Grazie, un saluto.

        Rispondi
  13. #Piero Vassallo   5 luglio 2016 at 1:10 am

    finalmente un politico che si comporta da vero uomo!

    Rispondi
  14. #Maria   5 luglio 2016 at 10:14 am

    Piero Vassallo
    veramente un vero uomo,che sa riconoscere come deve comportarsi un vero politico……

    Giuliano
    magari s’incominciasse a unirsi insieme per pregare,visto le tante cose che succedono nel mondo.
    Io faccio parte di un sito di sole preghiere per tutte le persone che hanno bisogno del sostegno del Signore .

    Rispondi
  15. #Gianfranco   16 agosto 2016 at 5:02 pm

    Con la sua decisione, il sindaco triestino entusiasma alcuni e deprime altri (i soliti, anticlericali, sinistronzi-magna e nega ). Dal provvedimento emergono saggezza e buonsenso e, come scrive una lettrice, Trieste ai triestini. Tutto il resto è fuffa.

    Rispondi

Rispondi