Il sacrificio di Rouen e Bergoglio

comunismoislam_600X220_90_C

 

di Martino Mora

 

Cos’ è davvero successo a Rouen? La morte di un prete sgozzato come un agnello al sacrificio, davanti a un altare e al crocifisso su quell’altare, è qualcosa che ci riporta violentemente al senso del sacro, anche se di un sacro rovesciato, arcaico, probabilmente diabolico. L’uomo di Dio, il consacrato che amministra i Sacramenti, che ci ripropone a ogni Messa il sacrificio del Cristo, viene a sua volta sacrificato, sgozzato, davanti al suo altare.

E’ il ritorno del sacrificio umano, per giunta all’interno dello spazio dove si ricompie ogni volta il Sacrificio per eccellenza. E’ stata una profanazione assoluta. C’è qualcosa di demoniaco nell’uccisione di qualsiasi persona innocente, ma qui c’è di più: assistiamo all’irrompere del sacro rovesciato e quindi diabolico – il sacrificio umano – avente come vittima un sacerdote cristiano, attraverso un macabro rituale  E’ stata l’epifania  di una sacralità malevola, arcaica, violenta e oscura nel tempio di Cristo.

Al di là della sua volontà, l’anziano sacerdote è stato immolato come il suo Signore, è divenuto Agnello sacrificale come il Cristo. Tutto questo non può essere compreso che con categorie religiose: solo così possiamo interpretare il fatto di Rouen nella sua essenza, come l’aggressione di una concezione malevola, distruttiva, violenta,inquietante e deviata del sacro ai danni del sacro cristiano. In odio al sacro cristiano.

Da questo punto di vista è quindi una guerra tra religioni, anche se solo una delle due ha dichiarato guerra all’altra. La religione salafita dell’ISIS è diabolica, e non può che essere  necessariamente antagonista della vera religione, anche se quest’ultima si trova nel momento di crisi probabilmente più grande della sua bimillenaria storia. Quello che sconcerta, infatti, è l’incapacità del clero, ai suoi più alti livelli, di comprendere qual è la vera posta in gioco. E la sua incapacità di interpretare, secondo categorie religiose. quanto avvenuto. Questo conferma  che siamo nella più grave di tutte le crisi affrontate storicamente dal cattolicesimo. Se i capi della Chiesa cattolica  non sanno più interpretare con categorie cattoliche  un attacco di questo tipo, significa che si sono completamente secolarizzati. Ragionano come burocrati laici mondanizzati. Da qui le parole intrise di materialismo economicista di Bergoglio, incapace di comprendere l’epifania del sacro rovesciato contro la fede cristiana.

“C’è guerra per interessi, soldi, risorse della natura, per il dominio sui popoli questi sono i motivi. Qualcuno parla di guerra di religione, ma tutte le religioni vogliono la pace. La guerra la vogliono gli altri, capito?”, ha detto, rispondendo a un giornalista, sull’aereo che lo portava a Cracovia. Bergoglio è un vecchio socialista. Secondo lui  le guerre si fanno solo per soldi e per interesse. A suo dire, se si uccide in nome di  una religione in realtà lo si fa per interessi occulti ma assai concreti, quantificabili, che vi stanno dietro. Non può e non vuole capire il Sacrificio di Rouen, l’epifania di un sacro rovesciato, diabolico, nel tempio di Cristo. Per Bergoglio esiste solo l’homo oeconomicus. E’ l’utile e soltanto l’utile che muove l’uomo. E il Dio denaro. Così sembra confondere L’ISIS con Goldman Sachs e la mentalità dei fanatici dell’ islamismo con la quella  borghese e capitalista. Non capisce che chi si fa saltare in aria per una causa non ragiona come un finanziere e nemmeno come un mercante o un consumatore. Il terrorista islamico è disposto a immolare se stesso pur di uccidere più persone possibile. L’idea del vantaggio materiale gli è estranea.

Se Goldman Sachs e J P Morgan appoggiano ignobilmente la guerrafondaia Clinton è evidente che hanno il loro interesse a farlo, ma il terrorista che uccide sapendo di essere ucciso non è mosso certo da motivazioni economiche. Però Bergoglio,  mondialista e socialista (qualcuno ricorderà anche il suo entusiasmo pubblicamente espresso per il Cristo inchiodato su falce e martello regalatogli dal presidente boliviano Morales)  non lo capisce, La sua visione dell’uomo è amputata e unilaterale. Anche quando condanna giustamente l’idolatria del denaro, lo fa per denunciare le diseguaglianze, le ingiustizie sociali, ma mai in nome di esigenze non materiali, mai in nome della dimensione spirituale e trascendente così presente nell’evangelica condanna di Mammona. Così Bergoglio dimostra di essere altrettanto invischiato nel primato dei valori economici di quel capitale globale che pure a parole condanna (e che non a caso ne sostiene l’opera desacralizzante tramite l’entusiastico sostegno dei mass media). Non può capire ciò che è successo realmente a Rouen.

 

 

 

31 Commenti a "Il sacrificio di Rouen e Bergoglio"

  1. #bbruno   29 luglio 2016 at 3:49 pm

    ma piantiamola col fare di questo prete un martire delle vera fede, un simbolo del sacro violato: è una vittima del tradimento della vera fede da lui stesso ostinatamente perpetrato. Non immolava nessun Gesù Cristo nella sua messa bastarda che nega la stessa idea del sacrificio di Cristo, ma con la scusa di quella messinscena, nella finzione blasfema di quella messa, diffondeva il veleno della bontà di ogni religione, quindi dell’ inutilità del sacrificio di Cristo, del ‘siamo tutti figli di Dio’ , ‘aspetta che ti dò il mio terreno, così costruirai il tuo luogo di preghiera al tuo dio, che è lo stesso dio mio’, ma che importa se poi questo dio comanda di uccidere, dio di pace certamente, anche se quella pace la porta sulla lama del coltello… Quella pace che è il dono garantito del caravanserraglio delle religioni tutte, come ci assicura – SEMPRE IN VOLO SU UN AEREO – il ‘papa’ gaglioffo e criminale, servo di Soros e di Morgan e di Goldman Sachs e ora della Clinton, che tutti insieme vogliono l’annienatmento della fede cristiana, anche della stessa parvenza dell’ idea cristiana, e quindi l’ annientamento dei ‘nostri’ popoli, che devono suicidarsi per fare posto alle orde nere e mussulmane che noi raccattiamo, per ordine di quelli, da ogni lido e da ogni punto cardinale …

  2. #Maria   29 luglio 2016 at 5:14 pm

    Come possono le religioni non avere lo stesso obbiettivo: il Sommo Bene. Com’è possibile pensare di conquistarlo con la guerra; e se si dovesse vincere cosa succederebbe poi? Cosa avremo conquistato? la pace del cuore per aver eliminato gli infedeli o soffocato fedi diverse dalla nostra ? Avremo qualche merito presso Dio? Ma è assurdo solo pensarlo!
    Le guerre si fanno per ben altri motivi:non certo per quelli religiosi.
    Questi poveri imbecilli criminali,omicidi e suicidi,sono strumenti nelle mani di chi hanno obbiettivi molto più concreti da difendere.
    Non cadiamo anche noi nella trappola di farci credere questo.
    L’articolo non mi è piaciuto per niente.

    • #jeannedarc   29 luglio 2016 at 10:52 pm

      beh, in genere uno dei meriti presso Dio è di averne difeso i diritti a fronte di false dottrine. non è chiaramente questo il caso del jihad islamico, essendo l’islam una falsa dottrina, però è invece questa la radice della ragionevolezza e doverosità della repressione delle eresie e della cattolicità dello Stato e della Costituzione.

      • #Ale   29 luglio 2016 at 11:07 pm

        E’ inutile rispondere alla sig.ra Maria. Questa signora, pur riempiendosi la bocca di parole melliflue esaltanti la libertà di esprimere e veicolare indiscriminatamente la propria opinione(in quanto non vi sarebbe, sempre secondo la candida signora, una Verità assoluta da professare e difendere), si guarda bene dal mettere in discussione le proprie deliranti assurde certezze, anche laddove vengono dalla Chiesa palesemente, perentoriamente e definitivamente sconfessate o addirittura anatematizzate! E’ stata corretta n’infinità di volte: non ne vuole sapere perciò si arrangi e si prepari a pagare le conseguenze della sua ostinazione nell’errore!

    • #Martino Mora   29 luglio 2016 at 11:37 pm

      Cara Maria, se l’articolo non ti è piaciuto non fa niente, ma ti pregherei di non mettermi in bocca parole che non ho scritto. Non ho invitato a uccidere “infedeli”. Grazie.

  3. #Riccardo   29 luglio 2016 at 9:41 pm

    Cosa dice il Vangelo di quelli come Bergoglio? Dice che è meglio che si leghino una macina da mulino al collo e si gettino nel mare.

    • #bbruno   30 luglio 2016 at 8:28 am

      sì, Riccardo, questo è il vero senso delle parole di Gesù. I ‘piccoli’ da non scandalizzare sono i credenti in Lui: il Sembra-Papa odia Cristo e i credenti in Cristo e, e da ‘sembra’ quello che non è, fa di tutto per togliere di mezzo i credenti in Cristo, in combutta coi con i Signori del Mondo citati nell’aticolo: “il mondo odia me e odierà voi”… Certo, se per quelli che scandalizzano, meglio sarebbe che si buttassero con macina al collo nel mare, allora il giudizio di Dio su di loro è davvero terribile… Bergoglio, sai cosa fare…

      • #Riccardo   30 luglio 2016 at 12:15 pm

        Caro Bruno,
        se un uomo qualunque dice una sciocchezza non succede nulla. Se la sciocchezza la dice l’argentino che accade? Accade che influenza negativamente miliardi di persone. Il fatto è gravissimo perchè non sbaglia solo lui ma fa sbagliare anche gli altri.

  4. #Maria   29 luglio 2016 at 11:41 pm

    Riccardo
    Quello che dice,e’ un giudizio malevolo alla persona,che porta il nome Bergoglio; visto che non lo considera papa,
    questo suo contributo non lo avrei reso pubblico.
    Si può parlare di molte cose che si pensano o che si crede,ma la cosa primaria in assoluto,il rispetto ,specialmente da parte di persone che si considerano i cattoliche; a meno che,ne conoscono solo la teoria,e niente della messa in pratica.
    Non gareggiamo al ribasso in espressioni poco simpatiche: non ci garantiscono per niente il paradiso……

    • #bbruno   30 luglio 2016 at 8:36 am

      oh questa ortolana esaltata, la cui sicumera è pari alla sua ignoranza, non la smette di di giudicare i commenti da non pubblicare. Un consiglio alla redazione: assumetela nel vostro organico, e lasciatele l’ultima parola…

    • #Ale   30 luglio 2016 at 11:14 am

      Quella che manca di rispetto a tutti sei tu! E’ irrispettoso da parte tua commentare e giudicare gli articolo di un blog cattolico senza essere manco cattolica e senza sapere e voler sapere nulla di cattolicesimo. Sii onesta con te stessa, presentati come una pagana, quale hai sempre. oltretutto fieramente, dimostrato di essere fino ad ora!

  5. #Maria   30 luglio 2016 at 12:23 am

    Jeannedarc
    merito primario verso Dio: difesa dei diritti umani,sebbene persone di cultura e fedi diverse.l’uomo,in assoluto,occupa il primo posto.Tutto il resto e’ di secondaria importanza.Le false dottrine sono relative alle nostre,che consideriamo vere.Il problema potrebbe essere anche capovolto,non venendo così, mai a capo di nulla.

    Il terrorismo,da qualunque parte provenga,non ha nulla a che vedere,a mio avviso,con quanto detto sopra.Rientra in un altro capitolo.

    • #Ale   30 luglio 2016 at 11:20 am

      Ormai non ha più senso neanche correggerti! Merito primario presso Dio sarebbe la difesa dei diritti umani??? L’uomo e i suoi disordinati appetiti occuperebbero il primo posto??? Le false dottrina sarebbero relative alle nostre che consideriamo vere??? Ma l’hai mai preso, anche solo per sbaglio, in mano un Catechismo?

    • #jeannedarc   30 luglio 2016 at 12:01 pm

      gentile Maria, purtroppo dire “merito primario verso Dio: difesa dei diritti umani,sebbene persone di cultura e fedi diverse.l’uomo,in assoluto,occupa il primo posto” è quanto di più distante dal cattolicesimo esista. pregheremo perché lei si converta: ne ha un gran bisogno.

      • #lister   30 luglio 2016 at 5:56 pm

        L’ho già scritto altrove: fate tacere questa bestemmiatrice!!
        Fate in modo che non sporchi più questo Sito Cattolico con le sue blasfemie: si converta, prima.

  6. #Pierino   30 luglio 2016 at 8:31 am

    Per bbruno, per maria: ma per chi compie quegli atti poco conta di eliminare un modernista o un sedevacantista. Per chi ha compiuto il Crimine del menzognero e allo stesso menzognero poco interessa. e un po’ come per noi riconoscere tutte le sette di cui loro fanno parte.
    Infatti Maria che dice che questi barbari sono strumenti in mani di altri cioè di chi tira i fili è vero. Non è vero che invece che tutte le religni cercano la pace, che è NSGC. Magari cer ano una pace umana che si può raggiungere con qualsiasi mezzo anche la grra che non viene riconosciuta da OMISSIS.
    E salute a tutti meno livore e più preghiera.
    Pierino

  7. #Maria   30 luglio 2016 at 2:52 pm

    Pierino
    la nostra religione Cristiana Cattolica non è conforme a nessu’altra.Essa ci viene ad insegnare l’amore per ogni persona,in forza all’Amore che Dio Padre ha per ognuno di noi.Per ogni altra l’obiettivo dev’essere per forza il raggiungimento a una pace interiore; se questa venisse a mancare verrebbe pretesa dagli altri a proprio tornaconto.
    Dove non c’è pace nel cuore.non c’è amore ; quindi,con facilità si fa strada la diffidenza e nella peggior dei casi l’odio.E questo,Pierino,può essere il percorso che potrebbe fare ogni persona dentro ad un credo religioso pure insegnando l’amore a Dio e a tutti i suoi figli nostri fratelli.
    Ma secondo lei pensa che Satana lo permetta? È un personaggio losco ma intelligente che, se non fossimo salvaguardati dall’amore del Padre,non potremmo fargli affronto.Noi siamo come bambini bisognosi di protezione.
    Le nostre preghiere a Lui volte saranno per un aiuto a combattere ” il maledetto ” che con incredibile capacità si potrebbe insidiare sotto forme diverse in ognuno di noi: senza accorgesene per quanto capiamo le cose.Triste ma vero.

  8. #Maria   30 luglio 2016 at 3:10 pm

    Jeannedarc
    la ringrazio per le preghiere.Chi non ne ha bisogno.Nella famiglia virtuale da dove provvengo,” la preghiera del cristiano,” per ogni richiesta, e’ la cosa primaria di cui ognuno deve al fratello e, chiederla per se stesso.
    “Quando due o più sono riuniti nel mio nome,io sono in mezzo a loro”: le sembra poco!

    • #Ale   30 luglio 2016 at 3:17 pm

      Dalla famiglia e aggiunga dalla chiesa virtuali dalle quali provengo! Perché lei, in quanto eretica notoria, attualmente NON fa parte della Santa Chiesa Cattolica, se lo metta bene in testa prima di sciorinare altre fandonie ed aggravare ulteriormente la sua posizione dinanzi a Dio!

  9. #Maria   30 luglio 2016 at 3:20 pm

    Ale
    ho insegnato catechismo,pure i miei figli.

    • #lister   30 luglio 2016 at 6:03 pm

      Considerato che è questo il suo catechismo, poveri ragazzini: eretici pure loro!

    • #Ale   30 luglio 2016 at 7:32 pm

      Che Dio e i loro rispettivi angeli custodi li assistano, poveri loro!

  10. #Maria   30 luglio 2016 at 11:19 pm

    Ma scusate,proprio non riesco a capirvi; cosa dico di tanto brutto,intollerante,peccaminoso da meritare,detto da qualcuno di voi,la scomunica.Se voi siete dei tradizionalisti, che c’è di male?Se questo e’ il vostro credo, ci sarà un motivo.Io non posso e non devo entrare ,nel vostro vissuto per giudicarvi per le vostre scelte fatte Chi dice che voi siete nell’errore e io nella verità o viceversa? Il Signore! L’unica cosa che avrei da dire e’,che noto un po’ la mancanza di rispetto verso chi non la pensa come voi ( non tutti )al di fuori della vostra linea di pensiero,che a dirla tutta non ho mai sentito nessuno parlare cosii nell’ambiente che frequento.Posso pensare poi che nella realtà non siete per niente ciò che sembrate; se cosi non fosse,si può tranquillamente dire, che le parole mortificanti sono bastonate per non dir di peggio; pertanto,io me ne guarderei dal perseguire questo stile non tanto usato dal mondo cattolico…..che ben si dica.

    • #Ale   31 luglio 2016 at 12:40 am

      Ma tu fai uso di sostanze stupefacenti??? Coltivi anche cannabis nel tuo orto??? No perché io francamente non so davvero più cosa pensare! Siamo a livelli da neurodeliri!

      • #Ale   31 luglio 2016 at 12:54 am

        PS: tu non meriti la scomunica, tu già sei incorsa nella scomunica latae sententiae! Quindi non si sta scherzando: TU NON FAI PARTE DELLA CHIESA se davvero pensi e sei convinta di quello che vai dicendo; io fossi in te mi preoccuperei e non poco!

        Alla gentile Redazione: vi supplico non pubblicate più i commenti di questa ostinata eretica! Lei pensa che sia tutto un gioco. Fate in modo che capisca che si tratta di un affare serissimo: censuratela e non permettetele più di infestare questo blog con le sue blasfemie. Qualsiasi suo commento sia censurato, agli scomunicati non si deve permettere di diffondere i loro errori neanche per scherzo! Non approvo per nulla il trattamento che le avete riservato fino ad ora: merita per il suo bene di essere ammonita efficacemente!

        • #Isidoro   31 luglio 2016 at 1:45 am

          Stiamo valutando, se viene confermato il fatto che si tratta di un troll verrà bannata. Nel frattempo calmiamoci tutti, grazie.

  11. #Ale   31 luglio 2016 at 12:39 am

    Ma tu fai uso di sostanze stupefacenti??? Coltivi anche cannabis nel tuo orto??? No perché io francamente non so davvero più cosa pensare! Siamo a livelli da neurodeliri!

  12. #Maria   31 luglio 2016 at 6:37 am

    Signor Isidoro
    Sono una donna anziana,la mia vita e’ stata all’insegna dell’onesta’ e rispetto assoluto per tutti,indipendentemente che fossero cristiani o atei.Credo nei valori forti della famiglia dello stato e della mia religione cattolica.non potrei essere diversa da quello che sono; il Signore ha sempre ” convalidato” ogni buona scelta del mio vivere. Mi trovo bene con tutti perché da tutti ho avuto modo di imparare. Pertanto non ho nulla da insegnare a nessuno se non quello di condividere con altri credenti quello che Gesù ci ha insegnato. Le diversità interpretative della Parola potrebbero creare difficoltà per un confronto; ma tenendo sempre fermo la frase che io ritengo la più importante” Amatevi gli uni gli altri come io vi amo “. Sono convinta che tutti stiamo facendo del nostro meglio.Sara’poi Dio il Supremo Giudice: ” un giudice buono e misericordioso ”
    Un saluto
    Adesso devo correre ,per me e già tardi per raccogliere le verdure del mio adorato orto.

    • #jeannedarc   31 luglio 2016 at 11:15 am

      Non funziona così.

  13. #Pierino   31 luglio 2016 at 8:28 am

    Per Maria: certo che in questo blog trovi dei cattolici con la C maiuscola. Non puoi avendo capito, continuare con certe tiritere, molti anche duramente ti hanno fatto capire che anche tu come tanti non segui più la dottrina cattolica. Ma questo non è colpa tua ma 50 anni e più di lento declino della dottrina verso altro per i motivi ampiamente spiegati …cvii etc. Ora la pace interiore di cui parlano gli altri credi è una interpretazione tua o di qualche “manovratore” che vuole fare finta che tutto va bene. Purtroppo non è così i falsi credi proprio perché falsi non appartengono alla Verità, non hanno nulla di buono, anzi no anno tanto buono ma contengono piccoli errori, difetti, che rendono il tutto peggio di credi dichiaratamente cattivi. Es sfido chiunque a professare il satanismo, e ce ne sono tanti che lo fanno, ma è più subdolo, far credere che una cosa sia buona invece contiene veleno. Questo per quanto riguarda i fatti di cui si tratta nell’articolo. Ma lo stesso vale per la situazione in cui ti trovi, magari le cose che dici sono anche condivisibili in parte ma nell’altra c’è veleno che fai difficoltà a riconoscere perché sei stata educata ad un certo modo. Cerca dei buoni sacerdoti conformi alla tradizione e chiedi loro spiegazioni avranno piacere di farti comprendere anche con pazienza. È difficile in principio ma con la ragione e soprattutto la recita delle preghiere del rosario riceverai la grazia necessaria

  14. #stefano   4 agosto 2016 at 11:28 am

    Vorrei segnslarvi un ottimo articolo sullo stesso tema… cristo è venuto per rendere testimonianza alla verità…su lapulzellaonline