L’ignoranza di Galantino smentita non solo dalla Bibbia ma anche dalla scienza: Sodoma (probabilmente) distrutta da un asteroide

 

La distruzione di Sodoma e Gomorra (dipinto di John Martin del 1852)
La distruzione di Sodoma e Gomorra (dipinto di John Martin del 1852)

Le dichiarazioni di Galantino non meritano particolare commento. Parola a Bibbia e scienza [RS]

Da Genesi 19:

Abramo andò di buon mattino al luogo dove si era fermato davanti al Signore; contemplò dall’alto Sòdoma e Gomorra e tutta la distesa della valle e vide che un fumo saliva dalla terra, come il fumo di una fornace. Così, quando Dio distrusse le città della valle, Dio si ricordò di Abramo e fece sfuggire Lot alla catastrofe, mentre distruggeva le città nelle quali Lot aveva abitato.

Da La Stampa, Mario Baudino, 28 marzo 2013:

Una tavoletta svela il segreto: “Sulla mitica città una palla di fuoco potente come quattro atomiche”

E’ stato un asteroide a distruggere Sodoma e Gomorra, o almeno a dare origine alla storia biblica che riguarda le due città punite per i comportamenti sessuali piuttosto disinibiti degli abitanti. Com’è noto, alcuni di loro fecero minacciose profferte agli angeli del Signore mandati ad ammonirli, e per passare a vie di fatto fracassarono l’ingresso della casa di Lot, l’unico giusto che aveva accolti i messaggeri. L’impresa com’è ovvio non riuscì, e la punizione celeste si abbatté come un maglio, spianando col fuoco non solo le due città ma anche altri tre centri che insieme ad esse costituivano la Pentapoli. Non sapremo mai se questa sia la vera storia, ma ora la spaventosa scena è stata estratta dal tempo immemoriale del racconto biblico e ha una data precisa nel nostro calendario: il 29 giugno 3123 a. C., poco prima dell’alba.

L’hanno calcolata due scienziati inglesi, Alan Bond (membro di un centro ricerche di Abingdon) e Mark Hempsell, dell’Università di Bristol, partendo da una tavoletta sumera conservata al British Museum. I risultati delle loro ricerche sono stati pubblicati nel libro A sumerian observation of the Köfels’s impact event (Un’osservazione sumera dell’impatto di Köfels). Che sarà mai Köfels? I geologi lo sanno bene. E’ una località dell’Austria, dove è noto che un’intera montagna venne spianata dall’impatto di un asteroide, evento apocalittico e non tramandato. Köfels ha però uno stretto rapporto con Sodoma e Gomorra. Proprio decrittando la tavoletta, che è una copia risalente al 700 a. C. della descrizione del cielo fatta da un astronomo sumero, i due scienziati hanno ricostruito i cieli del mondo come li aveva visti il loro antico predecessore nella notte fatale quando assistette a qualcosa di immenso: un grande oggetto luminoso che attraversava l’atmosfera a folle velocità da est a ovest.

Andava a Köfels, e stava per innescare un apocalittico bigliardo. Secondo questa ricostruzione (che pure non è accettata in blocco dalla comunità scientifica) l’asteroide si disintegrò sull’Austria, e una palla di fuoco da 800 milioni di tonnellate si abbattè sulla montagna, distruggendola. L’enorme potenza liberata fece rimbalzare un pennacchio di fuoco che risalì a 900 chilometri di altezza e rifece il cammino al contrario, rientrando nell’atmosfera sull’Egitto e scaricando sulla Pentapoli qualcosa come l’equivalente di quattro bombe atomiche ad altissimo potenziale. Così finirono Sodoma e Gomorra, e iniziò il mito dei peccatori sfrontati. Quanto agli abitanti della zona di Köfels non se ne sa nulla. Forse non ce n’erano. Forse erano pochissimi. In tal caso sarebbero nella nostra lunga storia le prime vittime di un danno collaterale. Proprio come le figlie di Lot, offerte agli assalitori pur di salvare gli angeli. Per loro fortuna i sodomiti non erano interessati.

9 Commenti a "L’ignoranza di Galantino smentita non solo dalla Bibbia ma anche dalla scienza: Sodoma (probabilmente) distrutta da un asteroide"

  1. Pingback: Galantino e il mistero di Sodoma | Mirabilissimo100's Weblog

  2. #AICI   31 luglio 2016 at 2:26 pm

    Probabilmente NO dato che La Stampa non è superiore alla Bibbia che dice:I due angeli”dissero allora a Lot: “Chi hai ancora qui? Il genero, i tuoi figli, le tue figlie e quanti hai in città, falli uscire da questo luogo. Perché noi stiamo per distruggere questo luogo: il grido innalzato contro di loro davanti al Signore è grande e il Signore ci ha mandato a distruggerli”. “

    • #bbruno   31 luglio 2016 at 6:56 pm

      dietro a questo modo di considerare i racconti della Bibbia, sta la concezione che la Bibbia è un libro privo di valore, sia sul piano storico e scientifico e, ora, anche sul piano della verità teologica e morale….difatti ora proclamiamo tranquillamente la molteplicità degli dei, o l’assenza divina, contro i primi tre comandamenti, e la bontà di qualsiasi ozpione morale, contro gli altri comandamenti, e per finire, l’inutilità assoluta della Redenzione di Cristo, se tutti gli uomimi, per il fatto di essere tali, sono salvi. ( E questa domenica e la prossima abbiamo e avremo la rappresentazione plastica di questo tradimento della fede biblica, nella messinscena della comune preghiera tra mussulmani e (sedicenti) cristiani….che solo poteva essere partorita dalle menti criminali di chi si proclama pastore del gregge di Dio, e subìta da un gregge letteralmente impecorito……

  3. #Catholicus   31 luglio 2016 at 2:50 pm

    Scusate, qualcuno potrebbe citarmi la fonte del passo biblico che dice “guai ai pastori che non vogliono entrare, e che non permettono agli altri di entrare” ? (citazione che “ci azzecca” proprio col fare eretico e depistatore del Galantino) Grazie per la collaborazione e buona domenica

    Rispondi

    • #jeannedarc   31 luglio 2016 at 2:59 pm

      Matteo 23 11-13:

      11 Il più grande tra voi sia vostro servo;
      12 chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato.
      13 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci.

  4. #bbruno   31 luglio 2016 at 3:34 pm

    “Non sapremo mai se questa sia la vera storia”…oh, grande questo giornalista: “non sapremo mai…”, ma intanto affidiamoci a questi due SCIENZIATI inglesi! La Bibbia teniamola per raccontarla ai bambini…Certo che tra il modsernista e il giornalista, io non saprei chi prendere più sul serio, quanto a ‘conoscenza’……

  5. #lister   31 luglio 2016 at 5:03 pm

    Già: anche quella “palla di fuoco” è capitata lì per caso -come è successo con il loro Big Bang- dando, così, “origine alla storia (strano, non ha scritto “storiella”) biblica che riguarda le due città punite per i comportamenti sessuali piuttosto disinibiti (era il 2013: adesso avrebbe scritto “fortemente discriminati”) degli abitanti”?

  6. #AICI   31 luglio 2016 at 5:07 pm

    A Bari oggi l’Imam in cattedrale legge il corano:”per allah siamo tutti uguali”.
    A parte che un apostata non dovrebbe varcare una chiesa cattolica ma già che lo fa[…] da quanto so io uno non battezzato nella fede cattolica non può fare nemmeno le letture sull’altare; questo legge pure il corano! Un politologo mesi fa irriso da tutti l’aveva detto: prima in zone di paesi non centrali si faranno esplodere nelle chiese così la persona pensando che non colpiscono più solo le grandi città non andrà più a messa nel paesiello e poi ci convertiranno….in Italia amiamo il più forte e con i soldi sti qua comprano tutto: guardate come vanno intabarrate con guanti e foulard d’estate le hostess Alitalia!
    E poi tutti uguali…mò chi abbiamo qua il Bergoglio islamico? Uguali un par di ciufoli dato che di religione ven’è una sola!

  7. #Giacomo   1 agosto 2016 at 12:41 pm

    Spero che gli eretici paghino prestissimo