I liberal chiedono il riconteggio dei voti in tre Stati chiave: la presidenza Trump può saltare?

cattura

Notizia di poco fa: la candidata verde Jill Stein sta premendo per il riconteggio in alcuni Stati-chiave in grado di assegnare elettori determinanti per impedire a Trump di diventare presidente.

L’accusa formalizzata da più parti consisterebbe nella denuncia di un possibile intervento hacker russo sul voto elettronico. I sostenitori del riconteggio fanno forza sui numeri del voto popolare che hanno visto in vantaggio la Clinton: uno scenario non troppo diverso da quello della sfida Bush-Gore del 2000.

 

 

 

18 Commenti a "I liberal chiedono il riconteggio dei voti in tre Stati chiave: la presidenza Trump può saltare?"

  1. #Rosa   24 novembre 2016 at 5:16 pm

    I sinistri a perdere non ci stanno mai. Stiano attenti, perché ci sono prove di brogli a favore della Clinton.
    PS: notare il cognome della “verde” che chiede il ricomteggio.

    Rispondi
    • #lister   24 novembre 2016 at 7:27 pm

      Jewish? 😀

      Rispondi
  2. #bbruno   24 novembre 2016 at 7:34 pm

    l’ha deciso Soros e combriccola alla riunione in quell’albergo di gran lusso…vedi politico.com.

    Rispondi
  3. #Alessio   24 novembre 2016 at 7:52 pm

    Ma va là! Non sanno proprio più cosa inventarsi, mi deluderebbe molto se il vecchio Trump perdesse tempo a rispondere a queste scempiaggini.
    Il coltello dalla parte del manico, anzi, l’M16 dalla parte del calcio ce l’ha lui, no? E allora…!

    Rispondi
  4. #Gaspare   24 novembre 2016 at 9:05 pm

    jill stein è sospettata di essere un’altra burrattina di soros,le politiche sono le stesse della clinton,una forma di alternativa new age più avanzata

    Rispondi
    • #Alessio   25 novembre 2016 at 10:27 am

      Sospettata? Perchè, c’è anche il sospetto che non lo sia?
      E Soros a sua volta, è il fantoccio dei vertici del NWO, ossia Rotschild & co.
      Pensa un po’ che Donald, come presidente, potrebbe farsi di loro un sol boccone.

      Rispondi
  5. #Catholicus   24 novembre 2016 at 10:11 pm

    Penso proprio che, con o senza Donald Trump (io spero molto con) l’anno prossimo ci riserverà delle sorprese, molto probabilmente negative per Bergoglio e la sua cricca, come pure per la satanica UE e per la massoneria in generale, che ordisce e trama nell’ombra contro la civiltà occidentale cristiana, oggi anche con l’appoggio di un finto papa, usurpatore del soglio petrino, tra l’altro proprio ad un compagno di scuderia. Incomprensibile il comportamento del papa tedesco, che nel 2010 si augurava che i 7 anni mancanti al centenario di Fatima vedessero il trionfo del Cuore Immacolato di Maria SS.ma e poi ha lasciato il posto al peggior papa della storia (cioè a uno che finge di non voler essere chiamato tale, ma che fa un uso tirannico e spietato del potere pontificio). Bergoglio infatti, sia o meno papa legittimo, sta letteralmente demolendo quel poco che rimane di cattolico nella Chiesa di Cristo, minata fin nelle fondamenta da 58 anni di papi modernisti e dal loro diabolico CV II. Di modernisti liberaci, o Madre ! Amen.

    Rispondi
    • #Alessio   25 novembre 2016 at 10:26 am

      Ottimo intervento!

      Rispondi
    • #Gabriele   26 novembre 2016 at 7:33 pm

      Se sia Papa o no… é semplice capirlo e basta una sola parola….swift.

      Rispondi
  6. #Francesco   24 novembre 2016 at 11:33 pm

    Ma cosa vogliono ricontare, la vittoria di Trump è netta, non ci stanno al vento cambiato,

    Rispondi
  7. #miri   25 novembre 2016 at 9:18 am

    caro Catholicus,

    nel 2010 il papa tedesco si sarà pure augurato che i sette anni mancanti al centenario di Fatima vedessero il trionfo del Cuore Immacolato di Maria Santissima,

    MA :

    nel 2011, – raccogliendo l’appello del Santo Padre – (tedesco) , il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, nel rispetto delle competenze delle autorità civili e politiche, intende proporre e condividere la propria riflessione <>.

    Rispondi
    • #lister   25 novembre 2016 at 11:33 am

      miri,
      se metti delle parole tra i segni “maggiore” e “minore”, queste non appaiono nella pubblicazione.
      Non te la prendere con la Redazione. 🙂

      Rispondi
  8. #miri   25 novembre 2016 at 9:21 am

    ai sigg. della redazione:

    cosa significa pubblicare interventi monchi?

    Rispondi
  9. #Alessio   25 novembre 2016 at 10:25 am

    Una cosa è certa! Se fossi io Trump, una volta preso il potere farei un bel repulisti di tutti questi luridi insetti che tramano nell’ombra. Sono convinto che la CIA saprebbe farli sembrare tutti incidenti…

    Rispondi
  10. #lister   25 novembre 2016 at 12:03 pm

    Alessio, dici:
    “Sono convinto che la CIA saprebbe farli sembrare tutti incidenti…”

    Il guaio è che quelli lo fanno per prassi e i Clinton si sono adeguati:
    http://www.theforbiddenknowledge.com/hardtruth/clintonbodycountupdate.htm

    Rispondi
    • #Alessio   25 novembre 2016 at 2:23 pm

      Caro Lister,

      ammetto di non essermi letto tutto l’articolone in Inglese che mi hai passato. Ma tanto il concetto che ho espresso è semplice : se fossi io lo zio Donald, una volta preso il potere, farei in modo che i miei nemici iniziando dall’orrido Soros fossero sistematicamente colpiti da incidenti mortali, in una sorta d’epidemia di sfortuna postelettorale.

      Rispondi
  11. #miri   25 novembre 2016 at 2:33 pm

    sig.Lister, Lei fa parte della redazione?

    E, poi, quale sarebbe il criterio che vieta la pubblicazione di frasi virgolettate perché riprese pari-pari da articoli pubblici ? Nel caso specifico riportati da vatican.va.

    Mi convinco sempre di più che non valga la pena leggervi.

    Rispondi
    • #lister   25 novembre 2016 at 5:40 pm

      Gentile e sempre in…..ta miri,
      io mi sono rivolto a Lei con tutta la cortesia possibile che si possa usare tra lettori dello stesso Blog mentre Lei, ogniqualvolta interviene, lo fa sempre, e dico sempre, con tanto astio: così ora nei miei confronti.
      Io l’ho, ripeto, molto cortesemente, avvertita che, se mette anche una sola parola qualsiasi tra quei simboli -che non sono virgolette-, il Sistema di tutti i Blog non scrive quella parola. E’ il Sistema che lo fa, non la Redazione e non perché l’ha scritta Lei.
      La prossima volta usi le virgolette (terzo tasto in alto a sinistra contemporaneamente al tasto Shift che si trova sopra il tast Ctrl, il primo in basso a sinistra) e vedrà che nessuno le cancellerà il Suo scritto.
      Le chiedo perdono e mi cospargo il capo di cenere (ma non salirò la Scala Santa in ginocchio), se mi sono azzardato, intervenendo al posto della Redazione, a darLe la motivazione per la quale non legge quanto da Lei scritto. Prometto, anzi, che neanche leggerò più i Suoi astiosi interventi.
      Ossequi.

      Rispondi

Rispondi