Cardinal Brandmüller: chi apre alla Comunione agli adulteri è eretico e conduce allo scisma

brandmulller4

In una recente intervista per il quotidiano tedesco Der Spiegel (23 dicembre u.s.) il cardinale Brandmüller uno dei quattro firmatari dei dubia ha rincarato la dose sostenendo: “chi apre alla Comunione agli adulteri è eretico e conduce allo scisma”.

“Wer fortgesetzten Ehebruch und den Empfang der Heiligen Kommunion für vereinbar hält, ist Häretiker und treibt das Schisma voran”

La dichiarazione si colloca sulla scia di quella del Cardinal Burke: ‘se il Papa cade in eresia formale, cessa automaticamente di essere Papa’?

Breve dossier:

20 Commenti a "Cardinal Brandmüller: chi apre alla Comunione agli adulteri è eretico e conduce allo scisma"

  1. #Alessio   27 dicembre 2016 at 2:04 am

    Quella citata è solo una delle innumerevoli eresie del massone infiltrato.

    Non dimentichiamo i suoi spregevoli silenzi riguardo ai cristiani massacrati in Medio Oriente, la sua calcolata debolezza sull’aborto, la sua tacita connivenza verso la sodomia, il suo incondizionato sostegno all’invasione afroislamica (come da piano Kalergi), le sue parole in favore dei peggiori nemici del Cristianesimo, le sue indegne aperture verso i luterani, la sua ostilità a tutto ciò che rappresenta la Tradizione, le sue posizioni politiche filomassoniche (ultima quella in sostegno alla bidellaccia Clinton), le sue pagliacciate riguardo alla Liturgia, i suoi insulti ai cattolici… la lista è ben lunga.
    Ma da qualcosa bisognerà pur cominciare!

    Rispondi
  2. #Diego   27 dicembre 2016 at 5:32 am

    Concordo con te, caro Alessio!
    Brandmuller dovrebbe avere il coraggio di dare apertamente dell’eretico a Bergoglio e di dichiarare nulla la sua autorità!

    Rispondi
  3. #jb Mirabile-caruso   27 dicembre 2016 at 6:27 am

    Cardinale Brandmüller: “chi apre alla Comunione agli adulteri è eretico e conduce
    …………………………………allo scisma”………………………………………………………………

    Sono spiacente dovere osservare che questo tipo di approccio è fondamentalmente erroneo in quanto inerentemente LEGGITTIMATIVO dell’Autorità divina di Bergoglio come Vicario di Cristo. Un errore, questo, che fa il gioco della massoneria che, di fatto, la Chiesa Cattolica MANCA, ancora una volta, di denunciare al mondo come dovrebbe invece fare.

    Chi ha aperto alla Comunione agli adulteri – e chi è la reale autrice di mille altre porcherie nel corso degli ultimi sei decenni – NON è la parte progressista della Chiesa come centinaia di milioni di fedeli ingenuamente credono, ma la massoneria da cui la Chiesa è stata infiltrata, occupata, imbavagliata, intimorita, e che in Suo nome ha parlato ed agito, così “ingannando” l’intera popolazione Cattolica.

    Che i quattro Cardinali Cattolici promotori dei ‘dubia’ – unitamente a tutti gli altri Cattolici Autentici, consacrati e laici – prendano coraggiosamente atto di quanto realmente avvenuto in seno alla Chiesa, nella consapevolezza che solo accettando e dicendo la VERITÀ noi possiamo contribuire acché la Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana ritorni ad essere la LUCE di cui un mondo smarrito nel buio fitto delle menzogne massoniche ha disperatamente bisogno.

    Che la Verità sia detta! Anche al costo di subire, per un momento, l’arma del ridicolo a cui il nemico certamente ricorrerà.

    Rispondi
    • #Alessio   27 dicembre 2016 at 12:13 pm

      “Sono spiacente dovere osservare che questo tipo di approccio è fondamentalmente erroneo in quanto inerentemente LEGGITTIMATIVO dell’Autorità divina di Bergoglio come Vicario di Cristo.”
      Vero, ma purtroppo bisogna giocare con le carte che si hanno in mano. Dire che l’impostore di Santa Marta non è un Papa non porta a nulla, attaccandolo sulla base di evidenti eresie forse una minima possibilità di ottenere qualcosa si può anche avere.
      Anche l’attuale “governo” italiano andrebbe abbattuto con un colpo di Stato, al termine del quale tutti i massoni andrebbero fucilati, ma non essendo possibile tanto vale sperare di andare alle elezioni e poi votare più a destra possibile (io caldeggio Forza Nuova).

      “Che la Verità sia detta! Anche al costo di subire, per un momento, l’arma del ridicolo a cui il nemico certamente ricorrerà.”
      Non sarebbe per un momento, sarebbe così e basta. La Verità detta tanto per dirla non serve a granchè, e lo scopo non è dirla ma ottenere un risultato pratico.

      Rispondi
      • #jb Mirabile-caruso   27 dicembre 2016 at 7:32 pm

        Alessio: “Vero, ma purtroppo bisogna giocare con le carte che si hanno in mano”…..

        Queste sono le carte che ci sono state messe in mano dalla massoneria!

        Se io fossi un massone di alto grado non potrei non compiacermi con il Suo pensiero e con l’azione dei quattro Cardinali dei ‘dubia’. Dico ciò senza ironia, ma solo per esplicitare i mio più assoluto dissenso.

        Il silenzio osservato religiosamente dalla Chiesa negli ultimi sei decenni ha fatto pienamente il gioco della massoneria. La cieca continuazione su questa linea La porterà ad essere dichiarata scismatica da quella stessa massoneria che L’ha occupata!

        Allora avremo raggiunto il culmine supremo della FOLLIA! E della dabennagine!!!

        Rispondi
        • #Alessio   27 dicembre 2016 at 8:03 pm

          E se io fossi un massone d’alto grado non potrei non compiacermi di soluzioni da parte cattolica che, se pur corrette da un punto di vista teorico, non hanno la benchè minima rilevanza pratica.
          Soluzioni da proporre, atte ad ottenere un risultato concreto?

        • #giona   27 dicembre 2016 at 8:59 pm

          non condivido per due motivi, uno è che la massoneria dirige anche la serie di sette pseudocattoliche e pseudo apparizioniste…. quindi diventa difficoltoso capire ove sia la katolika vera, tanto ver che ognun segue la propria opinion…..e due , il concilio di Costanza servì a far chiarezza…. che la chiarezza porta al ver , se veramente si vuole….. colà ove si puote interviene…

  4. #giona   27 dicembre 2016 at 10:14 am

    2017 anno della svolta? Anno della decisione? Anno di caduta degli dei? Anno di scoperchiamento del vaso di Pandora? Anno di definizione definitiva delle tante sette protestanti abusivamente autodefinite cattoliche?…anno del trionfo del Cuore Immacolato? Anno di separazione tra pecore e capri? ….. penso sarà un anno determinante, le premesse almeno ci sono, speriamo che sia rapido xchè doloroso lo sarà. Se non altro cadranno le maschere.

    Rispondi
  5. #Patrizia   27 dicembre 2016 at 11:19 am

    Grazie cardinale Brandmuller per difendere la vera dottrina cattolica cristiana.

    Rispondi
  6. #bbruno   27 dicembre 2016 at 12:25 pm

    quindi un papa che conduce allo scisma… Auguri a chi non cessa di riconoscerlo, seppure in quella certa qual modalità, papa della Chiesa!

    Rispondi
    • #Alessio   27 dicembre 2016 at 1:17 pm

      Da parte mia, qualsiasi operazione possa rimuovere questa gangrena ben venga, anche con poche possibilità di riuscita purchè almeno una remota ce ne sia.

      Rispondi
      • #giona   27 dicembre 2016 at 6:50 pm

        La penso pure io così, meglio che lu bubbone scoppi…. che almeno esca il pus….via! ..disinfezione e …restaurazione papale , del Papa vero, non di questi scimmiottamenti….

        Rispondi
  7. #Maria   27 dicembre 2016 at 4:05 pm

    Giona
    si parla, e si continua a parlare,senza rendersene conto che forse siamo arrivati al capolinea.
    La Santa Madre ci stia sempre vicina.

    Rispondi
    • #Alessio   27 dicembre 2016 at 7:59 pm

      … e nello starci vicina ci liberi dal marcio che infetta la Chiesa, del quale il Ber-goglione è la parte più puzzolente.

      Rispondi
  8. #jb Mirabile-caruso   28 dicembre 2016 at 3:15 am

    Alessio: “Soluzioni da proporre, atte ad ottenere un risultato concreto?”…………………

    E quì occorre rivolgersi ai massoni! Sono loro che sono specializzati in ‘risultati concreti’!

    L’intero loro conciliabolo Vaticano II fu da loro costruito sulla strategia della ‘pastorale concreta’ onde aggirare l’irremovibile pilastro della Dottrina Cattolica. E cinquant’anni dopo possiamo assaporare i frutti amari di questo loro albero! Sta Lei adesso, per caso, proponendo la loro medesima strategia del ‘risultato concreto’ onde aggirare la Verità?

    È solo una coincidenza – seppure assai strana! – che anche il bishop Fellay della CSSPX, in nome, pure lui, di un risultato concreto, sta riportando la Confraternità fondata dal coraggioso e lungimirante mons. Lefebvre sotto la dittatura massonica instauratasi in Vaticano?

    Mi concede una riflessione? Tale è la potenza manipolativa delle televisioni massoniche, che nessuno di noi dovrebbe mai aprioristicamente escludere di essere massone a sua stessa completa insaputa!

    Rispondi
    • #Alessio   28 dicembre 2016 at 12:32 pm

      Rimanga con i piedi per terra, per favore.

      1- Le soluzioni concrete sono tipiche delle persone capaci, massoni o tridentini che siano, il resto è conversazione.
      Ora, l’unico modo “concreto” (che comunque dubito che porterà a qualcosa) per attaccare l’Impostore è accusarlo d’eresia, Lei non è d’accordo? Fuori una soluzione più valida.

      2- Io, come di sicuro molissima gente che conosco, la Redazione di RS e parecchi commentatori possiamo escludere in maniera categorica di essere massoni inconsapevoli, la manipolazione è per il gregge.

      Rispondi
    • #giona   28 dicembre 2016 at 4:43 pm

      la coincidenza ..strana…fellay della FSSPIOX … non è strana se si analizzano le radici della stessa che si trovano a monte di Lefevbre (Lienard cardinal) e lefevbre sapeva ….. ora chi è fuori della Chiesa ordina fuori della Chiesa o no? Mirabile caruso non le pare di vedere i frutti di una manovra a tenaglia, da un lato il conciliabolo eretico e dall’altra… disse Lienart “umanamente la Chiesa è FINITA”

      Rispondi
  9. #Luciano Pranzetti   1 gennaio 2017 at 4:52 pm

    Aggiungete queste: “Lutero ha fatto un grande passo per mettere la Parola di Dio nelle mani del popolo. . .Un criterio dovremmo averlo molto chiaro in ogni caso: fare proselitismo nel campo ecclesiale è peccato. Benedetto XVI ci ha detto che la Chiesa non cresce per proselitismo ma per attrazione. Il proselitismo è un atteggiamento peccaminoso. Sarebbe come trasformare la Chiesa in un’orgnanizzazione” (da. intervista al direttore della rivista gesuita svedese SIGNUM, Padre Ulf Johnsson, pubblicata su Civiltà Cattolica). Brandmuller, Caffarra, Burke e Meisner anno di che contestare. Forza!

    Rispondi
  10. #Luciano Pranzetti   1 gennaio 2017 at 4:54 pm

    lapsus: anno corretto con HANNO.

    Rispondi

Rispondi